8.179 CONDIVISIONI
Covid 19
14 Agosto 2020
11:29

Per Salvini “l’unico problema sono i migranti che sbarcano, non i ragazzi che ballano in discoteca”

Secondo il leader della Lega, Matteo Salvini, in Italia non c’è alcun problema legato all’apertura delle discoteche e “ai ragazzi che ballano”, nonostante i nuovi focolai di Covid-19 registrati nelle ultime settimane nei locali. Per l’ex ministro dell’Interno “l’unico problema” sono i migranti che sbarcano e tutti “i focolai sono legati all’immigrazione”.
A cura di Stefano Rizzuti
8.179 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Nonostante i nuovi focolai riscontrati in Italia negli ultimi giorni dopo alcune serate in discoteca e nonostante gli allarmi più volte lanciati sul rischio della ‘movida’, per il leader della Lega, Matteo Salvini, l’unico problema relativo ai nuovi contagi deriva dai migranti che sbarcano in Italia. Salvini, durante una conferenza stampa convocata a Forte dei Marmi, in Toscana, sostiene che “l’unico problema” riguardante la circolazione del Covid-19 in questo momento non è legato alle attività dei giovani italiani, ma solamente ai migranti. “L’unico problema legato al virus non sono i ragazzi che ballano ma quelli che sbarcano”, afferma il leader della Lega.

Salvini: problema non giovani italiani ma migranti

Salvini parla della questione dei migranti più volte, a margine e durante la conferenza stampa. E lo fa difendendo sempre i giovani italiani, ma accusando quelli stranieri che arrivano sulle nostre coste. “Io spero che gli italiani spazzino via presto questo governo e come Lega ci stiamo lavorando, perché a proposito di immigrazione l’unica vera emergenza legata al virus è legata agli sbarchi”, dice parlando con i cronisti. Poi continua: “I focolai sono legati all’immigrazione”. Dato che, in realtà, viene smentito dai tanti focolai che si sono registrati in tutta Italia negli ultimi giorni, sia a causa della presenza di alcuni contagiati nelle discoteche, sia per i tanti casi di persone tornate con il virus dalle vacanze all’estero.

Salvini però continua nel suo attacco contro il governo sul tema dell’immigrazione: “L’anno scorso avevamo limitato a 4mila gli sbarchi, quest’anno siamo già a quota 15mila. C’è un atteggiamento complice, criminale. Quindi, se Dio non voglia dovessimo tornare ad avere problemi di sanità, non è per gli italiani che stanno dimostrando buon senso, attenzione, rispetto, generosità ma è chiaro che se metti la mascherina in treno, in autobus, in negozio agli italiani ma intanto fai sbarcare migliaia di persone senza nessun controllo, che poi vanno in giro a infettare mezza Itala, il problema te lo vai a cercare”.

Per Salvini unica emergenza sono i migranti

Il leader della Lega ritorna sul punto continuando a sostenere che non ci sia alcun problema legato al comportamento degli italiani o al mancato rispetto delle norme nel nostro Paese: “L’unica emergenza sanitaria che c’è arriva dal mare. Però non è possibile che ci sia qualcuno per cui il nemico pubblico è il ragazzo che va in spiaggia, il ragazzo che va a fare l’aperitivo, il ragazzo che va in discoteca, il ragazzo che va al ristorante. Il problema sono gli sbarchi”.

8.179 CONDIVISIONI
32421 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni