301 CONDIVISIONI
Covid 19
5 Gennaio 2022
19:19

Scuola, nuove regole quarantena: per medie e superiori tutti in Dad con tre casi

Il governo ha aggiornato le norme per la quarantena a scuola: per gli alunni della secondaria di primo e secondo grado la didattica a distanza e la quarantena scatteranno per tutti con un minimo di 3 casi.
A cura di Annalisa Cangemi
301 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

La stretta della Befana è arrivata. Il governo ha varato le nuove regole per la quarantena a scuola, in vista della ripresa delle lezioni dopo le vacanze natalizie. Oltre all‘obbligo di vaccinazione per tutti gli over 50 (fino al 15 giugno 2022), anche per coloro che non lavorano, e all'estensione del Super Green Pass, è stata aggiornata la normativa che disciplina la quarantena per le classi in cui risultano dei casi positivi.

Come vi avevamo anticipato qui, la linea che è passata è sostanzialmente quella portata avanti dalle Regioni, anche se nella proposta dei governatori non c'era più la distinzione tra alunni immunizzati e non immunizzati. In pratica l'aggiornamento del protocollo prevede regole più o meno stringenti in base all'età e quindi al livello di avanzamento della campagna vaccinale in ogni fascia. Per la scuola dell'infanzia è prevista una sospensione delle attività per 10 giorni in presenza di un caso accertato Covid.

Per la scuola primaria è prevista invece la dad per dieci giorni, in presenza di due alunni positivi. Nel caso di un solo positivo "si applica alla medesima classe la sorveglianza con test antigenico rapido o molecolare da svolgersi al momento di presa di conoscenza del caso di positività e da ripetersi dopo cinque giorni", si legge nel testo del decreto.

Nella scuola secondaria di primo e secondo grado fino a un caso di positività nella stessa classe è prevista l'autosorveglianza, con utilizzo di mascherine FFP2 e didattica in presenza; con due casi di positività nella classe, per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, che sono guariti da più di 120 giorni e che non hanno ricevuto la dose di richiamo, si applica la didattica digitale integrata per la durata di dieci giorni, mentre per gli altri si applica l’autosorveglianza con l’utilizzo di mascherine di tipo FFP2. Infine la didattica a distanza e scatterà per tutti con un minimo di 3 casi.

Non ci sarà invece alcuno slittamento per la ripresa delle lezioni: tutti gli studenti torneranno fra i banchi entro il 10 gennaio.

Test gratis a studenti in autosorveglianza

Nella bozza del decreto viene specificato che il Commissario per l'Emergenza ha autorizzato lo stanziamento 92 milioni e 505mila euro fino al 28 febbraio 2022, per l'esecuzione dei test rapidi gratis, ai fini del tracciamento dei contagi Covid sulla popolazione scolastica delle scuole secondarie di primo e secondo grado, soggette alla autosorveglianza.

301 CONDIVISIONI
31057 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni