Covid 19
19 Novembre 2021
07:09
AGGIORNATO19 Novembre

Le notizie del 19 novembre sul Coronavirus

Le ultime notizie in tempo reale sul Covid in Italia e nel mondo, gli aggiornamenti di oggi, venerdì 19 novembre. Il bollettino con i contagi di oggi: 10.544 casi e 48 morti. Monitoraggio Iss: Rt stabile a 1,21, incidenza sale a 98 e crescono i ricoveri. Brusaferro: "Incremento contagi più significativo tra 30-50enni". Gimbe: "In 7 giorni +32% casi,+15% ricoveri, +14%intensive". L'Italia resterà in zona bianca per un'altra settimana, presto il Green Pass potrebbe durare non più 12 mesi, bensì 9. Nuova mappa Ue del rischio Covid: Veneto, Friuli e Marche in zona rossa, Bolzano in rosso scuro. In Sicilia torna l'obbligo di mascherina all'aperto.

Vaccini, circolare Figliuolo a Regioni: dose booster dal 22 novembre per 40-59enni. Finora l'84,43% della popolazione over 12 ha completato il ciclo vaccinale. Nel mondo 256.086.918 contagi e 5.132.341 morti. Nuovo record di contagi in Germania: qui oltre 65mila nuovi casi in 24 ore. In Austria torna il lockdown per tutti da lunedì, mentre da febbraio arriva l'obbligo vaccinale: ed è record casi, 15.809 in un solo giorno. In Belgio torna l'obbligo di lavorare da casa. Francia, epidemia torna ad aggravarsi con 522 nuovi ricoveri e 57 morti. In Usa Fda dà ok a booster Pfizer e Moderna dai 18 anni. In Israele via ai vaccini per bambini da 5 a 11 anni da martedì. Uno studio ha ricostruito il primo caso di Covid-19 in Cina: una lavoratrice del mercato del pesce di Wuhan.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
19 Novembre
23:37

Olanda, proteste a Rotterdam contro il lockdown: spari della polizia e feriti

Violente proteste sono scoppiate a Rotterdam durante una manifestazione che ha visto centinaia di partecipanti contro il lockdown annunciato dal governo per fronteggiare la pandemia di Covid. Ci sono feriti.

A cura di Susanna Picone
19 Novembre
22:31

Bassetti: "In Liguria 75% ricoverati non è vaccinato"

Tra i ricoveri in ospedale in questa fase della pandemia una parte è composta da "soggetti con due dosi che hanno fatto la vaccinazione nei mesi di febbraio-marzo e ne abbiamo circa un quarto dei ricoveri, sono in genere persone molto anziane o ultraottantenni per le quali il vaccino, pur non proteggendo completamente dell'ospedalizzazione, però dà una copertura nei nei confronti della forma più grave". Lo afferma Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova, facendo il punto sull'andamento della pandemia in Liguria. Il 75% dei ricoverati invece "è rappresentato da una popolazione non vaccinata mediamente più giovane e con un'età media intorno ai 55 anni: su questi malati evidentemente oggi rispetto a un anno fa abbiamo delle armi in più che non vorremmo usare perché vorremmo poter evitare questi ricoveri, ma che siamo evidentemente forzati ad utilizzare".

A cura di Susanna Picone
19 Novembre
22:07

Da Locatelli appello a vaccinarsi: "Somministrata dose booster a 3,7 milioni di persone"

"Abbiamo somministrato la dose booster a 3,7 milioni di persone e negli ultimi giorni c'è stata una chiara accelerazione: dobbiamo insistere su questi due canali, somministrare la dose booster a chi ha maggiori rischi" e "completare il ciclo di vaccinazione primaria". Lo ha detto Franco Locatelli a SkyTg24, rivolgendo un nuovo appello a vaccinarsi. "Oggi – ha detto – il presidente Mattarella ha fatto una riflessione attenta e densa di significato. Ricordiamoci che avere gli ospedali occupati e i servizi sanitari occupati nella gestione di malati di Covid significa rinunciare a una serie di screening".

A cura di Susanna Picone
19 Novembre
21:41

Germania, la Sassonia chiude bar e discoteche e disdice mercatini

La Sassonia chiuderà bar e discoteche e saranno disdetti i mercatini di Natale. Lo ha annunciato l'amministrazione regionale di Michael Kretschmer. A parte le biblioteche, chiuderanno anche le istituzioni culturali e dedicate al tempo libero. Con un indice di contagio settimanale di 539,6 pazienti il 2G non basta più, ha affermato il governatore, spiegando però che nella sua regione non ci sarà un lockdown.

“La causa di quello che sta succedendo in Sassonia è senza alcun dubbio la bassa quota di vaccinati nel Land”, ha spiegato Kretschmer, in conferenza stampa annunciando l’inasprimento delle misure anticovid

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
21:14

Quali categorie potrebbero essere obbligate a vaccinarsi

Il governo potrebbe introdurre l’obbligo vaccinale per alcune categorie a contatto con il pubblico, come insegnanti, forze dell’ordine e dipendenti della Pubblica amministrazione.

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
20:56

Vaccino, Locatelli: "Anticipo richiamo a 5 mesi è possibile"

Una delle ipotesi per contenere ulteriormente il contagio e accelerare sulla terza dose "potrebbe essere quella di ridurre l'intervallo tra il compimento del ciclo vaccinale primario e la dose booster da sei a cinque mesi". Lo ha detto il coordinatore del Cts Franco Locatelli a SkyTg24 sottolineando comunque che l'Italia "mantiene una delle situazioni più favorevoli in tutta Europa". I dati, ha aggiunto, "destano attenzione e vanno valutati con tutta la cautela del caso, ma non c'è preoccupazione estrema. E' un momento in cui va posta la massima attenzione e ognuno di noi deve fare la propria parte

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
20:30

L'efficacia del vaccino covid, cosa succede dopo 6 mesi

Gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità dimostrano che dopo 180 giorni l’efficacia del primo ciclo vaccinale contro il contagio cala significativamente in tutte le fasce di età. Ma cosa succede alla protezione del siero contro il Covid dopo 6 mesi (e perché questa data)

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
19:58

La stima dell'Ecdc: Italia tra Paesi con trend in aumento

Nelle previsioni Covid pubblicate dall'Agenzia europea per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc), l'Italia rientra tra i Paesi con trend in crescita per ricoveri ospedalieri, ammissioni nelle terapie intensive, e decessi. Si legge in un rapporto dell'Ecdc, e relativo alla settimana 45 (terminata con domenica 14 novembre), per i 30 Paesi Ue/See, in cui figura un livello di allerta complessivo per i contagi "molto alto" (8,3 su 10), con stime in crescita per una ventina di Paesi, tra cui l'Italia.
Per l'Italia (tra il 21-27 novembre) sono stimati 69.434 nuovi casi, 2.224 nuove ospedalizzazioni, e 500 nuovi morti.

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
19:26

Francia, casi in aumento: 21.220 in un giorno, 57 morti

I contagi da coronavirus in Francia continuano ad aumentare: nelle ultime 24 ore sono state registrate 21.220 infezioni e 57 morti.

Attualmente si contano 7.940 ricoverati e 1.353 in terapia intensiva. L'autorità sanitaria ha dato il via libera per le terze dosi dai 40 anni in su.

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
19:14

Regno Unito, le accuse al governo per la gestione della pandemia

L’Ufficio nazionale di controllo del Regno Unito (Nao) accusa il governo di Boris Johnson di scarsa preparazione dinanzi alla pandemia. Intanto avanza la nuova variante: “Più contagiosa ma meno sintomatica”

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
19:00

Austria: record casi, 15.809 in un solo giorno

L'Austria ha registrato 15.809 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. Si tratta del record di infezioni a livello giornaliero dall'inizio della pandemia, mentre il Paese si prepara a 20 giorni di lockdown totale a
partire da lunedì e all'obbligo vaccinale da febbraio.

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
18:35

Chi rischia la zona gialla in base ai numeri sulle terapie intensive

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Il monitoraggio Iss di questa settimana non ha determinato cambi di colore, perciò anche la prossima settimana l’Italia sarà in zona bianca. Ma attenzione: guardando i dati è evidente che è solo questione di tempo.

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
18:28

Report Commissario Covid: oltre 6,7 milioni over 12 senza prima dose

Sono 6.707.713 le persone over 12 in attesa della prima dose di vaccino anti-Covid in Italia. E’ quanto emerge dal report settimanale della Struttura del commissario straordinario all’emergenza, generale Francesco Paolo Figliuolo, aggiornato a questa mattina. In particolare, nella fascia d’età 40-49 anni sono 1.382.150.

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
18:07

Modello Austria anti-Covid, come si stanno muovendo le regioni

All’interno della Conferenza delle Regioni ci sarebbe accordo sul fatto che i vaccinati non debbano pagare il prezzo delle chiusure, ma non sulla ricetta su come metterlo in pratica. E in particolare, alcuni governatori come Zaia o Acquaroli sarebbero totalmente contrari al modello austriaco.

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
18:00

Covid Regno Unito: oltre 44mila contagi nelle ultime 24 ore e 57 decessi

La Gran Bretagna ha fatto registrare 44.242 nuovi casi di positività al coronavirus nelle ultime 24 ore, con 157 decessi: lo hanno reso noto le autorità sanitarie britanniche. Si tratta di un dato in calo rispetto a ieri: giovedì si erano registrati 46.807 casi di positività; in calo anche i decessi, che ieri erano stati 199.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
17:55

Terza dose vaccino per over 40, come fare regione per regione

La terza dose di vaccino anti Covid dal 22 novembre sarà possibile anche per gli over 40. Ma ci sono differenze tra le varie regioni, specialmente per quel che riguarda la prenotazione. Non in tutte le regioni la prenotazione è necessaria: alcune hanno proceduto direttamente a convocare coloro che sono stati vaccinati per primi, cioè chi fatto la seconda dose da almeno sei mesi. Come fare regione per regione

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
17:50

Covid Lombardia, oggi 1.735 contagi e 4 morti

Sono 1.735 i nuovi casi giornalieri di Coronavirus in Lombardia, a fronte di 105.057 tamponi effettuati. Nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 4 decessi. Da febbraio dello scorso anno i decessi ufficiali per Covid in Lombardia sono arrivati a 34.272. I contagi di Coronavirus registrati ieri erano stati 1.705 a fronte di 135.080 tamponi eseguiti. Sul fronte dei ricoveri, aumentano i pazienti nei reparti ordinari, arrivati a 623. Cresce anche il numero dei pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
17:44

Aumentano ricoveri covid e posti occupati in terapia intensiva

Terapia intensiva, Covid
Terapia intensiva, Covid

Ricoveri covid ancora in aumento nell'ultima giornata. I pazienti totali in area medica sono ora 4.145, con un aumento di 57 unità nelle ultime 24 ore. I pazienti covid in terapia intensiva sono invece 512 (+9 rispetto a ieri), con 39 nuovi ingressi del giorno. Soni dati del bollettino covid di oggi venerdì 19 novembre

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
17:40

Bollettino Coronavirus Italia: 10.544 nuovi casi di Covid, i decessi sono 48

I dati del bollettino covid di oggi venerdì 19 novembre: sono 10.544 i nuovi casi di Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore su 534.690 tamponi. I morti sono stati 48.

A cura di Biagio Chiariello
19 Novembre
17:33

Covid Alto Adige, oggi 371 casi e 4 morti

Sono 371 i nuovi casi di contagio in altoAdige nelle ultime 24 ore a fronte di 1650 tamponi. Il bollettino dell'Azienda sanitaria della provincia di Bolzano indica altri 4 decessi che fanno salire il numero complessivo delle vittime a 1225. Continuano a salire anche i ricoveri nei normali reparti che son ora 76 pazienti (+5), 50 pazienti si trovano nelle cliniche private (-3) e 8 (+0) in terapia intensiva. In quarantena si trovano 7785 altoatesini

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
17:24

Covid Lazio, oggi 1229 nuovi casi e 4 morti

Oggi, venerdì 19 novembre,nel Lazio si registrano 1229 nuovi casi positivi su 15mila tamponi molecolari e 30mila tamponi antigenici, per un totale di oltre 45mila test, 140 in più rispetto a ieri. Sono 4 invece i decessi registrati nelle ultime 24 ore, due in meno di ieri.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
17:17

Terza dose, per Iss e ministero potrebbe essere somministrata prima dei 6 mesi

Alla conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Covid della Cabina di regia il professor Rezza ha detto che il ministero potrebbe valutare la possibilità di somministrare la terza dose prima che passino i 6 mesi dalla seconda.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
17:11

Covid Campania, oggi 885 contagi e 1 morto

Sono 885 i nuovi casi positivi a Covid in Campania nelle ultime 24 ore, a fronte di 29.048 tamponi analizzati, tra molecolari ed antigenici. Resta dunque alto il tasso di positività in regione, che fa registrare lo 3,04%. Un solo deceduto per covid nelle ultime 24 ore, pressoché stabili invece i ricoverati

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
17:01

Covid Puglia, oggi 284 positivi e nessun morto 

Sono 284 i nuovi casi registrati oggi in Puglia su 20.720 test Covid-19 per un tasso di l'1,37%. Non ci sono decessi. Questa la suddivisione dei casi: Provincia di Bari: 80; Provincia di Bat: 28; Provincia di Brindisi: 18; Provincia di Foggia: 64; Provincia di Lecce: 30; Provincia di Taranto: 67; Provincia in definizione: -3. Sono 3.811 le persone attualmente positive, 149 quelle ricoverate in area non critica, 16 in terapia intensiva.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
16:50

Vaccino covid, Rezza: "Possibile accorciare i tempi per dose di richiamo"

Per la terza dose del vaccino anti covid l'indicazione è quella di aspettare sempre 6 mesi dalla seconda dose per il richiamo, ma "accorciare l'intervallo" potrebbe essere possibile.  Lo ha spiegato il direttore della Prevenzione del ministero della salute Gianni Rezzain conferenza stampa. "Quelli che ad oggi non hanno raggiunto sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario sono soprattutto persone giovani. Accorciare questo intervallo non avrebbe effetti negativi e potrebbe dare qualche possibilità in piu' di accelerare la campagna vaccinale, è quindi un elemento da valutare con una certa attenzione" ha spiegato Rezza

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
16:44

Covid Friuli Venezia Giulia, oggi 533 nuovi casi e 5 decessi

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 8.313 tamponi molecolari sono stati rilevati 494 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,94%. Sono inoltre 14.985 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 39 casi. Si registrano 5 decessi: un uomo di 87 anni e uno di 64 entrambi di Trieste deceduti in ospedale, una donna di 80 anni di Trieste deceduta in ospedale, una donna di 94 anni di Udine deceduta in ospedale e un uomo di 91 anni di Gorizia deceduto nel proprio domicilio. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 25, mentre i pazienti in altri reparti risultano essere 194. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
16:38

Covid Emilia Romagna: oggi 1.014 contagi e 7 morti

Sono 1.014 i contagi covi registrati oggi inEmilia Romagna su un totale di 33.128 tamponi mentre sono 7 i morti per covid. Sono i dati del bollettino covid di oggi venerdì 19 novembre. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 3,06 per cento" ha riferito in una nota la Regione nel consueto bollettino sull'emergenza. Per quanto riguarda le persone guarite, sono 347 in più rispetto a ieri. I casi attivi sono ora 12.688 (+660). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi o asintomatiche, sono complessivamente 12.171 (+644), il 95,9 per cento del totale dei casi attivi.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
16:33

Monitoraggio Iss, Brusaferro: "Incremento contagi più significativo tra 30-50 anni"

Progressivamente dal centro-est europeo l'epidemia si sta muovendo verso la Francia e l'Italia. Il nostro Paese mostra un incremento nella circolazione del virus ma in una situazione più contenuta rispetto agli altri Paesi, ma comunque l'andamento è in crescita". Lo ha affermato il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sull'analisi dei dati del Monitoraggio settimanale della Cabina di Regia. L'incremento più significativo, ha aggiunto, è tra i 30 e 50 anni. Aumentano però anche i casi pediatrici, in particolare sotto i 12 anni e in particolare tra 6 e 11 anni. "Questa è la fascia dove non è disponibile la vaccinazione. Vengono segnalati dei ricoveri anche per questa fascia di età anche se i numeri sono piccoli" ha affermato Brusaferro

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
16:28

Covid Piemonte, oggi 538 casi e 4 morti

In Piemonte sono 538 i nuovi contagi di Covid a fronte di ai 52.757 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore, dei quali 45.407 antigenici. Il bollettino dell'Unità di crisi della Regione riporta anche 4 decessi (1 registrato oggi), un ricoverato in più  in terapia intensiva  14 pazienti in più negli altri reparti. Le persone in isolamento domiciliare sono 6.782, i nuovi guariti 263.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
16:20

Covid Calabria: oggi 162 nuovi casi di contagio e 5 morti

Sono 162 i nuovi contagi registrati oggi inCalabra a fronte di +5.472 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore. Si registrano anche altri 5 decessi per covid. È quanto emerge dal bollettino covid di oggi venerdì 19 novembre. "In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti sono stati 1.380.705 (+5.472). Le persone risultate positive al coronavirus sono 9.0581 (+162) rispetto a ieri". Lo ha riferito la Regione nel consueto bollettino sull'emergenza.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
16:12

Pregliasco: "Lockdown dei non vaccinati non serve" 

"Porre restrizioni solo per i non vaccinati" contro Covid-19, che rappresentano ormai meno del 10% della popolazione vaccinabile, "non è risolutivo. E qui è dura perché per ottenere dei buoni risultati lo sappiamo cosa si dovrebbe fare: provvedimenti restrittivi generalizzati. Tutto il resto è una mediazione", lo ha affermato il virologo Fabrizio Pregliasco all'Adnkronos Salute. Per il docente della Statale di Milano, invece, "Non sarebbe male un ritorno allo smart working nella Pubblica amministrazione fino a primavera"

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
16:03

Covid Abruzzo, oggi 181 nuovi positivi e un decesso

Sono 181 i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 85661. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 2574 (si tratta di 72enne della provincia di Chieti). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 79789 dimessi/guariti (+111 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 3298 (+69 rispetto a ieri). (Nel totale sono ricompresi anche 621 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall'inizio dell'emergenza, sui quali sono in corso verifiche).

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
15:47

Oltre la metà dei Paesi africani non vaccinerà nemmeno il 40% della propria popolazione entro l’anno

Nel mondo intero sono state somministrate miliardi di vaccini. Ci sono Paesi, come l’Italia, dove quasi il 90% della popolazione ha ricevuto due dosi. Oltre quaranta Paesi africani, più della metà di quelli presenti nel continente, non riuscirà invece a raggiungere l’obiettivo dell’Oms di vaccinare (con almeno una dose) il 40% della popolazione entro l’anno.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
15:32

Covid, Israele vaccina bambini da 5 a 11 anni da martedì

Israele comincerà a vaccinare contro il coronavirus i minori da 5 a 11 anni a partire da martedì prossimo. Lo ha annunciato il premier Naftali Bennett dopo l'arrivo nel Paese, con una settimana di ritardo sul previsto, delle dosi del vaccino Pfizer dosate per quella fascia di età. "Sono consapevole che ci sia una certa sensibilità su questo argomento. Ci sono molte persone che hanno paura di vaccinare i bambini e queste non sono necessariamente dei no-vax o chi crede alle teorie cospirazionistiche. La mia risposta a queste preoccupazioni è: totale trasparenza" ha aggiunto.

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
15:22

Vicegovernatore Friuli Venezia Giulia: "Abbiamo numeri da zona gialla"

"La zona gialla c'è già, con i numeri di ieri e indipendentemente da quelli di oggi. I numeri non sono un'opinione. Bisogna capire qual è la tendenza". Lo ha detto il vicegovernatore della Regione Fvg Riccardo Riccardi, a margine di un incontro all'ospedale di Cattinara. Alla richiesta di un commento sul fatto che il Fvg ha evitato la zona gialla per tre ricoveri, Riccardi ha risposto: "Non possiamo interpretare le conseguenze alle regole, ci sono delle regole e queste applichiamo e basta".

A cura di Susanna Picone
19 Novembre
15:11

Covid Veneto, oggi 1.283 nuovi contagi

Sono 1.283 i nuovi contagi Covid registrati in Veneto nelle ultime 24 ore. Il dato porta il totale degli infetti a 497.612 dall'inizio della pandemia. Stabile il numero delle vittime, 11.892.  Sale la pressione sugli ospedali, dove sono 421 i malati Covid ricoverati. Di questi, 357 (+6) sono ospitati nei reparti dell'area medica, 64 (+2) in terapie intensiva.

A cura di Susanna Picone
19 Novembre
14:49

Usa, ok Fda a booster Pfizer-Moderna dai 18 anni 

La Food and Drug Administration (Fda) ha autorizzato l'uso in emergenza del ‘booster' del vaccino anti Covid di Pfizer e Moderna per tutti gli adulti dai 18 anni in su. Lo rendono noto le due case farmaceutiche.

A cura di Susanna Picone
19 Novembre
14:35

Covid Toscana, oggi nuovi 518 casi

I nuovi casi Covid registrati in Toscana nelle ultime 24 ore sono 518 su 29.637 test di cui 10.191 tamponi molecolari e 19.446 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 1,75% (5,7% sulle prime diagnosi). Questi i dati diffusi dal governatore toscano Eugenio Giani.

A cura di Susanna Picone
19 Novembre
14:17

Restrizioni per i non vaccinati, Zaia: "Non è al vaglio il modello austriaco"

Secondo Luza Zaia, governatore della Regione Veneto, non vi è attualmente una valutazione sul lockdown per i non vaccinati sul modello austriaco. Nuove restrizioni però in base al colore delle regioni potrebbero essere calibrate per le persone non vaccinate. "Ieri si è tenuta la conferenza delle Regioni – ha detto Zaia – e ritengo fondamentale si riapra il tavolo nel quale si faccia il punto della situazione rispetto al Covid in modo più frequente. Ho chiesto la possibilità di incontrare il ministro Speranza per confrontarci. Non si è parlato del modello Austria, a mio avviso il nostro modello costituzionale non ci permette un lockdown per i non vaccinati. Il ragionamento fatto è: evitare di chiudere con un altro lockdown, ma abbassare comunque la curva dei contagi. Il nostro sistema a colori ha evitato chiusure collettive. Spetterà all’assemblea delle Regioni varare misure in base allo stato vaccinale del cittadino. Ad oggi nessuna decisione, si valuterà. La soluzione sarà nazionale, applicata ai colori delle zone".

A cura di Gabriella Mazzeo
19 Novembre
13:44

Nardella: "Restrizioni per chi non si vaccina per avere un Natale più sereno"

"Io credo che non si debba assolutamente abbassare la guardia, per ora la situazione è sotto controllo, penso che questo Natale si potrò affrontare in modo abbastanza tranquillo. Ma proprio per non abbassare la guardia occorre mettere in campo misure". A dirlo il sindaco di Firenze Dario Nardella a margine dell'assemblea della Confindustria fiorentina. "Ci sono varie ipotesi, si parla ad esempio di maggiori restrizioni per chi non si vaccina. Ipotesi avvallata da molti esperti fra cui il professor Bassetti – ha spiegato Nardella – Io credo che quella possa essere una delle strade così come anche determinare l’obbligo vaccinale per altri settori come già si sta facendo in alcuni settori".

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
13:06

Ieri somministrate 160mila terze dosi: è record nazionale

Ieri è stato registrato il picco di terze dosi, con circa 160 mila somministrazioni a livello nazionale. La campagna vaccinale continua e potrà contare entro fine anno su ulteriori 8,6 milioni di dosi di vaccini mRNA. In particolare, è prevista la distribuzione alle Regioni/Province autonome di 4 milioni di dosi Pfizer – che verranno consegnate direttamente alle strutture designate – e di 4,6 milioni di Moderna, che saranno prima accentrate presso l’hub vaccini Difesa di Pratica di Mare e successivamente consegnate a destinazione. A tali quantitativi si potranno aggiungere altri 2,5 milioni di dosi di vaccini mRNA della riserva centralizzata. Ad oggi le dosi complessivamente distribuite dall’inizio della campagna vaccinale ammontano a 99.903.628, a fronte di un numero totale di somministrazioni pari a 92.911.485.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
12:33

Il primo caso noto di Covid è una lavoratrice del mercato del pesce di Wuhan

foto di repertorio
foto di repertorio

Il primo caso noto di Covid-19 risale all'8 dicembre del 2019 e riguarda una donna, una venditrice di frutti di mare che lavorava presso il famigerato mercato del pesce di Huanan (Huanan Seafood Wholesale Market). È quanto determinato dallo scienziato statunitense Michael Worobey, virologo presso il Dipartimento di Ecologia e Biologia Evoluzionistica dell'Università dell'Arizona di Tucson, che ha condotto un'approfondita analisi sui documenti e sulle interviste relativi alle prime, concitate settimane in cui il coronavirus SARS-CoV-2 ha iniziato a diffondersi in Cina.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
12:23

Buroni: "Intollerabile mettere in lockdown i vaccinati per colpa dei No Vax"

"Chiudere in casa i vaccinati per colpa di chi senza motivo razionale non si è vaccinato" contro Covid "è come proibire la circolazione a tutti perché qualche irresponsabile guida ubriaco. Immensamente ingiusto e intollerabile". È il pensiero del virologo Roberto Burioni, docente dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, che ha commentato via Twitter quanto sta accadendo in diversi Paesi europei, come l'Austria che ha ampliato le misure di lockdown a tutta la popolazione. L'esperto riflette anche sul lockdown dei non vaccinati, tema caldo su cui ci si interroga in un'Europa alle prese con l'impennata dei contagi da Sars-CoV-2. E pone un quesito: "Domanda per giuristi: un lockdown limitato ai non vaccinati (che non hanno infranto alcuna legge) sarebbe costituzionale?", chiede in un altro tweet.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
12:10

Mattarella: "Distribuire vaccini a tutti è un dovere morale"

"Distribuire vaccini a tutti è un dovere morale". A dirlo il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, riferendosi alle miliardi di persone che non hanno ancora ricevuto neppure una dose di vaccino.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
11:31

Germania, il Ministro della Salute: "Non escludiamo il lockdown totale"

"Siamo in una fase in cui non dovremmo escludere nulla". A dirlo il ministro della Salute tedesco Jens Spahn, rispondendo a una domanda sul perché la Germania non vada subito in lockdown, alla luce della drammaticità della situazione pandemica. Il Bundesrat, la Camera alta tedesca, ha nel frattempo approvato il nuovo pacchetto di restrizioni per contrastare la quarta ondata di Covid che sta investendo il paese Nonostante ci si aspettasse l'opposizione del blocco conservatore, che domina la Camera in cui sono rappresentati i 16 Lander, il pacchetto, già approvato ieri dal Bundestag, è passato all'unanimità. Questo contiene la misura del cosiddetto 3G – iniziale delle parole tedesche per ‘guarito, vaccinato o testato' – per andare al lavoro o viaggiare sui mezzi pubblici.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
11:05

Covid Austria, obbligo vaccinale da febbraio 2022. Da lunedì paese in lockdown totale

A partire dal primo febbraio del 2022 in Austria sarà imposto l’obbligo vaccinale alle persone che – a quella data – non avranno ricevuto alcuna dose del vaccino contro il Covid.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
10:16

Ungheria, torna l'obbligo di indossare la mascherina al chiuso

 
 

Da domani in Ungheria torna obbligatorio indossare le mascherine nei luoghi chiusi per fronteggiare la ripresa dei contagi da coronavirus. Lo ha reso noto Gergely Gulyas, a capo dell'ufficio del primo ministro, Viktor Orban. Tre settimane fa è stato reintrodotto l'obbligo di mascherina sui mezzi di trasporto pubblici, a partire dal primo novembre.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
10:10

Macron: "La Francia non applicherà il lockdown ai No Vax"

Il lockdown delle persone non vaccinate contro il Covid-19, così come applicato in Austria, "non è necessario in Francia", ha dichiarato il presidente Emmanuel Macron in un'intervista a La Voix du Nord, quotidiano locale francese. "I paesi che richiudono i non vaccinati – spiega il presidente francese – sono quelli che non hanno istituito il green pass. Si tratta di una misura che, quindi, non è necessaria in Francia". "Invece, penso che dobbiamo tutti diventare ambasciatori della vaccinazione. Le parole dei personaggi pubblici hanno dei limiti, lo vedo. Aiutatemi a convincere i reticenti, quelli che si sono rinchiusi in una sfiducia solitaria".

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
09:43

Russia, record di morti: 1.254 nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Russia sono stati registrati 1.254 morti per coronavirus, il più alto numero giornaliero dall'inizio della pandemia. Lo riporta il centro di crisi anti-coronavirus. Il totale dei morti è salito a 261.589. Secondo i dati del centro di crisi, in Russia il 2,83% dei pazienti con coronavirus sono morti.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
09:27

Toti: "Valutare se possibile inasprire il Green Pass"

"Il presidente Fedriga ha chiesto un incontro al governo per chiedere chiarezza su cosa farà per il Paese se le cose dovessero peggiorare e se dovessimo tornare a restrizioni di colore. Sappiamo che la zona gialla non porta particolari problemi alle attività. Al momento non è probabile, ma è possibile che qualcuno possa andare in zona arancione". Così il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, a Radio Anch'io. "Bisogna vedere se è possibile acuire il Green Pass. Non possiamo chiudere il Paese quando il 90% delle persone corre meno rischi di un anno fa. Per colpa di un 10% di irriducibili dovremmo chiudere in casa il 90% di persone diligenti? Questo è il vero tema. Oggi noi dobbiamo dire a persone e imprese se possono andare dai parenti o assumere personale", ha aggiunto.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
09:08

Gelmini: "Se ci saranno cambi colore non penalizzino l'85% dei vaccinati"

"Il governo è vicino alle Regioni e ne comprende le preoccupazioni". A dirlo la ministra agli Affari Regionali Mariastella Gelmini a Radio24. Gelmini parla della "quarta ondata" in Europa definendo al contempo la situazione in Italia "non così grave, ma i numeri – aggiunge – non ci fanno stare tranquilli". Secondo la ministra "pesano i non vaccinati: il 15% sta avendo un peso molto importante sul numero contagi. Al momento non ci sono nuove restrizioni", ma "se costretti a cambi di colore, credo che non si possa penalizzare quell'85% di italiani vaccinati". "Io personalmente credo che la proposta delle Regioni sia di buon senso".

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
08:52

Monitoraggio Iss: Rt stabile a 1,21, incidenza sale a 98

Rt a 1,21 (range 1,14 – 1,26), stabile rispetto alla settimana precedente ma al di sopra della soglia epidemica, e incidenza del contagio in crescita a 98. Sono i dati del monitoraggio settimanale dell'Iss e Ministero della Salute in base ai dati all'esame della cabina di regia riunita questa mattina. Nell'ultima settimana crescono ancora ricoveri e terapie intensive: "Il tasso di occupazione in terapia intensiva e' al 5,3%% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 18 novembre) vs il 4,4% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute all'11/11). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 7,1% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 18 novembre) contro il 6,1% all'11/11".

A cura di Antonio Palma
19 Novembre
08:33

Germania, in Bavaria ospedali sovraccarichi di No Vax

Gli ospedali bavaresi, in Germania, hanno inviato una drammatica richiesta di aiuto a causa dell'aumento del numero di infezioni da Covid-19 e di quello che pensano sarà un sovraccarico delle unità di terapia intensiva. "La situazione attuale è più drammatica di quanto non sia mai stata in Baviera durante l'intera pandemia", ha dichiarato l'amministratore delegato della Società ospedaliera bavarese, Roland Engehausen, come riporta il Der Spiegel. Il numero di pazienti di Covid-19 in terapia intensiva in Baviera aumenta di circa il 30% ogni settimana senza dure contromisure, ha avvertito il dirigente. Nelle cliniche bavaresi anche le operazioni oncologiche dovrebbero essere rimandate a tempo indeterminato per l'attuale situazione. Anche il trasferimento dei pazienti negli Stati federali limitrofi sta diventando sempre più difficile. La stragrande maggioranza dei ricoveri in terapia intensiva sarebbe stata prevenibile attraverso le vaccinazioni, ha affermato Engehausen. "In questo momento è importante che ogni singola persona si faccia vaccinare, non solo per solidarietà ma anche perché le cure non sono più ottimali, come si poteva pensare qualche settimana fa", ha aggiunto.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
08:20

La Casa Bianca: "Avanti con l'obbligo vaccinale nelle grandi aziende"

La Casa Bianca insiste nell'esortare le grandi aziende nel rispettare l'obbligo vaccinale contro il coronavirus per i loro dipendenti, nonostante i ricorsi in tribunale. "Il nostro messaggio alle imprese in questo momento è di andare avanti con misure che renderanno i loro luoghi di lavoro più sicuri e proteggeranno la loro forza lavoro dal Covid-19″, ha detto la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki citata dai media Usa, questo rimane il nostro messaggio e nulla è cambiato".

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
08:17

Allarme dei rianimatori: “Terapie intensive terranno un mese senza una stretta delle misure”

I rianimatori: “Se non verrà applicata in modo stringente la norma sul Green Pass e non si incentiveranno le terze dosi, potremmo raggiungere una situazione drammatica nel giro di un mese e mezzo circa in tutto il Paese”.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
08:09

Come cambia il calendario delle terze dosi: si parte dal 22 novembre con gli over 40

A partire da lunedì inizieranno le somministrazioni delle terze dosi anche alla fascia tra i 40 e i 59 anni. Il calendario, di fatto, non cambia, ma viene anticipato di oltre una settimana. Questo perché, con la curva dei contagi in impennata in tutta Europa, è fondamentale accelerare.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
08:02

Università, Messa: "Mix di lezioni in presenza e dad per vincere sfida Covid"

"Ogni ateneo agisce in autonomia ma dal mio osservatorio sulla base delle conversazioni che ha avuto con molti rettori mi sembra che stia andando molto bene. Le lezioni sono riprese ma ogni ateneo ha scelto modalità diverse. La maggioranza ha previsto l'80% realizzando in contemporanea lezioni in presenza e a distanza. C'è quindi un doppio valore positivo: i campus universitari si sono rianimati e non si è abbandonata la didattica a distanza come elemento di inclusione". Lo dice la ministra dell'Università, Maria Cristina Messa, in un'intervista a La Stampa.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
07:29

Sileri: "Non si arriverà a nessun lockdown se le persone faranno la terza dose"

"Non si arriverà a nessun lockdown salvo che la gente non faccia proprio la terza dose. Non siamo affatto nella situazione di Austria e Germania e sono certo che non ci arriveremo". A dirlo in un'intervista a ‘Il Tempo' il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. "Semmai bisogna spingere vaccinarsi quelle aree di Italia in cui la percentuale è più bassa come ad esempio nel Lazio la zona di Aprilia", aggiunge. E sull'eventuale ritorno di zone rosse "Secondo me al rosso non ci finiremo mai, perché è impossibile. E nell'ipotesi remotissima che qualche Regione possa diventare arancione lo stimolo deve essere soprattutto quello di vaccinare di più".

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
07:23

Il "caso 1" di Covid sarebbe un venditore del mercato di Wuhan

La prima persona contagiata dal Covid è stata un venditore del mercato degli animali di Wuhan e non un contabile che viveva a chilometri di distanza come stabilito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. A riscrivere la cronologia della pandemia – riporta il New York Times -, è il prestigioso Science, riaccendendo così il dibattito sulle origini della pandemia fra la fuga dal laboratorio di Wuhan al contagio dall'animale all'uomo. Lo scienziato Michael Worobey, esperto nel tracciare l'evoluzione dei virus alla University of Arizona, ha notato delle discrepanze fra le informazioni pubbliche disponibili ma anche tramite interviste condotte in Cina. Ed è arrivato alla conclusione che i legami del venditore al Huanan Seafood Wholesale Market e i primi pazienti ricoverati suggeriscono che il virus arriva dal mercato.

A cura di Davide Falcioni
19 Novembre
07:14

Le notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, venerdì 19 novembre

Nel bollettino di ieri sono stati registrati 10.638 contagi rispetto ai 10.172 del giorno precedente. I decessi invece sono stati 69 contro i 72. Il totale dei casi registrati sale a 4.893.880 mentre quello dei morti tocca quota 133.034 da inizio pandemia. Sono stati eseguiti nelle ultime 24 ore 625.774 tamponi tra molecolari e antigenici. Il tasso di positività si attesta al 1,7% contro l'1,1% di ieri. Attualmente la Regione che registra il maggior numero di casi è Lombardia

Questa la situazione regione per regione:

    • Lombardia: +1705
    • Veneto: +1603
    • Campania: +1037
    • Emilia Romagna: +929
    • Lazio: +1089
    • Piemonte: +566
    • Sicilia:+501
    • Toscana: +341
    • Puglia: +233
    • Friuli-Venezia Giulia: +615
    • Marche: +290
    • Liguria: +315
    • Calabria: +198
    • Abruzzo: + 354
    • P.A Bolzano: +425
    • Sardegna: +114
    • Umbria: +80
    • P.A Trento: +95
    • Basilicata: +25
    • Molise: +56
    • Valle d'Aosta: +67

Nel mondo i contagi accertati sono almeno 256.086.918, i morti 256.086.918, le dosi di vaccino somministrate 7.599.710.184.

A cura di Davide Falcioni
28178 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni