L’inchiesta su corruzione e smaltimento dei rifiuti su cui Fanpage.it ha pubblicato tre video continua a essere al centro del dibattito politico, tanto che per il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, la vicenda potrebbe anche influenzare il voto delle elezioni del 4 marzo. Delrio, attuale ministro e candidato alle elezioni nel Pd, commenta ai microfoni di Giorgio Zanchini, a Radio Anch’io su Radio1, l’inchiesta di Fanpage.it: “È possibile – afferma – che il caso De Luca influenzi il voto”.

Delrio comunque non si sbilancia e ricorda che sul caso aperto dall’inchiesta video pubblicata negli scorsi giorni “c’è un’indagine in corso”. Allo stesso tempo, il ministro delle Infrastrutture tira in ballo anche Roberto De Luca, tra gli indagati dalla procura: “Il figlio di De Luca – afferma riferendosi all’ex assessore al Bilancio di Salerno, dimessosi dopo lo scandalo – si è dimesso cercando, credo, di favorire lo svolgimento delle indagini”.

Ma Delrio sottolinea anche il peso delle immagini pubblicate, nelle quali si vede Nunzio Perrella prendere accordi con varie personalità – alcune molte vicine al mondo della politica – sullo smaltimento dei rifiuti. “Il problema – dichiara Delrio – è che, certo, le immagini di quel signore responsabile dell’azienda regionale sono una cosa pessima, una cosa inguardabile”.

Non escludendo la possibilità di un effetto negativo dell’inchiesta di Napoli sul risultato del Pd alle elezioni politiche del 4 marzo, Delrio commenta l’indagine emersa in questi giorni dopo un “no comment” di ieri. Ieri, durante la trasmissione Dalla vostra parte, andata in onda su Rete4, il ministro delle Infrastrutture aveva inoltre commentato: “Non ho nessun elemento completo per poter giudicare. Il governatore De Luca ha popolarità, credito e affidabilità. I giudici del governatore De Luca sono i cittadini campani”.

Invia la tua segnalazione
al team Backstair