1.248 CONDIVISIONI
16 Luglio 2018
12:23

Salvini: “Mia presenza alla finale Mondiale organizzata dalla Fifa, nessun volo di Stato”

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini risponde alle accuse per la sua presenza ieri a Mosca in occasione della finale del Mondiale di calcio tra Francia e Croazia: “La mia presenza alla partita di calcio di ieri era organizzata dalla Fifa e non c’è stato alcun volo di stato ma un normale volo di linea”.
A cura di Stefano Rizzuti
1.248 CONDIVISIONI

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini prova a mettere a tacere le polemiche sulla sua presenza a Mosca in occasione della finale del Mondiale tra Francia e Croazia. “La mia presenza alla partita di calcio di ieri era organizzata dalla Fifa e non c’è stato alcun volo di stato ma un normale volo di linea”, si giustifica il vicepresidente del Consiglio di fronte alle accuse, mosse soprattutto sui social, di aver viaggiato a spese di non sa chi per andare a vedere la finale del Mondiale. In particolare, in molti ieri hanno citato un tweet di Salvini di un po’ di tempo fa, quando l’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi andò a New York per assistere alla finale tutta italiana di uno dei tornei del grande slam tennistico tra Roberta Vinci e Flavia Pennetta. A quei tempi il leader della Lega scriveva: “Renzi annulla tutti gli appuntamenti di lavoro e vola a New York (chi paga???) per vedersi una partita di tennis. Che schifo. Ruspa”. Ieri qualcuno ha riadattato quel tweet all’attuale situazione, mettendo in mezzo Salvini e chiedendo chi pagasse il suo volo. Ma – assicura il ministro dell’Interno in conferenza stampa a Mosca – a quelle spese ha pensato la Fifa.

Salvini si sofferma sulla finale del Mondiale anche per quanto riguarda il risultato: “Io avrei solo scelto un altro risultato per la finale”, dice dopo aver sperato che a vincere il Mondiale non fosse la Francia. Il ministro si complimenta inoltre con la Russia “per l'organizzazione di uno dei campionati di calcio più belli e più sorprendenti. Io avrei solo scelto un altro risultato per la finale”.

Il capitolo sanzioni alla Russia

Secondo Salvini le sanzioni alla Russia hanno danneggiato fin troppo l’economia italiana: “Il costo medio delle sanzioni, inutili, è quantificabile in sette milioni di euro al giorno”. Mentre, secondo il vicepresidente del Consiglio, “altri Paesi hanno incrementato il loro export: questo governo porterà anche il dossier sanzioni al centro del dibattito per arrivare dopo qualche anno a definire a cosa sono servite e a chi”. Salvini, inoltre, si fa nuovamente promotore di un ritorno al G8, che includerebbe anche la Russia: “Mi sembrerebbe legittimo”, risponde a chi glielo chiede.

Salvini, dicendosi “onorato” di essere il primo ministro del nuovo governo italiano a far visita a Mosca, ricorda che prossimamente spetterà al ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi fare tappa nella capitale russa. E nella seconda metà di ottobre arriverà a Mosca il presidente del Consiglio Giuseppe Conte: “Lavoreremo a un dossier economico per un intervento diretto delle aziende italiane in collaborazione con quelle russe per un investimento nel territorio russo. Mi piacerebbe fare altrettanto in Italia”.

Il capitolo migranti e gli aiuti in Africa

Obiettivo di Salvini è “cambiare la normativa” sul tema dei migranti per poter “rendere i porti libici sicuri: c’è questa ipocrisia di fondo in Europa in base alla quale si danno soldi ai libici, si forniscono le motovedette e si addestra la Guardia Costiera ma poi si ritiene la Libia un porto non sicuro”. Per Salvini lo scopo principale è quello di “stroncare la mafia del traffico degli esseri umani”. Pertanto la soluzione “non è la condivisione nei paesi europei dei migranti ma bloccare le partenze”, pur dicendosi soddisfatto che “sette paesi europei si sono svegliati da lungo sonno”, decidendo di accogliere i migranti sbarcati oggi in Italia.

Infine, Salvini continua a chiedere all’Unione europei soldi “veri” da spendere in Africa: “Per esempio con un progetto da 300 milioni di euro per il controllo della frontiera Sud della Libia”. E l’idea del ministro dell’Interno è quella di chiedere alla Russia una compartecipazione a questa iniziativa.

1.248 CONDIVISIONI
Quirinale, Conte incontra Salvini: "Ancora nessun nome, va eletto presidente che rappresenti tutti"
Quirinale, Conte incontra Salvini: "Ancora nessun nome, va eletto presidente che rappresenti tutti"
Scuola, è scontro con il governo sul rientro in presenza: cosa sta succedendo
Scuola, è scontro con il governo sul rientro in presenza: cosa sta succedendo
Indennizzi per eventuali danni causati dai vaccini Covid ci sono già, dice il sottosegretario Costa
Indennizzi per eventuali danni causati dai vaccini Covid ci sono già, dice il sottosegretario Costa
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni