298 CONDIVISIONI
18 Luglio 2021
10:11

Abusi su minori, sequestrato il pc di don Tempesta: domani l’interrogatorio di garanzia

Domani don Emanuele Tempesta, sacerdote 29enne arrestato per presunti abusi sessuali su sette bambini tra gli 8 e i 12 anni, sarà interrogato dal giudice per le indagini preliminari di Busto Arsizio. Il prete, vicario delle parrocchie di Busto Garolfo, nel Milanese, in diversi episodi avrebbe approfittato dei minori dopo averli invitati a giocare alla Playstation nella sua abitazione. È stato arrestato mentre era a un campo estivo per il rischio che reiterasse il reato.
A cura di Francesco Loiacono
298 CONDIVISIONI

È stato fissato a domani, lunedì 19 luglio, l'interrogatorio di garanzia di don Emanuele Tempesta. Il giovane sacerdote di Busto Garolfo, nel Milanese, è stato arrestato lo scorso giovedì con la pesante accusa di abusi sessuali nei confronti di minori. Don Tempesta, che attualmente si trova ai domiciliari in una struttura "protetta" individuata dalla Diocesi di Milano – che per prima ha diffuso la notizia del suo arresto – e dalla polizia, domani come rivela il quotidiano "La Prealpina" potrà eventualmente iniziare a difendersi dalle accuse davanti al giudice per le indagini preliminari del tribunale di Busto Arsizio, Luisa Bovitutti. La stessa che ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari ritenuta necessaria per il rischio che il giovane prete, nato a Rho e cresciuto a Cornaredo, nel Milanese, reiterasse il reato di cui è accusato. In sostanza: abusasse di altri bambini. Ed è per questo che l'arresto è avvenuto a Bardonecchia, in provincia di Torino, dove il sacerdote era appena arrivato per un campo estivo con alcuni ragazzini.

Al sacerdote contestati abusi su sette bambini

Al momento al prete sono contestati abusi sessuali su sette bambini di età compresa tra gli 8 e i 12 anni, che sarebbero avvenuti tra il 2020 e il maggio del 2021 nell’abitazione del prete, un immobile annesso alle parrocchie di Santa Geltrude e dei Santi Salvatore e Margherita, delle quali don Tempesta, ordinato sacerdote nel 2019, era stato nominato vicario. Le accuse si baserebbero al momento sui racconti di alcuni bambini, che avrebbero rivelato ai genitori che, mentre si trovavano nell'abitazione del prete per giocare alla Playstation o ad altri giochi, il sacerdote avrebbe "toccato" alcuni di loro. Sul Corriere della sera sono riportati anche i sospetti di una madre, che già nel 2019 si era allarmata perché il sacerdote aveva – alla luce del sole – chiesto a due bambini di dormire nella propria tenda in vista del campeggio estivo. Al momento si tratta ovviamente di congetture senza riscontro, che però assumono una luce "sinistra" in relazione all'arresto.

Domani riprendono anche le audizioni protette dei bambini

Le indagini della squadra mobile di Milano, coordinate dal pubblico ministero Flavia Salvatore, proseguono: sono stati sequestrati il pc e altri device elettronici del sacerdote, dove potrebbero esserci altri elementi utili all'inchiesta. Domani, oltre all'interrogatorio di garanzia del sacerdote, riprenderanno anche le audizioni protette di altri bambini, alla presenza di psicologi: il numero di presunte vittime del prete potrebbe anche aumentare.

298 CONDIVISIONI
Omicidio Ziliani, oggi interrogatorio delle figlie e del fidanzato: potrebbero esserci dei complici
Omicidio Ziliani, oggi interrogatorio delle figlie e del fidanzato: potrebbero esserci dei complici
Resta in carcere il 35enne che ha ucciso la madre a Cremona: "È un grave pericolo per le persone"
Resta in carcere il 35enne che ha ucciso la madre a Cremona: "È un grave pericolo per le persone"
Omicidio Laura Ziliani, le figlie e il fidanzato si sono avvalsi della facoltà di non rispondere
Omicidio Laura Ziliani, le figlie e il fidanzato si sono avvalsi della facoltà di non rispondere
Incidente sul lavoro a Nerviano, grave operato folgorato in una cabina
Incidente sul lavoro a Nerviano, grave operato folgorato in una cabina
Sempre a Nerviano operaio precipita dal tetto di un capannone: è gravissimo
milano
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni