148 CONDIVISIONI
Coronavirus
8 Settembre 2021
12:35

Conte apre a obbligo vaccinale e attacca la Lega: “Serve posizione chiara su vaccini e green pass”

Il leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, apre all’ipotesi dell’obbligo vaccinale: “Se come extrema ratio si dovrà ricorrere all’obbligo non lo escludiamo affatto”. Poi attacca la Lega sul decreto green pass: “Non abbiamo bisogno di polemiche politiche strumentali, quindi invito con molta chiarezza, senza strumentalizzazioni, la Lega a prendere una posizione chiara”.
A cura di Stefano Rizzuti
148 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Il Movimento 5 Stelle non esclude la possibilità di rendere obbligatorio il vaccino anti-Covid. A dirlo chiaramente è il leader pentastellato, Giuseppe Conte, intervenendo ad Agorà, su Rai 3: “Se come extrema ratio si dovrà ricorrere all'obbligo vaccinale non lo escludiamo affatto”. Conte, inoltre, critica la Lega per il suo atteggiamento in Aula alla Camera dei deputati sul green pass, con l’annuncio del Carroccio di votare a favore di alcuni emendamenti dell’opposizione di Fratelli d’Italia: “Non abbiamo bisogno di polemiche politiche strumentali, quindi invito con molta chiarezza, senza strumentalizzazioni, la Lega a prendere una posizione chiara”.

L'attacco alla Lega: prenda una posizione chiara

Conte ribadisce il suo messaggio: “Abbiamo bisogno di un sostegno chiaro alla campagna vaccinale, questo il nostro obiettivo. La Lega deve assumere una posizione chiara, non possiamo permetterci di chiudere di nuovo. Basta sì green pass, no green pass, nì vax sì vax”. L’ex presidente del Consiglio continua: “Invito la Lega a prendere una posizione chiara sul sostegno al completamento della campagna vaccinale. La Lega sostiene la maggioranza e deve avere una posizione chiara”. Conte non risparmia un’altra stoccata: “Se si deve discutere con le categorie, come i ristoratori, si convocano a Palazzo Chigi e si discutono le loro esigenze”.

Conte difende Rdc: referendum vigliacco e immorale

L’ex presidente del Consiglio torna a difendere il reddito di cittadinanza e ad attaccare chi, come Matteo Renzi, chiede un referendum per abolirlo: “Credo che sia vigliacco e immorale lanciare un quesito referendario su una misura di protezione, condanno gli esponenti politici che giocano sulla pelle della povertà assoluta, se il tema è gli abusi contrastiamoli”. Conte aggiunge: “Il M5s è in prima linea per un miglioramento del reddito di cittadinanza. Abbiamo occupato 250.000 percettori, non è assolutamente poco in tempi di pandemia. Però è chiaro che dobbiamo  fare di più perché è chiaro che il nostro sistema non funziona in questa direzione. Quindi possiamo e dobbiamo fare di più, questo è un atteggiamento responsabile”.

Conte contro il nucleare: no a energia atomica

Altro tema su cui il giudizio di Conte è netto è quello del nucleare. Il leader del M5s sottolinea che incontrerà il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani: “Abbiamo già concordato un confronto che avverrà la settimana prossima per valutare insieme le scelte che vanno fatte nel quadro della transizione ecologica, ma è chiara la posizione del M5S e mia, noi siamo per le ecotecnologie e su quelle dobbiamo puntare, non siamo per l'energia atomica”.

148 CONDIVISIONI
27453 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni