Se si manca da scuola per più di tre giorni causa malattia, bisogna portare il certificato medico. Questo per i servizi/educativi scuole dell'infanzia. Per la scuola dell'obbligo e la scuola secondaria, il certificato è richiesto dopo cinque giorni. Lo ha comunicato la Regione Lazio, al fine di chiarire un aspetto molto importante per il rientro in classe in sicurezza: quello delle assenze per malattia o altri motivi. In quest'ultimo caso, la famiglia – onde evitare di portare il certificato medico – ha la possibilità di comunicare alla scuola la futura assenza.

Il comunicato della Regione Lazio

Il certificato medico scolastico è "necessario dopo assenza per malattia superiore a 3 giorni per la riammissione nei servizi educativi/scuole dell’infanzia attestante l’assenza di malattie infettive o diffusive e l’idoneità al reinserimento nella comunità scolastica e per assenza per malattia superiore ai 5 giorni per gli studenti che frequentano la scuola dell’obbligo e la scuola secondaria di secondo grado", scrive la Regione Lazio. "In entrambi i casi le assenze, rispettivamente superiori a 3 o 5 giorni, dovute a motivi diversi da malattia, potranno essere preventivamente comunicate dalla famiglia alla scuola che, solo in questo caso, non dovrà richiedere il certificato per la riammissione".

Riapertura scuola, segnalati alcuni assembramenti

La riapertura delle scuole oggi nel Lazio non ha segnalato particolari criticità. "Sono stati segnalati solamente alcuni assembramenti all'entrata degli Istituti legati soprattutto a gruppi di genitori – ha dichiarato l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato – Un primo bilancio verrà stilato in serata. I servizi di prevenzione delle Asl si riuniscono quotidianamente ogni mattina in videoconferenza per condividere l’operatività degli interventi nelle scuole".