04 Dicembre 23:23 Fitch: “Su Italia pesano pandemia covid e debito ma Paese è forte”

"La pandemia ha esercitato un impatto significativo sull'economia italiana e sulla sua posizione fiscale". E' quanto si legge nella valutazione di Fitch, secondo cui "l'elevatissimo debito pubblico e la crescita economica strutturalmente debole continueranno a pesare sul rating. Allo stesso tempo, il rating è supportato da un'economia diversificata e ad alto valore aggiunto, dall'appartenenza all'Eurozona e da indicatori di Pil pro capite, governance e sviluppo umano molto più forti di quelle dei Paesi di pari livello". Il rating dell'Italia dunque rimane a BBB-, con outlook stabile. Secondo l'agenzia, il Pil italiano si contrarrà quest'anno del 9,1%, per poi rimbalzare nel 2021 e nel 2022 quando crescerà rispettivamente del 4,5% e del 4,3%

04 Dicembre 22:52 Covid, Bonaccini: “Con terza ondata sistema sanitario a rischio”

"Se arrivasse una terza ondata a gennaio-febbraio noi metteremmo a rischio il nostro sistema sanitario. Noi abbiamo il dovere di evitarla", Così Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni è intervenuto durante ‘Titolo V' su Rai 3. "Cerco sempre di non fare polemica eccessiva perché quando i morti diventano mille al giorno o quasi ci vuole anche comprensione. Dando le notizie ai cittadini sul nostro ritorno in zona gialla ho detto ‘attenzione', ‘prudenza' e ‘rispetto delle regole'" ha spiegato Bonaccini aggiungendo: "Io sono convinto che le restrizioni servano.  Quello che è dispiaciuto è che abbiamo appreso di un decreto legge senza averlo potuto leggere e nemmeno confrontare, poiché un decreto legge diversamente da un Dpcm è immodificabile una volta che viene adottato: avremmo voluto dare una mano". In merito al divieto di spostamento tra comuni a Natale, Santo Stefano e Capodanno "avremmo voluto consigliare di trovare una misura più omogenea, ma comunque bisogna abbassare la polemica. Non è possibile che in una grande città ci si possa trovare a Natale e che un nonno solo non possa vedere il figlio o il nipote a un chilometro di distanza perché abita in un piccolo comune. Si fa fatica a spiegarlo ai cittadini".

04 Dicembre 22:27 Biden: “Il vaccino covid non deve essere obbligatorio”

"Il vaccino covid non deve essere obbligatorio", lo ha dichiarato pubblicamente il neopresidente statunitense Joe Biden parlando alla stampa a Wilmington. In conferenza stampa lo stesso numero uno della Casa bianca ha confermato che allo stesso   non ci sarà nessun obbligo nazionale di mascherina. "Chiederò alla gente di fare la cosa giusta", ha spiegato Biden, "chiederò loro di impegnarsi per 100 giorni a indossare la mascherina, che non è una questione politica ma un dovere patriottico. Mentre distribuiremo il vaccino saremo così in grado di salvare centinaia di migliaia di vite". infine Biden ha tenuto a precisare che ci deve essere equità nella distribuzione del vaccino tra ricchi e poveri in Usa.

04 Dicembre 21:59 Covid, il Bahrein diventa il secondo Paese ad approvare il vaccino Pfizer-BioNTech

Il Bahrein diventa secondo Paese ad approvare vaccino Pfizer-BioNTech dopo il Regno Unito. Le autorità locali infatti hanno annunciato l'approvazione di emergenza del vaccino. "L'approvazione del vaccino Pfizer-BioNTech fornirà un importante elemento aggiuntivo all'azione nazionale del regno di fronte al Covid-19, che si è fermamente concentrata sulla protezione della salute dei cittadini e dei residenti durante la pandemia", ha affermato Mariam al-Jalahma, direttore dell'Autorità nazionale di regolamentazione sanitaria, in un comunicato diffuso dall'agenzia di stampa Bahrein News Agency. Il Regno, che ha registrato più di 87.000 casi di contagio tra cui 341 morti, ha già approvato a novembre il vaccino dell'azienda cinese Sinopharm per il proprio personale sanitario.

04 Dicembre 21:48 Lo studio sui contagi a scuola: da settembre stimate 225mila infezioni

In mancanza di dati certi sui contagi da Covid-19 nelle scuole italiane, a provare a fare una stima è lo statistico dell’Istat, Livio Fenga, che ha svolto un’analisi a titolo personale. Secondo questo studio da settembre sarebbero state circa 225.815 le infezioni avvenute nelle scuole. “La robustezza dei risultati ottenuti farebbe propendere per uno slittamento della data di riapertura delle scuole”, spiega sostenendo che i dati indicano che la riapertura delle “scuole ha avuto un grande impatto”. L’impatto maggiore sarebbe quello registrato in Lombardia, con una stima di 45.178 casi, seguita da Campania (38.789), Lazio (23.507), Piemonte (17.675), Toscana (15.485), Veneto (15.264), Emilia-Romagna (13.575) e Sicilia (12.900).

04 Dicembre 21:30 Puglia diventa zona gialla, ma Emiliano protesta: “Io avrei chiuso tutti in casa”

L’ordinanza del ministero della Salute, Roberto Speranza, consente alla Puglia di passare da zona arancione a gialla. Ma il presidente della Regione, Michele Emiliano, avverte: “Nessuno è autorizzato a darsi alla pazza gioia, i rischi sono ancora altissimi. Abbiamo fronteggiato negli ultimi 15 giorni contagi molto alti nella Bat e in provincia di Foggia, che ci avevano fatto temere moltissimo. Adesso si sono stabilizzati, ma non escludo di applicare restrizioni a questi territori. Se fosse stato per me e al mio istinto di protezione vi avrei chiusi tutti in casa, ma non sarebbe stata la mossa giusta. Stando chiusi in casa molti rischiano di fare la fame”.

04 Dicembre 21:07 L’Abruzzo unica regione a rimanere in zona rossa

Con le nuove ordinanze del ministro Speranza, l'Abruzzo è l'unica regione a rimanere in zona rossa. Per il passaggio a una zona inferiore infatti bisogna rispettare le tempistiche previste dalle regole delle fasce di rischio. Il passaggio ad una zona di rischio inferiore è previsto quindi per il 10 dicembre anche se il presidente Marsilio auspica che la variazione di fascia possa essere anticipata. Secondo Marsilio, l'Abruzzo, in base agli ultimi dati, non è più una regione da zona rossa, "grazie alle politiche che abbiamo adottato e anche grazie alla tempestività con la quale abbiamo agito anticipando di alcuni giorni la dichiarazione del ministro Speranza di zona rossa che ha comportato un anticipo delle cure che sono state sufficientemente efficaci". Il governatore ha sottolineato che l'indice Rt è a 1,11, il tasso di occupazione delle terapie intensive al 40% e il tasso di occupazione di posti letto in area critica al 48%.

04 Dicembre 20:43 Un altro medico ucciso dal Covid, salgono a 230 i medici italiani deceduti per covid

Salgono a 230 i medici italiani deceduti per covid durante la pandemia. L'ultimo camice bianco scomparso per covid è Mario Claudio Magliocca, specialista in Malattie infettive all'ospedale Moscati di Avellino morto ieri, che va ad allungare l'elenco caduti diffuso dalla Fnomceo la Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri

04 Dicembre 20:29 Fauci: “Gennaio sarà terribile, in Usa ci attende nuova ondata di contagi”

"Penso che gennaio sarà terribile, ci attende nuova ondata di contagi", è l'allarme lanciato dall'immunologo Anthony Fauci analizzando la situazione epidemica negli Stati Uniti. "A gennaio l’ondata del Thanksgiving si sovrapporrà a quella natalizia, quindi è del tutto possibile che gennaio costituisca il mese peggiore" ha spiegato Fauci in un’intervista a Newsweek nel giorno in cui gli Stati Uniti registrano altri tristi record di contagi e decessi per covid

04 Dicembre 20:13 In Francia 11.221 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore

Sono stati 11.221 i nuovi casi di positività al coronavirus in Francia nelle ultime 24 ore, per un tasso di positività dei tamponi sceso al 10,7%. Lo rende noto Santé Publique. I morti negli ospedali da ieri sono stati 282, ma a questa cifra si aggiungono i 345 degli ultimi 4 giorni nelle case di cura e negli istituti per disabili, per un totale di vittime da inizio pandemia di 54.767. Ulteriormente calati di 392 unità i pazienti ricoverati per Covid (totale 26.311) e quelli nei reparti di rianimazione (-132 a 3.293)

04 Dicembre 19:47 Covid, l’Oms approva l’autorizzazione del Regno Unito al vaccino Pfizer

Il direttore generale dell'Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) Tedros Adhanom Ghebreyesus ha appoggiato l'autorizzazione data dal Regno Unito al vaccino contro il coronavirus sviluppato dal colosso farmaceutico statunitense Pfizer e la società biotecnologica tedesca BioNTech. A metà novembre, Pfizer ha annunciato che il candidato vaccino ha concluso gli studi clinici di fase 3, con un livello di efficacia dichiarato del 95 per cento. Mercoledì, il Regno Unito ha autorizzato il vaccino Pfizer-BioNTech per l'uso di emergenza, diventando il primo Paese a farlo.

04 Dicembre 19:18 Rezza: “Vaccino prima agli anziani, dosi anche a chi si è già ammalato”

"In un primo momento se dovessi scegliere magari vaccinerei persone che non hanno contratto la malattia. Ma non c'è un'evidenza che ci dica che chi è stato infetto non possa fare dopo il vaccino. In teoria chiunque può fare il vaccino. Se pensiamo ad altre malattie infettive non è che andiamo a vedere se si sono già ammalati o no. Le persone si vaccinano". Lo ha detto il Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza, nel punto stampa sull'analisi dei dati del Monitoraggio. Secondo Rezza il vaccino va fatto prima agli anziani e alle persone con problemi di salute per un protezione diretta in quanto una protezione indiretta vaccinando i giovani non è utile per il covid -19 in quanto non si hanno dati certi sulle fonti di contagio come invece avviene per le influenze.

04 Dicembre 19:04 In Gran Bretagna calano i contagi ma ancora 500 morti al giorno

Continua il calo dei contagi in Gran Bretagna dopo il lockdown nazionale. Oggi altri 16.200 casi circa censiti nelle 24 ore ma con un picco di test quotidiani di quasi 400.000. Resta alto invece il numero di morti con ulteriori 504 decessi covid nell'ultima giornata che portano il totale a 60.600 circa, il più alto in cifra assoluta in Europa. Intanto il governo Johnson ha confermato per martedì l'avvio della somministrazione dei primi vaccini anti-Covid di Pfizer/Biontech, dopo l'autorizzazione alla distribuzione pubblica data nei giorni scorsi dagli specialisti dell'agenzia indipendente britannica del farmaco (Mhra).

04 Dicembre 18:54 Brusaferro: “Trend decrescente ma casi quotidiani ancora alti, prolungare misure anti-contagio”

"Il trend è decrescente ma il numero di nuovi casi quotidiani è ancora importante. Per l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva e area medica la curva comincia a flettersi. Tuttavia ancora siamo sopra la soglia di emergenza anche se la curva si è appiattita, quindi c'è la necessità di dilazionare gli interventi programmati", lo ha spiegato il presidente dell'Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro alla conferenza stampa al ministero della Salute sull'analisi dei dati del Monitoraggio Regionale della Cabina di Regia. "L'Italia si sta lentamente ‘decolorando' e questo riflette che in qualche modo un po' in tutti i paesi Ue l'epidemia sta cominciando a decrescere" ha aggiunto Brusaferro

04 Dicembre 18:46 Oms: “I Paesi ricchi non calpestino i poveri nella corsa al vaccino covid”

I Paesi ricchi non devono "calpestare" i poveri nella corsa per il vaccino al coronavirus. Lo ha ricordato il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus in conferenza stampa. "Con i risultati positivi delle sperimentazioni sui vaccini nelle ultime settimane, la luce alla fine del tunnel sta diventando sempre più intensa", ha proseguito, sottolineando che "stiamo cominciando a vedere la fine della pandemia" che ha già contagiato più di 65 milioni di persone, con oltre 1,5 milioni di morti. "Ma siamo chiari, semplicemente non possiamo accettare un mondo in cui i poveri e gli emarginati sono calpestati dai ricchi e dai potenti nella corsa ai vaccini. E' una crisi globale e le soluzioni vanno condivise come beni pubblici globali, non come proprietà private che allargano le disuguaglianze" ha concluso Ghebreyesus

04 Dicembre 18:36 Rezza: “Terapie intensive ancora sopra la soglia critica”

"Anche questa settimana è ancora alto il tasso di occupazione delle terapie intensive che si trova al di sopra della soglia critica a livello nazionale, anche se si nota un iniziale lieve decremento dei ricoveri ospedalieri e in terapia intensiva" per questo bisogna mantenere  le precauzioni  anti contagio. Lo ha ricordato il direttore generale della prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, a commento dei dati della cabina di monitoraggio. "Grazie all’effetto delle misure di contenimento scende di poco sotto 1 l’Rt ma è necessario continuare a tenere comportamenti prudenti come evitare le aggregazioni, usare distanziamento sociale, il lavaggio frequente delle mani e tenere sempre la mascherina, anche in previsione delle prossime feste" ha sottolineato Rezza ricordando inoltre che  "L’incidenza è ancora elevata, intorno a 570 casi per 100mila abitanti»

04 Dicembre 18:27 L’indice Rt regione per regione: Molise e Veneto con il dato più alto

L’indice Rt continua a calare in Italia e gli ultimi dati contenuti nel monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità e del ministero della Salute fanno registrare un valore medio Rt che si attesta a 0,91. In 16 tra Regioni e province autonome si registra un Rt inferiore a 1, il valore di allarme. Superiore a 1, invece, in 5 Regioni. Ecco L'indice Rt regione per regione:

Abruzzo 0,85
Basilicata 0,76
Calabria 1,06
Campania 0,74
Emilia-Romagna 0,99
Friuli-Venezia Giulia 0,92
Lazio 1,04
Liguria 0,68
Lombardia 0,93
Marche 0,74
Molise 1,38
Piemonte 0,72
Bolzano 0,8
Trento 0,83
Puglia 0,89
Sardegna 0,61
Sicilia 0,79
Toscana 1,01
Umbria 0,71
Valle d’Aosta 0,79
Veneto 1,13

04 Dicembre 18:20 Conte “Un nuovo lockdown generalizzato sarebbe stato letale per la nostra economica”

“I numeri ci dicono che le ultime misure messe in campo ci hanno permesso di evitare un lockdown generalizzato che sarebbe stato un colpo letale per la nostra economia”: così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo con un videomessaggio all’iniziativa Rinascita Italia, promossa dalla Fondazione Guido Carli, ribadisce come la divisione dell’Italia in tre zone (gialla, arancione e rossa) abbia permesso la convivenza con il virus.

04 Dicembre 18:17 Emilia Romagna in zona gialla, Campania e Toscana zona arancione: le nuove ordinanze

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà 3 nuove ordinanze sulla base dei dati della Cabina di Regia. Con la prima si rinnovano le misure restrittive vigenti relative alle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte. Con la seconda le Regioni Campania, Toscana, Valle D’Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano passano ad area arancione da area rossa. Con la terza le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria passano ad area gialla da area arancione. Le ordinanze saranno in vigore dal 6 dicembre

04 Dicembre 18:14 Coronavirus Lombardia, 4.533 contagi e 147 morti nelle ultime 24 ore

Sono 4.533 i nuovi contagi da coronavirus in Lombardia nelle ultime 24 ore e 147 i morti covid. Secondo  il bollettino con i dati di oggi venerdì 4 dicembre sui contagi Covid forniti dalla Regione Lombardia, i ricoveri in ospedale calano rispetto a ieri: sono 233 in meno, per un totale di 6.792. Calano anche i ricoveri in terapia intensiva (meno 14 rispetto a ieri, per un totale di 822).

04 Dicembre 17:58 Il bollettino di oggi: il dato sulle terapie intensive

Sono 24.099 i nuovi casi Covid in Italia nelle ultime 24 ore, contro i 23.225 di ieri. Confermato comunque il trend in discesa su base settimanale, anche se con qualche segno di rallentamento: venerdì scorso i nuovi casi erano 4.300 in più. Continuano a calare pure i ricoveri: le terapie intensive sono 30 in meno (ieri -19), e scendono a 3.567, con 201 ingressi del giorno (ieri 217), mentre i ricoveri ordinari calano di 572 unità

04 Dicembre 17:54 Il bollettino di oggi: 24.099 nuovi casi di contagio su 212.741 tamponi analizzati

Secondo il bollettino di oggi, venerdì 4 dicembre, sono 24.099 i nuovi contagi Covid-19 in Italia registrati nelle ultime 24 ore su 212.741 tamponi eseguiti. I decessi registrati nell’ultima giornata sono 814. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 212.741. La Lombardia è la regione con il maggior incremento giornaliero di contagi da Coronavirus, seguita da Veneto e Piemonte ed Emilia Romagna.

04 Dicembre 17:39 Marsilio: “L’Abruzzo resta in zona rossa fino al 10”

L'Abruzzo ha fatto "progressi molto significativi e ho chiesto al ministero di tenere conto di questo. Mi aspetto che stasera il ministro farà la sua nuova ordinanza, ma so già che la farà con decorrenza fino al 10. Rimane, però, un residuo di speranza". Lo afferma, a proposito del passaggio in zona arancione, il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, indicando come data il 10 dicembre, cioè una settimana in più rispetto alla scadenza dell'ordinanza con cui aveva istituito la zona rossa. Per Marsilio l'obiettivo delle interlocuzioni istituzionali ora è di anticipare e consentire ai negozi di riaprire in vista dell'8.

04 Dicembre 17:22 Emilia-Romagna e Umbria da domenica passano in zona gialla

"Poco fa ho ricevuto dal ministro Speranza la conferma che da domenica l'Emilia-Romagna tornerà in zona gialla. Decisione che il ministro formalizzerà in una nuova ordinanza che firmerà nelle prossime ore". Così il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. "Ancora oggi e domani saremo quindi in zona arancione e passata la mezzanotte di sabato saremo in zona gialla". Anche l’Umbria sarà classificata in zona gialla, ha riferito la presidente della Regione, Donatella Tesei.

04 Dicembre 17:17 In Puglia 1.419 nuovi positivi e altri 72 morti

In Puglia altre 72 morti e 1.419 nuovi casi positivi su 9.480 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus: 741 in provincia di Bari, 161 in provincia di Brindisi, 165 nella provincia Bat, 106 in provincia di Foggia, 97 in provincia di Lecce, 135 in provincia di Taranto, 11 residenti fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota. Tra i 72 decessi, 21 sono in provincia di Bari, 8 in provincia Bat, 4 in provincia di Brindisi, 35 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 822.261 test, 16.464 sono i pazienti guariti e 42.544 sono i casi attualmente positivi.

04 Dicembre 17:06 Campania verso zona arancione da lunedì 7 dicembre

La Campania sarà zona arancione da lunedì 6 dicembre. L’ordinanza che sancisce il ‘passaggio' di colore dovrebbe essere firmata nelle prossime ore dal ministro della Salute Roberto Speranza. L’eventuale passaggio in zona gialla sarà oggetto di valutazioni nei successivi dieci giorni.

04 Dicembre 17:00 In Emilia Romagna oggi oltre 2mila nuovi casi Covid

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 130.009 casi di positività, oggi 2.143 in più rispetto a ieri, su un totale di 17.667 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 12,1%. Sono 63 i decessi registrati nelle ultime 24 ore. Prosegue – sottolinea la Regione – la discesa dell'Rt regionale, l'indice di trasmissibilità del virus, è sceso sotto l'1: è infatti arrivato a 0,99 dall'1,11 della settimana scorsa.

04 Dicembre 16:49 Salgono i detenuti positivi: sono 975, più degli operatori contagiati, scesi a 920

Si inverte il flusso del contagio da Covid nelle carceri. Se sino a pochi giorni fa erano di più gli operatori positivi rispetto ai detenuti, adesso il rapporto si è invertito. I detenuti che hanno contratto il virus sono aumentati e sono arrivati a quota 975, secondo gli ultimi dati del Dap aggiornati alle 20 del 3 dicembre scorso. Mentre è calato il numero degli operatori ammalati: 920 rispetto ai 989 di tre giorni fa.

04 Dicembre 16:31 Monitoraggio Iss: in 5 regioni Rt sopra l’1, sono Calabria, Lazio, Molise, Veneto e Toscana

In 5 Regioni l'indice di trasmissibilità Rt puntuale si colloca sopra il valore 1. Si tratta di Calabria (1.06), Lazio (1.04), Molise (1.38), Veneto (1.13) e Toscana (1.01). Lo evidenzia la bozza del monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.

04 Dicembre 16:23 L’intervista di Di Lorenzo (Irpm) a Fanpage: “Ecco quando arriverà il vaccino”

Piero Di Lorenzo, amministratore delegato e presidente di Irbm di Pomezia, l’azienda impegnata nella realizzazione del vaccino AstraZeneca-Oxford contro il Coronavirus, intervenendo in diretta sul canale YouTube di Fanpage.it ha dichiarato che “è in corso la raccolta di tutti i dati per presentare i pacchetti regolatori alle agenzie. Salvo errori, nel giro di 7 o massimo 10 giorni verrà consegnato il tutto, poi la palla passerà alle agenzie stesse. Credo che per gennaio è ragionevole pensare che si arriverà all’approvazione definitiva”.

continua su: https://www.fanpage.it/attualita/di-lorenzo-irbm-prime-dosi-vaccino-oxford-astrazeneca-gia-pronte-approvazione-per-gennaio/

https://www.fanpage.it/

04 Dicembre 16:17 Inchiesta mascherine: 4 indagati a Roma, anche Chaouqui

Sono quattro le persone indagate dalla Procura di Roma in un'indagine su alcune maxicommesse da 72 milioni di euro per l'acquisto di 801 milioni di mascherine dalla Cina durante la prima ondata della pandemia. I reati ipotizzati, a seconda delle posizioni, sono di traffico di influenze illecite e ricettazione. Per quest'ultima fattispecie è indagata Francesca Immacolata Chaouqui, già coinvolta nella vicenda Vatileaks. Gli altri indagati sono l’ingegnere Andrea Vincenzo Tommasi, a capo di una società al centro dell'indagine, Mario Benotti, giornalista in aspettativa, e Antonella Appulo.

04 Dicembre 15:57 Indice Rt a 0,91. In 16 Regioni/PA sotto l’1. Diminuzione significativa della trasmissibilità

Nel periodo 11-24novembre 2020, l’rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,91 (range 0,79-1,08). Si riscontrano valori di rt puntuale inferiore a 1 in 16 Regioni/ppaa; di queste, 15 hanno un Rt puntuale inferiore a uno anche nel suo intervallo di confidenza maggiore, indicando una diminuzione significativa nella trasmissibilità. È quanto si legge nel monitoraggio dell’Iss.

04 Dicembre 15:50 Monitoraggio Iss: “Curva epidemiologica va meglio ma incidenza ancora troppo alta”

La curva epidemiologica va complessivamente meglio, e si allenta la pressione sugli ospedali, ma l'incidenza è ancora troppo alta. E' quanto sottolineano ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità nella bozza del report settimanale di monitoraggio, riferito alla settimana 23-29 novembre.

04 Dicembre 15:43 L’appello dell’Unicef: “Consentire ai Paesi a basso reddito di accedere ai vaccini”

"Il Covid è la prima vera crisi globale che abbiamo visto nella nostra vita. A prescindere da dove viviamo, la pandemia colpisce ognuno di noi. I bambini ne hanno subito seriamente le conseguenze. Tuttavia, con maggiori notizie sui vaccini e mentre cominciamo a immaginare un giorno in cui ci saremo lasciati alle spalle il virus, il nostro principio guida dovrà essere che la luce in fondo al tunnel deve splendere per tutti". Così Henrietta Fore, direttrice generale dell’Unicef. "Per questo l’Unicef ha unito con entusiasmo le sue forze all’Advance Market Commitment della Covax Facility – ha affermato – per consentire ai Paesi a reddito basso e medio basso di accedere ai vaccini contro il Covid".

04 Dicembre 15:26 Centrodestra: ‘no’ agli spostamenti a Natale è disumano

“Pur nel doveroso rispetto del principio di precauzione e di massima tutela della salute pubblica, le misure contenute nel nuovo Decreto legge per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del coronavirus appaiono non solo genericamente irragionevoli, ma particolarmente disumane. Vietare a familiari che abitano a pochissimi chilometri di distanza ma residenti in comuni diversi di trascorrere insieme anche poche ore il giorno di Natale, mentre possono vedersi prima e dopo questa data, è una restrizione che non ha alcun senso. In Italia ci sono 8.000 Comuni limitrofi, molti hanno dimensioni più piccole di un quartiere di Milano o Roma, in tantissimi casi basta attraversare la strada per trovarsi in un'amministrazione diversa. Il governo non deve solo ripensarci”. Lo dichiarano in una nota congiunta i capigruppo di FI, Lega e FdI al Senato, Anna Maria Bernini, Massimiliano Romeo, Luca Ciriani .

04 Dicembre 15:22 De Luca: “Le Regioni falsano i dati sulle terapie intensive. Aggressione contro Napoli per spostare l’attenzione dal Nord”

"Le Regioni falsano i dati sulle terapie intensive. Aggressione contro Napoli per spostare In Italia i dati sono clamorosamente falsati, ci soni Regioni che tramettono un dato inverosimile di posti di terapia intensiva per far abbassare la percentuale dei ricoverati in intensiva". Lo ribadisce, in diretta su Facebook, De Luca. "Vedrete, nelle prossime settimane sarà chiaro che la Campania è una delle pochissime Regioni che ha trasmesso dati veri", ha aggiunto. De Luca ha spiegato di aver chiesto "al ministero della Salute qual è il dato reale delle terapie intensive disponibili, non quelle comunicate, e qual è la differenziazione tra i tamponi che si fanno. Vi erano Regioni d’Italia che per settimane ci hanno detto che facevano 20mila, 50mila, 100mila test, poi improvvisamente sono scese. Oggi la Campania è tra le due o tre che fanno più test, veri, al giorno. Test molecolari veri, non test truffa". Si va concludendo — ha concluso — una "campagna di aggressione politico-mediatica contro la nostra Regione, che aveva un obiettivo, spostare l’attenzione dell’Italia dalle regioni del Centro Nord, in grande difficoltà e senza alibi, sulla Campania e su Napoli per dirottare l’attenzione politica".

04 Dicembre 15:06 Circolare Ministero della Salute: “Favorire le ‘Sale degli abbracci’ nelle Rsa”

Nelle Rsa per anziani andrebbero realizzate soluzioni tipo la ‘Sala degli abbracci', dove un "contatto fisico sicuro può arrecare beneficio agli ospiti in generale ed a quelli cognitivamente deboli in particolare". A sollecitare la realizzazione di tali spazi è la circolare del ministero della Salute relativa alle visite dei parenti degli anziani in strutture socioassistenziali

04 Dicembre 14:59 Bankitalia: con Covid sostegno al reddito per 1 famiglia su 3

Gli effetti dell'epidemia sulla situazione economica familiare sono stati attenuati dal ricorso alle misure di sostegno al reddito: circa un terzo delle famiglie ha percepito almeno una forma di supporto tra marzo e agosto; tale quota superava il 60 per cento per i lavoratori autonomi e il 40 per cento per i disoccupati. Lo rileva Bankitalia nella seconda edizione dell'Indagine Straordinaria sulle Famiglie italiane, realizzata tra la fine di agosto e l'inizio di settembre.

04 Dicembre 14:51 Fda: vaccino a 20 milioni di americani entro la fine dell’anno

La Fda, la Food and drug Administration statunitense, prevede di vaccinare 20 milioni di persone contro il Covid-19 entro la fine dell'anno: lo ha detto il commissario Stephen Hahn parlando con l'agenzia Reuters della prossima campagna vaccinale.

04 Dicembre 14:35 L’intervista di Fanpage al virologo Pregliasco: “Calo virus tra due settimane”

Nella giornata in cui in tutta Italia si è registrato il triste record di decessi per Coronavirus, nella sola Lombardia sono morte 347 persone: “Il dato sui morti in Lombardia è legato in proporzione alla popolazione e alla diffusione del virus – spiega il virologo Fabrizio Pregliasco a Fanpage.it – Il virus è ancora uguale a quello dell’inizio e la popolazione ha una quota rilevante di anziani e fragili, più inclini ad avere effetti pesanti”. Per Pregliasco “si sta vedendo la luce in fondo al tunnel, ma i decessi sono un elemento dolorosissimo e devastante con cui dovremo convivere ancora per qualche settimana”.

04 Dicembre 14:18 A Mosca 5mila prenotazioni in 5 ore per il vaccino

"Il complicato processo di vaccinazione contro il Covid è iniziato. Nelle prime cinque ore, 5 mila persone si sono iscritte per poter essere vaccinate: insegnanti, medici, assistenti sociali, coloro che oggi rischiano soprattutto la loro salute e la loro vita". Lo ha scritto il sindaco di Mosca Serghei Sobyanin sul suo sito. Da domani nella capitale russa partirà la vaccinazione di massa contro il coronavirus, limitatamente ad alcune categorie specifiche, per l’appunto insegnanti, operatori sanitari e assistenti sociali.

04 Dicembre 14:08 Come funzionano i vaccini anti-Covid cinese e russo

Al momento ci sono oltre 200 vaccini candidati in sperimentazione contro il coronavirus e benché molti vengano già somministrati da mesi in seno agli studi clinici (e non solo), non tutti hanno il medesimo “risalto” sui media internazionali. Tra questi, il vaccino russo Sputnik V e il vaccino cinese Ad5-nCoV. Se di alcuni vaccini si parla meno degli altri, nonostante comunicati stampa e proclami altisonanti da parte di governi e società coinvolti, la ragione risiede nel fatto che non si è sempre manifestata quella trasparenza richiesta dalla comunità scientifica, il cui scetticismo è stato palpabile a più riprese.

04 Dicembre 14:01 Umbria, 168 nuovi positivi al Covid e 4 morti

Sono stati 168 i nuovi positivi al Covid individuati in Umbria nelle ultime 24 ore. La Regione segnala anche 503 guariti e quattro nuovi morti. Gli attualmente positivi sono 6.423, 339 in meno di ieri. I tamponi analizzati sono stati 3.354 con un tasso di positività del cinque per cento. I ricoverati in ospedale sono 385, 14 in meno di ieri, 57 dei quali (più tre) in terapia intensiva.

04 Dicembre 13:53 In Basilicata 158 nuovi contagi e 3 morti

In Basilicata si mantiene stabile la quota giornaliera di contagi e oggi la task force regionale segnala un netto calo del numero ricoverati, da 185 a 168, e delle terapie intensive, da 24 a 20. Nel bollettino di aggiornamento, sono stati inoltre registrati tre decessi, che fanno salire a 158 il totale delle vittime nella Regione. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 1.701 tamponi, dei quali 158 sono risultati positivi, ma di questi solo 139 riguardano persone residenti in regione. Ieri i positivi erano stati 142 su 1.700 test. Registrati anche 100 guariti (2.056 dall'inizio della pandemia). Il numero degli attualmente positivi è ora di 6.243 (ieri era 6.207).

04 Dicembre 13:48 Dpcm Natale, caos in Campania: alcuni negozi aprono in zona rossa

Il Dpcm firmato ieri sera da Conte e la mancanza di informazioni dettagliate sulla Campania, che è ancora zona rossa, ha generato il caos tra i commercianti in attesa di capire se potranno o meno aprire per le vacanze di Natale. Qualcuno questa mattina ha alzato le serrande in attesa di informazioni. Confesercenti scrive al prefetto: tolleranza e comprensione per queste attività, non multateli.

04 Dicembre 13:43 Vaccino anti-Covid, chi è guarito deve farlo?

Chi ha superato l’infezione da coronavirus deve vaccinarsi? I guariti hanno già gli anticorpi? Ecco cosa dicono gli esperti e cosa sappiamo dai dati diffusi finora da Pfizer/BioNTech, che ha ufficializzato un’efficacia del 95% anche nei volontari con precedente infezione. Per il momento, in mancanza di dati completi, gli esperti sono apparsi divisi sul tema.

04 Dicembre 13:38 Luca Zaia chiede di cambiare il nuovo Dpcm: “Convinceremo il governo a modificarlo”

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, chiede di modificare il nuovo Dpcm di Natale. "Le Regioni sono a disposizione per una proposta", ha detto il presidente veneto. Aggiungendo che lascerà passare qualche ora e poi chiederà un incontro in modo da convincere il governo a modificare il provvedimento. "Non è una battaglia politica. Anche a noi nei provvedimenti è capitato di sbagliare e abbiamo fatto un'aggiunta. C’è tempo fino al 25 dicembre. Poi, se non vogliono modificarlo, diventa un totem. Io in mente ho la soluzione", ha concluso.

04 Dicembre 13:31 Marche, il presidente Acquaroli: “Oggi si saprà se potremo tornare in zona gialla”

Le Marche sono una delle regioni in "bilico" sul colore che indica la situazione di rischio Covid. "Ricordo a tutti che l'attuale ordinanza che pone le Marche in zona arancione sarà in vigore fino a sabato alle ore 24", ha scritto su Facebook il presidente della Regione Francesco Acquaroli aggiungendo che oggi si si saprà "in maniera definitiva se potremo tornare in zona gialla".

04 Dicembre 13:22 Galli: “Tanti morti, non dobbiamo pensare di avere risolto il problema”

Intervistato da Fanpage.it, il professor Massimo Galli, primario di Malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano, avvisa che l’emergenza non è finita, nonostante il calo dei contagi, e per questo non possiamo rilassarci. "I morti sono tanti ovunque, ma soprattutto in Lombardia. Questo è il motivo per cui si continua a ribadire l'importanza di non abbassare la guardia. Non dobbiamo pensare di avere risolto il problema, solo perché c'è stato un calo dei nuovi casi. La flessione è reale e importante, ma a Milano per esempio negli ultimi due giorni i numeri non sono stati bellissimi. Ieri i casi erano già di più rispetto al giorno precedente". Sulle chiusure per Natale e Capodanno Galli dice: "Dal panorama generale che osserviamo l'indicazione è chiara. Qualcuno dirà che prendo posizioni filo governative, ma questa volta dico che il segnale dato è giusto e forte. Fa capire che la storia non è finita. D'altra parte, appena dai un segnale diverso si riempiono i centri delle città".

04 Dicembre 13:13 Rapporto Censis: italiani a favore della stretta per le feste di Natale

Quasi l'80% degli italiani si dice a favore della stretta in vista delle prossime festività. Lo rivela il Censis, precisando che "in vista del Natale e del Capodanno il 79,8% degli italiani chiede di non allentare le restrizioni o di inasprirle. Il 73,4% degli italiani indica nella paura dell'ignoto e nell'ansia conseguente il sentimento prevalente da quando è cominciata la pandemia, dice il rapporto del Censis sulla situazione sociale del Paese. "Lo Stato – scrive il rapporto – è il salvagente a cui aggrapparsi nel massimo pericolo. Il 57,8% degli italiani è disposto a rinunciare alle libertà personali in nome della tutela della salute collettiva, lasciando al governo le decisioni su quando e come uscire di casa, su cosa è autorizzato e cosa non lo è, sulle persone che si possono incontrare, sulle limitazioni alla mobilità personale. Il 38,5% è pronto a rinunciare ai propri diritti civili per un maggiore benessere economico, accettando limiti al diritto di sciopero, alla libertà di opinione e di iscriversi a sindacati e associazioni".

04 Dicembre 13:08 Coronavirus Veneto, superati i 4.000 morti: i nuovi contagi sono 3.708

Sono 3.708 i nuovi positivi al coronavirus accertati in Veneto a fronte di 49.000 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, per un totale di 158.198 positivi dall'inizio dell'emergenza. Un'incidenza del 7,51% di positivi su tampone. Ricoverate ad oggi 3.041 persone (27 in meno di ieri), delle quali 337 in terapia intensiva. Superata la soglia dei 4.000 decessi dal 21 febbraio ad oggi (4.065 per la precisione), 83 in più rispetto a ieri.

04 Dicembre 12:59 Vaccino anti-Covid, il piano della Francia: prime dosi nelle case di riposo

Il governo francese ha annunciato quando inizieranno le prime due fasi di vaccinazione contro il Covid nel Paese. La prima, che riguarderà le Ehpad (case di riposo para-ospedaliere) e il personale, dovrebbe iniziare tra fine anno e inizio 2021, ha affermato il portavoce del governo, Gabriel Attal. "La seconda fase comincerà nel mese di febbraio", ha proseguito Attal, e interesserà gli over 65 ed i pazienti affetti da comorbidità. In primavera, secondo il portavoce, prenderà poi il via la campagna di vaccinazione per il resto della popolazione.

04 Dicembre 12:51 Si ammalano entrambi di Covid e uno muore: gemelli divisi dopo 70 anni insieme

In tanti anni non sono mai stati un giorno senza vedersi, sempre uniti a casa, al lavoro e nel tempo libero. A dividere due gemelli di 70 anni è stato il Covid. A raccontare la triste storia di questi due fratelli del Ravennate è Il Resto del Carlino. I due fratelli lavoravano nell'azienda di famiglia e vivevano nella stessa casa. Un mese fa uno dei due ha contratto il virus ed è stato ricoverato. Dopo poco anche il gemello si è ammalato ed è stato portato in ospedale, in terapia intensiva, dove qualche giorno fa è morto. Il primo gemello ad aver contratto il Covid invece sembra stare meglio: "Lo sentiamo al telefono – hanno raccontato i familiari al quotidiano -. Ora è in grado di parlare, di mangiare. Speriamo che torni a casa presto". Ma non sa ancora della morte del gemello: "Ha già avuto un peggioramento, anche fisico, quando ha saputo che anche suo fratello si era ammalato ed era stato ricoverato".

04 Dicembre 12:35 Moderna, tra 100 e 125 milioni di dosi di vaccino disponibili nel primo trimestre del 2021

L'azienda biotech Usa Moderna prevede "di avere tra 100 e 125 milioni di dosi di vaccino anti-Covid disponibili a livello globale nel primo trimestre del 2021". Lo sottolinea l'azienda in una nota, riportando i dati pubblicati in una lettera su ‘Nejm' e relativi alla durata dell'immunità acquista con la vaccinazione. Ebbene, "85-100 milioni di queste dosi saranno disponibili negli Stati Uniti e 15-25 milioni di dosi al di fuori degli Stati Uniti". Moderna conferma anche l'obiettivo di avere 20 milioni di dosi di vaccino disponibili negli Stati Uniti entro la fine del 2020. Le dosi previste per il primo trimestre dell'anno prossimo sono comprese nel totale che la società intende produrre a livello globale nel 2021: 500 milioni-1 miliardo.

04 Dicembre 12:20 Giani: “In Toscana 1.071 nuovi contagi Covid in 24 ore”

I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 1.071 su 14.074 tamponi molecolari e 4.313 test rapidi effettuati. Lo anticipa su Facebook il presidente Eugenio Giani, che aggiunge: "Ringrazio le donne e gli uomini che ogni giorno sono costretti ad avvolgersi totalmente in queste pesanti tute protettive, come gli infermieri in sala operatoria delle Scotte di Siena, per salvaguardare le vite di tutti noi".

04 Dicembre 12:07 Marche, 492 casi da molecolare e 42 da test antigenico

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 4.817 tamponi: 2.847 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.222 nello screening con percorso Antigenico) e 1.970 nel percorso guariti. I nuovi positivi sono 492 nel percorso nuove diagnosi (167 in provincia di Macerata, 92 in provincia di Ancona, 105 in provincia di Pesaro-Urbino, 70 in provincia di Fermo, 48 in provincia di Ascoli Piceno e 10 da fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (64 casi rilevati), contatti in setting domestico (108 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (135 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (23 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (13 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (6 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (20 casi rilevati), screening percorso sanitario (12 casi rilevati). Per altri 111 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 1.222 test e sono stati riscontrati 42 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare).

04 Dicembre 11:54 Pregliasco: “Riteniamo che ci si possa vaccinare per il Covid anche se si è subita la malattia”

"Riteniamo che ci si possa vaccinare per il Covid, anche se si è subita la malattia e così, come per le altre vaccinazioni, rinforza la difesa immunitaria. Dal punto di vista strategico si potrebbe posporre questa vaccinazione o non eseguirla però facendo dei test per verificare la positività o avere la conferma di essere stato malato". Lo ha detto Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università di Milano, a microfoni di "Giletti 102.5" su Rtl 102.5. "Il mio Natale sarà molto sobrio – ha aggiunto – lavorerò anche per dare un'evidenza al personale che comincia ad essere stanco ed affaticato, è una maratona dove la fatica si fa sentire. Per fortuna i segnali in Lombardia ci fanno ben sperare. Il problema dello sciare è per gli assembramenti che si possono creare e per gli spostamenti, le persone che si ritrovano in montagna arrivano da territori diversi. Ogni persona con cui noi entriamo in contatto costituisce un rischio quindi cerchiamo di centellinare questo contatto".

04 Dicembre 11:40 Cirio: “Dal 13 dicembre il Piemonte sarà zona gialla”

"Dal 13 dicembre il Piemonte sarà regione gialla. L'induce Rt è sceso ancora e oggi è allo 0,74″. Lo ha detto il presidente della Regione Alberto Cirio, durante la presentazione di Green Pea di Oscar Farinetti.

04 Dicembre 11:34 In Austria al via test di massa su base volontaria

L’Austria ha avviato un test di massa per il coronavirus su base volontaria, che le autorità sperano possa evitare al Paese di tornare in lockdown. I test rapidi sono iniziati oggi a Vienna e nelle province più occidentali del Vorarlberg e del Tirolo, pochi giorni prima che l’Austria inizierà ad allentare le rigide misure di blocco in vigore da metà novembre. Se i test risulteranno positivi si procederà con un altro test convenzionale per confermare l’infezione. Una volta avuta la conferma i contatti del positivo verranno messi in quarantena. Per consentire alle persone di registrarsi per i test è stato creato un sito web speciale.

04 Dicembre 11:25 Il testo ufficiale del dpcm del 3 dicembre firmato da Conte e in vigore da oggi

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato ieri sera il nuovo dpcm che introduce le misure per il contenimento della diffusione del coronavirus in Italia. Il testo definitivo del decreto modifica in alcuni punti l'ultima bozza circolata nella giornata di ieri. Le misure scattano da oggi 4 dicembre e sono valide fino al prossimo 15 gennaio 2021. Questo ampliamento della durata consueta di 30 giorni è una conseguenza del decreto varato due giorni fa dal Consiglio dei ministri, che ha fornito la cornice normativa su cui si basano le nuove misure anti Covid. Questo il testo ufficiale e definitivo del dpcm.

04 Dicembre 11:17 Il sindaco di Benevento Mastella: “Mi offro per primo per il vaccino anti-Covid”

Il sindaco di Benevento Clemente Mastella si offre come testimonial per il vaccino anti Covid. “Se sarà possibile, mi sottoporrò per primo, per allontanare diffidenze e il demone dei no vax”, ha detto il primo cittadino sannita.

04 Dicembre 11:08 Spostamenti e cenoni, tutte le regole per Natale e Capodanno in Europa

Con la presentazione del dpcm di Natale gli italiani hanno finalmente saputo come trascorreranno le prossime festività, tra divieti di spostamenti e raccomandazioni per il cenone in casa. Come saranno invece le feste nel resto d'Europa? I governi stanno pensando a piani per evitare che le festività possano portare a nuovi contagi. Qui spieghiamo come si festeggerà in Europa e quali sono le maggiori differenze con l'Italia.

04 Dicembre 10:55 Morto per Covid il noto psichiatra forense Gian Luigi Rocco

È morto ieri per Covid Gian Luigi Rocco, noto psichiatra forense genovese. Aveva 71 anni ed era ricoverato da un mese all'ospedale Galliera di Genova. Ne dà un toccante ricordo su Facebook il figlio Gian Luca Rocco, giornalista, invitando alla massima attenzione contro l'epidemia. Come psichiatra forense, ricorda il figlio, era "forse uno dei più bravi in Italia. Non ha mai voluto le luci della ribalta. A parte ‘Un giorno in Procura', dove non aveva scelta, non è mai finito in tv, nonostante i corteggiamenti serrati di diverse primedonne dei talk show. Diceva che se vai in tv, non segui i pazienti. O fai la soubrette o fai il medico, il clinico". Sono molti i casi anche celebri in cui Rocco era intervenuto in tribunale per una perizia. Uno degli ultimi riportati alle cronache è stato quello dell'omicidio della 21enne Janira D'Amato per cui è stato condannato all'ergastolo Alessio Alamia. Ma, più indietro negli anni, anche nel caso del ‘maniaco dell'ascensore' a Genova tra il 2005 e il 2006. "Mio padre sarebbe ancora vivo e probabilmente, nonostante una forma scadente e un girovita abbondante, lo sarebbe stato per i prossimi 20 anni se non ci fosse stato e se non si fosse preso il Covid – dice il figlio -. Perché mio padre diceva che stava attento, ma riceveva i pazienti. Che metteva la mascherina, ma andava in Tribunale. Che insomma, non poteva stare in casa, aveva cose da fare, persone da vedere".

04 Dicembre 10:49 Olimpiadi Tokyo posticipate a causa della pandemia costeranno altri 2,4 miliardi di dollari

Le Olimpiadi di Tokyo posticipate a causa della pandemia costeranno almeno 2,4 miliardi di dollari aggiuntivi. Lo hanno riferito gli organizzatori dell'evento sportivo. In particolare un ulteriore miliardo e mezzo di dollari sarà necessario per i costi operativi dovuti allo slittamento e altri 900 milioni di dollari per le misure anti-covid ai Giochi il prossimo anno.

04 Dicembre 10:43 Ministro Speranza: “Evitare una nuova recrudescenza del virus a inizio del prossimo anno”

"L'obiettivo è evitare una nuova recrudescenza del virus a inizio del prossimo anno". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo al 9 Healthcare summit del Sole 24 Ore. "I sacrifici degli italiani servono a questo – ha spiegato il ministro – abbiamo visto infatti che basta poco per ripiombare in situazioni pericolose. Nei mesi estivi sono aumentati gli spostamenti e si è abbassata la soglia di attenzione e del rispetto delle regole, e ne abbiamo pagato il prezzo. Ora nelle prossime settimane, con la pausa natalizia nella quale si riprendono le relazioni sociali, potrebbe essere un momento che ci rimette in difficoltà".

04 Dicembre 10:33 Vaccino Pfizer, primo carico di dosi già in Gran Bretagna: verrà somministrato da martedì

È arrivato nel Regno Unito il primo contingente di dosi di vaccino anti-covid Pfizer/BioNTech. Il carico è stato portato in un centro di raccolta segreto a -70 gradi. La distribuzione scatterà dal weekend a partire dalle nazioni minoritarie del Regno, con priorità assoluta agli anziani delle case di riposo e chi li assiste. Il governo di Boris Johnson ha prenotato 40 milioni di dosi di questo vaccino, 10 milioni delle quali attese entro quest'anno. Le prime dosi del vaccino Pfizer verranno somministrate martedì, secondo un capo del NHS.

04 Dicembre 10:25 Lopalco: “Scuola è stata un incubatore di infezione”. In Puglia resta la dad su richiesta

La scuola è stata "effettivamente un incubatore di infezione": a dirlo l'assessore alla Salute della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, in una relazione trasmessa al governatore Michele Emiliano e riportata nell'ordinanza firmata la notte scorsa dallo stesso Emiliano, con la quale è stata confermata per le scuole elementari e medie la possibilità per i genitori di scegliere la didattica digitale integrata per i propri figli.

04 Dicembre 10:12 Ministra Lamorgese annuncia controlli alle vie dello shopping e alle frontiere a Natale

“Siamo entrati in una fase molto delicata del contrasto alla pandemia in cui si cerca di contemperare l'esigenza di non paralizzare una seconda volta le attività economiche con l’obiettivo, primario, di contenere la diffusione del virus”. Lo dice in una intervista Luciana Lamorgese concentrandosi sull'aspetto dei controlli in vista dello shopping natalizio: “Con i negozi aperti in tutte le Regioni, va da sé, soprattutto in prossimità del Natale, che la voglia di socialità degli italiani avrà il suo sfogo naturale nelle vie dello shopping. Per questo le forze di polizia continueranno a svolgere i controlli necessari con l'impegno e l'equilibrio di sempre: dal primo settembre al 30 novembre, sono state controllate oltre sei milioni di persone e circa un milione di attività commerciali, con 50 mila sanzioni e quasi duemila denunce. Certo, a marzo, con il lockdown generalizzato, era più semplice controllare e sanzionare mentre oggi, con tutte le attività economiche aperte, spetta anche ai singoli cittadini assumere comportamenti per evitare assembramenti pericolosi”. Quanto al controllo delle frontiere, Lamorgese afferma che “il problema si porrà in particolare a Natale, quando sono più frequenti gli spostamenti da e per l'estero: e dunque anche chi decide di oltrepassare i confini nazionali dovrà sottoporsi a controlli più serrati al momento del rientro in Italia".

04 Dicembre 09:52 Cina avrà 600 milioni di dosi di vaccini “pronte per l’uso quest’anno”

La Cina avrà 600 milioni di dosi di vaccini anti-Covid pronti per l'uso quest'anno e presto arriverà "un annuncio importante", secondo quanto ha detto uno scienziato responsabile dello sviluppo dei vaccini nel Paese. “Per quanto riguarda lo sviluppo dei vaccini anti-Covid, ci sarà un importante annuncio di novità nelle prossime una o due settimane", ha detto Wang Junzhi, scienziato della Chinese Academy of Engineering e anche vice-direttore della task force di esperti per lo sviluppo del vaccino che risponde al Consiglio di Stato. "Come previsto, quest'anno ci saranno 600 milioni di dosi di vaccini pronti per il lancio sul mercato”. La vice premier Sun Chunlan ha detto che sono cinque, su un totale di 14 attualmente in fase di sviluppo, i vaccini anti-Covid cinesi già nella fase 3 della sperimentazione clinica. Sun ha chiesto sforzi costanti per condurre la fase 3 delle sperimentazioni cliniche seguendo "un approccio scientifico e rigoroso" e garantendo che soddisfino le relative leggi e normative vigenti e gli standard internazionali.

04 Dicembre 09:26 Come festeggiare Natale e Capodanno, le regole per pranzi e cene nel dpcm del 3 dicembre

I giorni festivi di Natale, Capodanno e Santo Stefano si potrà andare a pranzo al ristorante, ma senza uscire dal proprio Comune. A casa una forte raccomandazione da parte del governo a non ricevere persone non conviventi. La sera dell’ultimo dell’anno ristoranti chiusi anche negli alberghi. Qui tutte le regole contenute nel dpcm del 3 dicembre sulle feste di Natale.

04 Dicembre 09:08 In Giappone infezioni tra gli studenti quasi triplicate

Dall'apertura delle scuole in Giappone lo scorso giugno circa 3.300 alunni di scuola elementare e medie hanno contratto il coronavirus, cifra che ha visto un'impennata negli ultimi tre mesi. Lo riporta l'edizione online del Mainichi Shimbun, che pubblica i dati del ministero dell'Istruzione e della Cultura, evidenziando che il 13% degli studenti è stato contagiato a scuola, mentre il 55% ha contratto la malattia fuori dagli istituti o a casa. Il raffronto con i dati governativi di fine agosto, pari a 1.166 casi, segnala un numero quasi triplicato in scia alla repentina ascesa delle positività a livello nazionale. Il Paese si confronta con quella che gli esperti medici definiscono ‘la terza ondata' della malattia, e sebbene la virulenza della pandemia sia stata più ridotta rispetto ai paesi europei e degli Stati Uniti, negli ultimi giorni il virus a innescato una situazione di allerta rosa a Osaka.

04 Dicembre 08:48 Ricciardi: “Se tutti rispetteremo le regole rigide per Natale eviteremo la terza ondata”

“Se tutti rispetteremo le regole rigide per Natale eviteremo la terza ondata”: a dirlo Walter Ricciardi, consulente del ministro Speranza, in una intervista al Messaggero. “Resta uno scoglio – aggiunge Ricciardi -. la riapertura delle scuole. Non tanto le lezioni, ma tutto ciò che sposta la scuola. Indispensabile potenziare i trasporti o differenziare gli orari, altrimenti anche il ritorno tra i banchi potrebbe provocare una terza ondata”. Secondo Ricciardi, “servono altri quindici giorni per vedere diminuire anche il dato dei decessi”.  “La limitazione degli spostamenti – così ancora il consulente del ministero – nei giorni di festa è indispensabile se si vogliono fermare i contagi, tenendo conto dei dati attuali di diffusione del virus e dei decessi”.

04 Dicembre 08:33 Nuovo dpcm Natale, stretta sulle feste e spostamenti: cosa si può fare e cosa no dopo il 3 dicembre

Il presidente del Consiglio Conte ha illustrato in conferenza stampa il nuovo dpcm del 3 dicembre valido a partire da oggi fino al 15 gennaio e contenente le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19. Resta il modello della divisione in zone dell'Italia in tre fasce di rischio, giallo, arancione e rosso, anche se nel periodo a ridosso delle festività ci saranno altre misure restrittive non legate ai colori. Ad esempio, nel periodo dal 21 dicembre al 6 gennaio c'è lo stop agli spostamenti tra Regioni, anche tra aree gialle. Resta il coprifuoco in tutta Italia dalle 22 alle 5 del mattino con unica eccezione della notte di Capodanno, quando il divieto di circolazione sarà esteso fino alle 7 del mattino. Per chi torna dall'estero dal 21 al 6 gennaio c'è l'obbligo di sottoporsi alla quarantena. I negozi saranno aperti fino alle 21 dal 4 dicembre al 6 gennaio in tutte le Regioni, tranne in quelle inserite nella zona rosse. Stop a piste da sci e crociere nel periodo delle feste, e a gennaio si torna anche a scuola: studenti delle superiori e ragazzi di seconda e terza media potranno tornare in classe il 7 gennaio. È previsto il ritorno fra i banchi per il 75% degli studenti. Per quanto riguarda i cenoni delle feste, il governo non può imporre un numero di commensali consentito per cene e pranzi a casa, ma raccomanda fortemente di festeggiare solo con familiari conviventi. "Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all'aperto. Con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza", si legge nel dpcm. Qui nel dettaglio le misure contenute nell'ultimo dpcm firmato da Conte.

04 Dicembre 08:17 Ieri il giorno con più vittime di Covid in Italia, l’esperto: “Siamo ragionevolmente nel picco”

“È evidente che questo dato è la conseguenza della situazione di due settimane fa” spiega al Corriere della Sera, parlando dei 993 decessi di ieri, Stefano Centanni, docente di Malattie dell’apparato respiratorio all’Università Statale di Milano e primario di Pneumologia all’Asst Santi Paolo e Carlo. “I modelli matematici prevedevano un grande aumento di morti in questi giorni. Alcune simulazioni descrivevano uno scenario anche peggiore, con 1.200 decessi. Quella causata da Sars-CoV-2 è una patologia lenta. Nel mio reparto di terapia semi-intensiva respiratoria non riusciamo a dimettere i pazienti prima di 9, 10 giorni. I numeri che purtroppo vediamo oggi sono la diretta conseguenza dell’esplosione di contagi delle scorse settimane”, ha spiegato l’esperto secondo cui “ragionevolmente siamo nel picco”. “Osservando quanto successo in primavera, possiamo dire che finora abbiamo visto il 45 per cento delle morti di questa ondata. Quindi deve ancora verificarsi il restante 55 per cento, con una curva che calerà lentamente”, ha aggiunto dicendosi comunque d’accordo con altri colleghi che hanno detto che oggi la mortalità è inferiore rispetto alla prima fase.

04 Dicembre 08:01 Nuovo record di contagi negli Stati Uniti, oltre 210.000 nuovi casi in 24 ore

Nelle ultime 24 ore negli Stati Uniti sono stati registrati oltre 210.000 nuovi casi di Coronavirus, secondo i dati della Johns Hopkins University. Si tratta di un record assoluto. I decessi sono stati oltre 2.900.

04 Dicembre 07:45 Non accettano le misure anti-Covid: 2 aggressioni al Policlinico di Palermo

Nel giro di poche ore due aggressioni simili al pronto soccorso del Policlinico di Palermo. Protagonisti i parenti di due pazienti che hanno perso il controllo dopo essere stati lasciati fuori dall'area di emergenza come prevede il protocollo anti Covid-19. Secondo la ricostruzione, la prima a non accettare le disposizione è stata una 29enne, che si è scagliata contro l'infermiera incaricata del triage. Avrebbe iniziato ad insultare e minacciare l'infermiera per il ritardo nell'accettazione del parente malato e poi l'avrebbe colpita quando le hanno impedito di entrare nella zona emergenza. La giovane è stata denunciata per minacce e lesioni. Qualche ora dopo il parente di un paziente ha protestato in modo veemente contro le nuove regole sulla presenza di parenti nel pronto soccorso. L'uomo, di 37 anni, lasciato in sala d'attesa, dopo aver urlato e minacciato i sanitari per oltre un'ora ha tentato di sfondare una delle porte scorrevoli che danno accesso all'area di emergenza. È stato necessario l'intervento dei carabinieri.

04 Dicembre 07:31 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid di oggi, venerdì 4 dicembre

Sono 23.225 i nuovi casi di Coronavirus in Italia nel bollettino di ieri, per un totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria di 1.664.829 contagiati. È record di morti dall’inizio della pandemia, ben 993, mai così tanti. I casi attualmente positivi sono 759.982. Di seguito i dati relativi agli incrementi delle ultime 24 ore, Regione per Regione:

Lombardia: +3.751

Piemonte: +2.230

Campania: +2.295

Veneto: +3.581

Emilia Romagna: +1.776

Lazio: +1.769

Toscana: +929

Sicilia: +1.294

Liguria: +422

Puglia: +1.602

Marche: +476

Abruzzo: +395

Friuli Venezia Giulia: +772

Umbria: +286

P.A. Bolzano: +374

Sardegna: +538

P.A. Trento: +239

Calabria: +280

Valle d'Aosta: +42

Basilicata: +124

Molise: +53

Con la firma del presidente del Consiglio Giuseppe Conte sul nuovo Dpcm del 3 dicembre, il governo blinda il Natale. “Non possiamo abbassare la guardia. Dobbiamo evitare una terza ondata a gennaio”, ha detto Conte illustrando le misure in conferenza stampa.  Regioni contro lo stop agli spostamenti dal 21 dicembre al 6 gennaio. A Natale, Santo Stefano e Capodanno non ci si potrà spostare dal proprio comune. Chiusi gli impianti di sci fino a gennaio, quarantena per chi torna dall'estero. Dal 7 gennaio didattica in presenza al 75% per le superiori. Oggi attese decisioni sul cambio di colore di alcune regioni. Nelle ultime 24 ore negli Stati Uniti sono stati registrati oltre 210 mila nuovi casi di contagio da Covid, secondo i dati della Johns Hopkins University. È record. I decessi sono stati oltre 2.900.