487 CONDIVISIONI
7 Giugno 2022
19:07

Multato per divieto di sosta, investe capitano della Municipale e gli spacca la gamba

Un 52enne, multato per divieto di sosta, ha investito due agenti della Municipale a Scampia; è stato rintracciato dopo la fuga e arrestato.
A cura di Nico Falco
487 CONDIVISIONI

Un napoletano di 52 anni è stato arrestato a Scampia per minacce e lesioni a pubblico ufficiale e per omissione di soccorso: multato perché aveva lasciato l'automobile in divieto di sosta, si è scagliato contro gli agenti della Polizia Municipale, minacciandoli, poi è risalito in macchina e ne ha investiti due ed è scappato. È stato rintracciato poco dopo. Processato per direttissima, è stato condannato ad otto mesi con obbligo di firma.

È accaduto ieri, 6 giugno, nel quartiere della periferia nord di Napoli. L'uomo è stato identificato in F. M., 52enne napoletano con precedenti penali per minacce e lesioni a pubblici ufficiali e per reati in materia di stupefacenti. Aveva parcheggiato l'automobile lungo Viale della Resistenza, nei pressi di piazza Giovanni Paolo II, dove era previsto il concerto di giovani studenti "Orchestra Junior Verticale". Gli agenti, che erano impegnati nei controlli proprio in vista dell'evento che si sarebbe tenuto di lì a poco, hanno sanzionato l'automobile per divieto di sosta. E, quando l'uomo è tornato e ha visto la multa, è andato in escandescenze. Prima ha cominciato ad inveire contro i vigili e li ha minacciati ripetutamente, poi è salito in macchina e ha investito volontariamente un ufficiale e un maresciallo che erano intervenuti in supporto dei colleghi.

Subito dopo F. M. è scappato. Gli agenti lo hanno rintracciato e arrestato poco distante: si era nascosto in un tratto isolato di via Roma verso Scampia. Il 52enne, denunciato, è stato processato per direttissima e condannato a 8 mesi con obbligo di firma, pena aggravata dai precedenti specifici e dalle gravi lesioni causate ai poliziotti della Municipale: il capitano dell'Unità Operativa Scampia ha infatti riportato la frattura della tibia con prognosi di 30 giorni, mentre l'altro agente, medicato al Pronto Soccorso, è stato giudicato guaribile in 5 giorni.

Sull'episodio è intervenuto Antonio De Iesu, ex Questore di Napoli ed oggi Assessore alla Legalità ed alla Polizia Locale del Comune di Napoli:

In queste sere sono avvenute ben due aggressioni ai danni di agenti della Municipale, a Scampia, dove un pregiudicato ha investito un capitano, e a piazza Garibaldi,  domenica sera, quando due agenti nel corso dei servizi di controllo hanno multato un autocarro con targa straniera non registrata e il proprietario, un  cittadino rumeno, li ha aggrediti. Si tratta di atti intollerabili e gravissimi che però sono paradigmatici dell’impegno della polizia municipale in una città difficile dove la mancanza di regole di una parte della cittadinanza rende difficile il lavoro dei nostri agenti. Rivolgo il mio pensiero affettuoso e la vicinanza concreta dell’Amministrazione, in primo luogo a chi ha riportato gravi lesioni e a chi è stato aggredito in piazza Garibaldi ma, contemporaneamente, esprimo il mio personale ringraziamento agli uomini ed alle donne di tutta la Polizia Municipale che, pur operando nelle difficoltà dovute alla grave carenza di organico, svolgono il loro servizio con grande determinazione su tutti i fronti, per garantire adeguate condizioni di sicurezza e vivibilità a tutti i cittadini.

487 CONDIVISIONI
Lascia l'auto in divieto di sosta: torna di corsa per evitare la multa e investe un vigile
Lascia l'auto in divieto di sosta: torna di corsa per evitare la multa e investe un vigile
Maxi party con 700 persone, musica altissima e zero autorizzazioni: sequestrato locale a Coroglio
Maxi party con 700 persone, musica altissima e zero autorizzazioni: sequestrato locale a Coroglio
Trova una busta piena di soldi, titolare di pizzeria rintraccia i turisti per restituirla
Trova una busta piena di soldi, titolare di pizzeria rintraccia i turisti per restituirla
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni