Covid 19
17 Dicembre 2021
07:06
AGGIORNATO17 Dicembre

Le notizie del 17 dicembre sul Coronavirus

Le ultime notizie in tempo reale sul Covid in Italia e nel mondo, gli aggiornamenti di venerdì 17 dicembre.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
17 Dicembre
22:37

Vaccino, in Italia somministrate in totale oltre 104 milioni di dosi

Sono 104.269.620 in totale le dosi di vaccino anti-covid somministrate dall’inizio della campagna vaccinale, 3.640.570 in più rispetto all’ultima settimana, secondo quanto emerge dal report settimanale vaccini anti-covid della struttura commissariale all’emergenza, guidata dal generale Francesco Paolo Figliuolo. Sono 46.040.186 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, 47.777.687 si sono sottoposte ad almeno una dose, 13.877.852 le persone che si sono già inoculate la dose booster.

A cura di Biagio Chiariello
17 Dicembre
22:27

Austria, cenone di Natale solo per gli immunizzati

In Austria è arrivato il via libera per i cenoni, ma solo per gli immunizzati. I no vax resteranno invece in lockdown durante le festività di Natale, anche se dal 24 al 26 dicembre e il 31 dicembre potranno lasciare casa per "visitare una persona cara". I vaccinati e guariti potranno invece vedersi in gruppi al massimo di dieci persone. Per maxi-cenoni tra gli 11 e i 25 commensali scatta l'obbligo di tampone. Il ministro alla salute Wolfgang
Mueckstein ha comunque rivolto un appello a tutti a farsi testare anche per incontri più ristretti. Per capodanno viene sospeso il coprifuoco.

A cura di Biagio Chiariello
17 Dicembre
22:07

Francia, primo ministro Castex: "Variante Omicron sarà dominante a inizio 2022"

"Calcoliamo che la variante Omicron diventerà dominante in Francia già ad inizio del 2022, come è oggi in Gran Bretagna": lo ha detto il primo ministro francese, Jean Castex, in un discorso ai francesi dalla sede del governo, palazzo Matignon. Il premier – che ha invitato tutti a intensificare la vaccinazione – ha aggiunto che "già adesso si registrano in Francia alcune centinaia di casi". Castex ha anche annunciato che a partire dal 3 gennaio, la dose booster sarà possibile i già al quarto mese successivo al richiamo del vaccino anti-coronavirus.

A cura di Biagio Chiariello
17 Dicembre
21:55

Roma, allo Spallanzani donna colpita da variante Omicron curata con monoclonali

"All’Istituto Spallanzani" di Roma "è stata curata una delle 6 persone nelle quali è stata diagnosticata" una forma di "Covid-19 da variante Omicron nella regione Lazio. L’analisi molecolare del virus è stata effettuata presso il Laboratorio di Virologia dell’Istituto" capitolino, comunica l’Inmi che precisa: "Si tratta di una donna di circa 50 anni con fattore di rischio, vaccinata a luglio, con una sintomatologia non grave nella quale la diagnosi è stata fatta rapidamente dopo la comparsa dei sintomi. Per la terapia è stato utilizzato sotrovimab, un anticorpo monoclonale di seconda generazione che, in esperimenti di laboratorio, si era dimostrato potenzialmente attivo su Omicron"

A cura di Biagio Chiariello
17 Dicembre
21:44

Obbligo vaccinale a scuola, chi è esente sarà destinato a mansioni diverse

In una circolare il ministero dell’Istruzione ha chiarito che i lavoratori esenti dall’obbligo vaccinale possono essere destinati a mansioni diverse rispetto a quelle che svolgono di solito. Dal 15 dicembre è scattato a scuola l'obbligo vaccinale per tutti i docenti, per il personale amministrativo, i dirigenti scolastici, con contratti a tempo determinato o indeterminato.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
21:31

Vaccini Covid: 75% ragazzi 12-19 anni ha ricevuto almeno una dose

Il 75,39% dei ragazzi tra i 12 e i 19 anni – complessivamente 3.488.814 – ha ricevuto almeno la prima dose del vaccino. È quanto emerge dal report del Governo sui vaccini. In questa stessa fascia di età il 71,34% (3.301.071) risulta immunizzato con ciclo completo e l'80,41% ha ricevuto almeno la prima dose, la dose unica oppure risulta guarito. Il 19,59% (906.626), a meno dei guariti, non ha invece ricevuto finora alcuna dose. A due giorni dall'inizio della campagna di vaccinazione per la fascia 5-11, i bimbi vaccinati con prima dose sono 15.054 (0,41%).

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
21:17

Intubata bimba di 6 mesi ricoverata per Covid a Cosenza

È stata intubata la bimba di sei mesi positiva al Covid-19 che è ricoverata nel reparto di neonatologia e terapia intensiva pediatrica dell'ospedale Annunziata di Cosenza guidata dal dottore Gianfranco Scarpelli. La piccola presenta un quadro clinico complesso ma stabile. Ha una polmonite interstiziale che ha compromesso il cinquanta per cento dei polmoni. Secondo quanto si apprende, i medici hanno preferito la ventilazione non invasiva fino alla giornata di oggi, ma adesso hanno preso la decisione di intubare per cercare di risolvere il problema. Anche i genitori e i familiari stretti, vaccinati, sono positivi e in isolamento.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
21:00

Fauci non prevede restrizioni a ingressi negli Usa dall'Europa

L'istituzione di restrizioni all'ingresso negli Usa di persone provenienti dall'Europa "non penso che succederà, perché c'è già abbastanza diffusione della omicron negli Stati Uniti, quindi provare a tenere lontana la omicron da altri Paesi potrebbe non essere efficace, perché è già molto presente negli Stati Uniti. Per cui non prevedo nuove restrizioni dall'Europa verso gli Stati Uniti, rimarrà così", così a SkyTg24 l'immunologo Fauci.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
20:44

Vaccino Covid, Fauci: "Sicuro ed efficace per i bimbi di 5-11 anni"

"Per adesso gli studi sui minori dai due ai cinque anni sono quasi completi, adesso stiamo facendo degli studi sui neonati dai sei mesi ai due anni. Probabilmente nel primo trimestre del 2022 ci saranno abbastanza dati per dare i vaccini ai bambini di quella fascia d'età". Lo ha detto a Sky TG24 Anthony Fauci, immunologo e chief medical advisor della Casa Bianca. Quanto ai vaccini per i bambini dai cinque agli undici anni "sono sicuri", dice Fauci. "Tutte le informazioni che abbiamo, tutti i dati, indicano che i vaccini sono molto sicuri nei minori. Non ci sono stati casi problematici finora, per cui questo vaccino si sta dimostrando sicuro ed efficace nei minori in quella fascia d'età", ha aggiunto. L'incidenza di miocarditi "è minima, soprattutto nei bambini tra i cinque e gli undici anni non abbiamo visto casi di miocardite, quando li riscontriamo sono rari e soprattutto nei ragazzi adolescenti o alla fine dei vent'anni".

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
20:30

Francia, il termine per la dose di richiamo del vaccino Covid sarà ridotto a 4 mesi

In Francia il termine per la dose di richiamo del vaccino anti-Covid sarà ridotto a 4 mesi. Lo ha annunciato il premier Jean Castex, al termine del Consiglio di Difesa. Il richiamo del vaccino contro il Covid "sarà possibile non appena avremo superato il periodo di 4 mesi rispetto alla precedente dose e non più 5 mesi", così il premier.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
20:12

Pfizer, vaccino per bimbi sotto i 5 anni: studio in fase 3

Pfizer e BioNTech hanno annunciato che stanno studiando la possibilità di usare il loro vaccino per bambini di età compresa tra i sei mesi e i 5 anni. Se i risultati dello studio, già in fase 3 saranno positivi, l'azienda farmaceutica presenterà la richiesta di autorizzazione di emergenza sia alla Food and Drug Administration (FDA) che all'Agenzia del farmaco europea già a metà 2022. In questo momento la casa farmaceutica sta somministrando la terza dose ai piccoli pazienti per valutare adeguatamente le reazioni, a due mesi dall'inoculazione delle due dosi regolari. Intanto Pfizer e BioNTech hanno chiesto, ieri sera, alla (FDA) la piena approvazione per la somministrazione del loro vaccino Covid-19 a due dosi nei minori di età compresa tra 12 e 15 anni.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
19:51

Torino, controlli ad aeroporto Caselle: 5% in isolamento

È iniziato questa mattina il potenziamento dei controlli sanitari sui passeggeri in arrivo nell'aeroporto di Torino-Caselle, come previsto, nell'ambito delle misure di contenimento del Covid, da un'intesa raggiunta tra Prefettura di Torino, Regione Piemonte, Enac, Sagat, Asl Città di Torino, Polizia di Frontiera aerea e Usmaf (Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera del Ministero della Salute). Finora è risultato non in regola il 5% delle persone controllate, che sono state poste in isolamento. I controlli, a campione, si svolgono secondo un programma stabilito con almeno 24 ore di anticipo dall'Usmaf, che individua i voli ritenuti da verificare sulla base delle informazioni relative a provenienza, numero dei passeggeri e documentazione sanitaria presentata al vettore. "L'obiettivo – spiegano il presidente della Regione Alberto Cirio e gli assessori regionali alla Sanità Luigi Genesio Icardi e ai Trasporti e alla Protezione civile Marco Gabusi – è garantire il contenimento dei contagi in un periodo nel quale si registrano ingenti flussi di persone che utilizzano i due aeroporti del Piemonte per dirigersi verso le località sciistiche. Anche alla luce delle recenti decisioni del Governo sugli arrivi in Italia dall'estero abbiamo ritenuto importante aumentare il livello di attenzione per garantire la massima sicurezza del nostro territorio. Vogliamo che chi viene in Piemonte sappia che viene in un luogo sicuro".

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
19:42

Covid Irlanda, coprifuoco alle 20 per pub e ristoranti

Il premier irlandese, Micheal Martin, haannunciato un coprifuoco alle 20 per pub e ristoranti per fermare la diffusione della variante Omicron. Tutti i ristoranti e tutti i bar dovranno chiudere alle 20 a partire da domenica prossima e fino al 30 gennaio 2022.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
19:34

L'azienda farmaceutica Pfizer: "Pandemia durerà fino al 2024"

L'azienda farmaceutica Pfizer stima che la pandemia da coronavirus andrà avanti fino al 2024. Lo ha dichiarato il direttore scientifico Mikael Dolsten. Allo stesso tempo Dolsten ha spiegato che i dati in loro possesso dimostrano come il vaccino contro il Covid-19 sviluppato insieme a BioNTech funzioni meglio con tre dosi. L'azienda farmaceutica, ha aggiunto, sta anche sperimentando un vaccino più leggero per i bambini tra i due e i quattro anni.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
19:30

Variante Omicron, segnalati 55 casi in Italia

"La variante Omicron sta crescendo anche nel nostro Paese. Ad oggi nella piattaforma che raccoglie i sequenziamenti dei virus vengono segnalati 55 casi di variante Omicron, identificati e isolati". Lo ha detto il presidente dell'Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro, nel video di commento dei dati del monitoraggio epidemiologico.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
19:25

Oms autorizza uso in emergenza del vaccino Novavax

L'Organizzazione Mondiale della sanità (Oms) ha autorizzato l'uso in emergenza del vaccino anti-Covid CovavaxTM, sviluppato dalla multinazionale statunitense Novavax e dal Serum Institute of India. Lo riporta l'agenzia Associated Press spiegando che si spera che l'approvazione di questo nuovo siero possa essere di aiuto in particolare ai Paesi poveri se verrà incluso nel programma Covax delle Nazioni Unite.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
19:09

Quest'anno in Italia 15mila manifestazioni: 30% di No Vax e No Green Pass

Dal primo gennaio al 6 dicembre 2021 si sono svolte 15.827 manifestazioni di rilievo, di cui 4.674 hanno riguardato le politiche governative di contenimento della pandemia e la certificazione verde. È quanto emerso nel corso del Comitato Nazionale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto al Viminale dal ministro dell'Interno, Luciana
Lamorgese.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
18:51

Nuovo picco in Italia, contagi mai così da un anno 

La progressione dei contagi degli ultimi giorni fa registrare un nuovo picco: è da oltre un anno, da fine novembre del 2020, che non si registrano oltre 28mila positivi. Il 26 novembre 2020 si registrano 29mila casi, ma era molto superiore il numero delle vittime, 822, oggi sono state 120.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
18:39

Incidenza, terapie intensive e area medica: i dati del monitoraggio Iss

L’incidenza cresce ovunque, con la pressione sugli ospedali che aumenta in molte Regioni, sia in area medica che in terapia intensiva. Tutti i dati dell’Iss Regione per Regione.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
18:26

Tasso positività al 4,3%, +6 terapie intensive

Terapia intensiva, Covid
Terapia intensiva, Covid

Sono 669.160 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 718.281. Il tasso di positività è al 4,27%, in aumento rispetto al 3,6% di ieri. Sono 923 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 6 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 70. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 7.520, ovvero 182 in più rispetto a ieri.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
18:11

Bollettino Covid Italia: oggi 28.632 casi e 120 morti

Sono 28.632 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Italia. È quanto emerge dal bollettino Covid appena diffuso. Da ieri si registrano altri 120 morti. I guariti in un giorno sono 14.457.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
18:03

Omicron sembra accelerare i tempi di ricovero in ospedale

La variante Omicron sembra accelerare i tempi di ricovero in ospedale. Sulla base dei dati degli ospedali di Londra, la nuova forma mutata di Sars-Cov-2 avrebbe ridotto a 6 giorni il tempo che intercorre tra un test Covid positivo e l’ospedalizzazione.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
17:49

Covid Campania, oggi 1.841 contagi e 10 morti

Sono 1.841 i nuovi casi di Covid in Campania nelle ultime 24 ore. Si registrano 10 morti. Preoccupano i ricoveri: 445 di cui 33 in intensiva e 412 in reparti ordinari. Il bollettino Covid della Regione Campania di oggi.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
17:42

Cosa ha detto Pregliasco sui nuovi farmaci anti-Covid

Abbiamo affrontato con il professor Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università degli Studi di Milano, il tema dei nuovi farmaci contro il Covid 19 approvati dall'Ema: "Tra quelli che andrebbero usato maggiormente ci sono sicuramente anticorpi monoclonali, per i quali c'è comunque il limite del day-hospital". Altri farmaci – ha proseguito Pregliasco – sono quelli immunostimolanti, "si tratta di farmaci che hanno finalmente un’azione antivirale. Poi abbiamo Merck e Pfizer, tuttavia c’è però un limite: la loro efficacia c’è nel momento della più precoce applicazione dall’inizio dei sintomi, per quanto questo sia normale per tutti i virus".

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
17:37

Il tasso di reinfezione della variante Omicron è oltre 5 volte quello della Delta

Ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno determinato che la variante Omicron pone un rischio di reinfezione oltre 5 volte superiore alla Delta. I risultati dello studio.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
17:23

Nuovo record di contagi nel Regno Unito: 93.045 in 24 ore

Il Regno unito ha registrato 93.045 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, un nuovo record, per il terzo giorno consecutivo. Si registrano anche 111 decessi di pazienti affetti da Covid-19 e 7.611 ricoverati, 875 dei quali in terapia intensiva.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
17:13

Il piano di New York per contrastare la variante Omicron

Test e mascherine gratuite a domicilio, così New York prova a contrastare la diffusione della variante Omicron. La governatrice Kathy Hochul ha annunciato nella giornata di giovedì 16 dicembre una nuova strategia per combattere la diffusione del Covid nel Paese.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
16:57

Figliuolo: "Natale momento di assembramenti, continuare a essere responsabili"

"Buon Natale, buone festività, che ci portino a un sereno anno nuovo: il Natale è un momento di compere e assembramenti, ma dobbiamo continuare a essere responsabili". Lo ha esortato Francesco Paolo Figliuolo visitando l'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. "Gli italiani – ha aggiunto – stanno facendo lezione al mondo: i successi che vediamo, di cui anche la stampa internazionale ci dà atto, sono merito della grande squadra Italia".

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
16:45

Balzo dei contagi in Emilia-Romagna: 2.507 positivi e 15 morti

Sono 2.507 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore. Era dal 20 marzo che non si registravano dati così alti. Sono stati individuati sulla base di oltre 40mila tamponi, l'età media dei contagiati è di 39,4 anni e circa il 40% (1.003) sono asintomatici. Si contano ancora 15 vittime, di età compresa fra i 76 e i 97 anni, ma i ricoverati sono in, seppur leggero, calo.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
16:32

Cosa significa che i vaccinati Covid che si infettano diventano “superimmuni”

L’infezione nei vaccinati ha mostrato di accrescere notevolmente la risposta immunitaria a varianti virali diverse da quella che ha causato l’infezione, generando una super immunità. Qui spieghiamo cosa significa.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
16:08

Variante Omicron, Figliuolo: "Contrastiamola con le terze dosi"

"La situazione è in evoluzione, è un virus infido, muta specie dove la copertura vaccinale è bassa", come nel caso della variante Omicron, che "cerchiamo di contrastare correndo sulle terze dosi". Lo ha detto il commissario Francesco Paolo Figliuolo in visita all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
15:51

Quanto è efficace la dose booster contro la variante Omicron: i primi studi

Ricercatori britannici hanno analizzato il probabile impatto che una dose booster avrà sulla variante Omicron: potrebbe fornire circa l'85% di protezione contro la malattia grave. La protezione è un po' inferiore rispetto alle altre varianti del virus, ma la dose di richiamo di vaccino dovrebbe comunque tenere molte persone fuori dagli ospedali. I ricercatori affermano comunque che resta un alto grado di incertezza fino a quando non verranno raccolte più informazioni su questa nuova variante che si sta diffondendo rapidamente.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
15:32

Marche, Liguria, Veneto e Trento in zona gialla da lunedì, firmata l'ordinanza

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato l'ordinanza con cui si sancisce il passaggio per Marche, Liguria, Veneto e Pa di Trento in area gialla per rischio Covid. Lo comunica il dicastero. L'ordinanza entrerà in vigore da lunedì 20 dicembre.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
15:24

Danimarca verso la chiusura di cinema, sale da concerto e musei

Il primo ministro danese Mette Frederiksen ha annunciato che teatri, cinema, sale da concerto, parchi di divertimento, musei e gallerie d'arte devono chiudere per contenere la diffusione del coronavirus. Frederiksen ha affermato che anche i negozi di dimensioni inferiori a 2.000 metri quadrati e i ristoranti devono limitare il numero di clienti. Il governo consiglia di limitare i contatti sociali durante le vacanze di Natale. "Non stiamo parlando di chiudere l'intero paese come abbiamo fatto l'anno scorso", ha detto Frederiksen. L'ordine di chiusura richiede l'approvazione parlamentare, che dovrebbe arrivare oggi pomeriggio.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
15:11

La pandemia spegne il Capodanno, annullate molte feste di piazza

Niente capodanno in piazza per milioni di italiani. Con ordinanze regionali e cittadine molte città hanno dovuto rinunciare a causa della pandemia di Covid ai festeggiamenti in piazza.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
15:00

Covid Puglia, oggi 662 contagi e una vittima

Sono 662 i casi di contagio accertati in Puglia nelle ultime ore. Si tratta del 2,58% dei 25.627 test processati.  Gli attualmente positivi sono 6.492 di cui 142 ricoverati in area non critica Covid (16 in più rispetto a ieri) e 26 in terapia intensiva (uno in meno rispetto a ieri). È una la vittima del virus mentre sale a 272.556 il totale dei guariti.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
14:44

Covid Sardegna, oggi 315 casi e un decesso

Sale a 315 il numero dei nuovi casi confermati di positività al Covid 19 in Sardegna, sulla base di 3434 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 11439 tamponi con un tasso di positività del 2,7%. Si registra anche il decesso di una donna di 92 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva salgono a 9 ( 2 in più), mentre calano di 4 unità quelli in area medica sono 114.

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
14:15

Covid Friuli Venezia Giulia, Fedriga: "Non rischiamo la zona arancione"

"I dati in regione sono in lieve discesa, fortunatamente non c'è più la crescita, speriamo una discesa più consistente ma, rispetto alle settimane precedenti quando c'è stata una ascesa, adesso vedo una stabilizzazione. Allo stato non rischiamo la zona arancione". Lo ha detto il presidente della Regione Fvg, Massimiliano Fedriga, intervenendo
alla trasmissione ‘Un giorno da pecora'. "Se le previsioni dovessero essere corrette significa che l'ondata non si annulla ma è sotto controllo – ha proseguito Fedriga – I dati aggiornati ad oggi sono questi: 286 ricoveri in area medica e 31 in terapia intensiva; sono dati stabili da giorni". Fedriga ha precisato che rispetto allo scorso anno "abbiamo lo stesso numero di contagi ma la differenza è che oggi c'è più mobilità, la gente stava in casa, ora invece esce, si muove, e la situazione negli ospedali è sotto controllo, grazie al vaccino". Inoltre, il "numero dei tamponi è molto più alto
rispetto all'anno scorso".

A cura di Susanna Picone
17 Dicembre
13:43

Costa: "Entro marzo-aprile vaccino anche per gli under 5"

"È ragionevole pensare che a marzo-aprile ci possa essere un vaccino anche per gli under 5". Adirlo Andrea Costa, sottosegretario alla salute, a Sky Tg24. Secondo Costa in quel periodo si saranno completati gli esperimenti necessari all’approvazione dei vaccini per tale fascia d’età. "La scienza ogni giorno procede. È ragionevole che a marzo aprile ci saranno evidenze scientifiche che creeranno condizioni sufficienti per far esprimere gli enti regolatori. Sapremo allora se ci sarà un vaccino disponibile anche in quella fascia di età. Ovviamente attendiamo con fiducia perché significherebbe avere uno strumento in più per combattere questa pandemia".

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
13:27

Veneto, record storico di contagi: 5.557 positivi in 24 ore

Record di contagi in Veneto: 5.557 positivi in sole 24 ore, per una incidenza del 5,1% sul totale dei tamponi effettuati (108.000). Si tratta tuttavia di un numero, ha avvertito il governatore Luca Zaia, che in parte risente del caricamento di dati precedenti; ieri infatti i nuovi positivi erano apparsi un po' in calo. Il totale degli infetti dall'inizio della pandemia raggiunge i 570.842.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
13:23

Prima la febbre o la tosse? L’ordine dei sintomi Covid cambia in base alla variante

Grazie a un modello matematico un team di ricerca statunitense ha determinato che l’ordine dei sintomi della COVID-19 è influenzato dalla variante che infetta. Cambia infatti l'ordine di comparsa di sintomi come febbre, tosse, mal di testa, dispnea, problemi gastrointestinali e altri ancora. Ecco come.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
13:11

Omicron si moltiplica 70 volte più velocemente di Delta nei bronchi

La nuova variante Omicron (B.1.1.529) del coronavirus Sars-Cov-2 infetta e si moltiplica 70 volte più velocemente di Delta nei bronchi umani ma l’infezione a carico dei polmoni è significativamente inferiore a quella provocata dal virus originario. Lo indicano i dati di uno studio preliminare condotto dai ricercatori della Facoltà di Medicina Li Ka Shing dell’Università di Hong Kong.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
12:58

Austria, ai cenoni di Natale e Capodanno potranno partecipare solo i vaccinati

In Austria è arrivato il via libera per i cenoni, ma solo per gli immunizzati. I non vaccinati resteranno invece in lockdown durante le festività di Natale, anche se dal 24 al 26 dicembre e il 31 dicembre potranno lasciare casa per "visitare una persona cara". I vaccinati e guariti potranno invece vedersi in gruppi al massimo di dieci persone. Per maxi-cenoni tra gli 11 e i 25 commensali scatta l’obbligo di tampone. Il ministro alla salute Wolfgang Mueckstein ha comunque rivolto un appello a tutti a farsi testare anche per incontri più ristretti. Per capodanno viene sospeso il coprifuoco.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
12:37

Madrid, boom di casi Omicron: sono già il 60%

La percentuale di prevalenza della variante Omicron del coronavirus nei casi positivi di Covid sequenziati a Madrid è già superiore al 60%: lo ha riferito l'assessore alla salute della regione della capitale spagnola, Enrique Ruiz Escudero, secondo dichiarazioni riprese da media iberici. L'incidenza cumulativa di nuovi contagi su 14 giorni è salita in 24 ore di quasi 100 punti, arrivando a 481 ogni 100mila abitanti, ha aggiunto Escudero. Quella registrata ieri era di 391. La prevalenza di Omicron cresce anche in altre zone della Spagna: a Barcellona per esempio, rappresenta già circa il 25-30% dei casi riportati, riporta il quotidiano La Vanguardia. Ritmo record nell'aumento dei nuovi contagi in regioni del nord come la Navarra e i Paesi Baschi.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
12:19

Cosa dicono i dati americani sul vaccino ai bambini, dopo 7 milioni di somministrazioni

Dati confortanti arrivano dagli Stati Uniti, dove su 7.141.428 dosi di vaccino somministrate ai bambini tra i 5 e gli 11 anni sono state riscontrate solo 8 miocarditi. Cinque si sono già risolte, una è in via di risoluzione, sulle altre due si è in attesa di maggiori informazioni.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
11:41

Alto Adige, 396 nuovi casi e due morti

L'ultimo bollettino Covid dell'Azienda sanitaria dell'Alto Adige riporta altri due morti e 396 nuovi contagi. Il numero complessivo delle vittime delle pandemia ora ammonta a 1.282. Sono risultati positivi 179 di di 2.099 tamponi pcr e 217 di 12.499 test antigenici. Dopo la flessione di ieri si registra oggi un nuovo aumento dei ricoveri ospedalieri: 84 (+4) nei normali reparti ospedalieri e 20 (+1) in terapia intensiva. Sono stati dichiarati guariti 618 altoatesini, mentre 9460 sono in quarantena.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
11:32

Costa: "Ancora prematuro parlare della quarta dose di vaccino"

"Che il ciclo della vaccinazione anti Covid sia di tre dosi è ormai consolidato e i dati che arrivano rispetto alla variante Omicron lo confermano. Gli italiani credo lo abbiano capito, considerando che siamo tornati a somministrare 500.000 dosi al giorno, oltre 15 milioni di dosi al mese. E a fine febbraio o primi marzo completeremo la terza dose". A dirlo il sottosegretario alla salute Andrea Costa, a Sky Tg24. "Parlando già oggi di quarta e quinta dose rischiamo di alimentare un sentimento di sfiducia: dobbiamo – ha aggiunto -affrontare la situazione con gradualità, ora procediamo con la terza. Se ci sarà bisogno di altri richiami lo valuteremo". Così come andrà valutata la possibilità di ridurre la durata del Green Pass in considerazione della ridotta protezione dei vaccini dopo 5 o 6 mesi. In merito il sottosegretario spiega: "È vero che c'è una riduzione dell'immunità ma non è una riduzione istantanea da 100 a zero, bensì una discesa graduale. Attendiamo le indicazioni della comunità scientifica dopo di che la politica dovrà prendere atto. Dobbiamo ogni giorno rinnovare la fiducia nella scienza".

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
11:14

Da lunedì Marche in zona gialla: mascherine obbligatorie all'aperto

Da lunedì prossimo 20 dicembre, le Marche passeranno in zona gialla. "Questo passaggio – spiega il presidente della Regione, Francesco Acquaroli -, in base all'andamento dell'incremento dei ricoveri in area medica, era previsto per lunedì 27 ma nelle giornate di mercoledì e di ieri si è registrata una forte accelerazione dell'incidenza, superando il fatidico 15% che ci consentiva di restare in zona bianca. In due giorni abbiamo registrato un incremento superiore a quello di una settimana intera. Ricordo a tutti i cittadini che con la normativa attuale nella zona gialla è obbligatorio indossare sempre la mascherina, anche all'aperto, non ci sono limiti agli spostamenti e non c'è il coprifuoco. Raccomando a tutti di prestare sempre la massima attenzione e di rispettare le regole di distanziamento e corretta igiene delle mani, soprattutto in questa fase di aumento dei contagi".

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
10:59

Va al lavoro con il Green Pass di una parente: operaia licenziata per giusta causa

È stata licenziata per ‘giusta causa' la dipendente dello stabilimento di una nota azienda di Tolentino, nel Maceratese, che quindici giorni fa si presentò al lavoro mostrando il Green Pass di una parente. In quell'occasione venne fermata dalla sicurezza perché il qr code non corrispondeva al suo nome. Per l'azienda, che opera nell'arredamento di lusso, si è trattato di "un fatto grave, non solo verso la stessa dipendente, ma nei confronti della collettività e dimostra assenza di responsabilità etica, disciplina e rispetto per la salute dei colleghi con cui lavorava e delle loro famiglie". Da quanto si è appreso la lavoratrice al momento non ha impugnato la decisione dell'azienda.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
10:22

India, ieri 7.447 e 391 morti. Somministrate 1,3 miliardi di dosi di vaccino

Sono 7.447 i nuovi casi di coronavirus e 391 i decessi riferiti dal bollettino odierno del ministero della Sanità dell'India. Nel Paese sono stati individuati finora 97 casi di variante Omicron in diversi Stati, soprattutto nel Maharashtra. Su 1.259.932 test effettuati ieri il tasso di positività è dello 0,59 per cento. Il totale dei contagi è salito a 34.726.049 mentre quello delle vittime a 476.869. I casi attivi sono 86.415, 830 meno di ieri, e quelli risolti 34.162.765, 7.886 in più. Il tasso di guarigione è del 98,38 per cento e quello di letalità dell'1,37 per cento. Nello Stato del Kerala si concentra il maggior numero di casi attivi, 34.836, in calo di 1.061 unità rispetto al giorno precedente. Il 16 gennaio è iniziata la campagna di vaccinazione e ad oggi sono state somministrate 1.359.996.267 dosi, di cui 7.046.805 ieri.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
10:06

Positive 23 concorrenti su 97, rinviata la finale di Miss Mondo

La finale di Miss Mondo 2021, in programma ieri a Porto Rico, è stata rinviata dopo che 23 delle 97 concorrenti, sono risultate positive al Covid-19. A renderlo noto la Cnn. Ai casi segnalati si aggiungono 10 contagiati nello staff tecnico. In una dichiarazione rilasciata poche ore prima dell'inizio del concorso, gli organizzatori hanno affermato che stavano riprogrammando la finale "nell'interesse per la salute e la sicurezza delle concorrenti, del personale e del pubblico in generale". Ieri, in una conferenza stampa del Dipartimento della salute di Porto Rico, l'epidemiologo Melissa Marzán ha dichiarato che ci sono stati 38 casi positivi associati a Miss Mondo: 15 membri dello staff e 23 concorrenti.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
09:53

Approvati due farmaci che abbattono la mortalità per Covid: come funzionano Anakinra e Sotrovimab

L’EMA ha autorizzato l’uso dell’immunosoppressore Anakinra e dell’anticorpo monoclonale Sotrovimab contro la COVID-19: ecco come funzionano e quanto sono efficaci.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
09:36

Rasi: "Occorre ridurre la durata del Green Pass, dopo 5-6 mesi perde validità"

Occorre ridurre la durata del Green Pass perché la Certificazione Verde Covid-19 perde validità. A dirlo Guido Rasi, già direttore dell’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema) e oggi consulente per l’emergenza Coronavirus del commissario Francesco Paolo Figliuolo. "Dopo 5-6 mesi il Green pass perde ogni giorno un po’ di validità rispetto alla circolazione del virus, se fossimo in bassa circolazione non sarebbe un problema ma in un momento di alta circolazione si deve pensare di ridurre la durata", ha detto l'esperto a ‘Buongiorno’ su Sky Tg24.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
09:27

ISS: "In forte aumento il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione"

È in forte aumento il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (42.675 contro 37.278 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è in diminuzione (31% contro 34% la scorsa settimana). Cresce la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (43% contro il 40%), mentre è stabile la percentuale di casi diagnosticati attraverso attività di screening (26%). Lo evidenzia il monitoraggio settimanale della Cabina di regia, i cui dati sono comunicati dall'Istituto superiore di sanità.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
09:16

Iss: "Aumenta il tasso occupazione in terapia intensiva e area medica"

Il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 9,6% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 16 dicembre) contro l'8,5% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 9 dicembre) della scorsa settimana. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 12,1% (rilevazione giornaliera ministero Salute al 16 dicembre) contro il 10,6% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 9 dicembre). Lo rivela il monitoraggio settimanale della Cabina di regia, i cui dati sono comunicati dall'Istituto superiore di sanità. La soglia di allerta è fissata al 10% per le intensive e al 15% per i reparti.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
09:07

ISS: "Incidenza sale da 176 a 241, Rt scende a 1,13"

L'Istituto Superiore di Sanità ha reso noti gli ultimi dati su incidenza e indice Rt: la prima passa da 176 a 241 casi ogni 100mila abitanti, mentre l'indice Rt scende a 1,13.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
09:03

Silvestri: "Escludere in futuro i lockdown generalizzati, puntare sui vaccini"

Per il virologo Guido Silvestri della Emory University di Atlanta, dove dirige il dipartimento di patologia generale e medicina di laboratorio, "i lockdown generalizzati dovrebbero essere esclusi dal discorso politico-mediatico e soprattutto scientifico, punto". Intervistato dal Fatto Quotidiano lo scienziato ha spiegato che "hanno avuto un senso nella prima ondata, ma ora che abbiamo i vaccini e altri farmaci antivirali dobbiamo smettere di considerare le chiusure come un'opzione possibile" anche perché "i lockdown hanno costi economici, sociali e psicologici enormi e tali da renderli insostenibili se non per brevi periodi". Tant'è che "l'efficacia dei lockdown nel ridurre la circolazione del virus rimane tutto sommato limitata, almeno in società democratiche come le nostre. E il prezzo lo pagano soprattutto i ceti sociali più deboli".

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
08:42

Crisanti: "I dati dicono che i vaccini sono sicuri anche sui bambini"

I luoghi oggi più a rischio contagio Covid sono "i mezzi pubblici, e andrebbero rese obbligatorie le mascherine Ffp2, i ristoranti, le discoteche e poi la scuola. Ma ora per la scuola abbiamo la vaccinazione e sono convinto che è sicura, io non mi sono spostato di un millimetro sui vaccini anti-Covid: parlo dopo aver visto i dati che sono molto confortati, nessun effetto collaterale se non un po' di mal di testa". A ribadirlo il virologo Andrea Crisanti, ospite di ‘Agorà' su Rai Tre. Lo scienziato già ieri a Fanpage.it aveva detto: "Sui bambini vaccinati non sono stati registrati eventi avversi gravi ma solo effetti collaterali lievi come cefalea, febbre e dolori muscolari. Le miocarditi invece sono molto molto rare e si tratta comunque di manifestazioni reversibili. È fondamentale che sulla vaccinazione dei bambini la comunicazione sia improntata alla più totale trasparenza. Vanno dette le cose esattamente come  stanno senza autocensure, affinché vengano fugati tutti i dubbi: pensi che in Israele sono state pubblicate tutte le riunioni in streaming in cui i comitati scientifici hanno discusso del vaccino sui bambini".

