Lo hanno beccato mentre cospargeva di olio alcune sterpaglie sulla via Provinciale 159 e appiccava il fuoco, incendiando così 1000 mq di terreno. Un atto gravissimo, che fortunatamente non ha avuto conseguenze dannose per le persone e gli animali dato che i Vigili del Fuoco sono riusciti a intervenire immediatamente. Un uomo di 58 anni è stato arrestato dai militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontecorvo: colto sul fatto, non ha potuto negare di essere stato lui a incendiare la zona. I militari lo hanno sorpreso mentre erano in corso i consueti e mirati controlli sul territorio anche al fine di prevenire gli incendi boschivi, vera e propria piaga in tutto il Lazio in questo agosto 2020.

L'uomo è stato accusato di incendio doloso e posto agli arresti domiciliari. Si tratta di un 58enne già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio, che solo qualche giorno fa aveva imbrattato con una vernice spray alcuni sportelli bancomat a Pontecorvo e Aquino. In quell'occasione era stato denunciato per danneggiamento. Non si conoscono i motivi che hanno portato il piromane ad appiccare l'incendio, in un posto tra l'altro vicinissimo a una pineta, che ha rischiato di andare a fuoco e creare danni estremamente seri. Già nei giorni scorsi la zona era stata interessata da un incendio, che era stato domato dai Vigili e dal Fuoco e dai volontari della Protezione Civile con l'ausilio dei canadair. La macchia mediterranea dell'area è spesso sotto attacco di piromani, che periodicamente con l'arrivo dell'estate appiccano le fiamme cercando di distruggerla, con grave danno per la fauna, le persone e gli animali.