AGGIORNAMENTO: È di 15 morti e 78 feriti il primo bilancio ufficiale dei due attentati di questa mattina a Lahore. Stando a quanto riportano fonti ufficiali, i feriti sarebbero una trentina, di cui 10 in gravissime condizioni.

Sono almeno 15 i morti in seguito a un attacco compiuto stamattina a Lahore, in Pakistan, da un gruppo di talebani che si sono scagliati contro due chiese, una delle quali cattolica. Il bilancio delle esplosioni, portate a segno da alcuni kamikaze, è tuttavia destinato ad aggravarsi visto che, dei 78 feriti, 30 versano in gravi condizioni. L'attentato, nell'est del Pakistan, è stato rivendicato dal gruppo talebano pachistano Jamaat-ul-Ahrar.

La reazione della folla in seguito agli attacchi è stata veemente: due uomini, sospettati di aver organizzato l'azione, sono stati linciati dalle persone presenti, che li avrebbero arsi vivi lasciando poi i corpi carbonizzati in un incrocio. Le esplosioni sono avvenute a pochi minuti di distanza in due diversi quartieri, entrambi a maggioranza cristiana: in uno dei due un talebano si è fatto esplodere in una chiesa cattolica mentre si stava celebrando la messa. Stando a quanto riferito da alcuni testimoni l'attentato avrebbe potuto avere conseguenze anche peggiori se un agente di polizia non fosse intervenuto fermando un uomo, che dopo aver tentato di divincolarsi si è fatto esplodere. A quanto pare gli attentatori avrebbero avrebbero utilizzato tra i 15 e i 20 chili di esplosivo con l'obiettivo di compiere una strage. In quel momento i due luoghi di culto erano frequentati da centinaia di fedeli.

La notizia dei due attacchi è giunta anche a Papa Francesco, che durante l'Angelus ha detto: "Con dolore, con molto dolore ho appreso degli attentati terroristici di oggi contro due chiese nella città di Lahore in Pakistan, che hanno provocato numerosi morti e feriti. Sono chiese cristiane, i cristiani sono perseguitati, i nostri fratelli versano il sangue soltanto perché sono cristiani. Prego il signore perché questa persecuzione contro i cristiani che il mondo cerca di nascondere finisca e ci sia la pace".