Si conclude a lieto fine la vicenda della scomparsa di una bambina di 12 anni, che nella mattinata di ieri aveva fatto perdere le sue tracce a Rieti, nel Lazio, e che nella giornata odierna è stata rintracciata, sana e salva, a Napoli. Oggi, la 12enne è stata notata da una pattuglia del II Gruppo Napoli della Guardia di Finanza – impegnati in controlli sul territorio volti alla verifica del rispetto delle norme anti-Covid – mentre si aggirava, con fare spaesato, nei pressi del Molo Beverello, al Porto di Napoli: quando i militari delle Fiamme Gialle l'hanno raggiunta e le hanno rivolto alcune domande, la bambina in un primo momento ha chiesto loro alcuni soldi per pagarsi un biglietto per l'isola di Capri. Con pazienza, però, i finanzieri sono riusciti a guadagnarsi la sua fiducia, facendosi infine raccontare la sua storia: la 12enne ha così raccontato che, ieri mattina, ha finto di recarsi a scuola a Rieti e, dopo aver preso un autobus per Roma, è poi arrivata a Napoli con un treno, intenzionata a raggiungere Capri.

I militari delle Fiamma Gialle hanno portato la bambina al sicuro negli uffici della Caserma "Brigadiere Raffaele Denza" della Guardia di Finanza, sede del II Gruppo Napoli – Porto; i finanzieri hanno allertato la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minori di Napoli, che ha temporaneamente affidato la 12enne alle cure dei Servizi Sociali del Comune di Napoli, fino a quando la bambina non è stata riaffidata ai genitori, giunti a Napoli dopo essere stati avvisati del suo ritrovamento. Non è ancora noto il motivo dell'allontanamento della bambina da casa e soprattutto perché volesse raggiungere l'isola di Capri.