Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 9 ore fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61394 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 10 ore fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
29 Luglio 2022
08:31
AGGIORNATO29 Luglio

Le notizie del 29 luglio sulle elezioni politiche 2022

Dopo l'accordo raggiunto nel vertice nel centrodestra su premiership e collegi, Silvio Berlusconi dice che sarà Forza Italia a indicare il prossimo presidente del Consiglio, e che il suo partito prenderà il 20%, "perché io scendo in campo anche stavolta". Mara Carfagna dopo l'addio agli azzurri annuncia che si candiderà con Azione di Carlo Calenda.

La leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni: "Letta ha ragione, la scelta è tra noi e il Pd". Nel M5s nessuna deroga al limite del doppio mandato. Giuseppe Conte chiude al Pd: "Nessuna alleanza possibile in queste elezioni, vuole ammucchiata".

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
29 Luglio
22:59

"Per colpa di Lega e FI lavoratori perdono una mensilità di stipendio", dice Boccia del Pd

"Per colpa di Lega e FI, che hanno seguito irresponsabilmente FDI, milioni di lavoratori italiani non avranno a fine anno una mensilità in più e per tanti lavoratori sfruttati non ci sarà il salario minimo. Il Partito Democratico continuerà a battersi per i loro diritti, per la giustizia sociale, per la difesa dell'ambiente e per la riduzione delle tasse sul lavoro". Così Francesco Boccia, deputato PD e Responsabile Regioni e Enti locali della Segreteria nazionale, ai microfoni del Tg3.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
22:28

Ronzulli (FI): "Incoerente e trasformista chi passa dall'altra parte del campo"

"È stupefacente la semplicità con la quale chi è stato dirigente, parlamentare e ministro di Forza Italia, oltretutto più di una volta, oggi cambia casacca per sposare le cause della sinistra e dei suoi alleati. E ancora più sorprendente è la serenità con la quale ‘i nuovi acquisti di Azione' si sono resi complici delle volgari bordate e delle offese che Calenda, con il suo solito fare da primo della classe, ha riservato a Forza Italia e, soprattutto, al Presidente Berlusconi. Le scelte politiche di ciascuno sono senza dubbio legittime, ma non per questo coerenti, nonostante le ricostruzioni pittoresche fatte da chi tenta di mascherare il proprio trasformismo con una scelta nell'interesse di un paese". Così, in una nota, la vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato, Licia Ronzulli.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
22:01

Meloni: "Fratelli d'Italia è il partito che garantisce più di tutti l'atlantismo"

"Fratelli d'Italia è il partito che più di tutto garantisce la collocazione atlantica dell'Italia, perché non facciamo calcoli elettorali. Noi ragioniamo sempre a difesa della nostra nazione e il nostro interesse nazionale si difende in questa metà campo". Così la presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni intervistata dal Tg1.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
21:27

Letta: "Renzi e Calenda in coalizione? Ci stiamo discutendo"

Calenda e Renzi saranno della partita? "Sono nostri interlocutori, ci stiamo discutendo". Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, in un'intervista al Tg5. Alla domanda su come si tengano insieme tutte queste forze, da Azione a Sinistra italiana, ha risposto: "La legge elettorale obbliga ad alleanze elettorali, poi ognuno è responsabile del suo programma. Noi lanceremo una lista che si chiamerà ‘Democratici e progressisti': quella avrà il suo programma, il progetto per l'Italia e poi stipuleremo alcune alleanze".

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
20:55

Cosa ha detto Marco Marsilio su Carfagna e Gelmini

Due persone che fino a ieri erano considerate poco di buono, frequentatrici dei salotti e dei festini di Arcore oggi sono due nobildonne e due grandi statiste che salvano il mondo e l’Europa dalla cattiva destra sovranista”, ha detto il presidente dell’Abruzzo, Marco Marsilio, riferendosi a Mara Carfagna e Mariastella Gelmini.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
20:19

Zakharova: "C'è chi gioca la carta Russia nella campagna elettorale in Italia"

"Per noi è strano osservare come la classe politica italiana e i media dimentichino la propria autosufficienza e orgoglio nazionale, inizino a farsi pilotare da attori esterni, copiando volgarmente anche le peggiori pratiche e modelli di campagna elettorale, tentando di giocare la ‘carta russa' e diffondendo coscientemente il mito dell'ingerenza di Mosca nei processi elettorali". Lo dice all'ANSA la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, rispondendo ad una domanda sul caso delle ‘ombre russe' sulla caduta del governo Draghi e i rapporti tra Mosca e la Lega.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
19:43

Ricciardi (M5s): "Siamo diversi dagli altri, manteniamo la parola"

"Oggi, probabilmente per la prima volta nella politica italiana, possiamo dire, senza alcun timore di smentita che ci sono stati dei politici che hanno mantenuto la parola data, senza discussione. Decine di cittadini e cittadine hanno rinunciato a cifre intorno al mezzo milione di euro per servire le Istituzioni. Dentro questi palazzi, ci sono pressioni di ogni tipo: il potere seduce, gli altri partiti promettono, le lobby ti cercano di piegare. Oggi queste donne e questi uomini del Movimento 5 Stelle hanno dimostrato all'Italia intera che può esistere una politica diversa. Non ne nominerò neanche uno per non fare torto agli altri ma sono e saranno da esempio per tutti". Così in un post Fb Riccardo Ricciardi, vicepresidente del MoVimento 5 Stelle, a proposito del tetto sul doppio mandato.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
19:21

Botta e risposta Tajani-Calenda: "Assenteista che blatera", "Avanti Savoia"

Scontro sui social tra Carlo Calenda e Antonio Tajani: "Nessun italiano acquisterebbe un'auto usata da Carlo Calenda. Io ho servito la Nato vestendo l'uniforme, lui blatera seduto su un divano ai Parioli mentre fa l'assenteista a Bruxelles", ha attaccato il coordinatore di Forza Italia. "Ma alla NATO glielo hai spiegato che ti allei con i filoputiniani? Che ti hanno detto? ‘Se pianti un milione di alberi siamo a posto così'? Facci sapere. Avanti Savoia", la risposta del leader di Azione.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
18:51

Tutti i big del Movimento 5 Stelle che resteranno fuori dal Parlamento

Con la regola del doppio mandato confermata sono molti i big del Movimento 5 Stelle che non saranno candidabili alle prossime elezioni politiche: dal presidente della Camera Fico ai ministri Dadone e D’Incà.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
18:30

Conte: "In bocca al lupo al nuovo direttivo alla Camera"

"In bocca al lupo a Francesco Silvestri, nuovo capogruppo del M5s alla Camera, e ai nuovi componenti del direttivo. Rimbocchiamoci le maniche e impegniamoci fino all'ultimo giorno di legislatura per aiutare famiglie e imprese. Ci aspetta un periodo davvero intenso". Lo scrive su Twitter il leader del Movimento, Giuseppe Conte.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
18:02

Tajani: "Gelmini e Carfagna hanno tradito gli elettori, si dovrebbero dimettere"

"Ambiguità sulla Russia? Quali ambiguità? C'è una notizia falsa, strumentalizzata per giustificare un tradimento dell'elettorato. Mi spiace per queste persone a livello umano. Un parlamentare che non è più convinto rinuncia al proprio incarico". Lo ha detto il coordinatore di Forza Italia Antonio Tajani commentando, in un punto stampa, le dichiarazioni delle ministre ex forziste Mara Carfagna e Mariastella Gelmini passate con Azione.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
17:42

Calenda: "La destra vince? Ma de ché!"

"La partita delle elezioni è chiusa? No, questa destra non vince. Non è possibile che gli italiani vogliano essere declassati da partner di Germania e Grancia a partner di Orban e Putin. La destra vince? Ma de ché! La combatteremo metro per metro, la rimanderemo nella bolgia degli irresponsabili". Lo ha detto Carlo Calenda nella conferenza stampa con Mariastella Gelmini e Mara Carfagna in cui le ministre hanno annunciato l'adesione ad Azione.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
17:23

Taverna (M5s): "L'eco delle mie urla anti-sistema risuonerà al Senato"

"Il Movimento 5 Stelle è figlio di una visione, un sogno che ha saputo farsi realtà portando nei palazzi la voce di chi non veniva ascoltato. Ringrazio tutti voi per avermi dato la possibilità di essere parte di quella voce in questi 10 anni. Sorrido pensando che forse l'eco delle mie urla contro il sistema e le sue storture continuerà a sentirsi ancora per qualche tempo a Palazzo Madama! Un'esperienza meravigliosa, che ho cercato di interpretare nel migliore dei modi, al servizio esclusivo del Paese, delle Istituzioni e dei nostri valori fondanti. Dal Movimento ho avuto tanto. Al Movimento ho dato tanto, come è giusto che sia quando si crede in qualcosa e si è spinti da ideali alti". Lo scrive su Facebook, Paola Taverna, dopo la decisione del Movimento 5 Stelle di non derogare al secondo mandato. "È il momento di guardare avanti e di farlo tutti insieme! Con l'entusiasmo delle origini e la voglia di cambiare che ci ha consentito di vincere tante battaglie. Io c'ero, ci sono e ci sarò sempre! Viva il Movimento 5 Stelle!".

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
17:00

Gelmini e Carfagna entrano in Azione, Calenda: "Rari gesti di coraggio e dignità"

Il leader di Azione Carlo Calenda ringrazia le ministre Gelmini e Carfagna, annunciando il loro ingresso nel suo partito: "Sono grato a Gelmini e Carfagna di essere entrare in Azione. Non è facile cambiare partito, e i gesti di dignità e coraggio in Italia oggi si contano sulla punta delle dita. Adesso al lavoro per dare al Paese un’alternativa seria a sovranisti e populisti".

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
16:58

Silvestri nuovo capogruppo M5s alla Camera

Il parlamentare pentastellato Francesco Silvestri è il nuovo capogruppo del Movimento cinque stelle alla Camera. È questo l’esito del voto con il quale i parlamentari del gruppo a Montecitorio hanno scelto il nuovo comitato direttivo. Del comitato fanno parte anche la vicecapogruppo Carmela Grippa, il tesoriere Luca Carabetta e i delegati d’Aula Stefania Ascari, Carmen Di Lauro e Riccardo Olgiati. I deputati si aggiungono ai membri tutt’ora in carica: Filippo Scerra, Luigi Gallo, Valentina Barzotti, Luca Sut e Valentina D’Orso.

"Ringrazio i colleghi – dichiara Silvestri – per avermi assegnato il compito di traghettare il gruppo in questo periodo delicato che ci porterà presto alle nuove elezioni. Un periodo nel quale, però, dovremo impegnarci per contribuire al lavoro su provvedimenti importanti come quello che riguarda i nuovi aiuti a famiglie e imprese. È un momento fondamentale per il Movimento, atteso a nuove sfide, e non ci faremo trovare impreparati. Ringrazio Davide Crippa che mi ha preceduto e col quale ho lavorato per due anni nel ruolo di tesoriere, tutta la sua squadra, e Luigi Gallo che ha svolto il compito di reggente".

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
16:00

Sondaggi, verso sfida a due alle elezioni del 25 settembre: Fdi al 23,5% e Pd al 22,3%

Se si andasse oggi alle urne, Fratelli d'Italia sarebbe con il 23,5% primo partito, con un vantaggio di oltre un punto sul Partito Democratico, attestato al 22,3%. Al terzo posto, al 14,2%, arriverebbe la Lega di Salvini. In calo, Il Movimento 5 Stelle al 9,8% e Forza Italia al 6,5%. Azione avrebbe il 3,9%, le altre liste resterebbero per il momento al di sotto del 3%. Questi i dati del Barometro Politico dell'Istituto Demopolis.

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
15:58

Conte: "Alle politiche non troverete chi ha già svolto due mandati, la regola non cambia"

In un lungo post su Facebook Giuseppe Conte annuncia ufficialmente che per le prossime elezioni non ci saranno deroghe al limite dei due mandati: "Alle prossime elezioni politiche non troverete, tra i candidati del M5S, chi ha già svolto due mandati. Non cambia, quindi, la regola che il Movimento si è imposto dalla prima ora come forma di garanzia affinché gli eletti possano dedicarsi al bene del Paese, senza lasciarsi distrarre dai propri destini personali".

"Il mio pensiero è oggi rivolto a tutti coloro che nel corso dei due mandati hanno lottato contro tutto e tutti per vincere le battaglie del M5S. Sono partiti dai banchetti nelle loro città per chiedere giustizia sociale, legalità, tutela ambientale. Hanno sopportato sacrifici e subito attacchi e offese di ogni tipo per portare a termine gli impegni assunti con i cittadini: il reddito di cittadinanza, la legge anticorruzione, il decreto dignità, il superbonus che abbatte l'inquinamento e rilancia l'economia, il taglio dei parlamentari e dei privilegi della politica. E tante altre misure", aggiunge il presidente M5s.

"Lasciando il seggio non potranno più fregiarsi del titolo formale di ‘onorevoli'. Ma per noi, per la parte sana del Paese, saranno più che ‘onorevoli'. Stanno compiendo una rivoluzione che nessuna forza politica ha mai avuto il coraggio neppure di pensare. Stanno dicendo che per fare politica non serve necessariamente una poltrona. Stanno dicendo che la politica è dappertutto. Ovunque ci siano le urgenze e i bisogni dei cittadini, soprattutto di quelli che non hanno privilegi, che non sono affiliati alle cordate politiche e ai potentati economici. Il patrimonio di competenze ed esperienze con loro maturate non andrà disperso", sottolinea Conte.

"Continueranno a portare avanti, insieme a noi, le battaglie del Movimento. Abbiamo bisogno della loro esperienza, della loro competenza, della loro inguaribile passione. Ora avanti, tutti insieme: ci aspetta una campagna elettorale molto dura. Ci hanno spinto fuori dal Palazzo. E lo hanno fatto con astuzia, tentando pure di attribuircene la colpa. Avanti tutti insieme per continuare a cambiare l'Italia. I cittadini onesti, i cittadini invisibili hanno ancora bisogno di noi".

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
15:50

Salvini a Letta: "Enrico stai serenissimo"

"A sinistra hanno paura tremenda di perdere poltrone, si inventano la qualunque. Lega va avanti a testa alta, parlando di Italia, di italiani, di giovani, futuro, ambiente, sviluppo, Pace fiscale, di riduzione di sbarchi e tasse. Enrico, stai serenissimo". Lo scrive su Twitter il segretario della Lega Matteo Salvini. Nel video allegato al tweet, il segretario del Carroccio aggiunge: "Breve storia triste del terrore a sinistra. Secondo La Stampa Putin ha fatto cadere il governo. Secondo La Repubblica, Putin sta mandando i barconi di immigrati dall'Africa. Ci aspettiamo domani degli scoop da altri giornali di sinistra. C'è Putin dietro la siccità, c'è Putin dietro l'invasione di cavallette e cinghiali, c'è Putin dietro la monnezza che sta impestando Roma", afferma il leader leghista.

"Non scherziamo, la sinistra ha una paura incredibile di perdere poltrone e elezioni. Noi andiamo avanti, schiena dritta e testa alta, parlando solo di Italia e di italiani, di giovani di futuro, di ambiente, di sviluppo, di flat tax, di pace fiscale, meno tasse e meno sbarchi. E lasciamo alla sinistra i deliri, le fantasie e i finti scoop. Enrico, stai serenissimo".

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
15:45

Castellone a Fanpage: "M5s alternativo a destra estremista di Meloni e all'agenda Draghi del Pd"

La capogruppo del M5s al Senato, in un'intervista a Fanpage.it, ribadisce che nessuna alleanza e nessun dialogo sono possibili in questo momento con il Partito Democratico: "Certamente non ci convince un programma politico in cui di fatto vengono rinnegati quei temi progressisti in cui invece crediamo fortemente e sui quali abbiamo lavorato in questa legislatura. Al momento se il Pd rinnega, come ha fatto, quei temi, non c'è margine certamente per ricucire".

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
15:31

Regola tetto 2 mandati, Cancelleri (M5s): "Decisione andava presa prima, non all'ultimo minuto"

La regola del tetto dei due mandati non prevede alcuna deroga: "Dico solo che è dovuto intervenire Beppe Grillo per far prendere finalmente una decisione responsabile ai vertici. Al solito, ci siamo ridotti a discutere di un principio importante al limite della scadenza per la presentazione delle candidature", commenta con l'Adnkronos Azzurra Cancelleri, deputata M5S al secondo mandato e sorella di Giancarlo, sottosegretario alle Infrastrutture.

La parlamentare dice che non si attendeva la concessione di deroghe: "Personalmente no, non me l'aspettavo. Il doppio mandato è uno dei principi fondanti e, se si voleva mettere in discussione questa regola, lo si doveva fare garantendo tempi congrui e il coinvolgimento di tutti. Non di certo a due settimane dalla scadenza della presentazione delle liste e non di certo dopo una discussione tra pochi". Sulle ultime mosse di Conte poi la parlamentare aggiunge: "Come ho detto in riunione, non ero d'accordo con l'apertura della crisi. Non l'ho approvato, l'ho detto allora e lo ribadisco adesso". 

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
15:23

La senatrice Malpezzi a Fanpage.it: "Il Movimento 5 Stelle ha tradito il Paese"

Il Partito Democratico continua a lavorare per costruire la sua coalizione di centrosinistra, con una certezza: “Al centro c’è il Pd, con la sua lista aperta ed espansiva”, spiega in un’intervista a Fanpage.it Simona Malpezzi, capogruppo dem al Senato. Il Movimento 5 Stelle “ha tradito il Paese”, ma nei confronti degli altri partiti europeisti c’è apertura al dialogo. “Nessun veto”, ribadisce Malpezzi. Renzi compreso.

 
A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
15:00

Sibilia (M5s): "No alla deroga ai due mandati scelta giusta, resto a disposizione"

"Il no di Giuseppe Conte alla deroga al tetto dei due mandati è una scelta in coerenza con le regole del M5s. Mi auguro con tutto il cuore sia la scelta giusta per il campo giusto. Se la comunità 5 Stelle lo vorrà sarò a disposizione". Lo scrive su Twitter il sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia, deputato del Movimento alla seconda legislatura, aggiungendo: "Tutto il mio sostegno al Presidente Giuseppe Conte".

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
14:41

Invernizzi (Lega): "Era Letta a fare gli accordi con Putin"

"I Dem sono alla frutta. Presi dal panico per la paura che il centrodestra vinca le elezioni, non resta loro che diffamare gli avversari politici. Ma gli italiani hanno la memoria lunga e non si fanno prendere in giro da notizie fantasiose preparate ad arte da qualche giornale amico. Sanno bene che sono stati i pentastellati a far cadere il governo Draghi. Così come ricordano gli accordi di Letta con Putin e i suoi affari con la Cina. Non sarà di certo una fake news, smentita tra l'altro dal governo, a screditare la Lega". Lo dichiara il deputato della Lega, Cristian Invernizzi.

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
14:24

Tajani: "Inseriamo vincolo di mandato in Costituzione"

"Non è un segreto, noi già nella scorsa campagna elettorale proponemmo norme contro il cambio casacca dei parlamentari, c'è la necessità di avere un vincolo di mandato, fermo restando che il parlamentare è libero nella nostra costituzione". Così il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, ha confermato che il suo partito propone una modifica costituzionale in questo senso. "Su alcune questioni noi abbiamo dato libertà di voto, il gruppo parlamentare non è caserma. Altro conto – ha chiarito – è il rispetto degli elettori. Per questo, ministri e parlamentari che hanno lasciato FI avrebbero fatto meglio dimettersi. Elio Vito invece è stato coerente".

A cura di Tommaso Coluzzi
29 Luglio
11:24

Nessuna deroga al tetto dei due mandati nel M5s

Non ci sarà nessuna deroga alla regola del tetto dei due mandati. La decisione, a quanto si apprende, è stata già comunicata dal leader del movimento Giuseppe Conte agli esponenti ‘anziani' del M5S. Saltano, dunque, nomi storici del Movimento, che non potranno ripresentarsi per le prossime elezioni. Tra questi, Roberto Fico, Paola Taverna, Vito Crimi, Riccardo Fraccaro e Alfonso Bonafede, artefice dell'approdo di Conte nel M5S.

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
10:36

Fratoianni: "Pd contro il nucleare, Calenda è campione di nuclearismo, ma bisogna eliminare i veti"

"Il problema della coalizione non è solo nostro: il Pd è contro il nucleare, mentre Calenda è campione di nuclearismo, peraltro privo di ogni prospettiva". Lo ha affermato il leader di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, intervenuto ieri a Torino a sostegno dei Fridays for future. "Io credo che debbano cadere i veti nei confronti del Movimento 5 Stelle per far sì che questa alleanza possa il più possibile arrivare a sconfiggere la destra, anche estrema, che in questo paese ha ricette pericolose e regressive, che porterebbero indietro il paese".

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
10:29

Salvini: "I barconi di migranti sarebbero un'arma di Putin? Siamo alle comiche"

"Per la sinistra sarebbe Putin a spingere i barconi pieni di clandestini verso l'Italia. Siamo alle comiche, la paura di perdere la poltrona fa brutti scherzi". Lo ha detto il segretario leghista Matteo Salvini commentando un articolo di Repubblica dal titolo ‘L'arma dei migranti sul voto. I barconi spinti in Italia dai mercenari della Wagner'. Lettura che Salvini contesta: "Spoiler: la colpa è di Pd e Lamorgese". 

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
09:37

Conte: "Di Maio ha abiurato ai nostri principi e valori"

"Essere coerenti con i propri valori costa un prezzo, che noi stiamo pagando e stiamo pagando anche questa scissione. Molti compagni di strada, tra cui Di Maio, hanno abiurato a principi e valori. Non lo dico io lo ha detto Di Maio. Abbiamo pagato questo prezzo per non fare compromessi sui principi fondamentali". Lo ha detto Giuseppe Conte, presidente del Movimento 5 stelle, in diretta a Rtl.

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
09:29

Il centrosinistra senza un'alleanza ampia è destinato a perdere

L'editoriale del direttore Francesco Cancellato pone una questione alle forze politiche di centrosinistra: come si pensa di battere una destra che "veleggia sicura attorno al 45% dei consensi e con una legge elettorale che premia le coalizioni che si presentano unite"?

Il quadro delle alleanze è ancora troppo frammentato: "Il Pd non vuole più allearsi coi Cinque Stelle, dopo aver lavorato all’alleanza per tre anni, perché Giuseppe Conte ha cospirato alla caduta del governo guidato da Mario Draghi. Azione non vuole allearsi col Pd, a meno che non sottostia al patto repubblicano vergato da Carlo Calenda, a meno che non tagli i ponti con l’alleanza tra Sinistra Italia ed Europa Verde, e nemmeno con Italia Viva, che a sua volta bisticcia pure col Pd". Insomma, tutti sono convinti di poter correre da soli, ma in questo modo si consegna il Paese a Salvini e Meloni.

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
09:12

Conte: "Nessuna ipotesi di alleanza con il Pd, vuole un'ammucchiata"

Il leader del M5s Giuseppe Conte, che ieri aveva aperto a un possibile dialogo con il Pd, chiarendo poi poco dopo che nessuna alleanza con i dem sarà possibile in questa campagna elettorale, torna sulla questione: "Io non apro o chiudo. Non escludo un dialogo" nel futuro ma "ho parlato in termini generici", non di alleanza. Lo ha ribadito a Rtl 102.5. In vista delle elezioni del 25 settembre per Conte "Non ci sono possibilità di rapporti con il Pd. Che rapporti si possono avere con una forza politica che sta chiudendo accordi con Brunetta, Gelmini, Renzi e Calenda? Questa è un'ammucchiata".

A cura di Annalisa Cangemi
29 Luglio
08:36

Elezioni 25 settembre 2022, le notizie di oggi 29 luglio in diretta

Le elezioni politiche si avvicinano e i partiti devono chiudere le alleanze, per poter comporre le liste per il voto del 25 settembre. Ci sono ancora diversi nodi aperti. Silvio Berlusconi dice che non farà il presidente del Senato, ma correrà per portare il suo partito al 20%: "Sarà Forza Italia ad indicare il premier perché io scendo in campo anche stavolta in una campagna elettorale come ho fatto diverse volte perché sento dentro forte il dovere di farlo".

Mara Carfagna, che ha lasciato Forza Italia dopo la caduta del governo Draghi, annuncia il suo passaggio con Azione: "La scelta più difficile, anche umanamente per la riconoscenza che devo a Silvio Berlusconi, è stata quella di lasciare Fi. Il passo successivo è stato più semplice. Oggi formalizzerò la mia candidatura con Azione di Carlo Calenda, che rappresenta a mio giudizio l'unica proposta politica capace di salvare il Paese da una nuova stagione di estremismi".

Il M5s dice di essere pronto a correre da solo, nel cosiddetto ‘campo giusto'. Il Movimento è alle prese con la questione del limite del doppio mandato: entro domenica Grillo e Conte diranno se la regola resterà così come è o ci saranno deroghe.

A cura di Annalisa Cangemi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni