31 marzo 22:49 Lopalco: “Con la mascherina fino a quando non arriverà il vaccino”

Anche quando le misure di contenimento dell'emergenza Coronavirus saranno allentate dovremo indossare le ormai famose mascherine. Almeno fin quando non verrà scoperto un vaccino anti-Covid in grado di bloccare l'infezione. Lo ha detto l'epidemiologo Pierluigi Lopalco che ha sottolineato: "Le misure di distanziamento sociale non saranno abolite, al momento dobbiamo sempre tenere sotto controllo la trasmissione del virus perché non si potrà interrompere altrimenti. Il discorso è semplice e significa ad esempio che se noi dovremmo entrare in un locale molto affollato come la metropolitana dovremmo portare la mascherina, è una misura, e finché non avremmo un vaccino non potremmo farne a meno. Non arriverà mai il momento in cui diciamo stop, tutti fuori come prima. Questo potrà avvenire solo e soltanto quando avremo un vaccino che avrà messo in sicurezza la popolazione".

31 marzo 22:40 Allarme sulla portaerei Usa Roosvelt: “200 marinai contagiati. Aiutateci”

Brett Crozier, il comandante della portaerei americana Roosevelt, ha scritto una drammatica lettera che contiene un vero e proprio grido d'aiuto e con la quale chiede misure immediate al fine di evitare vittime a bordo della sua unità, con 150-200 marinai contagiati nel porto di Guam, isola dell'oceano Pacifico occidentale, sui circa quattromila a bordo. Il testo della missiva è stato reso noto dal San Francisco Chronicle. "Serve una soluzione politica ma è la cosa giusta da fare in questo momento. Non siamo in guerra, i marinai non devono morire. Se non agiamo subito rischiamo di fallire nel prenderci cura della cosa più importante, i nostri uomini. Stando a quanto riferito dal comandante, la nave "per quanto grande, non permette una quarantena separata e la distanza sociale.

31 marzo 22:24 E’ uno studente di 13 anni la vittima più giovane del Regno Unito

Si chiama Ismail Mohamed Abdulwahab ed è uno studente di 13 anni di Londra la vittima di Coronavirus più giovane del Regno Unito. Il ragazzo aveva mostrato i primi sintomi nei giorni scorsi, in particolare difficoltà a respirare. Trasferito in ospedale, è stato posto in coma indotto e poi è sopraggiunto il decesso. Secondo quanti lo conoscevano era sano e non aveva patologie pregresse.

31 marzo 21:32 Incontro Mit-Mise per lo sblocco delle navi Tirrenia: “Soluzione entro 24 ore”

Nel confronto avvenuto nel corso della conference call tra i commissari, Tirrenia Cin e i ministri delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli e dello sviluppo Stefano Patuanelli "sono emerse alcune ipotesi di soluzione dell'attuale blocco dell'operatività delle navi Tirrenia". Lo si legge nella nota diffusa al termine dell'incontro a distanza, durante la quale "i ministri hanno chiesto a Tirrenia Cin e ai commissari di definire e adottare gli atti risolutivi entro 24 ore. I quali garantirebbero anzitutto i servizi di continuità territoriale, con l'obiettivo di addivenire poi anche una rapida definizione della complessiva situazione debitoria di Tirrenia Cin".

31 marzo 21:09 Di Maio a Fanpage.it: “La crisi si supera investendo e spendendo. L’Ue ci lasci fare”

"La nostra generazione sfortunatamente ha già pagato lo scotto di una crisi, 10 anni fa. Ma cosa abbiamo imparato da quella situazione? Non si supera una crisi con l'austerità, ma investendo e spendendo". Lo ha detto il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio intervistato dal direttore di Fanpage.it Francesco Piccinini a proposito di emergenza Coronavirus ed Europa. "Adesso è prematuro dire cosa succederà se non si raggiungerà un accordo sui Coronabond – ha aggiunto – Il popolo italiano ha sempre dato all'Unione europea, è il momento in cui legittimamente chiediamo e pretendiamo aiuto. Ci vogliono strumenti nuovi, che siano all'altezza della crisi che stiamo affrontando. Potrebbe essere una crisi economica peggiore di quella del 2008-2009″.

31 marzo 20:48 Positiva la presidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia

 La presidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia è risultata positiva al Coronavirus. Lo comunica l’Ufficio stampa della Corte costituzionale affermando che, a seguito di alcuni sintomi, la Presidente è stata sottoposta al test del Covid-19 ed è risultata positiva. Al momento Cartabia gode di buone condizioni generali e si trova in isolamento presso la sua abitazione a Milano. Da casa continuerà  a seguire i lavori e l'attività della Corte costituzionale, secondo la programmazione prevista, attraverso i sistemi telematici già predisposti.

31 marzo 20:24 Intervista a Conte alle 20.45 su Facebook: “Ho lanciato messaggio ai tedeschi”

“Stasera andrà in onda sulla tv tedesca ‘Ard’ una mia intervista. Ho lanciato un messaggio ai cittadini tedeschi e formulato alcune considerazioni per affrontare in modo più efficace questa emergenza europea. La potrete seguire sulla mia pagina facebook a partire dalle 20.45”. A scriverlo, sui suoi canali social, è il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

31 marzo 20:15 Per Piazza Affari peggior trimestre dal 1998

L'emergenza sanitaria causata dalla pandemia di coronavirus ha determinato per Piazza Affari il peggior trimestre dal 1998 a questa parte, nonostante il rialzo odierno (+1,06 percento) che ha riportato l'indice Ftse Mib sopra quota 17mila punti. Il calo da inizio anno per il Ftse Mib è stato di quasi il 28 percento.

31 marzo 19:56 Francia, 499 vittime nelle ultime 24 ore: è record

Nelle ultime 24 ore in Francia i morti per Coronavirus sono 499: si tratta del record negativo per il Paese, che mai finora dall'inizio dell'emergenza aveva registrato un così alto numero di decessi, che sale in totale a quota 3.523. Il numero dei contagiati è invece di 52.128, di cui 22.757 sono ricoverati in ospedale e 5.565 sono nei reparti di rianimazione. I guariti, dimessi dagli ospedali, salgono a 9.044.

31 marzo 19:51 Renzi insiste: “Riaprire le scuole a maggio”

Matteo Renzi è tornato a parlare di riapertura di attività produttive e scuole, attualmente bloccate a causa dell'emergenza Coronavirus. "Le aziende che hanno mascherine, protezioni e rispettano le distanze sociali possono ripartire, anche prima di Pasqua se sono pronte; chi ha già gli anticorpi dovrebbe poter circolare liberamente. Questo vale per chi è guarito e ha la certificazione del doppio tampone. Ma anche per chi ha fatto il test sierologico e ha scoperto di aver contratto il Covid in modo asintomatico", ha detto. Sulle scuole ha aggiunto: "I bambini devono avere un’ora d’aria da subito, le persone con più di 70 anni dovranno uscire due settimane più tardi; le scuole devono ripartire a maggio, almeno per le classi di terza media e quinta superiore".

31 marzo 19:42 Sassoli su Orban: “Libertà di stampa va mantenuta”

"Ho chiesto alla Commissione Ue di verificare se la legge ungherese rispetti l'articolo 2 del Trattato. La libertà di stampa deve essere mantenuta". Lo afferma il Presidente dell'Europarlamento, David Sassoli, sui pieni poteri conferiti ad Orban. "L'Europa – ha aggiunto Sassoli – deve uscire dalla pandemia con la democrazia".

31 marzo 19:14 6.348 persone sanzionate nelle ultime 24 ore: 15 positivi hanno violato la quarantena

Nella sola giornata di ieri, lunedì 30 marzo, sono 6.348 le persone sanzionate nel corso dei controlli delle forze dell'ordine effettuati per verificare l'osservanza alle misure di contenimento del Coronavirus decise dal governo italiano. Controllate in totale 222.450 persone e 88.611 tra esercizi commerciali e attività, 94 denunciati per aver detto il falso, 15 per aver violato la quarantena, che salgono a quota 272 negli ultimi quattro giorni. Gli esercenti sanzionati sono stati 145, le attività chiuse 22.

31 marzo 18:38 Dal Viminale ok alla camminata genitore-figlio vicino casa

Il Ministero dell'Interno ha specificato che è consentita la camminata genitore-figlio durante il periodo di isolamento, se svolta vicino casa. È "da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all'aperto, purché in prossimità della propria abitazione", si legge precisamente in una nuova circolare inviata dal Viminale ai prefetti per "chiarimenti" sui divieti di assembramento e spostamenti. E "l'attività motoria generalmente consentita", precisa il testo, "non va intesa come equivalente all'attività sportiva (jogging)". Possibile invece camminare "in prossimità della propria abitazione".

31 marzo 18:32 New York, il governatore Cuomo agli ospedali: “Siamo in guerra”

"Stiamo affrontando una guerra". E' quanto ha detto il governatore di New York, Andrew Cuomo, ai responsabili degli ospedali dello stato esortandoli ad "avere una mentalità completamente diversa, non possiamo continuare ad affrontare le cose come eravamo abituati a fare". Ed ha sottolineato come gli oltre 160 ospedali e centri sanitari, che fanno parte del sistema sia pubblico che privato, stiano "lavorando insieme come non hanno mai fatto prima", mentre la Grande Mela continua a essere uno dei grandi focolai degli Stati Uniti, con migliaia di contagi.

31 marzo 18:25 Bernabei: “23 deceduti avevano meno di 40 anni. Di questi 15 erano già malati”

"Rispetto ai dati di oggi c'è da segnalare la diminuzione dell'incremento dei ricoverati e di quelli in terapia intensiva". Lo ha detto Roberto Bernabei, ordinario di Geriatria alla Cattolica di Roma, nel corso del punto stampa presso la sede della Protezione civile che ha anche fatto una riflessione sull'età più colpita tra i deceduti: "L'età media delle vittime di Coronavirus è 79 anni. Le donne sono più forti. Il dato che attraversa tutta la popolazione è quello delle malattie associate. Il Coronavirus colpisce organismi che sono già messi a dura prova da altre patologie. 23 deceduti sono sotto i 40 anni, di questi 15 avevano patologie importanti".

31 marzo 18:06 Borrelli: “In Italia 105.792 contagiati di cui 12.428 decessi”

Ad oggi in Italia ci sono 105.792 contagiati, di cui 12.428 decessi e 15.729 guariti. E' questa la fotografia scattata da Angelo Borrelli, capo della Protezione civile, dell'emergenza Coronavirus nel nostro Paese nel corso del punto stampa giornaliero in cui ha comunicato il bollettino dell'epidemia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 837 morti in più rispetto a ieri, 2107 casi in più ma anche un maggior numero di guarigioni: + 1109. I ricoverati con sintomi sono 28192, 4023 si trovano in terapia intensiva e più di 45mila in isolamento domiciliare.

31 marzo 17:51 Il bilancio di Gallera: “Contagio rallenta: +1.047 casi rispetto a ieri”

L'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera ha comunicato il bollettino dell'emergenza Coronavirus a livello regionale. "Sono 43.208 i casi di contagio accertati, in aumento di 1.047 rispetto a ieri, quando erano 42.161 unità. Le persone ricoverate in ospedale sono 11883 contro le 11.815 di ieri (più 68), di cui 1324 in terapia intensiva (ieri erano 1.330, c'è un calo di 6). Aumentano purtroppo ancora i decessi, arrivati a quota 7199 dai 6.818 di ieri, con un incremento di 381 unità in 24 ore".

31 marzo 17:38 Calabria, si dimette il capo della Protezione Civile Domenico Pallaria

Domenico Pallaria ha rassegnato le dimissioni da capo della Protezione civile in Calabria. Lo ha dichiarato lui stesso, intervenendo oggi nella trasmissione televisiva Articolo 21 condotta da Lino Polimeni. "Consegno le mie dimissioni da capo della protezione civile calabrese nelle mani della presidente della Regione Jole Santelli. Ci tengo a dire che le mie parole sono state strumentalizzate, chiedo scusa ai calabresi". Pallaria è stato protagonista ieri sera di un servizio televisivo mandato in onda dalla trasmissione Report su Rai3 e dedicata all'emergenza sanitaria Coronavirus in Calabria. Davanti alle telecamere del programma aveva ammesso di essere impreparato nel settore sanitario in quanto si è sempre occupato di altro, in particolare del settore costruzione e dello smaltimento dei rifiuti.

"Non so cosa sia un ventilatore", aveva detto finendo al centro delle polemiche. "Chiedo scusa ai calabresi ma ci tengo a dire che le mie parole sono state strumentalizzate" ha tenuto a sottolineare Pallaria, spiegando: "È opportuno sdrammatizzare questa situazione che ha dell'incredibile, è farsesca. La mia era una frase estrapolata da un contesto in cui spiegavo la filosofia".

31 marzo 17:14 A Venezia le prove di sollevamento del Mose: squadra operativa in mascherina

Sono iniziate oggi, martedì 31 marzo, a Chioggia le prove di sollevamento del Mose, il sistema che dovrà proteggere Venezia e la laguna dalle acque alte. Questa mattina si è partiti con il lato nord e le prime nove strutture mobili, domani ne saranno sollevate altrettante nella parte a sud. La squadra operativa, diretta dal fisico e ingegnere Davide Sernaglia, è composta di 12 uomini, che hanno lavorato con speciali maschere anti Coronavirus. Si è trattato di una prova di sollevamento importante, la prima in laguna in condizioni meteo leggermente avverse a causa del forte vento e della presenza di onde alte sino a oltre un metro.

31 marzo 17:07 Brusaferro (Iss): “Indice di trasmissione vicino a 1”

"L'indice di trasmissione del nuovo Coronavirus, il cosiddetto R con zero, è vicino all'uno (cioè un positivo ha la potenzialità di infettare una persona) ma dobbiamo arrivare sotto il valore uno". Lo ha detto il presidente dell'Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, in conferenza stampa a Roma. "Dobbiamo mantenere tale indice sotto l'uno, intorno allo 0,5, con misure efficaci". Per raggiungere invece il valore zero contagi, ha detto, "ci vorranno mesi". Brusaferro ha anche aggiunto che il picco dei contagi sta per arrivare ma non bisogna abbassare la guardia.

31 marzo 16:44 In Russia sospesi matrimoni e divorzi fino a giugno

Il ministero della Giustizia della Federazione Russa intende sospendere temporaneamente matrimoni e divorzi in tutto il Paese, per non ingolfare gli uffici pubblici durante la gestione dell'epidemia di Covid-19. Lo riportano le agenzie russe, citando una nota del dicastero. Lo stop sarebbe valido fino al 1° giugno e tutti i matrimoni programmati prima di questa data dovranno essere posticipati. In casi eccezionali, si specifica, le nozze saranno autorizzate ma in cerimonie senza invitati.

31 marzo 16:30 Von der Leyen: “Stop a fake news, possono costare la vita”

"La disinformazione può costare la vita", per questo "le fake news devono finire" e serve un’ulteriore collaborazione da parte di tutte le piattaforme social. È l’appello lanciato in un videomessaggio dalla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, che sottolinea come le fake news sull’epidemia siano in "crescente aumento" sull’onda "dell’incertezza e dell’ansia" delle persone.

31 marzo 16:20 A New York muore un bambino 

Nella città di New York per la prima volta un bambino è deceduto a causa del coronavirus. La notizia è stata resa nota nel momento in cui il bilancio dei decessi in tutto lo Stato supera quota 1.300. Le autorita' non hanno rilevato l'età della giovane vittima, tuttavia hanno riferito che aveva delle patologie preesistenti. New York è l'epicentro dei contagi da coronavirus in tutti gli Stati Uniti con oltre il 40% di tutti i decessi. La maggior parte dei pazienti ha meno di 50
anni.

31 marzo 16:16 Positivi 116 agenti e 19 detenuti

Sono 116 i poliziotti penitenziari e 19 i detenuti risultati positivi al coronavirus. Lo comunica il Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria.

31 marzo 15:55 Belgio, muore bimba di 12 anni: è la vittima più giovane del Covid-19

La bambina di 12 anni deceduta sabato in Belgio dopo essere stata testata positiva al Covid-19 è la vittima più giovane del virus. La piccola- secondo quanto riportano i media locali – era originaria della città di Gand. "È stata testata positiva al Coronavirus. In tre giorni il suo stato di salute si è improvvisamente deteriorato a causa di una forte febbre ed è deceduta sabato", ha spiegato uno dei portavoce del ministero della Sanità, Steven Van Gucht, sottolineando che la bambina non aveva altre patologie. "È un evento che e' molto raro, ma che ci sconvolge", ha detto un altro portavoce, Emmanuel Andre. "È un momento emotivamente molto difficile perchè tocca un bambino e tocca anche la comunità medica e scientifica. Pensiamo in particolare alla sua famiglia e ai suoi amici", ha aggiunto Andre commosso.

31 marzo 15:10 Brusaferro: “Stiamo arrivando a plateau, misure funzionano”

"La curva che ci mostra le nuove diagnosi positive ai tamponi ci indica che stiamo arrivando a un plateau. Le misure messe in pratica nel nostro Paese stanno funzionando. Ma raggiungere il plateau non vuol dire aver raggiunto l'obiettivo, perché ora deve iniziare la discesa". Così Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), in conferenza stampa a Roma. Brusaferro ha ribadito che in Italia "ci sono aree a più alta circolazione, a circolazione intermedia e numero di casi limitato, nell'ordine di qualche migliaio (nelle aree ad alta circolazione si parla di decine di migliaia), e altre regioni con un numero contenuto di casi, a limitata circolazione. Ecco – ha detto – la scommessa è che in queste aree la circolazione rimanga bassa. Ed è l'obiettivo a cui puntiamo se manteniamo le regole attive nel nostro paese"

31 marzo 14:58 Fontana: “Ospedale a Fiera potrebbe rimanere per future emergenze”

L'ospedale alla Fiera di Milano realizzato per l’emergenza coronavirus potrebbe rimanere punto di riferimento sanitario del Nord “in previsione che eventi del genere si possano ripetere”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in occasione della presentazione della nuova struttura che a pieno regime avrà 200 posti di terapia intensiva e altrettanti medici anestesisti, che dovrebbero arrivare a 220, con circa 500 infermieri. “Questa struttura rimarrà finché sarà necessario che sia una diga o un faro della speranza, non so quando finirà ma non vedo l’ora di smontarla”, ha detto invece il presidente della fondazione Fiera, Enrico Pazzali.

31 marzo 14:49 Messico, oltre mille casi e 28 morti: dichiarata l’emergenza sanitaria

Il governo del Messico ha dichiarato per un mese lo stato di "emergenza sanitaria per cause di forza maggiore", una misura che gli consente di avere ampi poteri per adottare misure straordinarie per far fronte alla pandemia di coronavirus, che nel Paese registra 1.094 positivi e 28 morti. L'accordo include la sospensione di tutte le attività non essenziali, il divieto di riunioni di oltre 50 persone, l'obbligo di concedere un permesso di lavoro retribuito a persone di eta' superiore ai 60 anni o che soffrono di diabete, ipertensione, immunosoppressione o sono in stato di gravidanza.

31 marzo 14:36 “Grazie a restrizioni e divieti in Italia evitate 40mila morti”

Uno studio dell’Imperial College di Londra, pubblicato ieri su The Lancet, evidenzia due dati riguardanti l’epidemia di Coronavirus: da una parte stima che il numero di contagi reali sia di 5,9 milioni di italiani (quasi il 10% della popolazione), dall’altra sostiene che le restrizioni e i divieti messi in campo dal governo avrebbero evitato la morte di 40mila persone.

31 marzo 14:19 Viceministra Esteri Del Re: “Preoccupata per l’Africa”

La viceministra degli Esteri, Emanuela Del Re, in un’intervista a Fanpage.it ha annunciato i dati riguardanti gli italiani finora rimpatriati a causa dell’emergenza Coronavirus: sono 30mila provenienti da 30 diversi Paesi. Del Re si dice preoccupata dal rischio che scoppi l’epidemia in alcuni Paesi africani o in contesti di conflitto e si sofferma sul ruolo dei cooperanti impegnati in tutto il mondo.

31 marzo 14:11 Confindustria: “Pil -6% nel 2020”

Nel rapporto annuale presentato oggi, il Centro studi di Confindustria (CsC) prevede un calo del Prodotto Interno Lordo a -6% per il 2020 nel caso la fase acuta dell’emergenza Coronavirus termini a maggio. "Si tratta di un crollo superiore a quello del 2009 e "del tutto inatteso a inizio anno, osserva il CsC, segnalando che ogni settimana in più di blocco normativo delle attività produttive potrebbe costare una percentuale ulteriore di Pil dell’ordine di almeno lo 0,75%.

31 marzo 14:07 La proposta della Meloni: “1000 euro subito a chi è in difficoltà”

Mille euro subito sul conto corrente degli italiani rimasti senza lavoro e senza reddito a causa dell'emergenza Coronavirus. Questa una delle proposte, di effetto immediato, che la presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni ha trasmesso ieri in una lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, "dal quale – ha spiegato Meloni ospite di ‘Non stop news su Rtl 102.5 – ci aspettiamo ora una risposta"." Noi abbiamo un problema serio, in molte zone dell'Italia, di persone disperate che fino a ieri lavoravano e oggi non hanno i soldi per dare da mangiare ai propri figli. Questo non è degno di un Paese come l'Italia" ha aggiunto la Meloni.

31 marzo 13:40 La Croce Rossa: “Soccorritori trattati come untori, basta”

"Sono troppe le notizie che giungono da alcune parti d'Italia e che ci narrano di esecrabili intimidazioni ai danni dei soccorritori di ritorno dalle ‘zone rosse', trattati come ‘untori' e minacciati di licenziamento o dai vicini di casa di ritorsioni. Questo stigma è intollerabile, assurdo e a dir poco autolesionista, dato che è ai danni di chi si prende cura di tutto il Paese senza sosta e con una tenacia incredibile". A dichiararlo  il presidente della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca.

31 marzo 13:30 Il commissario Arcuri: “Ventilatori polmonari consegnati anche al sud”

Il commissario straordinario all'emergenza coronavirus nel corso di una conferenza stampa presso la sede della Protezione Civile ha dichiarato: "Stiamo inviando dispositivi soprattutto al Centro-Nord, ma pensiamo anche alle regioni del Sud. Cerchiamo di mantenere queste due leve. Negli ultimi 3 giorni abbiamo distribuito 290 ventilatori alle regioni, nei prossimi 3 giorni contiamo di distribuirne altri 599, il 40% di quanto distribuito finora. A ieri abbiamo distribuito 1.237 ventilatori polmonari. Con forniture così massicce andiamo anche verso Sud, che dobbiamo assolutamente evitare si trovi in condizioni simili a quelle delle regioni del Centro-Nord più colpite dal coronavirus".

31 marzo 12:36 Inaugurato il nuovo ospedale alla Fiera di Milano

È stato inaugurato stamattina l’ospedale realizzato alla Fiera di Milano per affrontare l’emergenza coronavirus: la struttura potrebbe rimanere come hub di rianimazione e punto di riferimento del Nord Italia “in previsione che eventi del genere si possano ripetere”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in occasione della presentazione della nuova struttura che a pieno regime avrà 200 posti di terapia intensiva e altrettanti medici anestesisti, che dovrebbero arrivare a 220, con circa 500 infermieri. “Questa struttura rimarrà finché sarà necessario che sia una diga o un faro della speranza, non so quando finirà ma non vedo l’ora di smontarla”, ha detto invece il presidente della fondazione Fiera, Enrico Pazzali.

31 marzo 12:03 Spagna, ieri 849 morti: è il dato più alto dall’inizio dell’emergenza

Dopo l'Italia la Spagna è il paese europeo con il maggior numero di contagi e morti di coronavirus. Gli ultimi dati diffusi dal ministero della Sanità parlano di 849 decessi nelle ultime 24 ore. Dall'inizio dell'emergenza le vittime sono in totale 8.189 (il bilancio ufficiale diffuso ieri parlava di 7.340 morti), mentre i casi confermati sono 94.417. Secondo il governo sono 5.607 le persone ricoverate in terapia intensiva e 19.259 i pazienti guariti. Rispetto a ieri, però, i nuovi casi confermati sono più di 9.000 e il bilancio dei deceduti nelle ultime 24 ore è il più alto registrato nel Paese (i dati più drammatici, quelli di domenica scorsa, parlavano di 838 morti).

