Si preannuncia come un anno di grandi novità il 2019 per le Ferrovie dello Stato. Come infatti dichiarato da Gianfranco Battisti, amministratore delegato dell'azienda, "per garantire il naturale processo di ricambio generazionale abbiamo dato vita ad un piano di maxi assunzioni che, coinvolgendo tutte le società che fanno capo al Gruppo, prevede l'ingresso nelle Fs di ben 4.000 nuove risorse, suddivise tra neolaureati e professionisti, che andranno a ricoprire diversi ruoli operativi e strategici".

Le posizioni aperte

Il comunicato ufficiale rilasciato dall'azienda ha anche specificato quali sono le figure ricercate. Dei 4.000 posti di lavoro promessi ben 2.000 riguarderanno Capitreno, Capistazione, Macchinisti, Addetti all'assistenza dei viaggiatori e Personale della Security. Più di 1.000 assunzioni riguarderanno poi i Manutentori dei treni e delle infrastrutture ferroviarie e stradali, 450 interesseranno gli Addetti Anas e 600 risorse saranno impiegate nell'area logistica del Polo Mercitalia, all'interno di un processo di rilancio che da mesi interessa il trasporto ferroviario delle merci. Infine Ferrovie dello Stato è alla ricerca di 250 Autisti di autobus da inserire nell'organico di Busitalia e potenziarne il servizio. Quest'ultima è una società che opera prevalentemente nel settore del trasporto pubblico locale su gomma in Toscana, Umbria, Veneto e Campania, oltre a gestire la ex Ferrovia Centrale Umbra, la tramvia di Padova, la navigazione sul lago Trasimeno, ascensori, scale mobili e funicolare nelle città di Perugia, Orvieto, Spoleto, Cascia e Amelia.

Recruiting

Chi fosse interessato alle inserzioni lavorative potrà candidarsi, una volta che si apriranno le selezioni, attraverso la pagina dedicate alle Carriere delle Ferrovie dello Stato inserendo il proprio curriculum nell'apposito form. Le risorse il cui cv verrà considerato in linea con la posizione ricercata verranno poi contattate per prendere parte ad interviste, colloqui e, a seconda della figura che si intende ricoprire nell'azienda, anche a prove attitudinali, linguistiche e di abilità manuale. Particolare attenzione è inoltre riservata alle donne, tanto che proprio all'interno del Gruppo esiste un apposito Comitato dedicato alle Pari Opportunità, una struttura aziendale volta alla promozione di iniziative capaci di offrire alle lavoratrici condizioni di lavoro più idonee e maggiori possibilità di realizzazione professionale e privata, favorendo la conciliazione dei tempi da dedicare ad entrambi gli aspetti della vita.