Sono 959 i nuovi casi di positività al Coronavirus in Campania nelle ultime 24 ore, a fronte di 8.658 tamponi molecolari analizzati. Lo ha comunicato l'Unità di Crisi della Protezione Civile della Regione Campania, nel consueto bollettino giornaliero. Il tasso di positività risale dunque all'11,07%, il doppio della media nazionale. Dei nuovi positivi, sono 347 i soggetti sintomatici, altri 612 sono asintomatici. Tutti i positivi sono emersi dai tamponi molecolari, che però sono stati pochissimi rispetto alle giornate precedenti, visto anche il 1° maggio di mezzo oltre al già normale calo del lunedì.

Sono 30 i nuovi decessi dovuti a Covid registrati nel bollettino odierno: il totale della vittime in Campania sale a 6.446 persone decedute da inizio pandemia. I guariti del giorno sono 1.751, che portano il totale a 299.192 casi negativizzati. Resta stabile la pressione sugli ospedali: i ricoverati nei reparti Covid della regione sono 1.622: di questi, 139 sono ricoverati nei reparti di terapia intensiva, altri 1.483 sono invece ricoverati nei reparti di degenza ordinaria.

Prosegue intanto la campagna vaccinale in Campania: alle 12 di oggi, risultano immunizzati alla malattia 510.761 persone, che hanno già ricevuto la seconda dose. Attendono invece altre 782.777 persone, che hanno ricevuto la sola prima dose. Il numero più alto di immunizzati si registra tra gli over-80 deambulanti (169.133 in tutto), seguiti dai soggetti fragili (115.435 finora). Ancora bassa la quota di caregiver e conviventi immunizzati (appena 6.194), così come le forze dell'ordine (2.042 persone). Ma la Campania rischia di ritrovarsi in zona arancione già lunedì prossimo col monitoraggio dell'Istituto superiore di Sanità previsto per venerdì 7 maggio: troppi assembramenti, caos e il coprifuoco delle ore 22 ampiamente violato in molte zone. A fare da "traino" sono come sempre i dati dei contagiati Covid-19 della città di Napoli e dei numerosi comuni che fanno parte della sua area metropolitana.