La protezione civile della Lombardia ha diramato un avviso di criticità ordinaria, allerta gialla, per forti temporali e rischio idrogeologico su gran parte della regione. L'allerta riguarda le aree montane (Valchiavenna, Valcamonica, Orobie bergamasche), le Prealpi e i laghi orientali e occidentali e quasi tutta la pianura, compreso il nodo idraulico di Milano, ma anche sull'appennino pavese. Possibili precipitazioni intense, con fulmini e grande. Non è stata diramata al momento alcuna allerta per il vento.

A Milano il torrente Seveso e il fiume Lambro saranno osservati speciali, come sempre in questi casi. In città i violenti temporali di martedì mattina e sera hanno causato non pochi disagi, con allagamenti di strade, sottopassi e cantine. Difficoltà anche al traffico ferroviario per un guasto a Milano Centrale.

Allerta gialla per maltempo su Milano e la Lombardia

Nella prima parte della giornata di domani, giovedì 24 settembre, le precipitazioni sono ritenute poco probabili. Dalle ore centrali-primo pomeriggio previste invece precipitazioni sparse a partire dai settori occidentali, in particolare sulla fascia alpina e prealpina, anche a carattere di rovescio o temporale. Nel corso del pomeriggio-sera, precipitazioni tendenti a divenire diffuse e, in tarda serata, in parte intense: maggiormente insistenti e continue sui settori tra alta pianura e fascia prealpina, con asse di propagazione Sudovest-Nordest.

Previsti temporali tra giovedì sera e venerdì

Venerdì 25 settembre, attesa una marcata instabilità nella prima parte della giornata, specie su Alpi e Prealpi, con ancora precipitazioni diffuse. Dal pomeriggio-sera precipitazioni in via di esaurimento a partire dai settori occidentali.