24 Febbraio 22:46 Sanremo, il governatore ligure Toti: “Vietati assembramenti fuori dall’Ariston”

Giovanni Toti
in foto: Giovanni Toti

Il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ha detto che quest'anno i cittadini non potranno presentarsi fuori dal teatro Ariston per assistere all'arrivo dei cantanti che partecipano al festival di Sanremo. "Sono assolutamente vietati gli assembramenti", ha detto.

24 Febbraio 22:34 AstraZeneca dice che le consegne di vaccini all’Ue possono subire alterazioni

Le date di consegna, ma anche la frequenza delle consegne e le quantità concordate "possono subire alterazioni dovute ai processi di produzione e alle tempistiche dei processi di controllo qualità": così la farmaceutica AstraZeneca commentando la notizia di un possibile taglio delle dosi di vaccino da consegnare all'Unione europea a partire da aprile.

24 Febbraio 22:16 La Valle d’Aosta sulla legge anti-Dpcm: “Nostre norme si adattano al territorio”

Il presidente della Valle d'Aosta, Erik Lavevaz, ha commentato la decisione della Consulta di accogliere il ricorso del governo contro la legge anti-Dpcm della Regione: "In questi mesi la Valle d'Aosta ha raggiunto risultati eccezionali nella limitazione della diffusione della pandemia: ribadiamo che la legge 11 aveva lo scopo di adattare le indicazioni nazionali per la gestione dell'emergenza sanitaria alle peculiarità del territorio valdostano".

24 Febbraio 21:58 L’Abruzzo alle prese con la terza ondata, variante inglese è 70% dei positivi

L'Abruzzo alle prese con la terza ondata: si tratta della fase più critica dallo scoppio della pandemia. Così il virologo Paolo Fazii, direttore del laboratorio della Asl di Pescara, sottolinea che le province di Pescara e Chieti siano al primo posto in Italia per incidenza. Il motivo di questo boom di contagi sarebbe la variante inglese: secondo Fazii a questa andrebbero collegati il 70% dei contagi. "Dobbiamo contenere il più possibile la circolazione del virus. Chi ha diritto al vaccino non esiti a vaccinarsi. Contestualmente bisogna continuare a rispettare le regole e ad indossare le mascherine, che vanno cambiate spesso".

24 Febbraio 21:41 Coronavirus a Brescia, contagi raddoppiati in un giorno

È alta l’allerta a Brescia e nella sua provincia, dove in appena un giorno i contagi da Covid-19 sono quasi raddoppiati. Dai 506 positivi registrati ieri, martedì 23 febbraio, si è passati rapidamente ai 901 segnalati oggi, mercoledì 24. La vicesindaca Laura Castelletti ha dichiarato a Fanpage.it che “siamo messi come a marzo 2020”.

24 Febbraio 21:30 Il rapporto tra positivi e casi testati sale a 4,8%

Aumenta il rapporto tra positivi e casi testati e arriva al 4,8%: questo il quadro che emerge dall'ultimo report del ministero della Salute. Scendono però i ricoveri negli ospedali, anche se aumentano i posti letto occupati da pazienti Covid-19 nelle terapie intensive.

24 Febbraio 21:21 Coronavirus in Francia, oggi 31.518 contagi: picco di nuovi casi da metà novembre

Continuano ad aumentare i nuovi casi di coronavirus in Francia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 31.518 nuovi contagi, contro i 25.018 di una settimana fa. Si tratta del maggior incremento di contagi quotidiani da metà novembre.

24 Febbraio 20:28 Boom di contagi a Brescia, la vicesindaca: “Siamo messi come a marzo 2020”

A Brescia è boom di contagi: 901 sono infatti i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, passando di fatto dai 506 di ieri ai 901 di oggi.  Con quasi un terzo dei casi della regione, è la provincia più colpita della Lombardia. "Alcuni pronto soccorsi hanno chiuso le loro porte perché non erano più in grado di ricevere pazienti, dirottandoli verso altri ospedali, esattamente come accadeva nel marzo scorso", le parole a Fanpage.it della vicesindaca di Brescia Laura Castelletti nel commentare la delicata situazione che si vive nella provincia che ha portato alla decisione di rendere l'intero territorio zona arancione rinforzata.

24 Febbraio 20:17 Infettivologo Andreoni: “Il virus circola in maniera incontrollata e si stanno diffondendo le varianti”

La seconda ondata non è mai finita: ora il virus sta circolando in maniera incontrollata e si stanno diffondendo le varianti", così Massimo Andreoni, direttore scientifico della Simit (Società italiana di malattie infettive e tropicali) e primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma. Nel fare il punto sulla situazione epidemiologica, l'infettivologo ha spiegato che la seconda ondata è iniziata a settembre-ottobre e non è mai finita: "Oggi mi pare difficile parlare di terza ondata ma direi più che siamo di fronte ad un colpo di coda della seconda. Questo ci mette davanti a settimane difficili, il virus circola in maniera incontrollata e si stanno diffondendo le varianti".

24 Febbraio 19:39 Vaccino anti-Covid Pfizer: “Nel 2021 produrremo due miliardi di dosi: +50%”

Saranno due miliari le dosi di vaccino anti-Covid Pfizer che l'azienda produrrà nel 2021, aumentando di fatto la produzione del 50%. Si tratta di una risposta alla maggiore richiesta pervenuta così come spiegato dalla stessa azienda: "Per rispondere alla maggior richiesta di dosi di vaccino abbiamo in programma di produrre 2 miliardi di dosi nel 2021, oltre il 50% della produzione prevista di 1,3 miliardi di dosi. Gli interventi previsti per aumentare le nostre capacità produttive sono a buon punto".

24 Febbraio 19:23 Secondo uno studio i guariti da forme lievi di Covid possono avere sintomi anche per mesi

Secondo un nuovo studio che ha valutato le condizioni di salute di persone positive al Coronavirus che non sono state ricoverate in ospedale, anche i guariti da forme lievi di Covid possono avere sintomi che durano per mesi. Lo studio ha infatti mostrato che una su tre ha manifestato sintomi persistenti fino a 9 mesi dopo la malattia.

24 Febbraio 19:18 Lombardia: “Bollate ancora zona rossa: vaccini a tutti gli over 80 e personale scolastico”

Per fronteggiare la diffusione del Covid-19, Regione Lombardia ha deciso di accelerare nella campagna di vaccinazione a Bollate, il comune del Milanese ormai da una settimana in zona rossa. Si tratta di una campagna straordinaria che prevede la somministrazione della prima dose del vaccino a tutti gli over 80 residenti che si prenoteranno e a tutto il personale scolastico degli istituti del Comune.

24 Febbraio 18:59 Merkel: “Non mi vaccinerò con AstraZeneca, ma è un prodotto affidabile”

"Ho 66 anni e per questo non mi vaccinerò con AstraZeneca, ma è un prodotto affidabile, efficace e sicuro", così Angela Merkel in un'intervista a Faz ha spiegato che non si sottoporrà al vaccino dell'azienda anglo-svedese che in Germania è consigliato fino ai 65 anni di età. "Ma è un vaccino affidabile, efficace e sicuro ed è stato approvato dall'agenzia europea del farmaco – ha continuato la cancelliera – tutte le autorità ci dicono che è un vaccino di cui ci si può fidare".

24 Febbraio 18:50 Il Molise è la regione con il maggior incremento di casi di Covid-19

Secondo l’ultimo monitoraggio della fondazione Gimbe il Molise è, attualmente, la regione italiana che sta facendo registrare il più alto incremento di contagi a causa della diffusione delle varianti: tra il 17 e il 23 febbraio c’è stata una crescita dei casi totali di contagio da SARS-CoV-2 del 6,8%, in assoluto la più alta d'Italia; nelle ultime 2 settimane si rileva un'incidenza di 403 casi positivi per 100.000 abitanti. Oreste Florestano, direttore generale dell'Azienda sanitaria regionale ha imputato alla variante inglese l'aumento dei contagi degli ultimi giorni.

24 Febbraio 18:25 In Lombardia 3.310 i nuovi contagi e 38 i morti

Sono 3.310 i nuovi casi di Coronavirus in Lombardia registrati nelle ultime 24 ore così come segnalato dalla Regione. I decessi sono stati 38, per un totale dall’inizio della pandemia di 28.184 morti. In aumento i ricoveri in ospedale (più 27 per un totale di 3.946) mentre cala invece il numero di persone ricoverate in terapia intensiva: sono 406 (meno 2). Ecco il bollettino con i dati di oggi mercoledì 24 febbraio sui contagi Covid in Lombardia.

24 Febbraio 18:14 Garattini (Irccs Mario Negri): “O si sta attenti o rischiamo nuovo lockdown”

Se le regole non saranno osservate, si rischia un nuovo lockdown. A dirlo è Silvio Garattini, presidente dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri Irccs. "Il Governo sia chiaro e faccia capire alla gente che, se non si osservano le regole, avremo un altro lockdown. Dobbiamo rendere tutti partecipi di questo problema – ha spiegato Garattini ospite di ‘Timeline' su Sky Tg24 – o si sta attenti o si chiude di nuovo".

Secondo il presidente del Mario Negri "esiste molta diffusione di questo virus e laa cosa più importante che dobbiamo fare, e che la popolazione in generale non sta facendo, è prendere le precauzioni con la mascherina, mantenere la distanza. Se non si fa questo continueremo ad avere problemi, dovremo di nuovo chiudere tutto, perché" Covid "sarà così diffuso che non basterà chiudere solo alcuni paesi o luoghi".

24 Febbraio 17:54 Il bollettino di oggi: 16.424 nuovi casi Covid e 318 morti

Nelle ultime 24 ore sono stati diagnosticati 16.424 nuovi casi Covid in Italia secondo il bollettino di oggi, mercoledì 24 febbraio, del Ministero della Salute. Sale di nuovo il numero dei morti: 318 da ieri. I test effettuati sono stati 340.247: il tasso di positività è al 4,8%. In aumento le terapie intensive (+11 rispetto a ieri) mentre calano i ricoveri (-78). La Regione che fa registrare il più alto numero di infezioni su base giornaliera è la Lombardia, seguita dall’Emilia-Romagna.

24 Febbraio 17:25 In Friuli Venezia Giulia 503 nuovi casi e 10 decessi per Coronavirus

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 503 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,36%, mentre i decessi registrati sono 10; i ricoveri nelle terapie intensive sono 58 e scendono a 345 quelli in altri reparti. Ad oggi i decessi complessivi dall'inizio della pandemia ammontano a 2.802, così come spiegato dal vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. I totalmente guariti sono 60.825, i clinicamente guariti salgono a 1.908, mentre quelli in isolamento oggi risultano essere 8.914.

24 Febbraio 17:05 In Emilia-Romagna 1.427 nuovi casi e 33 morti: record di tamponi effettuati

In Emilia-Romagna i nuovi casi di coronavirus sono 1.427, mentre i morti sono stati 33. Record di tamponi effettuati nella regione: sono 42.169 nelle ultime 24 ore ed è il numero più alto da inizio pandemia. La percentuale dei nuovi positivi sui tamponi fatti da ieri è del 3,4% mentre l'età media dei nuovi positivi di oggi è 41,8 anni. La situazione provincia per provincia: Ravenna (240), Bologna (227) e Rimini (222), Reggio Emilia (172), Cesena (133), Modena (94), Ferrara (82), Forlì (73), Imola (65) e le province di Parma (62) e Piacenza (57).

24 Febbraio 16:56 In Calabria 278 nuovi positivi al Covid e 3 decessi

In Calabria sono stati registrati 278 nuovi casi di Covid-19. Sono stati sottoposti a test 542.311 persone. Gli individui risultati positivi al coronavirus sono 37.098, con un incremento di +278 nuovi casi rispetto a ieri. Lo fa sapere la Regione Calabria nel bollettino quotidiano dei dati relativi all'epidemia da Covid-19: dall'inizio dell'emergenza, i decessi sono 671 con un incremento di +3 decessi rispetto alla giornata di ieri. Le persone risultate negative, fa sapere la regione, sono 505.213

24 Febbraio 16:34 In Campania 2.185 contagi e 40 morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore sono stai 2.185 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Campania su 21.366 tamponi analizzati. Si tratta del numero più alto di nuovi casi registrati nella regione dall'inizio dell'anno. Il tasso di positività ancora sopra il 10%: è il doppio di quello nazionale. Altri 40 morti per Covid-19 e totale sopra le 4.200 unità. Salgono anche i ricoveri: sono oltre 1.600 in tutta la Campania. Questi i dati diffusi nel bollettino di oggi mercoledì 24 febbraio.

24 Febbraio 16:31 Depressione, dolore e solitudine per gli studenti costretti a trasferirsi a causa del Coronavirus

Sintomi depressivi, ansia, sofferenza, solitudine e disturbo da stress post-traumatico, sono questi i sintomi sperimentati dagli studenti costretti a lasciare i campus a causa della pandemia. I dati sono emersi sottoponendo questionari a centinaia di studenti universitari ideati da un team di ricerca americano guidato da scienziati del Brigham and Women’s Hospital di Boston.

24 Febbraio 16:23 Nelle Marche 616 nuovi contagi: 684 i pazienti in ospedali, 84 nelle terapie intensive

Sono 616 i nuovi casi positivi registrati nelle Marche nelle ultime 24 ore, mentre continua a crescere la pressione sui reparti intensivi degli ospedali: i pazienti ‘Covid-19' complessivamente assistiti sono 684, quattro in meno rispetto a ieri, dei quali 639 nei reparti (+6 rispetto a ieri) e 45 (-10) nei pronto soccorso. Nelle terapie intensive sono assistite 84 persone, sei in più rispetto a ieri. I guariti sono diventati complessivamente 53.481, 372 più di ieri. Dall'inizio dell'epidemia i casi complessivamente diagnosticati 489.703 e i tamponi processati 807.749, numero che comprende anche i test effettuati sulla stessa persona e il percorso guariti.

24 Febbraio 16:08 Campagna vaccinale, l’Italia non è tra le migliori in Europa

Dopo una partenza sprint, la campagna vaccinale italiana sembra aver rallentato. Così negli ultimi sette giorni il nostro è uno dei Paesi che ha somministrato, su base quotidiana, meno vaccini in rapporto alla popolazione tra quelli Ue. L’ultimo aggiornamento, alle ore 8 del 24 febbraio, evidenzia che le dosi somministrate sono state 3.702.079, per un totale di 1.341.780 persone vaccinate (prima e seconda dose ricevute). L’Italia, in totale, ha ricevuto finora 5.198.860 di dosi, tra Pfizer, Moderna e AstraZeneca: vuol dire che ne ha somministrate il 71%, di fatto perdendo i primati anche per quanto riguarda la somministrazione totale e la vaccinazione completa dei suoi cittadini.

24 Febbraio 16:00 “Stiamo finendo i reagenti per studiare le varianti”, l’allarme lanciato dall’Emilia

I reagenti per studiare le varianti sono quasi terminati. A lanciare l'allarme è Vittorio Sambri, direttore di microbiologia del laboratorio unico di analisi di Pievesestina di Cesena che ha spiegato la che fornitura dei nuovi reagenti non arriverà prima del 6 marzo ed è probabile che per allora sarà terminata la scorta. "Stiamo parlando – spiega – di una serie di dispositivi che si chiamano cartucce di sequenziamento che vanno infilati dentro il sequenziatore in cui si fa l'analisi e di tutti i reagenti chimici che servono per preparare questo tipo di analisi". Questi prodotti dovrebbero arrivare entro 10 giorni dagli Stati Uniti. Nel frattempo, spiega Sambri, "stiamo cercando di limitare il danno al lavoro e di poter analizzare casi di enorme interesse e urgenza ma siamo veramente oltre la riserva".

24 Febbraio 15:44 Abruzzo, 535 nuovi casi e 10 decessi: aumentano i guariti

Sono 535 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Abruzzo, portando così complessivamente a 52.299 i casi positivi rilevati nella regione dall'inizio dell'emergenza. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 10 nuovi casi e sale a 1.662 (di età compresa tra 52 e 93 anni, 3 in provincia di Chieti, 1 in provincia di Teramo, 1 in provincia di Pescara, 4 in provincia dell'Aquila e 1 residente fuori regione). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 37.917 dimessi/guariti (+628 rispetto a ieri).

24 Febbraio 15:31 In Puglia 991 nuovi contagi e 24 morti nelle ultime 24 ore

Sono 991 i casi positivi da Coronavirus registrati in Puglia nelle ultime 24 ore. I nuovi casi sono stati rilevati su 10.925 tamponi effettuati, mentre i decessi sono 24. Per quanto riguarda le province invece: 561 in provincia di Bari, 81 in provincia di Brindisi, 95 nella provincia BAT, 99 in provincia di Lecce, 196 in provincia di Taranto. 2 casi di residenti fuori regione e 4 provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. "I casi registrati oggi in provincia di Foggia sono 135, ma oggi sono stati eliminati dal database anche 170 casi registrati nel corso dell'ultimo mese che, dopo verifiche successive, sono risultati non confermati", ha spiegato Lopalco.

24 Febbraio 14:57 Coronavirus in Umbria, registrati 292 nuovi casi e altri 11 morti: boom di guariti

Sono 292 i nuovi contagi registrati in Umbria nelle ultime 24 ore. Nel bollettino di oggi mercoledì 24 febbraio è stato comunicato anche il numero delle vittime che sono 11, mentre sono 372 i guariti. Per quanto riguarda gli ospedalizzati invece, c'è stato un nuovo ricovero rispetto a ieri, e sono 13 le persone uscite dalla terapia intensiva.

24 Febbraio 14:19 Perché i vaccini Covid contro le varianti saranno testati in tempi più rapidi

Per l’approvazione dei vaccini anti-varianti non saranno necessari grandi studi ma basteranno trial clinici più piccoli. L’accelerazione delle Agenzie regolatorie, e in particolare della FDA, servirà ad arrivare in tempi più brevi all’autorizzazione, riguardando sieri sviluppati a partire da vaccini già disponibili per la popolazione.

24 Febbraio 14:02 Speranza: “Prossimo Dpcm covid in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, non ci sono le condizioni per riaprire”

Il Prossimo Dpcm covid sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, lo ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza, durante le sue comunicazioni in aula al Senato. "I ritardi di alcune forniture dei vaccini, che pure ci sono, non cambieranno l'esito della partita: il Covid è destinato a essere arginato. Finalmente vediamo la luce in fondo al tunnel. Ma bisogna essere chiari: in questo ultimo miglio non possiamo assolutamente abbassare la guardia: non ci sono oggi le condizioni epidemiologiche per abbassare le misure di contrasto alla pandemia" ha poi dichiarato Speranza. "Le terapie intensive sono sopra la soglia critica in 5 Regioni e l'Rt si avvia a superare la soglia di 1" ha proseguito il Ministro, sottolineando che "La presenza di varianti condizionano l'epidemia e l'inglese sarà prevalente" per questo bisogna "Alzare la guardia".

24 Febbraio 13:57 In Alto Adige 355 nuovi casi positivi e sei decessi covid in 24 ore 

In Alto Adige 355 nuovi casi positivi al coronavirus e sei decessi covid in 24 ore . Ne dettaglio, i laboratori dell'Azienda sanitaria provinciale di Bolzano hanno accertato 205 positivi sulla base di 2.308  tamponi pcr e 150 sulla base di 14.079 test antigenici. Il totale delle infezioni accertate dall'inizio dell'emergenza sanitaria è ora di 64.102. Il conto delle vittime della pandemia è arrivato a 1.012. I pazienti Covid-19 ricoverati sono 45 nelle terapie intensive (tre dei quali all'estero), 227 nei normali reparti ospedalieri, 163 nelle strutture private convenzionate e 58 in isolamento nella struttura di Colle Isarco. Le persone in quarantena o in isolamento domiciliare sono 11.005.

24 Febbraio 13:49 L’Ungheria primo paese Ue a somministrare vaccino covid cinese

L'Ungheria ha iniziato a somministrare oggi il vaccino covid cinese Sinopharm diventando il primo Paese Ue a rifornirsi di questo tipo di antidoto al coronavirus. Lo ha reso noto il premier ungherese Viktor Orban, dopo aver annunciato, sempre unico in Ue, anche l'uso del vaccino anti covid russo Sputnik V, la cui somministrazione è iniziata la scorsa settimana. Il vaccino cinese non è approvato l’Agenzia del farmaco europea (EMA) ma le autorità ungheresi avevano comunque dato il via libera al suoi utilizzo.  La prima fornitura è di 575mila dosi

24 Febbraio 13:19 Lockdown in Alto Adige prolungato fino al 14 marzo

In Alto Adige il lockdown duro per covid è stato prolungato fino al 14 marzo. Lo ha annunciato il governatore Arno Kompatscher dopo la riunione della Giunta provinciale. La decisone dopo una riunione di maggioranza in cui è stato sottolineato un contagio da Covid-19 "ancora molto alto" oltre a diversi casi della variante sia inglese che sudafricana presenti in alcuni comuni della provincia autonoma di Bolzano.

24 Febbraio 13:14 Lockdown di Atene prorogato fino a primo marzo per emergenza covid

Le autorità greche hanno prorogato fino al primo marzo il lockdown per emergenza covid imposto l'11 febbraio scorso ad Atene ed in tutta l'Attica, la regione più popolosa delal Grecia. La decisione è stata presa in seguito ad un incremento dei contagi da coronavirus nella regione. La misura scadeva il 28 febbraio. Ieri sono stati registrati nel Paese 2.147 nuovi casi, di cui circa la metà nell'Attica, e 22 decessi. Nel complesso, dall'inizio della pandemia, secondo i dati della Johns Hopkins University, la Grecia conta 182.783 infezioni, inclusi 6.343 decessi.

24 Febbraio 13:07 Galli: “Situazione covid proccurante, servono più test, più vaccinazioni e più chiusure”

"Sono tre le azioni indispensabili nelle aree maggiormente colpite dal virus: più test, più vaccinazioni e più chiusure ma non è necessario che tutta Italia sia sottoposta a una chiusura dura", lo ha dichiarato Massimo Galli, primario infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, docente all'università Statale del capoluogo lombardo. "L'attuale situazione epidemiologica", con la presenza di varianti del virus pandemico sul territorio "preoccupa molto la comunità scientifica" ha spiegato Galli all'Adnkronos Salute.

24 Febbraio 13:01 In Veneto 895 nuovi contagi e 21 decessi covid in 24 ore

Riprendono a crescere i contagi Covid in Veneto ma calano i ricoveri. Sono 895 i nuovi positivi al coronavirus segnalati nelle ultime in 24 ore, per un totale di 328.973 infetti dall'inizio dell'epidemia. I decessi covid da ieri sono stati 21, per un numero complessivo di 9.763 vittime. Lo riferisce il bollettino della Regione. Diminuiscono i ricoveri, sia in area non critica che in terapia intensiva: sono 8 in meno i pazienti Covid nei reparti non critici degli ospedali (1.247 in totale); in calo (-7) anche i malati in terapia intensiva, 132.

24 Febbraio 12:56 In Cina nessun nuovo caso locale di coronavirus e nessun decesso in 24 ore

Nessuna nuova infezione da Covid-19 trasmessa a livello locale è stata segnalata ieri in Cina continentale, dove invece sono stati registrati altri 12 contagi confermati, 9 asintomatici e 3 casi sospetti, tutti importati. Lo rende noto il bollettino odierno della Commissione Sanitaria Nazionale cinese. Nessun ulteriore decesso correlato al nuovo coronavirus è stato registrato nelle ultime 24 ore in Cina continentale. Altri 3 casi sospetti di contagio invece, tutti importati, sono stati segnalati ieri a Shanghai. Altri 16 pazienti positivi sono stati dimessi ieri da vari ospedali cinesi dopo essersi ripresi. Alla serata di ieri, la Cina continentale aveva registrato un totale di 4.961 casi di infezione importati. Tra questi, 4.780 sono già stati dimessi da vari ospedali dopo essere guariti e 181 risultano ancora ricoverati. Non si segnalano decessi tra i casi positivi al coronavirus importati. Fino al 23 febbraio, la Cina continentale aveva registrato un totale di 89.864 casi confermati di contagio, compresi 370 pazienti ancora in cura, di cui uno in gravi condizioni. Un totale di 84.858 persone erano state dimesse alla data di ieri da vari ospedali dopo essersi riprese, mentre i decessi Covid-19 correlati restano sempre fermi a quota 4.636.

24 Febbraio 12:49 Coronavirus Toscana, oggi 857 contagi su 21.198 test covid e 12 morti

Sono 857 i nuovi contagi da Coronavirus in Toscana nelle ultime 24 ore su 21.198 test covid analizzati di cui 13192 tamponi molecolare e e 8.006 test rapidi. Lo comunica il governatore Eugenio Giani anticipando i dati completi del bollettino odierno sulla situazione epidemica in Toscana. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 857 su 21.198 test di cui 13.192 tamponi molecolari e 8.006 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,04% (8,6% sulle prime diagnosi)" ha scritto il Presidente della Regione Toscana su Facebook. In Toscana oggi si registrano anche 17 nuovi decessi covid: 11 uomini e 6 donne con un'età media di 80,5 anni. I ricoverati sono 1.005 (22 in più rispetto a ieri), di cui 163 in terapia intensiva (4 in più). Gli attualmente positivi sono oggi 15.405, +1,9% rispetto a ieri.

24 Febbraio 12:44 Franceschini: “Con biglietti nominativi e Ffp2 riapriamo cinema e teatri”

“Con biglietti nominativi e mascherine Ffp2 riapriamo cinema e teatri”, lo ha dichiarato il ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini in un’intervista al Corriere della Sera lanciando la proposta di riaprire sale cinema e teatri in tutta Italia con misure di sicurezza anti-Covid19 integrative rispetto a quelle già elaborate nei mesi scorsi dal Cts. “Vorrei che l’Italia fosse il primo paese europeo a riaprire” ha aggiunto Franceschini.

24 Febbraio 12:39 Pregliasco “Temo varianti covid, non possiamo allargare all’infinito le terapie intensive”

Più che terza ondata siamo ancora nella seconda, ma con un crescendo e un peggioramento preoccupante”. Così il virologo Fabrizio Pregliasco commenta a Fanpage.it la situazione dei contagi in Lombardia. A preoccupare sono le varianti. "I modelli ci dicono che per metà' marzo tutti i casi saranno collegati alla variante inglese. Un lockdown pesante sarebbe difficile da adottare, considerando l'insofferenza sociale e i danni economiche che provocherebbe. Massima attenzione alle scuole, perché la variante infetta di più i giovani. Ogni contatto in questo momento è da considerarsi a rischio". "Non possiamo allargare all'infinito le terapie intensive, perché non si tratta solo del macchinario, ma di tutta una serie di specialisti del settore e non pensabile che si possa ampliare la rete da un giorno all'altro" ha ricordato il virologo direttore sanitario dell'Istituto Galeazzi di Milano

24 Febbraio 12:33 L’epidemiologo La Vecchia: “La curva risale, basta lentezze, salviamo gli anziani”

"Non è come ottobre ma la curva risale. Ora basta lentezze dobbiamo salvare gli anziani" lo ha ribadito l'epidemiologo della Statale di Milano Carlo La Vecchia, "Bisogna vaccinare prima possibile tutti i nostri anziani, ogni dose a disposizione va dirottata su di loro" ha spiegato a Repubblica, sottolineando che questa è l'unica vera soluzione per evitare il peggio. "Proteggiamoli in modo da dimezzare il numero dei morti, in Scozia hanno abbattuto i ricoveri del 95 per cento già con la prima iniezione di qualsiasi vaccino. Penseremo successivamente alle seconde dosi. Mettiamo in salvo più persone possibili con tutto quello che abbiamo disponibile. La fine dell'inverno è dalla nostra parte" ha concluso La vecchia

24 Febbraio 12:21 Troppi i casi covid, Agnone zona rossa in Molise: il sindaco chiude tutto e vieta l’asporto

Il paese molisano di Agnone (Isernia) diventa di fatto zona rossa per ordine del sindaco. La decisione del primo cittadino, Daniele Saia, arriva con un'ordinanza, efficace da oggi fino al 5 marzo prossimo, per fronteggiare l'aumento dei casi di positivi al coronavirus emersi negli ultimi giorni: 49, di cui 23 solo ieri, su 5000 abitanti. Vietato l'asporto e chiude strade, piazze, parrucchieri, barbieri e centri estetici. Vietati anche riti e celebrazioni nei luoghi di culto, mentre ai funerali potranno partecipare solo i familiari del defunto. Il sindaco aveva già chiuso due giorni fa le scuole di ogni ordine e grado e sospeso il mercato settimanale. "Purtroppo non c'è amministrazione che tenga o forze dell'ordine, se i comportamenti del singolo non sono consoni" aveva detto ieri. L'aumento dei casi sarebbe riconducibile a feste private per compleanni e per San Valentino.

24 Febbraio 12:05 In Abruzzo nuove zone rosse e screening periodici

Nuove zone rosse in Abruzzo per emergenza covid. Con un'ordinanza firmata questa mattina il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha disposto la zona rossa, dal 25 febbraio al 7 marzo, in quattro località dell'Aquilano: Ateleta, Campo Di Giove, Cansano e Ortona dei Marsi. Questi centri si aggiungono alle province di Chieti e Pescara. Nello stesso provvedimento, alla Asl Avezzano Sulmona L'Aquila viene ordinato di provvedere ad eseguire screening periodici con tampone molecolare, dal 24 febbraio, in questi comuni, e anche in altri: Pacentro e Roccacasale, sempre nell'Aquilano. Al sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, è stato chiesto inoltre d'isolare l'area di residenza del paziente e dei contatti risultati positivi alla variante inglese del coronavirus.

24 Febbraio 11:51 Palestre e piscine resteranno chiuse: Cts contrario a riapertura

Il Comitato tecnico-scientifico boccia la riapertura di piscine e palestre. Per le strutture sportive, quindi, è probabile che il governo decida di aspettare ancora, magari fino a dopo Pasqua, prima di pensare a una ripartenza. Il nuovo dpcm a cui sta lavorando il governo Draghi, quindi, non dovrebbe prevedere una riapertura per piscine e palestre ma neanche per cinema e teatri.

24 Febbraio 11:45 Nuovi test Covid rapidi identificano le varianti e altre malattie con sintomi simili

Ci sono nuovi test Covid rapidi che identificano le varianti e altre malattie con sintomi simili. I ricercatori della Scuola di Medicina dell’Università del Minnesota hanno sviluppato due nuovi test diagnostici per il coronavirus SARS-CoV-2, il primo riesce a determinare se l’infezione è stata provocata dal ceppo “originale” o da una delle varianti emergenti, mentre il secondo identifica anche altre malattie con sintomi simili.

24 Febbraio 11:34 Covid, Molise chiede intervento dell’Esercito: “Posti letto finiti, servono mezzi e medici”

Il Molise chiederà l'intervento dell'Esercito per far fronte all'emergenza covid. Lo prevede una mozione approvata dall'assemblea regionale dopo la nuova impenna di contagi che ha mandato il tilt il sistema sanitario. Mancano i particolare posti in terapia intensiva e sub-intensiva, quindi i pazienti gravi vengono già trasferiti fuori dai confini regionali.

24 Febbraio 11:11 Vaccino covid, AstraZeneca: “Entro marzo oltre 5 milioni di dosi in Italia”

Il vaccino AstraZeneca
in foto: Il vaccino AstraZeneca

"Così come annunciato la settimana scorsa, stiamo continuamente aggiornando il nostro programma di consegna e informando la commissione europea e il commissario Arcuri su base settimanale dei nostri piani per portare più dosi di vaccino in Europa nel più breve tempo possibile. Per quanto riguarda l'Italia, questa settimana supereremo 1,5 milioni di dosi consegnate e abbiamo l'obbiettivo di superare i 5 milioni di dosi per la fine di marzo. Le date di consegna, la frequenza e il volume possono subire alterazioni dovute ai processi di produzione e alle tempistiche dei processi di controllo qualità". Così in una nota AstraZeneca risponde alle notizie su una possibile riduzione di dosi del vaccino anticovid nel nostro Paese. "AstraZeneca conferma che lavora con l'obiettivo di essere in linea con quanto indicato nel contratto. Prevediamo infatti  che circa la metà delle dosi previste provengano dalla catena di approvvigionamento europea nella quale stiamo continuando a lavorare per aumentarne la produttività" aggiunge la nota , rivelando: "Il resto verrà dalla nostra rete di approvvigionamento internazionale con l'obiettivo di consegnare all'Italia più di 20 milioni di dosi".

24 Febbraio 11:08 In Alto Adige verso prolungamento del lockdown

In Alto Adige si va verso un prolungamento del lockdown. Lo apprende l'AGI da fonti di Palazzo Widmann, sede della Provincia Autonoma di Bolzano che confermano un contagio da Covid-19 "ancora molto alto" oltre a diversi casi della variante sia inglese che sudafricana presenti in alcuni comuni. E' in corso la seduta della giunta provinciale formata da esponenti della Suedtiroler Volkspartei, partito di maggioranza in Alto Adige, e due della Lega. Una conferenza stampa del governatore Arno Kompatscher è prevista alle ore 12,30, si parla di un prolungamento fino al 7 marzo ma non è escluso fino al 14

24 Febbraio 11:02 Von der Leyen: “Pronta a vaccinarmi con AstraZeneca, vaccino covid efficace e sicuro”

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, si dice pronta "a farsi vaccinare con le dosi di AstraZeneca" su cui c'è scetticismo per quanto riguarda l'efficacia rispetto ad atri vaccini anti covid. "Vorrei essere vaccinata con le dosi di AstraZeneca con la stessa sicurezza con cui lo vorrei con Biontech-Pfizer o Moderna. Quando iniziammo a cercare il più promettente tra le centinaia di candidati dieci mesi fa, ipotizzammo un'efficacia compresa tra il 50 e il 70%. Ora sono tutti superiori. Il vaccino è stato attentamente esaminato, ritenuto sicuro ed efficace ed è stato approvato", ha spiegativo Von der Leyen in un'intervista con Augsburger Allgemeine.

24 Febbraio 10:58 In Germania prime autorizzazioni a test covid rapidi fai da te

In Germania sono state rilasciate le prime tre autorizzazioni speciali per i test rapidi fai da te contro il Covid. Lo ha comunicato l'istituto federale per Prodotti sanitari e Medicine, secondo quanto scrive la Dpa .. L'Istituto federale per i farmaci e i prodotti sanitari, ha approvato i test antigeni realizzati da Healgen Scientific, Xiamen Boson Biotech e Hangzhou Laihe Biotech per l'uso da parte di persone che non sono medici professionisti. Il ministro della Salute, Jens Spahn, ha
spiegato all'emittente Zdf che ulteriori kit di test domestici saranno approvati la prossima settimana.

24 Febbraio 10:56 Nel mondo casi covid in calo da 6 settimane e meno morti

I decessi legati al coronavirus nel mondo sono diminuiti del 20% negli ultimi sette giorni e i casi di contagio sono in calo per la sesta settimana consecutiva. Lo riferisce l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) aggiungendo che il numero dei decessi è in calo da tre settimane consecutive. Nella settimana in questione, inoltre, sono stati registrati 66mila ulteriori decessi, pari a un calo del 20% rispetto alla settimana precedente. Sempre secondo l'Oms, aumenta però la diffusione delle varianti del coronavirus nel mondo: la variante inglese è stata rilevata finora in 101 Paesi, mentre quella sudafricana in 51 Paesi e quella brasiliana in 29 Paesi.

24 Febbraio 10:17 Catena (Sacco): “Aumento ricoveri covid in Lombardia, stato di massima allerta”

"Più che di terza ondata parlerei di un ulteriore picco di una seconda ondata mai conclusa, perché le terapie intensive in questi mesi non si sono mai del tutto svuotate". Così a Buongiorno, su Sky TG24, Emanuele Catena, primario del reparto di terapia intensiva dell'ospedale Sacco di Milano ha messo ni guardia da una ulteriore impennata di casi in Lombardia, aggiungendo: "“Nelle terapie intensive lombarde, oggi, abbiamo più di 400 pazienti ricoverati e 150 sono stati i nuovi ricoveri dell’ultima settimana”. "All’ospedale Sacco, che è il mio punto di osservazione, abbiamo visto un aumento dell’afflusso dei pazienti in pronto soccorso, un aumento dei ricoveri ed un’iniziale pressione sulla terapia intensiva. In queste ore stiamo aumentando i posti letto di tutti gli ospedali, di Milano e lombardi, per arrivare almeno a circa 700 letti disponibili. Siamo pronti per affrontare un’eventuale emergenza”. Allo stato attuale, ha continuato, “la distribuzione a zone rende difficile fare previsioni certe, sicuramente siamo in uno stato di massima allerta”.

24 Febbraio 10:01 Covid, a Padova un’insegnante di 49 anni muore lasciando cinque figli

Lutto all’Istituto Briosco di Padova dove un’insegnante di 49 anni è morta per covid lasciando cinque figli. Positiva prima delle vacanze di Carnevale, lunedì è spirata in ospedale. Manuela Andreoli, 49enne diSelvazzano insegnava inglese dal 2017. Era risultata positiva al Covid prima delle vacanze di carnevale. È spirata lunedì scorso dopo essere stata ricoverata in terapia intensiva all’ospedale civile.

24 Febbraio 09:52 Giulia Grillo (M5s): “Sospendere brevetti vaccini anti-Covid per aumento produzione”

L’ex ministra della Salute, Giulia Grillo, intervistata da Fanpage.it spiega perché il Movimento 5 Stelle ha presentato una mozione per chiedere al governo di disciplinare la licenza obbligatoria sui vaccini anti-Covid, sospendendone così il brevetto: “Aumenterebbe la produzione dei vaccini e di conseguenza la loro distribuzione. La possibilità dell’utilizzo delle licenze obbligatorie è reale”.

24 Febbraio 09:25 Scuola chiuse in Puglia, Dad fino a 14 marzo: nuova ordinanza

Dal 24 febbraio e sino al 14 marzo tutte le scuole pugliesi, di ogni ordine e grado, dovranno adottare la didattica digitale integrata (Ddi) al 100%,"riservando l'attività didattica in presenza agli alunni per l'uso di laboratori qualora sia previsto dall'ordinamento, per mantenere una relazione educativa che realizzi l'effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali": è la nuova ordinanza firmata dal governatore Michele Emiliano. Continua dunque il braccio di ferro in regione dopo che eri il Tar Puglia aveva accolto il ricorso del Codacons sospendendo la precedente ordinanza che prevedeva dal 22 febbraio al 5 marzo la Dad per tutte le scuole.

24 Febbraio 09:16 Capua: “Vaccino covid senza restrizioni non basta, morti come se ci fosse un incidente aereo ogni giorno”

“Non è che con questo giro di vaccinazioni avremo finito. Continueremo per molti mesi a vaccinare al fine di parare l’ondata pandemica, ma poi questo vaccino rientrerà nelle vaccinazioni che facciamo ogni anno, come quella anti-influenzale. La vaccinazione, però, da sola non basta  perché bisogna vaccinare numeri notevoli di persone prima che il vaccino cominci a fare effetto. E’ necessario un periodo di coesistenza delle misure di restrizioni e di quelle di vaccinazione" lo ha ricordato Ilaria Capua, direttrice dell’One Health Center of Excellence dell’Università della Florida. Intervenuta a “Dimartedì” su La7, Capuya ha aggiunto: "Il numero delle vittime da covid in Italia è da brivido e continueremo ad avere questi numeri finché non vaccineremo la popolazione più fragile. E’ come se ogni giorno ci fosse un un incidente aereo".

24 Febbraio 08:58 Tutte le zone rosse e arancioni rafforzate in Italia

Aumentano ancora le mini zone rosse e le aree soggette a restrizioni in Italia per evitare il dilagare delle infezioni, dovute spesso alle varianti covid, che rappresentano almeno il 30 per cento dei contagi attuali nel nostro Paese. Gli ultimi provvedimenti in ordine di tempo ieri in Lombardia, dove la provincia di Brescia e altri comuni limitrofi sono stati dichiarati zona arancione, e in Emilia Romagna dove 14 comuni passano in zona arancione scuro.

24 Febbraio 08:40 Covid, Palù (Aifa): “Virus non ha mai rallentato, no lockdown ma servono restrizioni “

"Non ha senso parlare di prima, seconda o terza ondata. Il virus non ha mai smesso di circolare. Ora in certe aree del Paese la curva dei casi incidenti certamente si impenna, però a livello nazionale l'andamento è ancora a plateau". Lo afferma, in una intervista al Corriere della Sera, Giorgio Palù, il virologo presidente dell'Aifa. "Dobbiamo abituarci a considerare che il Sars-CoV-2 più circola, più muterà in quanto lo scopo del virus è propagarsi il più possibile. Ed è chiaro che più salgono i casi maggiore è il rischio che, tra questi, un numero più elevato di soggetti debba essere curato in ospedale", quindi bisogna "alzare il livello di sorveglianza" e "occorre sequenziare il genoma virale, attività che in Italia finora non è stata molto sostenuta". Poi "vanno aumentate le misure di contenimento, il che non significa lockdown generalizzato ma attenersi a restrizioni che limitino gli assembramenti, gli spostamenti, i trasporti, le attività pubbliche compresa la scuola laddove la variante si sta diffondendo".

24 Febbraio 08:26 Secondo uno studio gli insegnanti sono i principali “diffusori” del coronavirus a scuola

Analizzando i focolai di COVID-19 emersi in un distretto scolastico della contea di Cobb, in Georgia, un team di ricerca guidato da scienziati dei CDC americani ha dimostrato che gli insegnanti rappresentavano il principale veicolo di trasmissione del coronavirus SARS-CoV-2 nelle scuole. Mancato rispetto del distanziamento fisico e uso non corretto delle mascherine tra le principali cause.

24 Febbraio 08:11 Allarme della Dia, con emergenza covid le mani delle mafie sulla sanità

La pandemia di Covid-19 rappresenta una "grande opportunità" per le mafie e lo snellimento delle procedure d'affidamento degli appalti e dei servizi pubblici comporterà "seri rischi di infiltrazione mafiosa dell'economia legale, specie nel settore sanitario". L'allarme è contenuto nell'ultima Relazione semestrale della Direzione investigativa antimafia (Dia), che evidenzia seri rischi di infiltrazione e la crescita di riciclaggio e corruzione durante l'emergenza covid. Secondo la Dia, è "oltremodo probabile" che i clan tentino di intercettare anche i finanziamenti per le grandi opere e la riconversione alla green economy.

24 Febbraio 07:57 Covid, in Colombia arriva vaccino AstraZeneca attraverso meccanismo Covax dell’Oms

In Colombia in arrivo il vaccino anti covid AstraZeneca attraverso il meccanismo Covax dell'Oms. La Colombia ha appena autorizzato l'uso di emergenza del vaccino Oxford/AstraZeneca, come ha annunciato il direttore dell'Agenzia sanitaria locale Invima, Julio Cesar Aldana. In un discorso trasmesso dalla televisione, Aldana ha affermato che il paese prevede di ricevere le prime dosi di AstraZeneca attraverso il meccanismo Covax nelle prossime settimane. Questo è il terzo vaccino autorizzato dalla Colombia dopo quelli Pfizer/BioNTech e SinoVac. La Colombia ha iniziato le vaccinazioni il 17 febbraio scorso.

24 Febbraio 07:45 Nuovo dpcm, Governo Draghi verso stop a riaperture

Il governo sta mettendo a punto il nuovo dpcm, che dovrebbe entrare in vigore dal 5 marzo dopo la scadenza di quello precedente: il presidente del Consiglio, Mario Draghi, sembrava intenzionato a procedere per decreto legge, ma i tempi stretti dovrebbero portare a un rinvio di questo cambio di passo. La linea sembra essere sempre quella del rigore, con il probabile rinvio delle riaperture così come consigliato dallo stesso Cts in base ai numeri del conteggio presentati a Premier ieri che segnalano una situazione in cui la prudenza deve essere massima

24 Febbraio 07:34 Varianti Covid, Cts: “Nessuna catastrofe imminente ma serve massima prudenza”

Le indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico sulle riaperture non cambiano rispetto alle ultime settimane  sono improntate alla prudenza , soprattutto alla luce degli sviluppi delle nuove varianti del virus. Lo rendono noto fonti del Cts, precisando che gli esperti avevano già messo in guardia dai rischi di ulteriori contagi derivanti da eventuali riaperture di impianti da sci, palestre o cinema.  "Abbiamo presentato al presidente Draghi i dati e i numeri dal punto di vista scientifico, siamo stati ascoltati con attenzione, noi siamo prudenti ma non abbiamo descritto una situazione di catastrofe imminente. Non abbiamo parlato di riaperture, se ne parlerà in un'altra occasione. Venerdì ci sarà una nuova fotografia della situazione, poi vedremo" ha speigato il coordinatore del Cts Agostino Miozzo dopo l'incontro a Palazzo Chigi.

24 Febbraio 07:29 Ministro Speranza oggi alla Camera per riferire sulle nuove misure anti-Covid 

Il Ministro della Salute Roberto Speranza oggi alla Camera per riferire sulle nuove misure anti-Covid previste dal primo decreto del governo Draghi. L'intervento è fissato per le ore 17 quando Speranza arriverà a Montecitorio per farà le sue comunicazioni all'Aula. Al termine dell'intervento del ministro, sono previste votazioni sulle risoluzioni presentate dia gruppi parlamentari

24 Febbraio 07:23 Vaccino anti covid: in Italia somministrate 3,7 milioni di dosi

In Italia somministrate finora oltre 3,7 milioni di dosi di vaccino anti covid, Secondo l'ultimo aggiornamento del report sul campagna vaccinale , sono precisamente 3.702.079 le dosi somministrare nel nostro Paese mentire son 1.341.780 le persone completamente vaccinate  su 5.198.860 dosi distribuite alle regioni. in grana parte si tratta dell'antidoto Pfizer/BioNTech, poi c'è Astrazeneca con 1.048.800 dosi e Moderna con 244.600 dosi

24 Febbraio 07:11 Le ultime notizie sul Coronavirus di oggi, mercoledì 24 febbraio

Continua l'emergenza Covid-19 in Italia e nel mondo. Secondo i dati dell'ultimo bollettino di ieri, nel nostro Paese sono stati registrati altri 13.314 contagi su 303.850 tamponi, tra antigenici e tamponi molecolari, e 356 morti per Covid. La Regione che fa registrare il più alto numero di infezioni su base giornaliera è è la Lombardia, seguita dall'Emilia-Romagna. Ecco, di seguito, il dettaglio regione per regione:

Lombardia: +2.480

Veneto: +1.062

Piemonte: +1.023

Campania: +1.436

Emilia Romagna: +1.588

Lazio: +889

Toscana: +824

Sicilia: +452

Puglia: +823

Liguria: +381

Friuli Venezia Giulia: +241

Marche: +581

Abruzzo: +322

Sardegna: +47

P.A. Bolzano: +374

Umbria: +262

Calabria: +116

P.A. Trento: +232

Basilicata: +115

Molise: +27

Valle d'Aosta: +4

In Italia aumentano ancora le zone rosse locali per con provvedimenti locali da nord a sud per evitare il dilagare delle infezioni, dovuti spesso alle varianti covid. Gli ultimi in ordine di tempo ieri in Lombardia dove la provincia di Brescia e altri comuni limitrofi dichiarati zona arancione, e in Emilia Romagna dove 14 comuni  passano in zona arancione scuro. In Italia oltre il 30% delle infezioni Covid è dovuto alla variante inglese. Il dato è stato fornito dagli esperti dell'Istituto superiore di Sanità e del Cts con il premier Mario Draghi. Secondo gli scienziati, verso la metà di marzo la variante sarà predominante in tutto il Paese. Ancora problemi sulla campagna vaccinale: Astrazeneca dimezza fornitura di vaccino anti covid prevista per l'Ue per il secondo trimestre mentre l'Italia dà l'ok alla somministrane anche per i 65enni. Finora 3,7 milioni le dosi somministrate in Italia e oltre 1,3 milioni le persone completamente vaccinate

Nel mondo oltre 112 milioni di contagi e quasi 2,5 milioni di morti covid. I più colpiti restano gli Usa dove però son state somministrate più di 65 milioni di dosi di vaccino. In Israele, invece metà della popolazione vaccinata almeno con una dose. Anche l'Ue valuta autorizzazione d'emergenza per accelerare sui vaccini. sarà una delle proposte che il presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, porterà al tavolo dei leader al Consiglio straordinario di giovedì e venerdì. Lo ha riferito il vicepresidente dell'esecutivo comunitario, Maros Sefcovic.