195 CONDIVISIONI
Opinioni
Le consultazioni per il nuovo governo
17 Maggio 2018
19:01

Governo Lega-M5S, dalla bozza scompare lo stop alla Tav: l’alta velocità si farà

Dalla bozza del contratto di governo redatta da Lega e Movimento 5 Stelle è scomparso lo stop alla Tav: “Con riguardo alla Linea ad Alta Velocità Torino-Lione, ci impegniamo a ridiscuterne integralmente il progetto nell’applicazione dell’accordo tra Italia e Francia”, si legge ora nel documento.
A cura di Charlotte Matteini
195 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Le consultazioni per il nuovo governo

Dalla bozza di contratto redatta da M5S e Lega sarebbe scomparso lo stop ai lavori per l'Alta velocità Torino-Lione. Secondo quanto dichiarato dalle agenzie di stampa, nella nuova bozza il punto sarebbe stato cancellato: "Stamattina c’era, nel pomeriggio è stato eliminato. Nella bozza ‘corretta’ da Di Maio e Salvini si va verso una revisione del progetto, che per i due capi politici va rimesso in discussione". 

“Con riguardo alla Linea ad Alta Velocità Torino-Lione, nell’applicazione dell’accordo tra Italia e Francia, ci impegniamo a sospendere i lavori esecutivi e ridiscuterne integralmente il progetto. Con riferimento invece alla realizzazione del “terzo valico” ci impegniamo al completamento dell’opera”, si leggeva nella precedente bozza diffusa ieri sera.

"Con riguardo alla Linea ad Alta Velocità Torino-Lione, ci impegniamo a ridiscuterne integralmente il progetto nell’applicazione dell’accordo tra Italia e Francia”, si legge invece nella bozza rivista dai due leader. In sostanza, dunque, il Movimento 5 Stelle avrebbe ceduto e avrebbe accettato la posizione della Lega, da sempre favorevole al completamento della grande opera. Il punto relativo alla Tav era tra quelli più controversi e reputati argomenti da definire e dipanare dai due leader politici. Secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, però, sembra che in queste ultime ore la posizione abbia trovato una definitiva sintesi, una sintesi che probabilmente non sarà ben accolta dai tanti militanti no Tav da sempre attivi nel Movimento.

195 CONDIVISIONI
Milanese, classe 1987, da sempre appassionata di politica. Il mio morboso interesse per la materia affonda le sue radici nel lontano 1993, in piena Tangentopoli, grazie a (o per colpa di) mio padre, che al posto di farmi vedere i cartoni animati, mi iniziò al magico mondo delle meraviglie costringendomi a seguire estenuanti maratone politiche. Dopo un'adolescenza turbolenta da pasionaria di sinistra, a 19 anni circa ho cominciato a mettere in discussione le mie idee e con il tempo sono diventata una liberale, liberista e libertaria convinta.
Le consultazioni per il nuovo governo
165 contenuti su questa storia
Chi è Giulia Grillo, il nuovo ministro della Salute del governo M5S-Lega
Chi è Giulia Grillo, il nuovo ministro della Salute del governo M5S-Lega
Chi è Lorenzo Fontana, il nuovo ministro della Famiglia e della Disabilità
Chi è Lorenzo Fontana, il nuovo ministro della Famiglia e della Disabilità
Chi è Sergio Costa, il nuovo ministro dell'Ambiente del governo M5s-Lega
Chi è Sergio Costa, il nuovo ministro dell'Ambiente del governo M5s-Lega
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni