Nubifragio sulla città di Napoli: a partire dalle 12.30 l'allerta meteo arancione diramato ieri dalla Protezione civile regionale si è puntualmente verificato. Un temporale si è abbattuto sul capoluogo con vento forte e precipitazioni intense. Tutta la città è bloccata, problemi per la circolazione dei mezzi pubblici, allagati i sottopassi e allagate anche alcune stazioni delle due metropolitane cittadine, la Linea 1 Piscinola-Garibaldi e la Linea 2 Garibaldi-Pozzuoli. Forti i venti che hanno raggiunto e superato i 50-60 km/ora. Record a Bacoli: raffiche da 116,676 chilometri all'ora. Il temporale non è durato più di quindici minuti. Ma ha fatto danni: alla Pignasecca una tettoia è volata via da un palazzo schiantandosi nel vicoletto sottostante. Una donna è rimasta ferita. La Protezione civile ha prorogato l'allerta meteo.

Maltempo Napoli, la situazione

Intensa attività elettrica, con fulmini a ripetizione come si evince chiaramente dai siti che riportano in tempo reale la quantità di elettricità scagliata dal cielo a terra. Bloccate anche le consegne del cibo: i riders di Uber, Just Eat, Glovo e dei vari ristoranti che dal Centro Direzionale a Santa Lucia al Vomero servono uffici e privati hanno mandato messaggi per annunciare ritardi nelle consegne.

Oggi a Napoli le scuole sono chiuse, così come sono chiusi i parchi pubblici e i cimiteri. Una decisione che già ieri aveva generato discussioni: lo stop all'attività didattica è arrivato esattamente il giorno dopo la riapertura – dopo mesi di chiusura causa Covid19 – degli istituti scolastici. Stamane il tempo era nuvoloso ma sereno. Stamattina sulla vicenda scuole è intervenuto addirittura il presidente della Camera Roberto Fico. Sollecitato dai cronisti a Napoli, Fico ha concordato sulla decisione presa ieri dal sindaco Luigi De Magistris:

Penso che nel momento in cui la Protezione Civile manda delle allerte e questa era un ‘allerta arancione, poi succede o non succede niente, forse è meglio rimanere fermi per un giorno. L'allerta ieri da quello che ho letto anche io dava pioggia costante, temporali, mareggiate. Quello era il bollettino scritto e firmato.

La forte perturbazione proveniente dal mare stamane aveva colpito la città di Salerno dove si è verificata (caso non inusuale in zona) una tromba d'aria che ha causato caduta di alberi e danni ad automobili, gazebo, dehors e tavolini dei ristoranti.