544 CONDIVISIONI
Elezione del Presidente della Repubblica 2022
2 Gennaio 2022
15:20

Il totonomi per il Quirinale: chi potrebbe essere il prossimo presidente della Repubblica

Si avvicina sempre più la partita del Quirinale, che rischia di essere decisamente complicata, soprattuto ora che Sergio Mattarella ha messo in chiaro di non essere disponibile per un secondo mandato. Ecco i nomi che più stanno circolando tra retroscena e ricostruzioni di stampa.
A cura di Annalisa Girardi
544 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezione del Presidente della Repubblica 2022

Tra appena due giorni, il 4 gennaio, il presidente della Camera Roberto Fico convocherà le Camere in seduta comune per l'elezione del presidente della Repubblica. Si avvicina sempre più la partita del Quirinale, che rischia di essere decisamente complicata, soprattuto ora che Sergio Mattarella ha messo in chiaro di non essere disponibile in alcun modo per un secondo mandato. Durante il suo discorso di fine anno, infatti, l'attuale capo dello Stato ha messo in chiaro che sarebbe stato l'ultimo. Quello di Mattarella era probabilmente l'unico nome condiviso tra le forze politiche che non avrebbe creato scompiglio nel governo: l'altra figura a godere di un ampia platea di consensi è infatti Mario Draghi, ma una sua salita al Colle avrebbe non poche conseguenze a Palazzo Chigi. E anche all'estero, dove l'attuale presidente del Consiglio è considerato una garanzia per la ripresa dell'Italia.

Quali sono i nomi più chiacchierati quindi per ricoprire la carica? Nel caso in cui in effetti Draghi diventi il prossimo presidente della Repubblica, c'è chi spera di mantenere l'attuale asset di maggioranza con una figura come quella di Daniele Franco, attuale ministro dell'Economia, o di Marta Cartabia, ministra della Giustizia, a Palazzo Chigi. Il nome di Cartabia è anche uno di quelli che circola tra quelli papabili per il Quirinale.

Chiaramente si parla anche dell'ipotesi Silvio Berlusconi, per cui il centrodestra dovrebbe ufficializzare a breve la candidatura. Si tratta però di un nome chiaramente divisivo per le forze politiche, come potrebbero essere quelli di Romano Prodi o di Pier Luigi Bersani.

Qualcuno tra gli altri nomi che più circolano tra le ricostruzioni e i retroscena della stampa in questi giorni sono quello di Pierferdinando Casini o quello dell'ex premier Paolo Gentiloni. Ma anche quello di Emma Bonino o dell'attuale presidente del Senato, Elisabetta Casellati.

544 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni