Non ha aggredito un poliziotto ma ben due. Un uomo di 36 anni è finito in manette nella serata di ieri, lunedì 5 aprile, con l'accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale dopo essersi scagliato contro i due agenti con l'intento di sbilanciarli e fuggire. Il tutto, è avvenuto all'interno del cortile della Questura di Milano, dove era stato portato a seguito di un controllo.

Uomo fermato e controllato in via Giambellino

Come riportato da Milanotoday, tutto è accaduto intorno alle 20 quando gli agenti di una Volante che girava per via Giambellino lo ha notato con fare sospetto, decidendo di controllarlo. Dopo averlo fermato e identificato, i poliziotti lo hanno caricato in macchina per portarlo in Questura e verificare la veridicità dei suoi documenti, su cui nutrivano diversi dubbi. Giunti però nel cortile della Questura, in via Fatebenefratelli, i poliziotti sono rimasti attoniti quando l'uomo gli si è scagliato contro una volta sceso dall'auto.

Poliziotti aggrediti due volte nel cortile della Questura

Il suo intento era di sbilanciarli e farli cadere affinché potesse fuggire senza essere preso. Quindi, rincorso e bloccato una prima volta, l'uomo è riuscito a divincolarsi proseguendo nella sua fuga fino a quando i due agenti sono riusciti a bloccarlo definitivamente a seguito di una colluttazione. Nel mentre, erano accorsi altri colleghi in soccorso dei due agenti aggrediti. Il 36enne è stato infine dichiarato in arresto mentre fortunatamente per i due poliziotti non si è reso necessario il trasporto al pronto soccorso di un'ospedale della zona, in quanto le ferite riportate erano di lieve entità.