149 CONDIVISIONI
Le notizie sugli stupri al parco verde di Caivano

Meloni a Caivano, oggi visita al Parco Verde per gli stupri: zona blindata per le minacce alla Premier

La Premier Giorgia Meloni in visita al Parco Verde di Caivano dopo gli stupri delle due cuginette di 10 e 12 anni. Attesi anche i ministri Piantedosi (Interno), Valditara (Istruzione) e Abodi (Sport). La Regione Campania pronta a gestire il centro Delphinia dove sarebbe avvenuta la violenza.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Pierluigi Frattasi
149 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Le notizie sugli stupri al parco verde di Caivano

Parco Verde blindato dalle forze dell'ordine per la visita della Premier Giorgia Meloni oggi a Caivano, in provincia di Napoli, per portare la vicinanza del Governo dopo lo stupro delle due cuginette di 10 e 12 anni. La Presidente del Consiglio dei Ministri arriverà attorno a mezzogiorno, dopo aver accettato l'invito del prete anticamorra don Maurizio Partriciello. La visita inizierà presso la Parrocchia di San Paolo Apostolo. Alle 12,30 la Premier si sposterà all'Istituto Scolastico Morano, dove si terrà una seduta straordinaria del Comitato per l'Ordine Pubblico e la Sicurezza. Dopo Meloni andrà in Grecia, per incontrare il Premier greco Kyriakos Mitsotakis ad Atene.

Attesa anche la presenza di tre ministri: Matteo Piantedosi (Interno), Giuseppe Valditara (Istruzione) e Andrea Abodi (Sport). Dopo le minacce subite via social web dal Presidente del Consiglio nelle scorse ore per l'abolizione del Reddito di Cittadinanza, la macchina della sicurezza è stata intensificata.

Meloni sarà a Caivano attorno a mezzogiorno per visitare il Parco Verde, considerato una delle più grandi piazze di spaccio dell'hinterland partenopeo. Ieri, la mamma di una delle vittime ha chiesto aiuto al Governo per poter ricominciare una nuova vita. Dopo la presunta violenza subita dalle due ragazzine da parte del branco, sulla quale è aperta l'indagine della magistratura, le istituzioni hanno acceso i riflettori sul Parco Verde.

La Regione Campania si è impegnata a riqualificare il centro sportivo Delphinia, abbandonato e vandalizzato, dove sarebbero avvenute le violenze. Intanto gli investigatori stanno passando al setaccio le informazioni contenute in chat e cellulari degli indagati per cercare di ricostruire quanto accaduto.

Immagine

La visita di Meloni al Parco Verde di Caivano

Ad invitare Giorgia Meloni a Caivano è stato don Maurizio Patriciello, prete anticamorra della Parrocchia di San Paolo Apostolo, che da anni si batte contro il degrado nel quartiere. Proprio dalla chiesa partirà la visita della Premier nel comune del Napoletano. Attorno alle ore 12,00, quindi, ci sarà una riunione straordinaria del Comitato per l'Ordine Pubblico e la Sicurezza, presso l'istituto scolastico Morano, con il Prefetto Claudio Palomba. Attesi anche il sottosegretario alla presidenza Alfredo Mantovano e i ministri dell’Interno, della Scuola e dello Sport, il governatore Vincenzo De Luca e il sindaco della città metropolitana Gaetano Manfredi, oltre a don Patriciello.

Parco Verde blindato e ripulito per l'arrivo di Meloni

Nelle scorse ore, in vista della visita della Premier Giorgia Meloni, il Parco Verde di Caivano è stato ripulito. Sono stati rimossi i cumuli di rifiuti accatastati nelle strade. Tutta la zona è stata presidiata dalle forze dell'ordine per mettere in sicurezza l'area. Rafforzata l'attenzione sulla sicurezza pubblica, dopo le minacce social ricevute nelle scorse ore dalla Premier.

Meloni sulle minacce ricevute: "Non mi faccio intimidire"

Meloni ha assicurato che la presenza dello Stato a Caivano sarà rafforzata:

Bisognerà riaprire la palestra i centri che fanno un lavoro importante di educazione e socializzazione. Le intimidazioni non impediranno la nostra presenza al fianco dei tanti cittadini che chiedono sicurezza e la possibilità di un futuro migliore per i propri figli. Nella lotta alla criminalità organizzata questo Governo non farà passi indietro.

Ma si temono contestazioni al Governo da parte degli ex percettori del Reddito di Cittadinanza. A Napoli nelle scorse settimane sono arrivati oltre 27mila sms dell'Inps che annunciavano la sospensione della card gialla da domani 1 settembre.

L'appello della mamma di una delle vittime

Al comitato saranno presenti anche le mamme delle due cuginette vittime di violenza che saranno ascoltate dalla Premier. Le genitrici hanno anticipato la loro intenzione di chiedere al Governo un aiuto per lasciare Caivano. Una delle mamme delle due ragazze si è lamentata del fatto che "tra le tappe del presidente del Consiglio dei ministri Giorgia Meloni a Caivano non figura quella della scuola di mia figlia, dove mi avrebbe fatto piacere incontrarla per chiederLe aiuto".

149 CONDIVISIONI
Cuginette stuprate a Caivano, giudizio immediato per 7 minorenni e i 2 maggiorenni indagati
Cuginette stuprate a Caivano, giudizio immediato per 7 minorenni e i 2 maggiorenni indagati
Stupri a Caivano, ascoltata anche la 13enne: nuovi dettagli sulle violenze di gruppo alle cuginette
Stupri a Caivano, ascoltata anche la 13enne: nuovi dettagli sulle violenze di gruppo alle cuginette
Stupri a Caivano, la bimba di 10 anni ascoltata di nuovo dai gip conferma tutti i particolari
Stupri a Caivano, la bimba di 10 anni ascoltata di nuovo dai gip conferma tutti i particolari
Bimbo di 4 anni muore dopo un malore: aperta inchiesta. Lutto cittadino a Mugnano
Bimbo di 4 anni muore dopo un malore: aperta inchiesta. Lutto cittadino a Mugnano
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views