Riapertura palestre e piscine: le nuove date e le regole da seguire

Dal 24 maggio riaprono le palestre in zona gialla. La ripartenza è stata anticipata di una settimana con il nuovo decreto approvato il 17 maggio dal governo Draghi. Le piscine al chiuso, invece, potranno riaprire dal prossimo 1° luglio. Per accedere alle strutture sportive bisognerà seguire i protocolli validati dal Comitato tecnico scientifico: ancora chiusi spogliatoi e docce, le parole chiave sono distanziamento e sanificazione degli attrezzi.
A cura di Tommaso Coluzzi

Le palestre riaprono con una settimana di anticipo. La novità è stata inserita nel nuovo decreto covid approvato il 17 maggio dal governo Draghi, che prevede una ridefinizione del calendario delle riaperture, con una modifica del coprifuoco e lo spostamento di alcune Regioni in zona bianca a partire da inizio giugno. Per le palestre la ripartenza è prevista lunedì 24 maggio, ma solo in zona gialla e in zona bianca, con un anticipo di una settimana rispetto alla data decisa dal precedente decreto Riaperture. Per le piscine al chiuso, invece, la riapertura è prevista dal 1° luglio mentre quelle all'aperto sono attive già dallo scorso 15 maggio. Le palestre potranno tornare ad accogliere gli iscritti, che potranno fare attività fisica seguendo le regole previste dai protocolli sanitari validati da Comitato tecnico scientifico.

Riapertura palestre in zona gialla, le regole da seguire

Per accedere alle palestre bisognerà seguire delle regole ben precise, decise dal Cts. Al momento dell'ingresso nella struttura verrà misurata la temperatura, con divieto d'accesso nel caso in cui risulti superiore a 37,5. All'interno della palestra è sempre obbligatorio indossare la mascherina, ma non durante svolgimento dell'attività fisica. Le sessioni di allenamento dovranno svolgersi con una distanza tra persone di almeno due metri al chiuso, all'aperto il limite viene ridotto a un metro. In ogni caso bisognerà sanificare gli attrezzi e i tappetini dopo l'utilizzo. Restano indisponibili gli spogliatoi e le docce, che per il momento non potranno essere utilizzati dagli sportivi. Bisognerà arrivare in palestra già vestiti per svolgere l'attività sportiva.

Quando riaprono le piscine al chiuso: la data

Tra le novità contenute nel decreto c'è la data per la riapertura delle piscine al chiuso. Assente nel dl precedente, è stata individuata dalla cabina di regia nel 1 luglio. Le piscine all'aperto, invece, hanno ricevuto il via libera già dal 15 maggio. Insieme alle piscine al chiuso potranno tornare ad accogliere clienti e visitatori anche le terme e i centri benessere. Anche in questo caso dovrebbero essere valide le regole del Comitato tecnico scientifico, già messe in campo per le piscine al chiuso: distanziamento in acqua con almeno sette mq di superficie a persona.

Green pass, le nuove regole del decreto Covid: certificato obbligatorio per ristoranti al chiuso
Green pass, le nuove regole del decreto Covid: certificato obbligatorio per ristoranti al chiuso
Green Pass, fino a 400 euro di multa per chi non lo possiede: le nuove regole del certificato
Green Pass, fino a 400 euro di multa per chi non lo possiede: le nuove regole del certificato
35.925 di Videonews
Perché le discoteche non hanno ancora una data per la riapertura
Perché le discoteche non hanno ancora una data per la riapertura
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni