I sondaggi dell’ultima settimana non sorridono ai due Matteo. Sia Matteo Salvini che Matteo Renzi, infatti, vedono ridursi i consensi dei loro partiti negli ultimi sette giorni, stando alla rilevazione effettuata da Tecnè per Quarta Repubblica, trasmissione in onda il lunedì sera su Rete 4. La Lega, comunque, rimane il primo partito: oggi si attesta al 30,8% dei voti, contro il 31,4% registrato solamente una settimana prima. A seguire troviamo il Partito Democratico, che nel sondaggio di Tecnè sorpassa nuovamente il Movimento 5 Stelle: i dem salgono dal 19,7% al 20,3%. I 5 Stelle, invece, si fermano al 20,1%, perdendo lo 0,1% nell’ultima settimana.

In calo anche Italia Viva: il partito di Renzi, dopo una buona fase iniziale con l'esordio in cui ha raggiunto anche il 5%, sembra stabilizzarsi intorno al 4,2%, perdendo 0,4 punti percentuali in una settimana. Chi, invece, sorride è Fratelli d’Italia, che passa dal 7,7% all’8%. Scavalcando Forza Italia che rimane stabile al 7,9%. Nessun altro partito riesce a superare la soglia di sbarramento prevista per le elezioni politiche: i Verdi si fermano al 2,1%, +Europa all’1,9%, La Sinistra all’1,5% e Siamo europei di Carlo Calenda non va oltre l’1,3%. Ancora più indietro troviamo Cambiamo di Giovanni Toti, allo 0,6%.

Sondaggi, italiani contrari al voto ai 16enni

La rilevazione effettuata per Quarta Repubblica prende in considerazione anche l’opinione degli elettori sull’ipotesi di consentire ai 16enni di votare alle elezioni. In totale si dice favorevole solo il 27% delle persone intervistate, contrario il 67%, mentre non si esprime il 6%. Il tasso di favorevoli si abbassa notevolmente, a sorpresa, proprio tra i più giovani: solo il 16% delle persone tra i 18 e i 34 anni si dice favorevole: contrario ben il 79%, Salendo con l’età degli intervistati cresce anche il tasso di favorevoli, con il 28% di coloro che hanno tra i 35 e i 64 anni che si esprime positivamente. Passando poi agli over 64, è favorevole al voto ai 16enni il 35% del campione, mentre i contrari sono ‘solamente’ il 57% degli over 64.