Prosegue lo scontro tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la società Autostrade per l'Italia. Nella mattinata di oggi si è svolto il cda della società concessionaria della rete autostradale nell'ambito del quale è stata formulata una risposta alla lettera inviata dal Mit guidato dal ministro Toninelli il 16 agosto scorso, nella quale l'istituzione domandava ad Aspi una dettagliata relazione di quanto fatto per assicurare la funzionalità del ponte Morandi e prevenire i pericoli. Autostrade questa mattina ha replicato confermando il proprio "convincimento in merito al puntuale adempimento degli obblighi concessori da parte della Società". Immediata la piccata risposta del ministro Toninelli, che con un tweet ha duramente criticato la posizione di Autostrade: "È incredibile sentir parlare Autostrade di ‘puntuale adempimento degli obblighi' dopo una tragedia con 43 morti, 9 feriti, centinaia di sfollati e imprese in ginocchio. Siamo all'indecenza. Rimetteremo le cose a posto e ridaremo sicurezza e servizi ai cittadini che viaggiano".

"Abbiamo presentato – nei tempi nei quali ci eravamo impegnati a farlo – una serie di opzioni di demolizione e di ricostruzione del viadotto Polcevera, che saranno in parte sovrapposte, confermando sostanzialmente i tempi già annunciati. In ogni caso i piani potranno diventare definitivi solo dopo l'accesso ai luoghi e richiederanno integrazioni e affinamenti sul piano architettonico, da condividere con le parti interessate", ha inoltre dichiarato l'amministratore delegato di Autostrade e Atlantia, Giovanni Castellucci.

"Per avere la tempistica esatta andremo a chiedere il permesso alla procura perché l'area è sequestrata. Il piano di demolizione sarà più breve del previsto, si pensa a 30 giorni di esecuzione", ha dichiarato nel frattempo il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti: "Il moncone Est sarà demolito in modo più rapido con mezzi meccanici ed esplosivi, come idea. Mentre il moncone ovest sarà smontato pezzo pezzo. In un mese potrebbe essere operativo il piano esecutivo. Serve un giorno per demolire la parte Est del moncone di ponte Morandi e in quel momento vanno giù anche 150 appartamenti".