Le stazioni della metropolitana di Milano potranno essere dedicate ai personaggi della storia della città: a stabilirlo è il Comune che ha definito le linee guida per la denominazione delle stazioni delle linee metropolitane cittadine e delle fermate dei tram e degli autobus. Un modo per consentire ai turisti, ma anche ai cittadini di poter sentire vicina la storia del capoluogo meneghino.

Quali criteri sono stati fissati

Nello specifico, le stazioni potranno essere dedicate a quei personaggi per i quali sono trascorsi dieci anni dalla morte e con una lapide vicino ai tornelli di ingresso e di uscita. L'iniziativa fa parte di un ampio progetto di toponomastica che mira a rendere le stazioni più riconoscibili. Per farlo sono stati fissati tre criteri: il primo prevede di indicare un solo nome che sarà poi riportato sulla mappa e al quale potrebbe essere aggiunto un acronimo della stazione ferroviaria. Il secondo prevede un'integrazione tra le fasce segnaletiche presenti in metro, nei mezzanini e nelle banchine dove sarà possibile anche indicare eventuali istituzioni culturali, sportive, sociali o religiose riconosciute.

Il terzo criterio invece è quello relativo alla possibilità di dedicare le stazioni a personaggi della storia milanese: "La rete metropolitana di Milano cresce – ha affermato in una nota stampa l'assessore alla Mobilità Marco Granelli – ed è parte integrante dell'identità di Milano, per questo è importante che i cittadini, i city users e i visitatori che la utilizzano possano sempre orientarsi facilmente e identificare con immediatezza la stazione di interesse".