2.406 CONDIVISIONI
2 Agosto 2022
10:42

Aspettava un maschietto e invece nasce una femminuccia: l’errore dei medici, nessuno se ne accorge

Secondo il test del dna sarebbe dovuto nascere un maschietto. In sala parto nessuno tra medici e infermieri si accorge che in realtà era venuta alla luce una femminuccia.
A cura di Enrico Tata
2.406 CONDIVISIONI

Il primo errore è stato causato da un falso risultato del test del Dna. Non succede spesso, ma può capitare in una minima percentuale di casi. Il secondo errore, però, è ancora più grave e a commetterlo sono stati medici e infermieri in sala parto. La mamma si aspettava un maschietto, come aveva previsto il test, e aveva già scelto il nome: Alessio. Certamente lei non poteva accorgersi dell'errore al momento della nascita. Ma i dottori presenti in sala, forse si. E invece al neonato è stato assegnato un braccialetto azzurro con il nome stampato sopra. Dopo qualche ora, qualcuno si è accorto dell'errore e che si trattava, in realtà, di un femminuccia. La vicenda è avvenuta all'ospedale Spaziani di Frosinone.

Stando a quanto riporta Il Messaggero, la mamma ha presentato una segnalazione ufficiale per negligenza nella valutazione e registrazione del sesso del neonato. La bimba, comunque, sta bene ed è in ottime condizioni di salute.

Questo il racconto della signora: "Ero in sala travaglio, forse per stemperare la tensione mi hanno chiesto chi nascesse, ho dato il nome, lo hanno scritto sulla cartella, abbiamo parlato di un maschietto finché è nato e io ero convinta che lo fosse". Nessuno se n'è accorto, invece. Anzi, sulla cartella clinica c'è scritta la lettera M accanto ai parametri della piccola. Dopo sei ore, ha raccontato ancora la neo mamma, "sono venuti ginecologo, pediatra e un'infermiera a dirmi che era femmina, la prima cosa che ho pensato è che avessero fatto uno scambio in culla, ma quel giorno c'era stata solo una nascita ed era impossibile. Allora ho chiesto se ci fossero problemi, pensavo al Dna maschile e ai genitali non sviluppati, ma per tutta risposta mi hanno detto che comprendevano la mia delusione perché avevo preparato tutto per un bambino e ora era una femmina. Per me è stato destabilizzante, sono passata dalla gioia a non capirci nulla, a pensare che potesse star male, hanno fatto l'ecografia genitale solo dopo mia insistenza e nonostante la bambina stesse bene hanno preferito la dimissione protetta, svolgendo altri esami nei giorni successivi, forse perché si erano resi conto ormai dell'errore".

2.406 CONDIVISIONI
Covid Lazio, bollettino di giovedì 8 settembre: 1377 casi e 2 morti, 698 contagi a Roma
Covid Lazio, bollettino di giovedì 8 settembre: 1377 casi e 2 morti, 698 contagi a Roma
Covid Lazio, bollettino di mercoledì 7 settembre: 1.512 nuovi casi e 3 morti, 744 contagi a Roma
Covid Lazio, bollettino di mercoledì 7 settembre: 1.512 nuovi casi e 3 morti, 744 contagi a Roma
Cattivo odore da una baracca: al suo interno trovato un uomo morto da mesi
Cattivo odore da una baracca: al suo interno trovato un uomo morto da mesi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni