Elezione del Presidente della Repubblica 2022
26 Gennaio 2022
12:05

Elezioni Quirinale, il nuovo quorum per le prossime votazioni: come funziona e da quando

Da domani, dal quarto scrutinio per l’elezione del presidente della Repubblica, si abbasserà il quorum. Mentre fino ad oggi servivano 673 voti (su 1.009 totali), da domani basterà raggiungere la soglia dei 505.
A cura di Giacomo Andreoli
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezione del Presidente della Repubblica 2022

Da domani, 26 gennaio, cambia il quorum per l'elezione del prossimo presidente della Repubblica. La soglia dei voti necessari per eleggere il successore di Sergio Mattarella scenderà infatti dai 2/3 alla maggioranza assoluta. Questo significa che, mentre fino ad oggi servivano 673 voti (su 1.009 totali), da domani basterà raggiungere la soglia dei 505. Una svolta decisiva, perché potenzialmente basterebbe che uno dei due grandi schieramenti, centrosinistra o centrodestra, si accordassero con la galassia centrista (composta dai vari Italia Viva, Azione, Più Europa e i cosiddetti "peones" del Gruppo misto) o con alcuni esponenti "ribelli" dell'area opposta, per eleggere il Capo dello Stato.

In questo modo, in assenza di un accordo politico largo che tenga dentro tutta la larga maggioranza di governo, si potrebbero aprire le porte del Colle per personaggi politici come l'attuale presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati o il parlamentare trasversale e di lungo corso Pier Ferdinando Casini. La prima potrebbe raccogliere i consensi del centrodestra, parte del centro e parte del Movimento 5 stelle, mentre il secondo piacerebbe al centrosinistra allargato (compresa Italia Viva, Più Europa e Azione), con molti grillini che potrebbero votarlo in quanto "male minore".

Quorum presidente della Repubblica, dalla quarta votazione è 50%+1

Anche per il quarto scrutinio le modalità dell'elezione sono stabilite dall'articolo 83 della Costituzione, che prevede il mantenimento dello scrutinio segreto che si è visto in questi primi giorni di voto. Rimarranno uguali, poi, i protocolli Covid, con il drive-in nell'area allestita nel parcheggio di Montecitorio per i positivi, gli ingressi scaglionati in Aula e le nuove cabine che sostituiscono i catafalchi degli anni pre-pandemia. Come abbiamo detto, la maggioranza assoluta prevede che il candidato vincente, per essere eletto, debba raccogliere almeno 505 voti.

Quando ci saranno le prossime votazioni per l'elezione al Quirinale

Domani si inizierà a votare in mattinata, quasi sicuramente intorno alle 11, a partire dai deputati. Dopo la quarta votazione si procederà poi con tutti scrutini uguali, uno ogni giorno, fino all'elezione del successore di Sergio Mattarella. L'obiettivo dei partiti, comunque, è di chiudere la partita entro la fine di questa settimana.

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni