Maltempo a Napoli, danni in tutta la città dopo appena 10 minuti di pioggia intensa. Alla Pignasecca, quartiere-mercato molto popolare e popolato alcune suppellettili in lamiera di una tettoia – con tutta probabilità abusive, facenti parte di una veranda – sono letteralmente volate via con danni ingenti. Ferita una ragazza, seppellita dalle macerie: la giovane è stata estratta, ferita ma viva: ha riportato contusioni e tagli a testa e gambe, ed ora si trova in ospedale. La tettoia volata via apparteneva a un prefabbricato al numero 18 di via Pignasecca. C'è un video di videosorveglianza che mostra quanto accaduto: la pesante lamiera sdradicata dal forte vento rovina a terra nel vicoletto e frana sui banchi della Pescheria Stella Marina.

 

Prorogata l'allerta meteo fino a domenica

Già oggi a Napoli era stata annunciata allerta meteo arancione a partire dalle 6 del mattino e fino a stasera. Poi dopo la bomba d'acqua che ha colpito Napoli, la protezione civile regionale ha prorogato l'allerta meteo fino a domenica. Oggi le scuole i parchi e cimiteri sono stati chiusi per precauzione su decisione del Comune. Gli istituti scolastici sono stati così chiusi appena 24 ore dopo la riapertura, già slittata di dieci giorni rispetto alle altre scuole d'Italia, su decisione della regione Campania. Intanto la temperatura è crollata di 6-7 gradi.

Ferma Circum, disagi in autostrada e tangenziale

Problemi anche in autostrada: sull'A3 Napoli-Salerno, sempre a causa della pioggia, ci sono allagamenti nel tratto compreso tra le uscite di Pompei Est-Scafati e Angri Sud. Disagi anche sulla Tangenziale di Napoli, veicoli che procedono a passo d'uomo, altri che invece si sono fermati durante la fase più violenta della bomba d'acqua. Non è stata risparmiata neanche la Circumvesuviana: la tratta ferroviaria che collega la provincia a Napoli è stata interrotta per la caduta di rami sui binari tra Napoli e Volla. Diverse le corse al momento "rinviate", perché non si ha certezza di quando potranno ripartire da Napoli verso la provincia: i disagi maggiori lungo la tratta Napoli-Volla e Napoli-Baiano.

Decine le chiamate al 115: tutte le squadre dei pompieri impegnate

Situazione difficile nella zona nord di Napoli, tra Scampia, Secondigliano e Piscinola, ma anche nel resto della città. Dal comando cittadino dei vigili del fuoco, arriva notizia che la situazione resta comunque sotto controllo nonostante i danni riportati un po' ovunque e con tutte le squadre dei pompieri impegnate sul territorio, a seguito dell'altissimo numero di telefonate ricevuti in pochi minuti.

Al Vomero paura per il verde pubblico

Situazione pericolosa anche al Vomero dove l'incuria del verde pubblico nella zona di via Gemito, di via Luca Giordano e in tutta la zona intorno al Collana ha generato danni e cadute di alberi.  Sono numerose le chiamate al 115, il servizio soccorsi dei vigili del fuoco per segnalare allagamenti di sottopassi pubblici ma anche cantine e sottoscala privati. La funicolare di Chiaia è attualmente ferma. Alberi caduti anche a via Epomeo e al Vomero, non lontano dallo stadio Arturo Collana.