È partito al ‘Nazionale Spazio Eventi' di Roma l'evento M5s, in diretta Facebook, per presentare il reddito di cittadinanza. Tra maxischermi e slide, con i consueti colori blu e giallo, e lo slogan ‘Nessuno rimarrà più indietro'. Ad aprire la convention è Luigi Di Maio, capo politico del Movimento. A seguire sono previsti gli interventi del presidente del consiglio Giuseppe Conte, dell'ex deputato Alessandro Di Battista e di Davide Casaleggio oltre a parlamentari M5s e capigruppo. Assente per motivi personali il garante M5s Beppe Grillo che però chiuderà l'evento con un collegamento via Skype. Previsto anche un video per ricordare Gianroberto Casaleggio. Nella sala allestita sotto la regia di Rocco Casalino le prima file sono state riservate ai rappresentanti del governo e ai giornalisti. Oltre ministri M5s – Barbara Lezzi, Alfonso Bonafede, Danilo Toninelli e altri – spicca la presenza dell'attore comico Lino Banfi, che è salito sul palco. "Abbiamo fatto Lino Banfi patrimonio dell'Unesco". È la battuta con cui Luigi Di Maio ha presentato l'attore italiano che verrà nominato dal Governo per rappresentare il nostro Paese nella commissione Italiana per l ‘Unesco. "Voglio portare un sorriso ovunque", ha detto Banfi. Assente all'evento invece il presidente della Camera Roberto Fico.

"Abbiamo fatto tante marce Perugia Assisi in questi anni e abbiamo portato il reddito di cittadinanza al centro del dibattito quando nessuno ci credeva. Oggi siamo qui per festeggiarlo e spiegarlo, ma fatemi dire che si incastra in una serie di misure per le imprese già previste nella legge di Bilancio". ha detto il vicepremier Luigi Di Maio. Tra gli interventi citati il riordino degli incentivi, gli sgravi Imu sui beni strumentali, la riduzione del 30% dei premi INAIL e "il fondo nazionale innovazione per le startup innovative" da un milione di euro.

"Quando dicevo che avremmo abolito la povertà intendevo questo. Con i 780 euro del reddito di cittadinanza aiuteremo le fasce più deboli della popolazione" – ha aggiunto Luigi Di Maio durante l'intervento di apertura, spiegando i requisiti previsti per accedere al sussidio. "È una misura che migliora l'incontro fra offerta e domanda di lavoro", ha aggiunto. "Credo che sia una rivoluzione, se è vero o non è vero che andiamo verso un periodo di crisi economica".

"L'obiettivo deve essere anche far conoscere la misura a tutti. L'informazione è un elemento importante, per permettere alle persone in difficoltà di conoscere quali strumenti sono a disposizione. Nei precedenti governi è stato sempre sottovalutato". Durante il mese di febbraio verrà spiegato ai cittadini quali sono i documenti da preparare per presentare la domanda a marzo, accedendo al portale online. Oppure si potrà avviare la procedura attraverso gli sportelli di Poste italiane. Di Maio ha parlato poi delle tre offerte di lavoro, spiegando lo schema: "Va da se che conviene accettare la prima offerta, entro 100 chilometri", ma nei primi 12 mesi, "arriverà in ogni caso una prima offerta entro 250 km. Se sei un padre di famiglia e accetti la terza offerta di lavoro, quella che ti manda più lontano da casa, noi daremo un contributo di 12 mesi anche per la famiglia dell'avente diritto". Poi ha spiegato che le Rdc card sono pronte: "Alle fine le carte ci sono, sono pronte, sono quelle che andranno a ricevere i destinatari del reddito di cittadinanza agli sportelli delle poste. La card sembra una normale poste pay ma è evoluta". Ma ha chiarito ancora una volta che ma non potrà essere spesa nel gioco d'azzardo. La platea del reddito di cittadinanza "è fatta per la stragrande maggioranza, e io ci credo fermamente, di persone perbene – sottolineato il vicepremier – Si parla sempre di furbi ma se sono così furbi perché si trovano ancora nella situazione di difficoltà? Ci sarà sicuramente qualcuno che proverà a fare il furbo", ma, ha assicurato, "abbiamo incrociato le banche dati".

Il vicepremier ha annunciato dal palco che Mimmo Parisi sarà il capo dell'Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro: "Ha accettato di tornare in Italia e darci una mano". È il professore che ha inventato la figura del ‘navigator' per favorire la ricerca del lavoro. "L'ho conosciuto qualche mese fa alla Camera e mi ha raccontato quello che sta facendo da professore in Mississippi". 

"I navigator entreranno in campo tra maggio e giugno, non si tratterà solo di strutture fisiche ma anche virtuali" – ha spiegato il professor Mimmo Parisi – "Il navigator contatta chi ha diritto al reddito, lo incontra. E ci sarà un piano personalizzato di modo da mettere nel percorso sia per trovare un lavoro, e poi si pensa alla carriera. Il navigator ha la possibilità di comunicare anche con gli imprenditori locali, ci sarà un patto tra il navigator e il datore di lavoro".

Luigi Di Maio, aveva annunciato l'evento parlando ieri in assemblea congiunta M5S. "Domani (oggi ndr) ci sarà un evento per presentare il reddito ai direttori di giornali, che sicuramente non l'avranno letto. Così non avranno scuse".