Oltre 50mila euro nascosti nelle scarpe da ginnastica e tra le pagine di un libro. È quello che si sono trovati davanti i funzionari dell'Agenzia dogane e i militari della Guardia di Finanza durante le quotidiane ispezioni ai bagagli all'aeroporto di Malpensa: il denaro – per un totale di 50mila euro in pezzi da 500 – era ben nascosto e non era stato dichiarato dal proprietario del bagaglio, un passeggero italiano diretto a Dubai, negli Emirati Arabi. L'uomo non è riuscito a passare i controlli inosservato: ai militari avrebbe poi rivelato che non si trovava in viaggio da solo ma con un socio in affari. Così per Malpensa è iniziata la caccia all'uomo terminata poco dopo quando il "complice" è stato fermato all'imbarco: perquisito, sono stati trovati altri 10.615 euro in contanti nel suo bagaglio a mano. Anche questi non sono stati dichiarati.

Per i due trasgressori sono scattate le sanzioni

A Malpensa, dunque, sono iniziati gli accertamenti e sono scattate le sanzioni: i due trasgressori non hanno rispettato la tutela della movimentazione lecita di denaro contante verso l'estero omettendo di dichiarare la presenza del contante nei bagagli. Durante i controlli infatti alla domanda se avesse qualcosa da dichiarare il primo sospettato aveva risposto di avere meno di 10mila euro in contanti. Risposta che non aveva convinto i militari che hanno così iniziato la perquisizione fino a che poi l'uomo non è ceduto sotto il peso delle continue domande. Una vicenda che arriva pochi giorni dopo un altro fatto simile: sempre a Malpensa una donna diretta in Nigeria era stata fermata dopo aver trovato nel bagaglio 60mila euro nascosti in pacchi di pasta.