11.850 CONDIVISIONI
21 Febbraio 2021
19:16

Soccorsi 89 migranti, tra loro una donna che ha appena partorito: “Lei e la neonata stanno bene”

Le 77 persone in pericolo a sei miglia dalle acque territoriali di Lampedusa sono state salvate. A bordo del gommone, che stava imbarcando acqua, c’era anche una donna che ha partorito da poco. “Finalmente confermiamo che le persone in pericolo hanno raggiunto un porto sicuro in Italia!”, ha fatto sapere Alarm Phone.
A cura di Annalisa Cangemi
11.850 CONDIVISIONI

AGGIORNAMENTO: "Finalmente confermiamo che le persone in pericolo hanno raggiunto un porto sicuro in Italia! Abbiamo saputo che anche una neonata e la sua mamma stanno bene. Siamo molto sollevati che siano sopravvissuti e fuggiti dalla Libia". È quanto si legge in un tweet di Alarm Phone, annunciando la fine dell'incubo per 89 migranti.

Una donna ha partorito due giorni fa sul barcone che aveva lanciato ieri un Sos alla piattaforma per i migranti in difficoltà Alarm Phone, e le sue condizioni di salute erano critiche. Ora potrà finalmente ricevere le cure necessarie: i migranti sono stati condotti a Lampedusa.

La piccola nata a bordo del gommone si chiama Fatima. In un primo momento si pensava che sull'imbarcazione ci fossero 77 migranti, po il numero si è rivelato più alto. A bordo del gommone c'erano 12 bambini e 16 donne oltre a 61 uomini. "Non dovrebbe accadere – ha detto a Maediterraneocronaca.it il parroco dell'isola, Carmelo La Magra, raggiunto telefonicamente dopo lo sbarco – né che si perdono vite in mare né che altre nascano su un gommone senza avere alcuna certezza di sopravvivere. Questo mare sta diventando ciò che non dovrebbe esistere, e questo accade per le scelte che vengono fatte a terra. Per le decisioni di chiusura che vengono prese a terra".

"Questa sera Alarm Phone ha ricevuto una chiamata da un'imbarcazione in pericolo, con circa 77 persone a bordo. Sono in fuga dalla Libia e devono trovare un porto sicuro! Le autorità sono informate: non lasciateli annegare!", aveva scritto la piattaforma ieri. Successivamente ha pubblicato questi aggiornamenti sul suo profilo Twitter: "Le 77 persone in pericolo stanno imbarcando acqua e sono nel panico. Abbiamo chiamato @guardiacostiera che ci ha detto di chiamare Malta ma la Marina maltese non risponde al telefono. UE: La tua non assistenza è criminale! Non lasciate annegare le persone!".

E ancora: "77 persone necessitano soccorso urgente! Durante la nostra ultima chiamata le persone a bordo chiedevano aiuto urgente. Dicono che una donna ha partorito sulla barca 2 giorni fa e la sua salute è peggiorata nelle ultime ore. Autorità non rispondono. Soccorso ora!".

Anche l'ong Sea Watch si era unita all'appello: "Moonbird ha avvistato il gommone con 77 persone davanti a Lampedusa, a 6 miglia dalle acque territoriali. Le autorità sono informate da 24 ore ma, nonostante il naufragio della notte tra venerdì e sabato, i soccorsi continuano a tardare".

Oltre 200 migranti salvati in mare da Asso Trenta

Intanto la Asso Trenta, la nave privata che lavora per le piattaforme Eni, sta facendo rotta verso Porto Empedocle, dove domani mattina, attorno alle 8, attraccherà con 232 migranti a bordo soccorsi, ieri, nel canale di Sicilia. Nella stiva, ha spiegato la capitaneria di Porto Empedocle, c'è anche un cadavere che nulla ha a che vedere con il naufragio avvenuto ieri mattina all'alba a Sud di Lampedusa, dopo il quale mancherebbero all'appello 7 migranti, che risultano dispersi. Le ricerche in mare sono state però sospese questa sera, per via delle condizioni meteo in peggioramento: i 45 migranti superstiti, che sono stati salvati dalla motovedette, hanno riferito che su quell'imbarcazione ribaltata erano in 50. Ma non ci sono per il momento riscontri.

Il salvataggio è avvenuto in autonomia e la nave è stata poi autorizzata a sbarcare sulle coste agrigentine. Il mare mosso ha fatto rallentare la navigazione e slittare l'approdo, inizialmente previsto per questo pomeriggio. La Protezione civile ha fatto sapere che subito dopo l'attracco i migranti saranno sottoposti ai tamponi, e poi si procederà al loro trasferimento sulla nave quarantena Allegra.

11.850 CONDIVISIONI
Una donna positiva al Covid è fuggita dall'ospedale dopo aver partorito
Una donna positiva al Covid è fuggita dall'ospedale dopo aver partorito
Lecce, donna partorisce in casa, tenta di uccidere la figlia poi la abbandona in giardino
Lecce, donna partorisce in casa, tenta di uccidere la figlia poi la abbandona in giardino
Ocean Viking, Ue pronta a coordinare i ricollocamenti dei migranti a bordo: "Paesi siano solidali"
Ocean Viking, Ue pronta a coordinare i ricollocamenti dei migranti a bordo: "Paesi siano solidali"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni