27 Novembre 22:52 Zaia: “Veneto in zona gialla, ma non abbassiamo la guardia. Abbiamo 3mila ricoveri”

"Il Veneto resta in zona gialla, ma non abbassiamo la guardia! Proibito cullarsi nelle illusioni: i prossimi giorni saranno decisivi per il futuro della sanità pubblica veneta. Come ho detto infinite volte, questa non è una gara e non si vince niente. Rivolgo a tutti un forte appello alla responsabilità perché si rispettino al massimo il distanziamento sociale senza alcun tipo di assembramento, l'uso costante della mascherina, l'igiene continua delle mani": così il governatore della Regione Veneto, il leghista Luca Zaia, sui suoi canali social.

E ancora: "Non posso dimenticare che stiamo fronteggiando ben tremila ricoveri. Rispetto e responsabilità non sono da rivolgere solo alla salute pubblica e personale, ma anche a chi quei tremila malati li cura con rischio evidente anche per la propria salute personale e con totale abnegazione". Quindi lancia un appello a tutti i cittadini: "Il mio non è un appello di maniera ma una vera e propria chiamata al popolo veneto perché faccia squadra: ogni singolo cittadino deve sentirsi direttamente coinvolto nella battaglia contro questo virus subdolo, sapendo che i prossimi giorni saranno determinanti".

27 Novembre 22:25 Coprifuoco alle 22 e ristoranti chiusi a Natale e Santo Stefano: le ipotesi sul tavolo

Coprifuoco alle 22, ristoranti chiusi nel giorno di Natale e Santo Stefano, spostamenti tra Regioni limitati ai residenti e quarantena per chi rientra dall’estero. Sono le misure che, secondo fonti di maggioranza, il governo si prepara ad approvare nel prossimo Dpcm di dicembre. Giuseppe Conte sta incontrando in queste ore i capidelegazioni dell'area di governo e queste sono le ipotesi sul tavolo che dovrebbero rientrare tra le norme anti-coronavirus in vigore durante le festività natalizie.

27 Novembre 21:42 La ministra De Micheli: “Non ci sono condizioni per riaprire piste da sci”

"Non esistono le condizioni sanitarie. Ritengo che, prima di Natale, non si possano riaprire gli impianti di risalita. Le buone linee guida per poterlo fare ci sono, ma non si può farlo perché attorno allo sci ruotano altre attività potenzialmente pericolose per i contagi". Lo ha affermato Paola De Micheli, ministra alle Infrastrutture e Trasporti, intervenuta in streaming alla conferenza organizzata oggi dalla segreteria provinciale del Pd di Sondrio, guidata dal neo eletto segretario valtellinese Michele Iannotti.

27 Novembre 21:23 Piemonte in zona arancione, il governatore Cirio: “Anche le scuole medie restano in dad”

"La zona arancione non è un traguardo, è un passaggio. Oggi ho riunito tutti gli epidemiologi e abbiamo deciso che per la seconda e terza media in Piemonte continuerà la didattica a distanza". Lo ha detto il governatore Alberto Cirio al Tg3 Piemonte predica prudenza e, in vista del passaggio domenica a zona arancione, annuncia "misure anti-assembramento soprattutto per i centri commerciali".

27 Novembre 21:14 Di Maio: “Fare sacrifici non significa non andare a sciare, è surreale”

"Dobbiamo fare ultimi sacrifici" per combattere il Covid. Ma "il sacrificio non significa oggi non andare a sciare, non è il tema delle piste da sci, è surreale". Lo ha detto il ministro degli esteri, Luigi Di Maio intervenendo a Stasera Italia su Rete4. Alla domanda se gli italiani andranno poi a sciare in Austria o Svizzera, Di Maio ha risposto: "Noi chiudiamo gli impianti per evitare gli assembramenti. Non chiudiamo i confini. Se si va a sciare all'estero, quando si torna si fa la quarantena, così preserviamo chi è rimasto qui". Di Maio ha aggiunto anche che "nelle prossime ore il ministro Speranza presenterà il piano di vaccinazione nazionale".

27 Novembre 20:54 Oms: “Con primi vaccini non spariranno i super diffusori”

I futuri vaccini anti-Covid non riusciranno, in un primo momento, a sradicare il Coronavirus perché mentre – nella prima fase – verranno somministrati ai gruppi prioritari, continueranno ad esserci le persone note come superdiffusori. A sottolinearlo è l'Oms, da Ginevra. "Speriamo che il vaccino serva per tenere sotto controllo la trasmissione del virus, ma finché non sapremo come funzionano nella vita reale o abbiamo maggiori dettagli sul modo in cui il virus si trasmette, non possiamo pensare che con l'arrivo del vaccino si potrà sradicare il virus", ha segnalato il Direttore delle Emergenza Sanitarie dell'Oms, Michael Ryan. Per questo motivo, è molto importante definire "molto bene" i gruppi di popolazione che devono essere vaccinati, concentrandosi su quanti partecipano maggiormente al processo di trasmissione del virus. "Bisogna essere molto cauti, perché se esiste un possibile superdiffusore, si rischia una trasmissione malgrado la campagna di vaccinazione".

27 Novembre 20:33 De Luca: “Campania ancora zona rossa? Da noi esiste solo la zona dell’Aglianico”

Il governatore della Campania De Luca ha commentato la decisione del governo di rinnovare la zona rossa nella regione fino al 3 dicembre: "La Campania zona rossa? Piena condivisione, purtroppo solo virtuale, visto che l’unica zona rossa realmente esistente da noi è la zona dell’aglianico. Tutto il resto è propaganda. I controlli sono pari a zero. Sono in libera uscita tutti, tranne i venditori di pantofole di panno beige".

27 Novembre 20:24 Ira Valle d’Aosta: “Roma spieghi perché restiamo in zona rossa”

Giovedì "abbiamo ricoverato un cittadino biellese perché tante rianimazioni del Piemonte erano sature. Oggi deduciamo (non arrivano comunicazioni) che rimarremo zona rossa e ad ora non  sappiamo perché. Roma deve darci risposte chiare, questa non è serietà". Lo ha scritto su Twitter il presidente della Regione Valle d'Aosta, Erik Lavevaz, in polemica con la scelta del governo di non spostare la Regione in zona arancione.

27 Novembre 20:14 Iss: “Evitare ancora spostamenti non necessari e restare a casa il più possibile”

Anche se la situazione epidemiologica sta migliorando in tutto il Paese, questo dato non deve portare a un rilassamento prematuro delle misure o a un abbassamento dell’attenzione nei comportamenti. Lo afferma l’Istituto superiore di Sanità nel suo monitoraggio settimanale, in cui chiede ai cittadini di continuare a evitare tutte le occasioni di contatto con altre persone e a restare in casa il più possibile.

27 Novembre 19:57 Francia, 12.000 nuovi casi e 393 decessi per Coronavirus in 24 ore

Sono stati 12.459 i casi positivi al Covid-19 nelle ultime 24 ore in Francia, ancora i calo rispetto ai 13.563 di ieri. I morti in ospedale sono stati 393 contro i 339 di ieri. Il totale delle vittime, a cui si aggiungono 564 decessi cumulati in 4 giorni nelle case di riposo e negli istituti per disabili, sale a 51,914. Per la prima volta da inizio novembre tornano sotto quota 4.000 i pazienti di Covid in rianimazione, che stasera sono 3.883, 135 in meno di ieri. Anche i ricoverati in ospedale sono scesi sensibilmente e sono stasera 662 in meno di 24 ore fa (28.648). Scende sotto il 12% il tasso di positività dei tamponi (11,7%).

27 Novembre 19:26 Rezza (Iss): “Primi effetti misure di contenimento ma ancora troppi ricoveri. Mantenere comportamenti prudenti”

"In questa settimana diminuisce per la prima volta l'incidenza di casi di Covid-19 nel nostro Paese, anche se si mantiene molto elevata, superiore a 700 casi per 100mila abitanti. l'Rt si fissa a 1,08, quindi si nota un primo effetto delle misure di contenimento fino ad ora adottate. Purtroppo, continuano ad aumentare i ricoveri, soprattutto quelli in terapia intensiva. Per questo, è bene continuare a mantenere comportamenti prudenti". Lo ha detto Gianni Rezza a commento del report di monitoraggio settimanale elaborato da Istituto superiore di Sanità e Ministero della Salute.

27 Novembre 19:13 L’Oms: “Rimanere vigili anche se i casi di Coronavirus calano”

Anche se i Paesi vedono un calo dei casi di Coronavirus, devono rimanere vigili. Lo ha detto oggi Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico dell'Organizzazione mondiale della sanità per il Covid-19 nel consueto briefing virtuale a Ginevra. "E' in nostro potere mantenere bassa la trasmissione", ha aggiunto sottolineando che "abbiamo visto decine di Paesi dimostrarci che il virus può essere portato e tenuto sotto controllo". Tedros Ghebreyesus, direttore generale dell'Oms, ha chiesto da parte sua un'espansione dei sistemi di test per tracciare più accuratamente la diffusione del Covid-19 nei Paesi più colpiti.

27 Novembre 19:08 Lutto a Nocera, Veronica muore col Covid al quarto mese di gravidanza

Lutto a Nocera Inferiore, a pochi passi da Napoli: è morta a 33 anni con il Coronavirus l’avvocatessa Veronica Stile, di Nocera Inferiore. Già mamma di una bimba di 3 anni, era incinta al quarto mese di gravidanza ed era sposata con Rosario Stanzione, imprenditore nonché ex calciatore di Napoli e Nocerina. Il sindaco Torquato: “Era un fiore sbocciato”.

27 Novembre 19:02 Il ministro Speranza firma ordinanza: Campania e Toscana restano in zona rossa

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà una nuova ordinanza con cui si rinnovano le misure restrittive vigenti relative alle Regioni Campania e Toscana, che restano in zona rossa, ed  Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche. L’ordinanza è valida fino al 3 dicembre 2020.

27 Novembre 18:40 Guido Longo come nuovo commissario alla sanità in Calabria: via libera da Cdm lampo

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera alla nomina del prefetto Guido Longo come nuovo commissario alla sanità in Calabria. La riunione del Cdm è stata lampo, durata solo il tempo della nomina.

27 Novembre 18:17 Speranza firma ordinanza: Calabria, Lombardia e Piemonte passano in area arancione

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà una nuova ordinanza a breve con cui si dispone l’area arancione per le Regioni Calabria, Lombardia e Piemonte e l’area gialla per le Regioni Liguria e Sicilia. L’ordinanza sarà in vigore dal 29 novembre.

27 Novembre 17:55 L’appello del virologo Fauci per Natale: “Teniamo i nostri cari al sicuro”

A Natale mostriamo l'affetto ai nostri cari "pensando alla loro sicurezza" ed evitando grandi riunioni familiari. Questo il nuovo appello di Anthony Fauci che teme che la stagione delle festività invernali, inaugurata negli USA di ieri con il Ringraziamento e che poi continuerà nel mese di dicembre fino a Capodanno, non porterà nessun rallentamento della pandemia da Coronavirus. "Se l'ondata continuerà a salire ed avremo il ritmo di oltre 100mila contagi e 1300 decessi al giorno, con i numeri che continuano a salire, non vedo che vi possa essere nulla di diverso durante le feste di Natale e di Capodanno rispetto a quella del Ringraziamento", ha detto il celebre virologo intervistato da Usa Today.

27 Novembre 17:50 Pregliasco: “Terremo la mascherina come minimo per tutto il 2021”

“Saranno in tanti a vaccinarsi ma ci vorranno diversi mesi per arrivare a una copertura del 60/70%. Questa malattia ha un R0 di 2.5, una contagiosità che non è elevatissima, tenendo conto che quello del morbillo è 15”. Così Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, a “Un giorno da Pecora” su Rai Radio1. “L'efficacia dei singoli vaccini, non essendo totale, ci spingerà per un periodo a mantenere ancora la mascherina precauzionalmente e come minimo la terremo fino alla fine del 2021”, ha aggiunto Pregliasco.

27 Novembre 17:45 De Felice (Intesa): “Pil? Torneremo ai livelli pre-Covid nel 2025”

L'Italia dovrà attendere il 2025 per un recupero del Pil ai livelli pre-Covid. A differenza della Germania che “riuscirà a farlo nel 2022 e della Francia nel 2023”. Lo sottolinea il capo economista di Intesa Sanpaolo, Gregorio De Felice, presentando la ricerca “Gli scenari macro: i nuovi orientamenti delle imprese italiane”, in occasione della tappa conclusiva del digital tour ‘Imprese Vincenti'. “Noi abbiamo una proiezione di crescita dal 2021 al 2024 superiore alla crescita potenziale dell'Italia, stimata intorno allo 0,3%-0,4% dalla Commissione europea, perché abbiamo la prospettiva del Next generation Eu, di un vaccino e auspicabilmente perché speriamo che questa crisi sia una opportunità anche per fare le riforme”, afferma De Felice, evidenziando però che “bene che ci vada recupereremo i livelli del 2019 solo nel 2025”.

27 Novembre 17:30 Riunione capi delegazione: confermato divieto spostamento tra Regioni e coprifuoco alle 22 a Natale

Confermato il divieto di spostamento tra le Regioni e il coprifuoco, anche a Natale, sarà alle 22: è questa la linea del governo emersa dopo la riunione dei capidelegazione

27 Novembre 17:25 I guariti superano i nuovi casi nelle ultime 24 ore

Sono 35.647 i guariti in Italia dal coronavirus nelle ultime 24 ore. Il dato supera di oltre 12mila unità quello dei nuovi contagiati. Il totale dei dimessi e dei guariti è di 696.647. Lo rivela il bollettino del ministero della Salute.

27 Novembre 17:20 Coronavirus Campania, 2.924 nuovi casi e 63 decessi nelle ultime 24 ore

Oggi in Campania 2.924 nuovi contagiati Covid emersi dalle analisi di 22.301 tamponi. Ieri erano stati 3.008 i nuovi casi dopo 23.761 tamponi analizzati. Sale il numero dei morti: sono 1.546 da inizio pandemia.

27 Novembre 17:15 Coronavirus Lombardia, oggi si contano 5.389 nuovi contagi e 181 decessi

Secondo il bollettino odierno sull'epidemia Covid 19, in Lombardia sono stati segnalati 5.389 nuovi casi di Coronavirus e 181 morti. I ricoveri in ospedale diminuiscono rispetto a ieri: sono stati 127 in meno, per un totale di 7.869. Calano anche i ricoveri in terapia intensiva (meno 9 rispetto a ieri, per un totale di 925): ecco il bollettino con i dati di oggi venerdì 27 novembre sui contagi Covid forniti dalla Regione Lombardia.

27 Novembre 17:10 Il bollettino di oggi: oltre 28mila nuovi casi su 222.803 tamponi effettuati

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 1.538.217 persone hanno contratto il coronavirus: i nuovi casi sono +28.352, -1,9% rispetto al giorno prima (ieri erano +29.003), mentre i decessi odierni sono +827, +1,6% (ieri erano +822), per un totale di 53.677 vittime. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 222.803. Questi i dati del bollettino sulla pandemia di Covid-19 di venerdì 27 novembre.

27 Novembre 16:59 Coronavirus Lazio, 2.276 positivi e 69 morti nelle ultime 24 ore

"Oggi, su oltre 24mila tamponi, si registrano 2.276 casi" in Lazio, rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 2.260 su 26mila tamponi eseguiti. Il numero dei morti è invece lo stesso di ieri: 69. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 1.576.

27 Novembre 16:35 Cosa dice il report di monitoraggio dell’emergenza Covid in Italia nell’ultima settimana

Secondo il report di monitoraggio dell’emergenza Coronavirus in Italia nella settimana compresa tra il 16 e il 22 novembre elaborato da Iss e Ministero della Salute, la curva epidemiologica rallenta ma ci sono ancora 10 regioni classificate ad alto rischio di trasmissibilità di Sars-CoV-2. Si tratta di Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, provincia autonoma di Bolzano, Puglia, Sardegna e Toscana, cui si aggiunge la Calabria, giudicata “non valutabile”.

27 Novembre 16:23  In Puglia oggi 1.737 nuovi positivi e 48 morti

Sono 1.737 i nuovi casi di Covid-19 rilevati in Puglia nelle ultime 24 ore, a fronte di 9.505 tamponi processati. In totale sono 50.738 i contagi in regione da inizio pandemia con 762.047 test. Lo si evince dal bollettino diffuso dalla Regione Puglia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 48 decessi: 8 in provincia di Bari, 15 in provincia BAT, 3 in provincia di Brindisi, 10 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto e uno residente fuori regione. Le vittime del Covid nella Regione dall'inizio della pandemia sono in tutto 1.404.

27 Novembre 16:17 Piemonte, Cirio: “Il nostro Rt è 0.84. Mi aspetto di passare in zona arancione”

L’Rt del Piemonte "oggi è 0.84 il puntuale, 0.9 il medio, quindi entrambi sono sotto quota 1. Quando il Piemonte era rosso eravamo a un Rt di 2.16, questo vuol dire che i sacrifici dei piemontesi sono serviti". A dirlo, ai microfoni di Sky, il presidente della Regione Alberto Cirio. "Mi aspetto che venga attuato – aggiunge – quello che è previsto dal decreto del presidente del Consiglio», ossia l’uscita dalla zona rossa. Un «risultato importante – spiega – ma che dobbiamo vivere non come la fine ma come un passo della battaglia, del percorso che dobbiamo continuare ad affrontare con prudenza, rigore e responsabilità perché questi dati li vogliamo stabilizzare".

27 Novembre 16:03 Lombardia, L’annuncio di Fontana: “Siamo passati in zona arancione, potremo riaprire i negozi”

"Grazie ai sacrifici dei lombardi, apprezzati i dati epidemiologici, ora siamo in zona arancione e potremo riaprire gli esercizi commerciali. A breve la decisone del Governo". Lo scrive su Twitter il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

27 Novembre 15:56 L’indice di contagio Rt in Italia è sceso a 1,08. Una settimana fa era a 1,18

L'indice di contagio Rt in Italia è sceso a 1,08 nella settimana 16-22 novembre, contro l'1,18 della settimana precedente, con 10 regioni che hanno già un indice inferiore a 1, ossia sono ufficialmente in discesa. E' quanto si legge nella bozza del report di monitoraggio ministero della Salute-Iss.

27 Novembre 15:47 Regno Unito, indice Rt scende sotto soglia sicurezza

Torna sotto controllo l’indice Rt di diffusione del coronavirus nel Regno Unito, sotto la soglia di sicurezza 1 a livello nazionale per la prima volta da agosto. Lo certificano i calcoli diffusi oggi dai consulenti medico scientifici dell’esecutivo di Boris Johnson: stimando al momento un livello medio compreso fra 0,9 e 1 nel Paese (contro 1-1,1 delle ultime settimane), sullo sfondo del lockdown bis imposto dal governo Tory in tutta l’Inghilterra a partire dal 4 novembre e fino al 2 dicembre prossimo. Durante il picco di primavera l’indice Rt raggiunse nel Regno quota 3. I contagi, avvertono in consulenti, restano tuttavia più elevati della media in varie contee del nord dell’Inghilterra, oltre che in Galles e Irlanda del Nord.

27 Novembre 15:33 Sottosegretaria Zampa conferma: “Coprifuoco alle 22 anche a Natale”

"Sì, sicuramente resterà l’orario delle 22". Così la sottosegretaria al ministero della Salute, Sandra Zampa, ha risposto ad una domanda sul coprifuoco a Natale durante ‘Radio anch’io' su Radio1.La sottosegretaria alla Salute ha poi smentito la ministra dei Trasporti De Micheli, che oggi ha proposto di tenere aperte le scuole la domenica: “Non mi sembra che sia sinceramente in questo momento proponibile".

27 Novembre 15:26 De Luca: “Le zone? Grande buffonata. Spero che le scuole riaprano a gennaio”

"Si sta ragionando sulle zone, contro zone, sotto zone. La mia opinione è che queste zone sono una grande buffonata". Lo ribadisce il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in diretta nella consuete conferenza stampa del venerdì. Per De Luca, ci sono "ragioni obiettive" che fanno decidere per il colore delle zone ma ci sono anche "altre ragioni che rinviano a motivi di politica politicante dove la sanità non c’entra niente". Mi auguro — ha aggiunto — "che si aprano le scuole a gennaio, evitando di incentivare la ripresa del contagio e mettendo in condizione i Comuni e le strutture scolastiche di riprendere l’attività in condizioni di sicurezza".

27 Novembre 15:18 Monitoraggio ISS, la conferenza stampa slitta a domani mattina

La conferenza stampa con Brusaferro e Locatelli sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale della Cabina di Regia slitta a domani mattina alle 10:30

27 Novembre 15:05 Lopalco: “I contagi sono ripartiti con la riapertura delle scuole”

Il Prof. Pier Luigi Lopalco
in foto: Il Prof. Pier Luigi Lopalco

“Finora abbiamo dei dati di fatto che ci dicono che il contagio è ripartito da quando si sono riaperte le scuole, ed è ripartito in maniera sproporzionata nella fascia di età scolare: ossia chi andava a scuola si è contagiato di più rispetto ad altre fasce di età”. Lo ha detto l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco, assessore alla sanità della Regione Puglia, partecipando al talk “Ambiente e pandemie”, che ha chiuso una tre giorni online con docenti dell'Università di Foggia in vista della Notte dei Ricercatori. “Abbiamo anche assistito all'evidenza – ha aggiunto – che la seconda ondata di coronavirus è stata sostenuta principalmente da focolai familiari. Sono ancora una volta convinto che la scuola sia un aggregatore sociale troppo importante in tempi di pandemia. Con questo non vogliamo dire che i contagi avvengono in aula, ma possono avvenire fuori dai cancelli, sull'autobus, al bar, quando i ragazzi si riuniscono a fare i compiti. Ecco perché terrei ancora la didattica a distanza come standard, e la didattica in presenza solo come estrema ratio per le famiglie che non possono permettersi di tenere i bambini in casa. Ma è chiaro – ha concluso – che dietro questa scelta ci sono anche valutazioni politiche da fare”.

27 Novembre 14:40 Usa: oltre 1.200 morti in un giorno, record di ricoverati per il 17esimo giorno di fila

Gli Stati Uniti hanno registrato oltre 110.000 nuovi casi di Covid 19 e un numero senza precedenti di ricoverati per il diciassettesimo giorno consecutivo. Oltre 1.200 persone sono decedute portando il totale a oltre 263.000, secondo i dati della Johns Hopkins University; in tutto, i casi registrati sono oltre 12,88 milioni. Diciassettesimo record consecutivo per il numero di ricoverati per il Coronavirus, salito a 90.481, secondo i dati del Covid Tracking Project; solo poco più di due settimane fa, il numero di ricoverati superava per la prima volta le 60.000 unità.

27 Novembre 14:27 Vaccino Oxford-AstraZeneca: “Dati robusti e nessun impatto sui tempi”

I dati del vaccino anti-Covid Oxford-Irbm-AstraZeneca "sono robusti" e le analisi supplementari avviate "non impatteranno sui tempi previsti". La prossima settimana i dati saranno pubblicati su una rivista scientifica e "presto", il tempo per ultimare il dossier, saranno presentati all’Ema. La produzione del candidato vaccino "prosegue" e le prime dosi saranno disponibili appena il vaccino sarà approvato. Lo apprende l’Ansa da fonti aziendali.

27 Novembre 14:17 Medico in pensione torna in servizio gratuitamente

L'ormai ex coordinatore del Laboratorio analisi interno a Marche Nord Massimo Valentini, in pensione dallo scorso 15 ottobre, ha deciso di rendersi disponibile a rientrare gratuitamente in servizio per aiutare la squadra di biologi impegnata anche nell'attività derivante dall'emergenza Covid-19. Il sindaco di Pesaro Matteo Ricci parla di un “bel gesto da parte del Dott. Valentini, mettere a disposizione gratuitamente la sua professionalità in un momento così difficile di emergenza Covid-19”. “Una scelta che gli fa onore – continua – e lo ringrazio tanto. Sono sicuro che l'azienda ospedaliera Marche Nord accoglierà con entusiasmo questa disponibilità, anche perché sarebbe inspiegabile il contrario, in un periodo in cui abbiamo estrema necessità rispetto all'emergenza Coronavirus ed al laboratorio analisi”.

27 Novembre 13:54 A scuola la domenica? I presidi dicono no: “Ipotesi irrealistica”

Non si è fatta attendere la risposta dell'Associazione nazionale presidi alla proposta lanciata dalla ministra Paola De Micheli a proposito della possibilità di andare a a scuola anche la domenica: "Sulla possibilità di scaglionare, con gli ovvi limiti di ragionevolezza, gli orari di ingresso a scuola ci siamo già espressi più volte favorevolmente. Il discorso, in linea di massima, va circoscritto agli istituti superiori delle quattordici città metropolitane per i quali possiamo pensare di posticipare l'ingresso alle ore 9.15. La condizione è che i mezzi di trasporto vengano conseguentemente riorganizzati per permettere agli studenti di arrivare a scuola e poi di rientrare a casa. Non dobbiamo dimenticare che moltissimi studenti affrontano spostamenti che durano oltre un'ora. Anche per questo ritengo irrealistico pensare di allungare la settimana scolastica anche alla domenica mentre il sabato, per moltissimi istituti, è già giornata di lezione".

27 Novembre 13:43 Zaia: “Sarebbe un errore riaprire le scuole il 9 dicembre”

"Non c'è un italiano che immagina la scuola a distanza, ma aprire il 9 sarebbe un errore. Io dico: fissiamo una data plausibile che può essere 7 gennaio, il primo gennaio o il primo febbraio e lavoriamo pancia a terra per un obiettivo". Così il presidente del Veneto Luca Zaia parlando nel corso di un punto stampa alla sede della Protezione civile di Marghera.

27 Novembre 13:19 Friuli Fedriga: “Dati in miglioramento, escluso che diventeremo zona rossa”

"Ho sentito per le vie brevi il ministro Speranza, che mi ha confermato, anche alla luce delle rilevazioni nazionali, il miglioramento dei dati in Friuli Venezia Giulia. Questo comporta che ogni ipotesi di passaggio in zona rossa sia esclusa. Inoltre, se le statistiche continueranno a migliorare, con il nuovo Dpcm la Regione tornerà in zona gialla: una condizione che, numeri alla mano, sarebbe già realtà, ma che, ai sensi dell'ultimo decreto, necessita di 14 giorni per diventare esecutiva". A dirlo il presidente della Regione Massimiliano Fedriga, al termine di un confronto avuto stamane con il Ministero della Salute. "Dispiace infine – conclude Fedriga – che, a fronte dell'emergenza in corso, alcune forze politiche continuino a denigrare, ancorché smentite dai dati dello stesso Ministero, l'operato della Regione, quasi a sperare che le cose peggiorino: un atteggiamento nocivo, che non arreca danno all'amministrazione ma, ben peggio, all'intera comunità del Friuli Venezia Giulia".

27 Novembre 13:07 Conte: “Esaminata la curva dei contagi, nel pomeriggio avremo delle novità”

"Sono ore impegnative: eravamo a consulto con i nostri esperti per valutare la curva epidemiologica per valutare gli scenari prossimi futuri. Oggi è venerdì e come sapete c’è il monitoraggio settimanale. Nel pomeriggio avremo delle novità". Ad annunciarlo il Presidente del Cnsiglio Giuseppe Conte all’evento "Generazione energia".

27 Novembre 12:52 Giani: “Venerdì prossimo la Toscana tornerà zona arancione”

"La Toscana ha condizioni che sono quelle di zona arancione, anzi io direi di zona gialla in realtà. Ne ho parlato col ministro Speranza e dobbiamo rispettare le procedure di legge per rientrare quantomeno in zona arancione. Oggi la Toscana è in zona rossa e lo deve restare per legge per almeno 14 giorni per garantire continuità di condizioni migliori per 14 giorni. Venerdì 4 il ministro Speranza potrà firmare l’ordinanza che riporterà la Toscana in zona arancione". Ad annunciarlo con un video sulla sua pagina Facebook il governatore della Toscana, Eugenio Giani. I nuovi casi registrati oggi nella regione sono 1.117 su 15 mila tamponi e 3.263 test rapidi

27 Novembre 12:47 Rientro a scuola, i presidi: “Mancano ancora supplenti e bidelli”

"Siamo tutti ovviamente a favore della scuola in presenza. Ma dobbiamo assicurarci che questa avvenga in sicurezza". A dirlo, intervistato dal Messaggero, il presidente dell'Associazione nazionale dei presidi Antonello Giannelli: "Ci sono ancora aspetti fondamentali da affrontare, questioni da risolvere per poter guardare realmente alla didattica in presenza" perché "innanzitutto servono i supplenti nelle scuole" e "ne mancano ancora in molte scuole". Poi, spiega Giannelli, "gli istituti non riescono ancora a garantire il tempo pieno e comunque l'orario completo per i più grandi" e così "le scuole non possono erogare ancora il servizio perché non hanno tutto l'organico". Quale? "Si tratta di docenti e personale ata, vale a dire amministrativi e bidelli".

27 Novembre 12:32 L’appello dei medici: “Per Natale non allentare le restrizioni”

In attesa del nuovo Dpcm con le disposizioni per il Natale l'Intersindacale della Dirigenza Medica, Sanitaria e Veterinaria ha lanciato un appello al governo: “Ogni allentamento delle restrizioni potrebbe mettere a rischio tanto la vita dei pazienti affetti da COVID-19 quanto la salute dei pazienti con altre patologie, la cui prevenzione e cura rischia di essere per la seconda volta sacrificata a causa di una generale sottovalutazione del rischio della ripresa pandemica”.

27 Novembre 12:24 Bassetti: “Ilaria Capua è una veterinaria, non può parlare di vaccini”

"L'altra sera c'era una veterinaria che parlava di vaccini, così si crea confusione". Matteo Bassetti, intervenuto a L'aria che tira nel dibattito sull'efficacia dei vaccini contro il coronavirus, ha così definito la professoressa Ilaria Capua, direttrice dell'One Health Center dell'Università della Florida: "Purtroppo nella medicina oggi c'è tanta confusione. Nella trasmissione del'altra sera abbiamo sovvertito l'ordine della meritrocrazia", dice Bassetti. Martedì "c'era una suora che parlava di economia planetaria, un giornalista che parlava delle complicanze della polmonite da covid quasi facendo vedere le proprie lastre e una veterinaria che parlava di vaccini. Bisogna rimettere ordine nella competenza: i vaccini, da che mondo è mondo, prevengono la malattia e l'infezione. Ho grandissimo rispetto per la dottoressa Capua, ma io non parlo di animali perché non parlo di vaccini. Dire che i vaccini non prevengono l'infezione è sbagliato".

27 Novembre 12:20 Non sarà neppure Miozzo il commissario alla sanità in Calabria

Non sarà neppure Agostino Miozzo il commissario alla Sanità della Regione Calabria. Il coordinatore del Comitato tecnico scientifico avrebbe posto alcune condizioni al governo, ma Palazzo Chigi le ha ritenute troppo vincolanti, decidendo così di far saltare la sua nomina. E la regione resta ancora senza commissario.

27 Novembre 12:12 Anelli (FIMMG): “I malati di cuore muoiono perché curati in ritardo”

Filippo Anelli, presidente nazionale della Fimmg, la Federazione italiana medici di medicina generale, ha lanciato un nuovo allarme sulla situazione in Puglia: "Ormai è chiaro. Il sistema sanitario regionale non regge più. Dopo gli ospedali da campo a cosa faremo ricorso? Ai lazzaretti nelle palestre? Queste sono le conseguenze del fatto che la gente continua a uscire e ad avere contatti sociali". E ancora: "Quando dico che il sistema sanitario non regge più sto anche pensando al problema dell’enorme carico di lavoro per il 118, che inevitabilmente non riesce sempre a dare risposte ai cittadini. Le ambulanze rimangono per ore bloccate nei pronto soccorso in attesa di far visitare i pazienti colpiti dall’infezione e inevitabilmente questo ritarda gli interventi per i cittadini che per esempio hanno un infarto, un ictus o rimangono coinvolti in incidente stradali. Così alle vite che perdiamo per l’infezione si aggiungono quelle causate, anche qui cito un solo esempio, dalle cardiopatie. Nelle nostre chat molti medici raccontano difficoltà di questo tipo e sono preoccupati. Faccio un esempio. Un mio collega ha scritto: ‘In questa settimana ho perso due pazienti che si potevano salvare. Ma io più di tanto non posso fare'. Erano pazienti cardiopatici che avevano bisogno di farmaci che soltanto in ospedale potevano essere somministrati, ma sono arrivati troppo tardi".

27 Novembre 12:02 Nelle Marche 490 nuovi positivi su 2001 tamponi

Nelle Marche nelle ultime 24 ore sono stati testati 2001 tamponi: 1956 nel percorso nuove diagnosi e 45 nel percorso guariti. I positivi sono 490 nel percorso nuove diagnosi (99 in provincia di Macerata, 114 in provincia di Ancona, 103 in provincia di Pesaro-Urbino, 58 in provincia di Fermo, 72 in provincia di Ascoli Piceno e 44 da fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (66 casi rilevati), contatti in setting domestico (123 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (149 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (20 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (22 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (3 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (14 casi rilevati), screening percorso sanitario (12 casi rilevati). Per altri 81 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

27 Novembre 11:57 Pregliasco: “L’appiattimento della curva ci permette di gestire meglio i casi”

Il virologo Fabrizio Pregliasco è intervenuto ai microfoni della trasmissione "L'Italia s'è desta", condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus. Sulla situazione covid in Italia lo specialista afferma che "segnali positivi ci sono. Quello che si sta facendo ha una sua utilità. Ovviamente i casi di morte sono una grande angoscia e temo che non diminuiranno prima di due settimane perché come sappiamo sono l'ultimo indicatore a calare. Si vede l'appiattimento della curva del contagio, siamo riusciti a spuntare l'apice e con questa spalmatura nel tempo dei casi si riesce a gestire i casi più impegnativi in funzione delle capacità di azione degli ospedali, navigando su un valore che è ancora impegnativo ma non disperante". In merito all'influenza stagionale, "ci sono dei casi sporadici, ma ancora non è esplosa la curva e ce l'aspettiamo da Natale in poi. Speriamo che accada come accaduto in Australia, dove la stagione invernale è stata piuttosto morbida dal punto di vista influenzale. Mi attendo dunque anche per noi una stagione che crei meno problemi".

27 Novembre 11:41 Acquaroli: “Dal 4 dicembre le Marche torneranno in zona gialla”

Le restrizioni imposte nelle ultime settimane hanno funzionato anche nelle Marche. Il governatore Francesco Acquaroli, con un post pubblicato su Facebook, ha spiegato: "Mi ha appena chiamato il ministro Speranza per confermarmi l'andamento molto positivo dell'indice Rt anche nella scorsa settimana. Se questi dati verranno confermati anche nella settimana in corso, e dai risultati parziali che abbiamo questa sembra essere la tendenza, dal giorno 4 dicembre la nostra regione dovrebbe tornare in zona gialla. Il ministro mi ha anche preannunciato che l'ordinanza in scadenza oggi sarà prorogata fino al 3 dicembre, poiché i 14 giorni per cambiare fascia non vanno considerati dal giorno in cui l'ordinanza è stata emessa ma dal giorno in cui si registra il primo risultato positivo. Cerchiamo di restare attenti e vigili. Ringrazio i cittadini marchigiani per l'atteggiamento costruttivo e collaborativo e per i sacrifici che stanno compiendo. Conto nelle prossime ore di potervi dare un altro importante aggiornamento".

27 Novembre 11:33 Vaccino AstraZeneca, in UK avviata la procedura per l’autorizzazione

Sono state avviate oggi le verifiche dell'autorità regolatoria di controllo britannica sui farmaci (Mhra) sul candidato vaccino anti coronavirus elaborato dall'università di Oxford in partnership con AstraZeneca e in collaborazione fra gli altri con l'italiana Irbm di Pomezia. Lo fanno sapere i media del Regno Unito precisando che la procedura – necessaria per ottenere il via libera a una distribuzione di massa futura – procede malgrado l'annuncio di ieri del numero uno di AstraZeneca, Pascal Soirot, sulla necessità di "uno studio supplementare" metodologico sul prototipo, destinato a chiarire come mai nella prima fase sperimentale il massimo dell'efficacia sia stato ottenuto con l'inoculazione – fatta inizialmente per errore – di una mezza dose seguita da una dose intera invece che con il classico doppio dosaggio pieno (prima dose e richiamo). Sulla questione del dosaggio, vi erano state nei giorni scorsi richieste di chiarimenti da parte della comunità scientifica internazionale e degli investitori.

27 Novembre 11:09 I malati di Covid sviluppano un’immunità di lunga durata

Esaminando i campioni di sangue di 25 pazienti con COVID-19, l’infezione provocata dal coronavirus SARS-CoV-2, un team di ricerca australiano guidato da scienziati dell’Università Monash ha rilevato cellule immunitarie di “memoria” a 8 mesi di distanza dalla comparsa dei sintomi. La protezione potrebbe durare anche per anni.

27 Novembre 11:03 Il 24 dicembre resta il coprifuoco: messa di Natale alle 22

Quasi sicuramente sarà confermato il coprifuoco alle 22 anche nel giorno di Natale, ragion per cui ad adeguarsi dovranno essere anche le chiese, celebrando con qualche ora di anticipo la messa. Il governo dovrebbe avviare un dialogo sul tema con la Cei, per stabilire i nuovi orari delle funzioni religiose del 24 dicembre.

27 Novembre 10:50 Bonaccini: “L’Emilia Romagna tra qualche giorno in zona gialla”

"Noi siamo una regione che poco meno di due settimane fa era arancione. Credo che i numeri dicano che possiamo tornare zona gialla. Presumo però che ci andremo la prossima settimana". A dirlo, intervenendo a ‘Omnibus' su La7, il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. "L'importante è che le cose stiano andando decisamente meglio", aggiunge.

27 Novembre 10:27 Piemonte, RT sceso sotto a 1: la regione diventerà arancione

L'indice di contagio Rt in Piemonte sarebbe inferiore a 1 e per questo la regione potrebbe diventare da rossa ad arancione: "I numeri – ha commentato il governatore Alberto Cirio – dicono che il sacrificio è servito, ma chiedo prudenza. È un passo questo, non è un risultato. Dopo la formalizzazione della pagella il ministro Speranza firmerà un’ordinanza con la quale posizionerà il Piemonte nella zona arancione. Quando? Nei primi giorni della prossima settimana”. Tra meno di una settimana, quindi, verranno diverse attività e per questo Cirio annuncia che definirà alcune misure per vivere le aperture con grande senso di responsabilità e evitare assembramenti in luoghi delicati come ad esempio i centri commerciali.

27 Novembre 10:14 India, 43.082 positivi e 492 morti nelle ultime 24 ore

Il ministero della Sanità di Nuova Delhi ha confermato altri 43.082 positivi al covid nelle ultime 24 ore, aggiornando a 9.309.787 il totale dei contagiati in India. Tra questi, 135.715 hanno perso la vita, di cui 492 morti nelle ultime 24 ore. Sono invece 39.379 le persone che nell'ultime giornata sono state ricoverate in ospedale.

27 Novembre 10:02 Zampa: “A Natale il coprifuoco rimarrà alle 22”

Nessuna deroga, "a Natale resterà sicuramente il coprifuoco delle ore 22". A dirlo Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute, intervenendo a Radio anch'io su Rai Radiouno sulle misure del governo per l'emergenza coronavirus. Sul fronte scuola poi ha ribadito che "è la priorità delle priorità, proprio per questo – ha spiegato Zampa – non si possono fare aperture simboliche ma bisogna essere preparati. Non sono tanto i contagi in classe, ma tutto quello che si muove intorno alla scuola. Serve un piano di sicurezza. Si deve studiare poi un piano per far recuperare ai ragazzi quello che hanno perso fino ad ora, quindi prolungamento della scuola con vacanze più brevi".

27 Novembre 09:56 Il vescovo di Monreale: “Favorevole ad anticipare la messa di Natale di due ore”

Anticipare la messa di Natale di qualche ora? Perché no? Anche monsignor Michele Pennisi, vescovo di Monreale, si è detto favorevole: "Non c'è nulla di strano ad anticipare la messa di Natale di due ore. Vorrei dire a Boccia che il problema non è l'orario, ma semmai il rispetto delle regole. E noi le regole le rispettiamo. Già in Vaticano il Papa celebra due ore prima, e la vigilia di Natale nelle parrocchie c'è già chi celebra la sera alle diciotto. Dov'è il problema? Non ne farei un dramma".

27 Novembre 09:43 L’India produrrà 100 milioni di dosi di vaccino Sputnik V

Il Russian Direct Investment Fund e la società farmaceutica indiana Hetero hanno deciso di produrre oltre 100 milioni di dosi all'anno in India del vaccino Sputnik V contro il COVID-19. A rivelarlo stamattina l'account Twitter di Sputnik V. La produzione di massa dovrebbe avere inizio nei primi mesi del 2021.

27 Novembre 09:31 Vaccini, Arcuri: “Prime dosi nell’ultima decade di gennaio”

"Nell'ultima decade di gennaio partiremo con la somministrazione delle prime dosi del vaccino". A ribadirlo il commissario straordinario per l'emergenza, Domenico Arcuri, ad Agorà su Rai 3. "Il ministro della Salute la prossima settimana presenterà il piano strategico per la più grande campagna di vaccinazione di massa che il Paese ricordi – ha ricordato – e se il Parlamento lo approverà, partiremo con la vaccinazione delle prime categorie".

27 Novembre 09:18 In Russia record di casi: 27.543 nelle ultime 24 ore, 496 i morti

Nuovo picco di contagi da cronavirus in Russia. Stando al centro operativo nazionale, nelle ultime 24 ore nel Paese sono stati accertati 27.543 nuovi casi di Covid-19: il numero massimo di contagi in un giorno finora rilevato dall'inizio dell'epidemia. I nuovi contagi a Mosca sono 7.918. Il totale dei casi nel Paese sale così a 2.215.533. Stando ai dati ufficiali, le persone morte a causa del Covid-19 in Russia sono 38.558, di cui 496 decedute nel corso dell'ultima giornata.

27 Novembre 09:06 Troppi casi di Covid: annullato il saluto di Capodanno dell’imperatore

Il tradizionale saluto di Capodanno dell’imperatore dal Palazzo Imperiale di Tokyo è stato annullato a causa dell’aumento dei casi di Covid in Giappone. A comunicarlo l’Agenzia per la casa imperiale. L’istituzione, che si occupa della gestione delle questioni relative alla famiglia imperiale, ha preso la decisione per evitare la folla che di solito si accalca in occasione dell’evento, anche per vedere la famiglia imperiale affacciarsi dal balcone per i saluti di auguri.

27 Novembre 08:54 La proposta di De Micheli: “Scuole aperte il sabato e la domenica”

Una proposta che farà sicuramente discutere è stata lanciata dalla ministra dei trasporti Paola De Micheli: quella di aprire le scuole anche il sabato e la domenica. Così facendo, gli studenti potrebbero seguire le lezioni in presenza evitando però il problema dell’affollamento sui mezzi del trasporto pubblico locale – autobus e metropolitane – nelle ore di punta dei giorni feriali.

27 Novembre 08:51 Scuola, da lunedì in Alto Adige torna la didattica in presenza

A partire da lunedì in Alto Adige riprenderà la didattica in presenza nelle scuole medie e apriranno tutti i negozi. Ad annunciarlo l’assessore Philipp Achammer, dopo una seduta notturna della giunta provinciale. "Il prossimo passo è stato fatto, ma dobbiamo restare prudenti! Igiene, distanza e mascherina!", ha scritto Achammer su Facebook. Dopo lo screening di massa, ogni settimana saranno testati a campione 4.000 altoatesini. A questi si aggiungeranno 900 persone del mondo della scuola.

27 Novembre 08:29 Regioni, ecco quali potrebbero diventare arancioni e quali rosse

È il giorno atteso da molte regioni: oggi, con il report settimanale dell’Istituto superiore di sanità sull’emergenza Coronavirus, alcune potrebbero passare da una fascia di rischio all'altra: l’ipotesi è che Lombardia e Piemonte passino dalla zona rossa a quella arancione, mentre altre Regioni – a partire dalla Basilicata – rischiano un declassamento alla fascia di rischio più elevata.

27 Novembre 08:24 Ranieri Guerra: “Curva dei contagi in discesa, ma siamo ancora in bilico”

"Siamo ancora molto in bilico con la curva che è in discesa ma non ancora sotto il tasso Rt a 1, è indispensabile avere ancora molta attenzione anche perché l'esperienza estiva ci insegna quello che può succedere". A dirlo Ranieri Guerra, direttore generale aggiunto dell'Oms, ad Agorà su Rai 3, a proposito della possibilità di allentamenti delle misure nel periodo natalizio.

27 Novembre 07:52 Dpcm sul Natale: coprifuoco alle 22 e no a spostamenti tra regioni

Stando a quanto trapela da fonti del governo il dpcm in arrivo a dicembre, con le regole per le festività, non dovrebbe allentare più di tanto le restrizioni attualmente in vigore. L'esecutivo sembra infatti intenzionato a non ritardare il coprifuoco, neanche per la vigilia di Natale e per il Capodanno. Probabile che venga confermato anche il divieto di spostamento tra le Regioni.

27 Novembre 07:49 In Germania superato il milione di contagi: 15.600 i morti da inizio emergenza

I casi di Covid-19 in Germania dall'inizio dell'emergenza sanitaria hanno superato quota un milione, secondo i dati dell'università americana Johns Hopkins. L'istituto sanitario tedesco Robert Koch ha riportato ieri altri 22.806 casi e 426 morti. I morti totali nel paese sono stati circa 15.600.

27 Novembre 07:42 Crisanti: “Sì al vaccino Covid obbligatorio”

Il professor Andrea Crisanti è favorevole all'obbligo vaccinale. "In linea di principio non sono contrario, lo farei diventare obbligatorio non subito ma dopo 3-4 mesi, dopo aver avuto i dati sull’efficacia sul campo. A quel punto sarebbe anche più facile rendere il vaccino obbligatorio, dopo averlo somministrato già a milioni di persone", ha detto lo scienziato  a Piazzapulita. Per raggiungere quella che viene definita ‘immunità di gregge', "vista l'efficacia del vaccino attorno al 90%, serve che venga vaccinato circa l'80% della popolazione". Una vaccinazione di massa richiede uno sforzo logistico enorme: "Coinvolgere l'esercito? Vista la capacità operativa dell'esercito, sì".

27 Novembre 07:34 A Palermo uno scambio di salme: restituito ai parenti un corpo sbagliato

La Procura di Palermo indaga su uno scambio di salme che potrebbe essere avvenuto all'ospedale Civico, dove nei  giorni scorsi si sono verificati numerosi decessi per Covid. I corpi sono stati restituiti alle famiglie per la sepoltura ma ieri l’agenzia funebre contattata dai familiari di una delle vittime, che avrebbe dovuto trasportare la salma al cimitero di Messina, si è accorta di aver preso il morto sbagliato. In un primo momento si è pensato che ci fosse stato uno scambio con un’altra persona deceduta che, nel frattempo, era già stata tumulata a Roccamena. I carabinieri, ai quali la procura ha delegato l’inchiesta, hanno tuttavia accertato che i due decessi non sarebbero avvenuti in tempi ravvicinati, quindi si ipotizza che l’errore abbia riguardato un’altra salma.

27 Novembre 07:20 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, venerdì 27 novembre

Continuano ad essere allarmanti i numeri del coronavirus in Italia. Nel bollettino di ieri sono stati 29.003 i nuovi contagiati per un totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria di 1.509.875 positivi. Alto anche il numero di decessi: 822 (100 più di mercoledì), per un totale di 52.850 dall'inizio dell'epidemia. I guariti sono in totale 661.180 (+24031). I casi attualmente positivi sono 795.845 (+4.148). Di questi, 34.038 sono i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi e 3.846 quelli in terapia intensiva. Complessivamente i tamponi eseguiti ieri sono stati 232.711. La Regione con più casi positivi su base giornaliera è la Lombardia con 5.697 nuovi casi seguita da Veneto con 3.980 casi e Campania con 3.008 nuovi contagi.In totale sono 1.509.875 i casi di Coronavirus in Italia. Di seguito la tabella con le cifre comunicate dal ministero della Salute e i dati relativi agli incrementi delle ultime 24 ore, Regione per Regione:

Lombardia: +5.697

Piemonte: +2.751

Campania: +3.008

Veneto: +3.980

Emilia Romagna: +2.157

Lazio: +2260

Toscana: +1.351

Sicilia: +1.768

Liguria: +570

Puglia: +1436

Marche: +519

Abruzzo: +570

Friuli Venezia Giulia: +814

Umbria: +343

P.A. Bolzano: +292

Sardegna: +405

P.A. Trento: +297

Calabria: +397

Valle d'Aosta: +44

Basilicata: +240

Molise: +108

Nel mondo i casi sono 60.973.636, i decessi 1.432.047: la nazione più colpita sono gli Stati Uniti seguiti da India, Brasile, Francia, Russia, Spagna, Regno Unito e Italia. Sul fronte dei vaccini una notizia non incoraggiante: quello in corso di sperimentazione da parte di AstraZeneca dovrà essere sottoposto a ulteriori e più approfonditi test. I dubbi sono emersi dopo l’ammissione di un “errore” nel dosaggio delle somministrazioni in occasione dei test clinici, a seguito del quale è stata registrata un’efficacia del prodotto fino al 90%.