Passeggeri bloccati nelle ultime ore in aeroporto. [Foto di repertorio]

Il governatore Vincenzo De Luca con l'ordinanza numero 71 pubblicata oggi ha prorogato fino al 24 settembre le ordinanze ancora attualmente vigenti nella Regione Campania per il contenimento del Coronavirus e che sarebbero scadute in questi giorni. Vengono confermati quindi, tra le altre cose, l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi pubblici chiusi e all'aperto tra le 18 e le 6 del mattino nei luoghi dove non è possibile mantenere il distanziamento sociale. Mentre restano sospese tutte le attività di ballo in discoteche, sale da ballo, lidi e chalet. Prorogati anche l'obbligo di rilevare la temperatura corporea dei dipendenti ed utenti degli uffici pubblici ed aperti al pubblico,  impedendo l'accesso nel caso in cui la temperatura corporea superi i 37,5 gradi e contattando il Dipartimento di prevenzione della Asl.

Mezzi pubblici, si potranno occupare fino all'80% dei posti

Per i mezzi pubblici la Regione Campania si adegua al DPCM del 7 settembre e le nuove linee guida del Governo che consentono di occupare al massimo l'80% dei posti nei mezzi pubblici, come bus, metro e funicolari, ma anche sui trasporti marittimi, che finora potevano invece occupare il 100% dei posti, e confermano l'obbligo di indossare le mascherine a bordo e ai terminal, banchine e stazioni dei mezzi pubblici, nonché a bordo di questi ultimi, i tamponi per chi proviene dai Paesi extra-Schengen e i divieti di vendita degli alcolici dopo le 22 e di consumarli in luoghi pubblici tra le 22 e le 6 del mattino. Chi rientra dalla Sardegna e dall'estero dovrà continuare a rispettare l'isolamento per 14 giorni e segnalarsi all'Asl in attesa di tampone fino al 17 settembre.

Unità di Crisi, Campania a rischio moderato

L'ordinanza arriva sulla scorta del monitoraggio dell'Unità di Crisi per l'emergenza Covid, che si è riunita l’8 settembre 2020, secondo la quale in Campania “sulla base dell’esame dei dati delle rilevazioni effettuate, del contesto epidemiologico in atto e degli approfondimenti svolti, con riferimento alle misure di prevenzione per lo svolgimento in sicurezza delle diverse attività economiche, sociali e ricreative nel territorio regionale, approvate con i provvedimenti confermati” ha espresso parere favorevole alla proroga. Secondo il report di Monitoraggio Fase 2 elaborato dal ministero della Salute, dall'Istituto Superiore di Sanità e dalla Cabina di Regia e relativo alla settimana 24-30 agosto 2020 “la Regione Campania, una valutazione della situazione epidemiologica con rischio di contagio che resta “moderato”, con Rt puntuale di 0,80, nonostante l’aumento dell’incidenza della patologia, quanto a numero di casi”.