242 CONDIVISIONI
7 Dicembre 2021
10:42

Il sottosegretario Costa dice che non ci saranno ulteriori restrizioni a Natale

Secondo Costa non ci saranno “nuove misure” da qui a Natale, visto che il super green pass è stato pensato per permettere di vivere diversamente le feste.
A cura di Tommaso Coluzzi
242 CONDIVISIONI

Il governo ha già deciso le misure per Natale. Sono quelle approvate alla fine di novembre, stop. Non ci saranno nuove restrizioni, né accorgimenti particolari da qui alle feste. A garantirlo è stato questa mattina Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, in un intervento a Radio Anch'io su Radio 1: "Il super green pass è stato fatto per permettere un Natale diverso e non ci sono in previsione nuove misure", ha spiegato. Costa ha sostanzialmente smentito le ricostruzioni secondo cui il governo starebbe aspettando di capire cosa succederà nelle prossime settimane, per poi eventualmente intervenire nuovamente. Anche perché – al momento – i contagi non accennano a diminuire. Anzi, continuano ad aumentare. E di conseguenza crescono anche i posti letto occupati in ospedale.

Costa è stato chiaro: "Dobbiamo sottolineare che 46 milioni di concittadini si sono vaccinati e grazie a questo risultato il nostro Paese sta attraversando una fase migliore". Ora, tra l'altro, "stanno riaumentando le prime dosi, molti che avevano paura si stanno rassicurando". Mentre sulla questione obbligo vaccinale contro il Covid esteso a tutta la popolazione ha chiosato subito: "In questo momento non è un argomento sul tavolo". Poi ha aggiunto: "Il nostro Paese è stato il primo a prevedere l'obbligo per alcune categorie, che entrerà in vigore dal 15 dicembre anche per forze dell'ordine e personale scolastico, ci siamo già presi quindi questa responsabilità", ha aggiunto. Ora bisogna aspettare e confidare che "lo zoccolo duro dei non vaccinati si riduca sempre di più, dopodiché valuteremo se sarà necessario estendere l'obbligo ad altre categorie".

C'è un'altra questione fortemente discussa con le Regioni, che hanno fatto una richiesta chiara alla ministra Gelmini, che intanto ha preso tempo spiegando che saranno fatte valutazioni. I governatori vorrebbero una deroga all'obbligo di green pass base sui mezzi di trasporto pubblico per i ragazzi tra i 12 e i 18 anni, che se non vaccinati o guariti sono costretti a fare il tampone ogni due giorni. La linea del governo, però, è chiara anche su questo: "Valuteremo con le Regioni, ma al momento è giusto procedere con le regole già decise", ha confermato Costa.

242 CONDIVISIONI
Indennizzi per eventuali danni causati dai vaccini Covid ci sono già, dice il sottosegretario Costa
Indennizzi per eventuali danni causati dai vaccini Covid ci sono già, dice il sottosegretario Costa
Con la variante Omicron può tornare lo smart working, dice il sottosegretario Costa
Con la variante Omicron può tornare lo smart working, dice il sottosegretario Costa
Il sottosegretario Costa a Fanpage.it: "Verso tamponi per vaccinati con due dosi, ma siano gratuiti"
Il sottosegretario Costa a Fanpage.it: "Verso tamponi per vaccinati con due dosi, ma siano gratuiti"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni