136 CONDIVISIONI
1 Giugno 2021
10:53

Di Battista dopo i 100 giorni di Draghi: “Ecco perché i 5 Stelle devono uscire dal governo”

Con un lungo video Alessandro Di Battista spiega tutti i motivi per cui il Movimento 5 Stelle, che ha lasciato qualche mese fa, dovrebbe uscire immediatamente dal governo Draghi. Dalla morale ai vitalizi, dalla Transizione ecologica al poco peso nell’esecutivo. L’ex deputato lancia un messaggio chiaro ai dirigenti del suo ex partito: “Ammettete l’errore, chiedete scusa e uscite dal governo”.
A cura di Tommaso Coluzzi
136 CONDIVISIONI

Il Movimento 5 Stelle è nel caos. Pesa l'assenza di una vera leadership, la decisione di appoggiare il governo Draghi, la battaglia legale in corso contro Rousseau, le bordate che arrivano dall'interno e dall'esterno. E intanto i sondaggi vedono il partito grillino sempre più in calo: ormai è distante dal podio occupato da Lega, Fratelli d'Italia e Partito Democratico. Dalla fine del governo Conte due è successo di tutto ad un Movimento già crollato rispetto alle elezioni politiche del 2018: l'elezione di Giuseppe Conte a capo politico è stata stoppata dalla controversa questione legale tra Rousseau e Movimento sui dati degli iscritti alla piattaforma. Nel frattempo le diverse anime del partito fanno sempre più fatica a convivere: la svolta epocale segnata dalla lettera con cui Luigi Di Maio abbandona il giustizialismo e chiede scusa all'ex sindaco di Lodi, Simone Uggetti, è solo la punta dell'iceberg.

In questo quadro molto complicato si inserisce la figura di Alessandro Di Battista, senz'altro l'ex esponente più importante che abbia lasciato il Movimento 5 Stelle. E che, soprattutto, continua ad avere un'influenza molto importante su una parte del partito. Con un video pubblicato sul suo canale Youtube e rilanciato sui suoi social, il giornalista romano torna sul perché il suo ex partito non dovrebbe far parte del governo Draghi e quindi lasciarlo immediatamente. Fu proprio questa decisione ad allontanare definitivamente Di Battista dal Movimento. Ora, a cento giorni dall'insediamento del nuovo esecutivo, l'ex grillino fa una lunga analisi di tutti i motivi per cui il Movimento 5 Stelle dovrebbe lasciare il governo Draghi e ammettere di aver commesso un errore.

"Vogliamo dire le cose come stanno infischiandocene delle conseguenze?". Si apre con questa domanda retorica il video di Di Battista, che elenca uno ad uno i motivi per cui l'ingresso del Movimento 5 Stelle ha sbagliato ad appoggiare il governo Draghi: il poco peso della forza politica rispetto alle altre all'interno di un esecutivo così ampio, la questione vitalizi, la morale sparita con il caso Durigon, la storia dei voli di Stato della presidente del Senato Cancellati, il ministero della Transizione Ecologica e il relativo ministro, il cambio dei vertici negli incarichi pubblici da parte del presidente Draghi. "In questi giorni di scuse o ammissioni di errori o presunti tali – conclude Di Battista riferendosi ancora al caso Uggetti – i dirigenti del Movimento 5 Stelle potrebbero ammettere di aver sbagliato e iniziare a ragionare sull'uscita da questo governo devastante per il Paese".

136 CONDIVISIONI
Salvini chiede a Draghi di scaricare i 5 Stelle: "Spero che lui abbia meno pazienza di noi"
Salvini chiede a Draghi di scaricare i 5 Stelle: "Spero che lui abbia meno pazienza di noi"
Di Battista dopo l'inchiesta di Fanpage.it: "Ignobile che un soggetto come Durigon sia al governo"
Di Battista dopo l'inchiesta di Fanpage.it: "Ignobile che un soggetto come Durigon sia al governo"
Salvini: "Conte vuole mandare a casa Draghi, ma il governo va avanti anche senza di lui"
Salvini: "Conte vuole mandare a casa Draghi, ma il governo va avanti anche senza di lui"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni