19 settembre 21:27 Focolai coronavirus a Palermo, scuole chiuse in tre comuni

C'è sempre più preoccupazione nella città metropolitana di Palermo dopo la scoperta di numerosi focolai di contagio da coronavirus. Sono tre i comuni della provincia che hanno deciso dei chiudere le scuole dopo la scoperta di numerosi contagi nei loro territori. Dopo il caso di Corleone anche a San Giuseppe Jato e a Belmonte Mezzagno, due comuni del Palermitano non confinanti, i sindaci hanno deciso di chiudere scuole e di adottare altre misure  di contenimento come lo sto ai locali entro le 22 e la chiusura di parchi e spazi verdi. A San Giuseppe Jato, dove il contagio sarebbe partito da una festa di compleanno,sono venti i positivi al coronavirus. Il contagio sarebbe partito da una festa di compleanno. Sedici invece i casi accertati a Belmonte Mezzagno.

19 settembre 20:49 Presidente si presenta al seggio ma scopre di essere positiva, sezione sanificata e scrutatori sostituiti

Una presidente di seggio è risultata positiva al coronaviorus nelle scorse ore dopo aver insediato il seggio durante le procedure preliminari per le lezioni di domani. L'episodio è successo nel pomeriggio di sabato a Potenza. Secondo quanto scrive La Gazzetta del Mezzogiorno, la donna si era sottoposta al tampone già da qualche giorno ma l'esito è arrivato solo oggi. Dopo aver ricevuto la comunicazione, la donna ha subito lasciato l'istituto scolastico dove invece sono partite le operazioni di sanificazione. Gli scrutatori che erano statoi scelti saranno sostituiti e devono ora sottoporsi a tampone a loro volta.

19 settembre 20:17 Coronavirus Francia: quasi 13.500 nuovi casi di contagio in 24 ore

Ancora molto alti i numeri dei contagi giornalieri da coronavirus in Francia dove nelle ultime 24 ore sono registrati ulteriori 3.498 casi positivi. Per il secondo giorno consecutivo nel Paese è stata superata la soglia dei 13mila casi. Son i numeri resi noti oggi dalle autorità sanitarie di Parigi secondo cui in Francia sono 58 i nuovi focolai segnalati.

19 settembre 19:38 Stadi, via libera dal Governo all’accesso di mille spettatori in ogni partita di serie A

Da domani stadi di serie A di calcio aperti al pubblico nel limite delle mille persone. Dopo ore di colloqui e passi in vanti di alcuni regioni come Emilia Romagna , Veneto e lombardia,  dal governo è arrivato infine il via all'accesso di mille spettatori in ogni partita di serie A fino al 7 ottobre. La decisione è arrivata al termine di un incontro organizzato dal ministro Boccia, che ha convocato il presidente della conferenza delle Regioni Bonaccini, in presenza dei ministri Speranza e Spadafora. Nel riunione deciso anche che da qui al 7 ottobre, in vista del prossimo dpcm e anche in base alle valutazioni di Salute e Cts della curva epidemiologica, verrà definita una percentuale di ingresso che tenga conto della capienza degli impianti per ogni disciplina sportiva.

19 settembre 19:14 In Gran Bretagna nuovo record di contagi, 4.400 in 24 ore, ma a Londra corteo contro lockdown

Nuovo record di contagi giornalieri da coronavirus nel Regno Unito dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 4.422 nuovi casi, 100 in più rispetto al giorno precedente.Si trta del dato più alto dato più alto dall'8 maggio, come riporta il Guardian. Il totale dei contagi dall'inizio della pandemia sono 390mila. Le nuove vittime sono invece 27, per un totale di 41.759 decessi per covid. A Londra però oggi è andato in scena un corteo di protesta contro le nuove misure di lockdown locale deciso dalle autorità locali. Non sono mancati momenti di tensione quando i manifestanti sono venuti a contato con la polizia con piccoli tafferugli.

19 settembre 18:38 Viceministro Sileri: “Seggi elettorali luoghi sicuri, protocolli eviteranno contagi”

I "seggi elettorali luoghi sicuri "perché "i protocolli eviteranno contagi" da coronavirus, a rassicurare gli italiani in vista delle elezioni di domani è il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri. "Andare a votare è un ritorno verso la normalità. Domani e dopodomani si vota e si vota in sicurezza", ha dichiarato Sileri, aggiungendo: "I protocolli eviteranno gli assembramenti, ci sono percorsi di entrata e uscita, gel disinfettante all'esterno e all'interno, la matita verrà disinfettata". "Abbiamo fatto in modo che le regole di sicurezza anti-Covid possano essere rispettate. In queste ore, un seggio elettorale è un luogo sicuro" ha concluso il rappresentante del governo.

19 settembre 17:23 In Campania 149 nuovi positivi nelle ultime 24 ore

Sono 149 i nuovi positivi al Coronavirus in Campania su 5.515 tamponi esaminati nelle ultime 24 ore. Dall’inizio della pandemia sono guarite 5.060 persone e ne sono morte 456 (con 40 guariti ed un decesso registrati nelle ultime 24 ore), mentre i contagiati totali dall’inizio della pandemia sfondano quota diecimila, attestandosi a 10.089 casi.

19 settembre 17:21 Nelle ultime 24 ore 1.638 positivi e 24 morti

Il Ministero degli Interni ha diffuso il bollettino di oggi, 19 settembre, sul coronavirus in Italia. Ancora in salita i casi, che hanno raggiunto quota 296.569 dall’inzio dell’epidemia (+1.638 nelle ultime 24 ore, ieri erano 1.907 ). I guariti sono 217.716 (+909 nelle ultime 24 ore, ieri erano 853 ) e i morti 35.692 (+24, ieri erano 10).

19 settembre 16:28 Rifiuta di indossare la mascherina in ospedale: denunciata insegnante di Palermo

Una professoressa di 47 anni residente a Palermo è stata denunciata dai carabinieri per interruzione di pubblico servizio. La donna ieri nel reparto di gastroenterologia dell'ospedale Civico si è rifiutata di indossare la mascherina e i dispositivi di sicurezza. Sono intervenuti i medici, anche la guardia giurata in servizio in ospedale, ma senza risultati. E' stato necessario l'intervento dei carabinieri che alla fine hanno denunciato la donna.

19 settembre 14:54 Campania, aumentano i casi a Sperone (Avellino): il sindaco impone il lockdown

A causa dell'aumento dei casi di coronavirus il comune di Sperone, in provincia di Avellino, ha imposto un mini-lockdown. Sarà possibile uscire di casa solo in caso di estrema necessità, come già avvenuto nel periodo della prima ondata della pandemia. Molti commercianti resteranno chiusi, salvo quelli necessari, mentre l'obbligo della mascherina ad ogni ora ed all'aperto. Chiusi anche i pubblici uffici. Entro lunedì, infine, obbligo di sanificare tutti i locali commerciali.

19 settembre 14:21 Decaro ai giovani di Bari: “Indossare la mascherina non è da sfigati”

"Mettersi la mascherina non è da sfigati. È da sfigati contagiarsi e mettere a rischio la propria vita e quella dei propri cari". A scriverlo su Facebook il primo cittadino di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro. "Ne ho trovati molti responsabili e rispettosi delle regole – ha scritto il sindaco – . Ma a molti altri questo concetto proprio non entra nella testa. Le forze dell’ordine fanno quello che possono e in questi giorni sono costrette a multare i cittadini che dimostrano ancora di non aver capito la situazione, giovani e adulti. Purtroppo nessuna multa potrà mai sostituirsi alla presa di coscienza di una responsabilità, personale e collettiva. Non mi fate fare la parte del rompiscatole, diamoci una mano, ragazzi, facciamolo per noi e per le nostre famiglie".

19 settembre 13:45 Elezioni regionali e referendum, la matita verrà sanificata dopo ogni voto

Come si svolgeranno le prime elezioni dell'era Covid-19? Sarà garantita la massima sicurezza degli elettori e del personale presente nei seggi? A spiegarlo il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri rispondendo a una domanda dei cronisti a margine di un evento a Bologna.“E’ un ritorno alla normalità andare a votare. Domani e dopodomani si vota e si vota in sicurezza: i protocolli eviteranno gli assembramenti, ci sono percorsi di entrata e uscita, gel disinfettante all’esterno e all’interno, la matita verrà disinfettata”. “Questa è la nostra normalità: finché il virus non deciderà, per conto suo, di modificarsi in una forma favorevole per il genere umano o finché non avremo il vaccino – ha concluso il viceministro – dovremo fare i conti con questa nuova normalità”.

19 settembre 13:30 Palermo, la Regione impone la zona rossa nelle missioni di Biagio Conte

Con un apposito provvedimento la Regione Sicilia ha reintrodotto le zone rosse nelle strutture di accoglienza per migranti della "Missione Speranza e Carità" di Biagio Conte, a Palermo, in via Decollati, via Giuseppe Garibaldi, via Archirafi e un appezzamento di terreno in via Cottolengo dove si coltivano per lo più ortaggi. L'ordinanza di Musumeci è stata firmata dopo i 37 casi, fino a questo momento, di positività accertati fra gli ospiti del centro. La decisione è stata adottata dopo un vertice con l'assessore alla Salute Ruggero Razza e il direttore generale dell'Asp di Palermo Daniela Faraoni, che hanno esaminato l'andamento del contagio e la pericolosa promiscuità all'interno delle strutture.

Nei centri, adesso, potranno entrare e uscire solo gli operatori sanitari e socio-sanitari ed il personale impegnato nella assistenza alle attività inerenti l’emergenza. A garantire il rispetto dell'ordinanza di Musumeci, adottata ai sensi dell'articolo 3 del Dl 25 marzo 2020 n.19,  dovranno essere le forze dell'ordine, all'esterno delle strutture.

19 settembre 12:50 Il Veneto riapre gli stadi: mille tifosi per gli eventi sportivi, in 700 nei palazzetti

Dopo l'Emilia Romagna, anche in Veneto gli spettatori possono assistere agli eventi sportivi, al massimo mille negli impianti all'aperto e 700 in quelli al chiuso, nei quali sia possibile la preassegnazione dei posti a sedere. Lo prevede l'ordinanza firmata dal presidente della Regione, Luca Zaia, valida da oggi fino al 3 ottobre prossimo. I tifosi "hanno l'obbligo di occupare per tutta la durata dell'evento esclusivamente i posti a sedere specificamente assegnati, con divieto di collocazione in piedi e di spostamento di posto, assicurando tra ogni spettatore seduto una distanza minima laterale e longitudinale di almeno un metro".

19 settembre 12:50 Quasi 18 milioni di prestazioni sanitarie sono saltate per il Covid: ora è allarme liste d’attesa

Quasi 18 milioni di prestazioni sanitarie sono andate in standby con lo scoppio della pandemia. Ora esami, visite e cure sono riprese, ma il servizio sanitario si trova a gestire una quantità allarmante di prestazioni saltate. A denunciare questi numeri preoccupanti è il segretario nazionale del sindacato dei medici dirigenti Anaao Assomed, Carlo Palermo: "L’allungamento delle liste d’attesa rischia di trasformarsi in una grande crisi di fiducia dei cittadini nei confronti del Ssn. L’epidemia da Covid 19 ha costretto gli ospedali a concentrare le proprie attività sulle urgenze e sui pazienti affetti dal virus. La gran parte delle attività ordinarie è stata sospesa e oggi le attese si misurano in semestri se non in anni in alcune regioni", ha affermato.

19 settembre 12:43 Papa Francesco: “Il vaccino contro il Covid sia per tutti, sarebbe triste che fosse solo per i ricchi”

Il Papa all’udienza generale nella Biblioteca del Palazzo Apostolico (La Presse).
in foto: Il Papa all’udienza generale nella Biblioteca del Palazzo Apostolico (La Presse).

Appello di Papa Francesco a combattere la "povertà farmaceutica" e a rendere "universale" il vaccino anti-Covid: "Sarebbe triste se si desse priorità ai ricchi o se diventasse proprietà di singole nazioni. Mentre si opera l'assistenza caritativa, bisogna combattere anche questa povertà farmaceutica, in particolare con un'ampia diffusione nel mondo dei nuovi vaccini", ha detto ricevendo in udienza nell'Aula Paolo VI i membri della Fondazione "Banco Farmaceutico" in occasione del ventennale della nascita. "Vi propongo di globalizzare la cura, cioè la possibilità di accesso a quei farmaci che potrebbero salvare tante vite per tutte le popolazioni. E per fare questo c'è bisogno di uno sforzo comune, di una convergenza che coinvolga tutti. E voi siete l'esempio di questo sforzo comune", ha aggiunto.

19 settembre 12:29 Il viceministro Sileri: “A scuola c’è rischio contagio, ma minimizziamolo confinando i focolai”

"Il virus esiste, non è scomparso. Siamo concentrati sulla scuola perchè è ripartita, perchè muove tantissime persone, famiglie e docenti, ma laddove c'è attività c'è un rischio. Noi dobbiamo minimizzare il rischio: non significa avere zero, ma minimizzarlo, arrivare vicini allo zero. La normalità è confinare i focolai, fare si che i focolai, che saranno sempre piu' numerosi, vengano confinati". Lo ha detto il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri rispondendo a una domanda, a margine di un evento a Bologna, sottolineando che nonostante l'aumento dei casi degli ultimi giorni nel nostro Paese "la situazione è sotto controllo, è la normalità". Sul ritorno del pubblico negli stadi ha detto: "Non bisogna essere bianco o nero. E' auspicabile un ritorno dei tifosi allo stadio con misure che consentono la sicurezza. Anche a me fa male vedere gli stadi vuoti. Se le cose andranno avanti così, è vero che abbiamo un aumento dei casi ma è tutto sotto controllo al momento, non vedo perchè non si possano aprire gli stadi, con un numero molto ridotto di persone e con regole definite".

19 settembre 12:03 L’italiano volontario del vaccino di Oxford dopo il richiamo: “Sto bene”

Antonio Metastasio, 44enne psichiatra del National Health britannico di origine teramana, è uno dei 50mila volontari del vaccino anti-Covid di AstraZeneca e Università di Oxford che ieri ha ricevuto il richiamo. A Fanpage.it ha raccontato: “Sto benissimo, non ho mai avuto alcun problema. Vivo la mia vita normalmente, devo solo sottopormi a tampone una volta a settimana. Speriamo che questo antidoto sia la risposta al Coronavirus”.

19 settembre 12:01 Balzo in avanti dei contagi in Russia: superati i seimila casi nelle ultime 24 ore

Continuano a crescere i casi giornalieri di Coronavirus in Russia dove, nelle ultime 24 ore, sono stati superati i 6mila contagi. Si tratta del dato più alto dal 19 luglio. L'aumento giornaliero è stato dello 0,56% e il numero totale di persone infette ha raggiunto quota 1.097.251. Ci sono state altre 144 vittime per un totale di decessi che arriva a 19.339, pari all'1,76% delle persone che si sono infettate nel Paese.

19 settembre 11:41 In Argentina il lockdown per l’emergenza Covid è stato esteso fino all’11 ottobre

Il governo dell'Argentina ha annunciato oggi una nuova estensione del lockdown per contrastare la pandemia da Coronavirus, che scadeva il 20 settembre, fino all'11 ottobre. Lo riferisce l'agenzia di stampa statale Telam. La misura, ufficialmente denominata "isolamento sociale, preventivo e obbligatorio", è stata giustificata con la motivazione che "la pandemia non permette distrazioni", sopra tutto nel momento in cui "la cittadinanza comincia a rilassarsi" nonostante i casi nelle Americhe continuino a crescere.

19 settembre 11:29 Boris Johnson: “Stiamo valutando se introdurre nuove restrizioni contro il Covid”

Il Regno Unito sta attraversando una nuova ondata di contagi da coronavirus, ha avvertito il premier britannico Boris Johnson. "Chiaramente quando consideri quello che sta succedendo, ti devi chiedere se sia necessario introdurre nuove restrizioni", ha aggiunto. Il governo sta cercando di evitare a tutti i costi un nuovo lockdown generalizzato, ma "restrizioni più severe sul distanziamento sociale potrebbero essere necessarie". Ieri si sono registrati 4.322 nuovi casi di coronavirus: è la prima volta, dallo scorso 8 maggio, che i nuovi contagi superano quota quattromila. Al momento nel Paese sono circa 13,5 milioni i cittadini britannici sottoposti a restrizioni locali.

19 settembre 11:19 In Italia 2.387 i casi di focolai attivi, di cui 698 nuovi: la mappa aggiornata

Secondo il monitoraggio settimanale dell’Iss e del ministero della Salute aggiornato alla scorsa settimana, al momento tutto il territorio italiano sono 2.387 i casi di cluster attivi, di cui 698 nuovi. Ecco la mappa aggiornata con i focolai che stanno facendo ripartire l'epidemia nel nostro Paese.

19 settembre 11:17 A Trapani il parroco è positivo: il vescovo decide di chiudere la chiesa, tamponi ai frati

Un francescano conventuale e parroco della parrocchia "San Francesco d'Assisi" di Trapani è risultato positivo al Covid-19. Il sacerdote, che si era sottoposto al tampone autonomamente per via di alcuni sintomi, era in quarantena volontaria da più di una settimana. Anche gli altri frati della comunità religiosa, in attesa del tampone, si sono posti immediatamente in quarantena. Il vescovo Pietro Maria Fragnelli ha disposto la chiusura della chiesa con la conseguente sospensione di tutte le celebrazioni e la sanificazione dei locali, e ha rassicurato la comunita' parrocchiale che la Curia vescovile si fara' carico degli aspetti pastorali in questo tempo di chiusura.

19 settembre 10:20 Coronavirus in Sicilia, 14 nuovi casi nel Ragusano: tra loro anche un bimbo di 3 anni

Impennata di nuovi casi di Coronavirus in Sicilia. Sono 14 le infezioni registrate nelle utlime 24 ore solo nel Ragusano. Tra di loro anche un bimbo di tre anni che frequentava una ludoteca a Modica e una bimba di 12 anni. Per i positivi sono scattati i controlli per ricostruire la catena dei contatti. Sono 11 in totale le persone poste in isolamento fiduciario. E'stato dimesso ieri uno degli anziani contagiati nella casa di riposo di Modica.

19 settembre 09:57 Il ministro Boccia: “Andiamo incontro ad autunno duro, ma no a lockdown nazionale”

"Sappiamo di andare incontro a un autunno duro. Il lavoro congiunto con le Regioni ci ha fatto rafforzare le reti sanitarie. L'ondata era prevedibile perché quando si torna alla vita a pieno regime il virus circola, ma se tutti rispettano le regole reggeremo, grazie alle reti sanitarie e ai comportamenti di ciascuno". Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia in una intervista al Corriere della sera, aggiugendo: "Noi non abbiamo mai abbassato la guardia; ci siamo sempre fatti guidare da rigore e prudenza. Non abbiamo problemi di tamponi, nè di mascherine perchè le produciamo in Italia. Le linee guida nazionali vengono rispettate in 19 regioni anche con ottimi risultati, poi la ventesima scrive norme che creano caos. Questo è un errore, deve chiedere l'intervento della Protezione civile". Infine, ha sottolineato che "un lockdown nazionale è da escludere, mentre interventi mirati sul territorio sono sempre possibili, in base alla situazione epidemiologica. Ma al momento non vedo situazioni a rischio".

19 settembre 09:53 Elezioni e coronavirus: paura dei contagi ai seggi, fuggi fuggi di presidenti e scrutatori

Da Nord a Sud scatta il rischio dei seggi vuoti per le elezioni regionali e il referendum del 20 e 21 settembre,  mentre fioccano le varie “giustificazioni” tra certificati medici e indisponibilità. Nel primo voto dopo l’esplosione dell’epidemia di coronavirus nel nostro Paese, la paura dei contagi si fa sentire. E così si assiste a un fuggi fuggi tra presidenti e scrutatori.

19 settembre 09:23 L’India si avvia a superare gli Usa per numero di contagi: 93.337 casi solo nelle ultime 24 ore

L'India ha registrato 93.337 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore e 1.247 decessi in più, portando il numero totale dei contagi del Paese a 5,3 milioni e i decessi a 85.619. Il paese ha segnalato il maggiore aumento di casi in un solo giorno tutti i giorni nelle ultime cinque settimane e si prevede che diventerà il più colpito al mondo entro poche settimane, superando così gli Stati Uniti.

19 settembre 09:15 Le vittime del coronavirus in Italia potrebbero essere molte di più di quelle che dicono i bollettini

I dati dell’Istat sul numero dei decessi nel nostro Paese nei primi mesi del 2020 mostra non solo un eccesso di mortalità rispetto allo stesso periodo nell'anno precedente, ma anche rispetto alle vittime dell'epidemia di coronavirus segnalate nei vari bollettini del ministero della Salute. Si parlerebbe di quasi 20 mila decessi in più. Chiaramente non tutti possono essere ascrivibili all'infezione da Covid-19, ma allo stesso tempo è molto probabile che alcuni di questi abbiano in effetti contratto il virus, ma non essendo mai sottoposti a test sono sfuggiti dai registri ufficiali. Probabilmente si tratta di persone morte in casa, che non sono mai arrivate negli ospedali.

19 settembre 08:55 In Francia oltre 13mila contagi in 24 ore: focolai nelle università

Cresce l’allarme Coronavirus in Francia, dove nelle ultime 24 ore sono stati individuati 13.215 nuovi contagi, una cifra record mai toccata dalla primavera scorsa quando il Paese era in pieno lockdown, a cui si aggiungono 123 morti. Positivo anche il ministro dell’Economia Bruno Le Maire, mentre continuano a esplodere mini focolai in tutto il Paese, in particolare nelle università. Macron: “Abbiamo una cosa sola da fare, batterci, batterci, batterci”, ma al momento si tende ad escludere un nuovo lockdown.

19 settembre 08:28 “Tutta La Spezia è zona rossa. Basta razzismo”: proteste contro il lockdown nel Quartiere Umbertino

Immagine di repertorio.
in foto: Immagine di repertorio.

Tutta La Spezia è zona rossa. Basta razzismo”, scrivono gli abitanti del Quartiere Umbertino a La Spezia, tappezzando le strade con dei cartelli in diverse lingue. In questa zona della città ligure, famosa per il suo carattere multietnico, con un’ordinanza regionale si sono imposte misure più rigide, una sorta di mini zona rossa, provocando le proteste dei residenti. Il Comune ha deciso di attivare norme anti-contagio più rigide vista l'allarmante impennata di contagi.

19 settembre 08:27 Allarme Covid in Sicilia, la Missione di Biagio Conte come una zona rossa a Palermo

Salgono i casi di Coronavirus in Sicilia, che ieri hanno superato di gran lunga le 100 unità. A preoccupare è in particolare la situazione a Palermo: è vietato entrare e uscire dalla Missione Speranza e Carità di Biagio Conte nel capoluogo siciliano. I centri sono in isolamento, di fatto sono una mini zona rossa, dopo i contagi che nelle ultime ore sono cresciuti ancora toccando quota 37: oltre ai 21 segnalati nel bollettino del Ministero della Salute, come si legge sul Giornale di Sicilia, se ne sono aggiunti altri dodici asintomatici scoperti attraverso i tamponi a tappeto a cui sono stati sottoposti cinquanta volontari e ospiti della comunità di via dei Decollati. Sotto osservazione anche il caso Corleone dopo due ricevimenti nuziali in tre giorni, dal 12 al 15 settembre i quali avrebbero partecipato sette persone risultate poi positive.

19 settembre 08:02 In Germania record di contagi da aprile: oltre 2200 contagi nelle ultime 24 ore

Sono quasi 2300 i nuovi contagi da Coronavirus registrati nelle 24 ore in Germania, il livello più alto dallo scorso aprile. Lo riferisce il Robert Koch Institut (Rki), il centro epidemiologico tedesco: si tratta di 2297 infezioni, che portano il numero complessivo a 270 mila. Sono 6, sempre nelle 24 ore, i decessi registrati, per un totale di 9384. I guariti, sempre stando al conteggio del Koch Institut, sono 239 mila.

19 settembre 07:52 Nel Regno Unito 15 milioni di persone in lockdown locali: solo ieri 4.322 contagi

Un altro lockdown in Inghilterra è "l'ultima linea di difesa" da adottare, ma non è da escludere. Lo ha detto il ministro della Salute Hancock, avvertendo che la "situazione è molto grave". Anche perché si  continuano ad estendere i lockdown locali, che ora interessano un totale di 15 milioni di persone coinvolte. Solo ieri sono stati registrati altri 4.322 contagi e la situazione  on tende a migliorare. Per questo il premier Johnson ha dichiarato che "vediamo l'inizio di una seconda ondata" di infezioni da Covid-19. Intanto, i consulenti scientifici del governo hanno affermato che l'aumento del virus non è più localizzato ma è diffuso in tutto il Paese.

19 settembre 07:43 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo del 19 settembre

In Italia e nel resto del mondo non si arresta la pandemia da Coronavirus. Nel nostro Paese, secondo l'ultimo bollettino del Ministero della Salute con i dati giornalieri dell'emergenza, sono stati 1.907 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, che portano il totale a quota 294.932. 10, invece, i decessi di ieri. La Lombardia resta la regione più colpita, ma oltre 200 infezioni sono state segnalate in Campania. Seguono Lazio, Veneto, Emilia Romagna e Liguria. Preoccupa anche l'impennata dei contagi in Sicilia. Ecco il dettaglio regione per regione:

Lombardia: 104.304 (+224)

Piemonte: 34.167 (+127)

Emilia-Romagna: 34.093 (+121)

Veneto: 25.423 (+176)

Lazio: 13.982 (+193)

Toscana: 13.522 (+99)

Liguria: 12.329 (+158)

Campania: 9.940 (+208)

Marche: 7.679 (+29)

Puglia: 6.836 (+84)

Trento: 5.748 (+179)

Sicilia: 5.667 (+18)

Friuli Venezia Giulia: 4.312 (+39)

Abruzzo: 4.137 (+54)

Bolzano: 3.255 (+72)

Sardegna: 3.108 (+66)

Umbria: 2.160 (+21)

Calabria: 1.785 (+28)

Valle d'Aosta: 1.276 (+8)

Basilicata: 628 (0)

Molise: 581  (+3)

Per l'Istituto superiore di Sanità, l'indice Rt nazionale è fermo a quota 0,92, l’età mediana dei casi è salita a circa 41 anni, mentre i focolai attivi in Italia sono 2397, di cui 698 nuovi. Il 10,8% è importato dall'estero, mentre il 5,5% è da rientro da altre regioni o province autonome. Ma è allarme anche in Europa: in Francia sono stati registrati 13mila nuovi casi nelle ultime 24 ore, Madrid ha deciso che da lunedì chiuderanno i parchi e ci saranno restrizioni per l'entrate e l'uscita da 37 zone sanitarie in cui è più alta l'incidenza del contagio, mentre nel Regno Unito per 15 milioni di persone ci sarà un lockdown locale per cercare di contenere l'emergenza ed evitare un blocco su tutto il territorio nazionale che secondo il premier Boris Johnson sarebbe "un disastro". A livello globale, i casi di Covid-19 hanno raggiunto quota 30.406.197.