31 marzo 11:43 Morti altri tre medici, in totale sono 66

Altri tre decessi tra i medici per l'epidemia di coronavirus. Non ce l'hanno fatta, si apprende dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), Gaetana Trimarchi, medico di famiglia di Messina; Norman Jones, cardiologo di Seregno (Como); Roberto Mileti, ginecologo di Roma. Il totale dei camici bianchi deceduti a causa del contagio sale così a 66.

31 marzo 11:37 A mezzogiorno un minuto di silenzio per ricordare le vittime della pandemia

Oggi a mezzogiorno in tutta Italia verrà tenuto un minuto di silenzio per rendere omaggio a tutte le vittime del Coronavirus, in segno di vicinanza ai familiari e di partecipazione nazionale al cordoglio delle comunità più colpite dalla pandemia. L'iniziativa, proposta  dai sindaci italiani, si è allargata ad altre istituzioni: la bandiera italiana a mezz'asta sarà esposta su tutti gli edifici pubblici. I primi cittadini del paese infatti, con indosso la fascia tricolore, saranno davanti ai propri municipi in silenzio e con le bandiere esposte a mezz'asta "in segno di lutto" e in "segno di solidarietà con tutte le comunità che stanno pagando il prezzo più alto". Anche il Vaticano partecipa: la Santa Sede fa sapere che esporrà le bandiere a mezz'asta, a lutto, per esprimere la propria vicinanza alle vittime della pandemia in Italia e nel mondo, alle loro famiglie e a quanti generosamente lottano per porvi fine.

31 marzo 11:09 Berlusconi: “Le mascherine dovrebbero essere obbligatorie per tutti”

"Se tutti indossassero le mascherine le occasioni di contagio diminuirebbero sensibilmente. Le mascherine dovrebbero essere obbligatorie, per esempio sui mezzi pubblici e negli esercizi commerciali, ma dovrebbero essere disponibili in quantità adeguata e praticamente a costo zero, o quasi". È la proposta avanzata ai microfoni di Radio 105 da Silvio Berlusconi, che ha poi fatto un'ulteriore considerazione: "È incredibile che siano introvabili e che il governo non abbia saputo intervenire, come gli avevamo chiesto, sulle aziende che potrebbero mettere in campo una catena di produzione, magari stimolandole con incentivi fiscali".

31 marzo 10:34 Gallera: “A metà aprile la curva dei contagi scenderà”

Giulio Gallera, assessore al welfare della Regione Lombardia, ha commentato l'andamento dei contagi in Lombardia a Mattino Cinque: "Io penso che intorno a metà aprile si dovrebbe vedere davvero la curva scendere".  "In Lombardia siamo un po' più avanti, i dati sono già stabilizzati. Il grafico non sale più ma non è ancora sceso. L'Italia è indietro di un paio di settimane rispetto a noi – ha concluso – perché le misure di contenimento hanno avuto una funzione preventiva importante".

31 marzo 10:03 Ranieri Guerra (OMS): “Si poteva chiudere tutto 15 giorni prima”

Ranieri Guerra, direttore vicario dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, ha dichiarato: "Al momento dello scoppio epidemico in Cina ci sarebbe stata l'opportunità di una finestra di 15-20 giorni in cui sarebbe stato possibile intervenire, anche con chiusure" in altri Paesi. Il contagio da coronavirus "con quei numeri era inevitabile che arrivasse in Italia e in Europa come è successo – aggiunge -. Avrei messo in quarantena la popolazione".

Intervistato da Agora, trasmissione di Rai 3, Guerra ha spiegato che per la fine dell'emergenza "la modellistica ci dice quello che avverrà, poi ci sono le variabili umane. In questo momento la popolazione è estremamente disciplinata e la curva di propagazione del virus è rallentata già da una settimana". Ma c'è una data? "C'è un periodo, dipende da dove. La Lombardia avrà probabilmente un'estinzione precoce rispetto alle Regioni esposte successivamente. Per avere l'Italia intera Covid-free bisognerà aspettare l'ultima Regione che è partita con il contagio", sottolinea. Per quanto riguarda una fuoriuscita dall'emergenza "cominciano a esserci raccomandazioni su come procedere", dice Guerra spiegando che "un'analisi sierologica di quanto il virus ha circolato è fondamentale per ricondurre l'epidemia alla sua giusta dimensione". E aggiunge: "Il problema è decidere sulle riaperture progressive in modo da garantire protezione alle persone fragili".

31 marzo 09:29 Zaia: “Io eviterei la riapertura delle scuole”

Il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, intervistato da Radio Cortina, ha parlato dell'ipotesi del ritorno degli studenti a scuola:  "Non è una competenza della Regione ma io eviterei ammassamenti importanti come quelli scolastici e quindi le scuole le lascerei chiuse. Noi stiamo valutando se reiterare qualche altra restrizione, dopo di che spero che si vada verso un allentamento totale, una ripresa e una riapertura delle aziende". Il governatore ha poi aggiunto: "I veneti hanno fatto un lavoro eccezionale, di grande responsabilità, rispettando le regole. Il risultato si vede in quanto il modello ha frenato e abbiamo un ritardo di cinque giorni sui numeri che avevamo; questo significa che essere stati a casa è servito".

31 marzo 09:25 Inps: “Da domani domande per bonus agli autonomi”

Arrivano le istruzioni Inps per chiedere il bonus per i lavoratori autonomi, liberi professionisti, i collaboratori coordinati e continuativi, i lavoratori stagionali e quelli dello spettacolo. Le istruzioni sono contenute in una circolare appena pubblicata e chiariscono che per l'indennità di 600 euro non è prevista alcuna contribuzione figurativa. L'indennità non contribuisce alla formazioni del reddito. E' erogata dall'Inps previa domanda, anche con il Pin semplificato, che potrà essere presentata da domani.

31 marzo 09:00 Il coronavirus causerà 11milioni di poveri in Asia Orientale. Pil ai minimi in Cina

Ance la Cina, una delle prime potenze economiche del mondo, sta pagando lo scotto della crisi causata dal coronavirus dopo la chiusura di molte attività produttive per arrestare il contagio. Dopo un mese di febbraio difficile, a marzo secondo l'ufficio nazionale di statistica "oltre la metà delle società sotto indagine hanno registrato miglioramenti nella ripresa del lavoro". Tuttavia questo "non significa che nel Paese l'attività economica sia tornata a livelli normali". Moltissime fabbriche cinesi devono affrontare difficili condizioni di finanziamento e una domanda ancora bassa questo mese.

La Banca mondiale oggi prevede che il Pil cinese quest'anno salga solo del 2,3% dal +6,1% del 2019, mentre un esponente della banca centrale cinese ritiene che Pechino quest'anno non raggiunga l'obiettivo di crescita economica. Le ricadute economiche della pandemia da coronavirus potrebbero arrestare la crescita della Cina, portando alla povertà 11 milioni di persone in Asia orientale. Lo sostiene Aaditya Mattoo, capo economista della Banca mondiale per l'Asia orientale e il Pacifico. La pandemia, secondo Mattoo, sta causando "uno shock globale senza precedenti, che potrebbe arrestare la crescita della Cina e aumentare la povertà in tutta la regione".

31 marzo 08:41 L’infettivologo Massimo Galli: “L’impressione è che l’epidemia stia allentando”

"L'impressione è che si stia allentando" l'epidemia di coronavirus, e questa impressione "deriva da fattori come ad esempio la pressione sugli ospedali". A dichiararlo è l'infettivologo dell'Ospedale Sacco di Milano Massimo Galli, intervistato questa mattina da Radio Capital. "Siamo certi che in Lombardia le persone con infezione siano molte di più di quelle infettate, il che spiega perché c'è numero spropositato di morti rispetto ai contagiati ufficiali", ha aggiunto il medico.

31 marzo 08:19 La Spagna ha superato la Cina per numero di contagi di coronavirus

La Spagna ha superato la Cina per il numero di casi confermati di coronavirus, che sono saliti a un totale di 85.195 casi nella giornata di ieri, lunedì 30 marzo. Gli 812 decessi registrati ieri hanno rappresentato un leggero calo rispetto al record di 838 di domenica, portando il numero complessivo di morti a 7.340. La Spagna si unisce all'Italia e agli Stati Uniti con oltre 85mila infezioni rispetto alla Cina, che ha confermato 82.156 casi a partire da oggi.

31 marzo 08:08 Facebook banna i video di Bolsonaro: “Spaccia bufale sul coronavirus”

Facebook ha cancellato alcuni video pubblicati dal presidente brasiliano Jair Bolsonaro sostenendo che diffondono fake news sull'auto-isolamento durante la pandemia del nuovo coronavirus: in uno di questi il leader politico di estrema destra affermava che le persone dovrebbero tornare a lavorare per sostenere l'economia. Lunedì anche Twitter aveva rimosso due filmati pubblicati sul profilo ufficiale del presidente, che lo mostravano in visita domenica in diversi luoghi di Brasilia senza rispettare le raccomandazioni sanitarie per contenere il coronavirus. Come se non bastasse Bolsonaro ha ripetutamente sostenuto l'uso della clorochina per curare la malattia, nonostante la sua efficacia non sia ancora stata totalmente verificata.

31 marzo 07:59 Esercito italiano aumenterà i controlli sul territorio

L'Esercito Italiano è pronto ad aumentare il suo impegno per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Ad annunciarlo il ministro della Difesa Lorenzo Guerini in un'intervista rilasciata a La Stampa, garantendo un "doveroso impegno a 360 gradi" a sostegno delle forze dell'ordine. "Se dovesse esserci un'esigenza maggiore di ulteriore controllo e presenza sul territorio, in ausilio alle forze di polizia, daremo il nostro contributo", ha sottolineato Guerini, "ma mi pare che la situazione sia sotto controllo. Gli italiani stanno rispondendo con grande senso di responsabilità". "In questo momento", spiega il ministro, "abbiamo concentrato una parte significativa delle nostre forze nella battaglia contro Covid-19 e quindi abbiamo sospeso la partecipazione a esercitazioni nazionali e internazionali". Dopo di che "rimane inalterato il nostro impegno per le capacità operative delle forze armate, che non possono essere mai pregiudicate, neanche nel momento di emergenza in cui stiamo vivendo", compreso "l'impegno per le missioni internazionali". E aggiunge anche che "l'emergenza richiede che tutte le articolazioni dello Stato diano il massimo del contributo. Per la specificità delle forze armate, siamo in grado assolvere al meglio una serie di compiti. Dalla mobilita' delle persone alla capacita' logistica, dalle competenze, alla catena di comando".

31 marzo 07:46 Sei membri del congresso USA positivi al coronavirus

Almeno sei membri del congresso statunitense hanno annunciato di aver contratto il nuovo coronavirus. Un'altra trentina di membri si sono messi in autoisolamento per cercare di fermare il contagio. I rappresentanti di Camera e Senato non dovrebbero tornare a Washington prima del 20 aprile. Al momento negli Stati Uniti ci sono almeno 160.008 persone infettate, mentre 2.948 sono i pazienti morti.

31 marzo 07:34 “Sta arrivando uno tsunami”: a New York cresce la paura per il coronavirus

 

Nello stato di New York "sta arrivando uno tsunami" e si attende un numero di contagi di coronavirus "da capogiro". Sono le parole usate dal governatore Andrew Cuomo, che non ha nascosto la sua angoscia per l'espansione dell'epidemia. "Abbiamo perso oltre mille newyorkesi e raggiunto numeri da capogiro. L'unico punto adesso è fare qualunque cosa possibile per salvare vite umane". Il governatore ha anche chiesto aiuto agli operatori sanitari: "Abbiamo bisogno di una pausa: abbiamo bisogno di una pausa per le infermiere che fanno 12 ore al giorno di turno, abbiamo bisogno di sollievo per i dottori. Se non siete occupati venite ad aiutarci. E ve ne saremo grati". Lo stato di New York è di gran lunga il più colpito dal covid-19 negli Stati Uniti: 67 mila dei 163 mila casi positivi a livello nazionale e 1.342 dei 3.148 decessi. Tra i newyorkesi contagiati, circa 9.500 sono ricoverati in ospedale e 2.000 in terapia intensiva. Straripano gli ospedali e non bastano gli obitori, motivo per cui le autorita' di New York hanno installato strutture mobili a Manhattan e Brooklyn.

31 marzo 07:20 La diretta con informazioni e notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo

Sono in tutto 75.528 le persone risultate positive al coronavirus in Italia, con un aumento rispetto a domenica di 1.648 unità.  Di queste 3.981 sono in terapia intensiva, 27.795 sono ricoverate e 43.752 (il 58% del totale) in isolamento domiciliare. Domenica l'incremento era stato di 3.815, oltre il doppio. Il dato è stato fornito ieri nella consueta conferenza stampa della Protezione Civile. Sono 11.591 i decessi, con un aumento rispetto a domenica di 812. I guariti: 14.620, +1.590, dato record. "L'incremento dei positivi è in continuo calo, da 11% a 2% del giorno prima", sottolinea il Capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

Il capo della Protezione Civile ha poi fatto una considerazione: "Solo nella Grande Guerra l'Italia ha visto una crisi simile dal punto di vista sanitario. È la più grande emergenza degli ultimi 100 anni". Le misure restrittive "devono essere mantenute. Siamo categorici su questo, non ci deve essere alcun abbassamento della guardia". Occorre "rispettare le regole di prudenza codificate nei regolamenti". Borrelli afferma "con forza l'esigenza di stare a casa. Sono dei sacrifici ma questo ci tornerà utile, ci porterà a uscire il prima possibile" dall'emergenza Coronavirus. In serata il ministero della salute ha comunicato che le misure restrittive attualmente in vigore, e in scadenza il 3 aprile, dureranno almeno fino a Pasqua (12 aprile).

I malati di coronavirus in Italia regione per regione

Coronavirus, i contagi nel mondo

Nel mondo sono 786.228 i malati di coronavirus attualmente accertati. Il numero più alto è quello degli Stati Uniti con 164.603 contagiati, seguiti da Italia, Spagna, Cina e Germania. I decessi sono 37.820, quasi un terzo dei quali nel nostro paese, mentre i guariti 165.659.