È stato trovato morto in un canale all'altezza di Cremona Domenico Leccese, l'83enne scomparso da Segrate, alle porte di Milano, lo scorso 16 dicembre. Da allora non si avevano più sue notizie, fino a ieri 7 gennaio quando il corpo senza vita è stato ritrovato nel canale navigabile tra il Po e il porto da due operai che hanno immediatamente allertato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i paramedici del 118, i vigili del fuoco e gli agenti della polizia di Stato.

Trovato dopo un mese dalla sua scomparsa

La triste scoperta arriva dopo circa un mese dalla scomparsa. In queste settimane i famigliari dell'anziano avevano lanciato l'appello anche al programma di Rai 3 "Chi l'ha visto?" per ritrovarlo. L'unica cosa di cui era certa la famiglia è che Leccese, un falegname in pensione, il 16 dicembre era uscito in auto ma poi non è mai più tornato. Così erano scattate le ricerche.

A ritrovare il corpo due operai

La segnalazione di ieri dei due operai ha messo in moto la macchina dei soccorsi: nel canale si sono tuffati i sommozzatori del 118 che hanno recuperato il corpo dell'anziano, sottoposto nei prossimi giorni all'autopsia. Resta infatti ancora da capire cosa sia successo a Domenico Leccese. Non è da escludere che la morte dell'anziano sia dovuta non per annegamento: tra le ipotesi al vaglio degli investigatori anche quella di un possibile malore mentre si trovava nell'area portuale di Cremona per aggiustare la sua barca. Per ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto sono ora al lavoro gli agenti della polizia di Stato che stanno cercando di ripercorrere le ultime ore di vita dell'anziano nell'attesa dei risultati dell'autopsia.