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
08:31

USA, raccomandati vaccini a due dosi al posto di quello Johnson & Johnson

Il Comitato consultivo sull'immunizzazione, un gruppo di consulenti esterni dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti (Cdc), ha votato all'unanimità affinché venga raccomandata ai cittadini Usa la somministrazione dei vaccini contro la Covid.19 a due dosi – prodotti da Prizer-BioNTech e Moderna – al posto del vaccino a dose singola sviluppato da Johnson & Johnson. La raccomandazione, riferisce la stampa Usa, è legata all'insorgenza, tra i soggetti cui è stato somministrato quest'ultimo vaccino, di "casi rari ma a volte fatali di trombosi". Il vaccino J&J è stato somministrato negli Stati Uniti a circa 16 milioni di persone, su un totale di circa 200 milioni di vaccinati contro la Covid-19.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
08:21

Germania, nelle ultime 24 ore quasi 51mila casi e 437 morti

In Germania nelle ultime 24 ore sono stati registrati 50.968 casi di coronavirus e 437 decessi secondo il Robert Koch Institute. Dalla comparsa del morbo hanno perso la vita 107.639 persone. Mercoledì, il nuovo ministro della Sanità, Karl Lauterbach, ha avvertito che il paese ha dosi di vaccino insufficienti per mantenere alte le difese contro il Covid della popolazione durante l'inverno, in particolare con il previsto aumento della variante Omicron.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
08:07

Quindicimila bambini dai 5 agli 11 anni vaccinati contro il Covid

Sono 15.063 i bambini della fascia 5-11 anni vaccinati con una dose, secondo l'aggiornamento di questa mattina del report vaccini anti-covid del governo. Si tratta dello 0,41% della popolazione vaccinabile di quell'età. Un risultato raggiunto ieri nella prima giornata di vaccinazione ai bambini a livello nazionale,
anticipata solo dal Lazio che è partito con le somministrazioni mercoledì all'Inmi Spallanzani e in altri dieci istituti. Dal report risultano 104.135 bambini guariti al massimo da 6 mesi, pari al 2,85% della popolazione 5-11 anni e 12 che hanno completato il ciclo perché guariti e sottoposti alla vaccinazione.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
07:44

L'85,22% della popolazione italiana over 12 ha ricevuto due dosi di vaccino anti Covid

Sono 104.269.620 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, il 94,2% del totale di quelle consegnate pari a 110.716.141 (nel dettaglio 75.782.042 Pfizer/BioNtech, 19.996.331 Moderna, 11.544.646 Vaxzevria-AstraZeneca, 1.845.122 Janssen e 1.548.000 Pfizer pediatrico). È quanto si legge nel report del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle ore 06:14 di oggi. In particolare, sono state somministrate 13.603.779 dosi addizionali/richiamo (booster) al 66,53% della popolazione potenzialmente oggetto di tali somministrazioni che hanno ultimato il ciclo vaccinale da almeno cinque mesi. Le persone che hanno avuto almeno una prima dose sono 47.759.183, l'88,43% della popolazione over 12, mentre quelle che hanno completato il ciclo vaccinale sono 46.024.585, pari all'85,22% della popolazione over 12. In totale la somma di chi ha avuto almeno una dose e di chi è guarito da almeno sei mesi e' 48.134.473, l'89,12% della popolazione over 12. I bambini di 5-11 anni che hanno ricevuto la prima dose sono 15.063, quelli guariti da almeno sei mesi 104.135.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
07:31

Natale, Ciciliano: "Se nipoti e nonni saranno vaccinati potranno festeggiare allo stesso tavolo"

"Se nipoti e nonni saranno vaccinati, potranno festeggiare sotto l’albero, e ancor di più a fine anno, seduti allo stesso tavolo. I numeri di quest’anno rispetto a quelli del 2020 sono di gran lunga migliori grazie alla campagna vaccinale e alle misure di contenimento e mitigazione che sono state modulate durante questi mesi in base all’incidenza e ai ricoveri. Questo sistema ci ha permesso di accumulare un vantaggio innegabile". A dirlo in un'intervista al Corriere della Sera il membro del Cts Fabio Ciciliano. "Ho molto fiducia nella campagna di profilassi per bambini e ragazzi della fascia 5-11 anni, che senza immunità rischiavano di mettere in pericolo sé stessi e la famiglia. Poterli far partecipare in sicurezza alle riunioni è un sollievo e questo induce a essere moderatamente ottimisti sul contenimento dei contagi che certo aumenteranno ma si auspica in maniera modesta. Per i più piccini, ora esclusi dalla vaccinazione, bisognerà essere ancora più attenti, anche a casa, senza esagerare. Ci sono le premesse per guardare il futuro con occhi diversi e parlo di un futuro non lontanissimo, verso la fase finale dell’inverno", aggiunge.

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
07:20

Galli: "La durata del Green Pass non è eccessiva; i guariti Covid andrebbero valutati separatamente"

Il professore Massimo Galli
Il professore Massimo Galli

La durata del Green Pass fissata a nove mesi "è un'apparente contraddizione, ma si tratta di una mediazione comprensibile. Nove mesi intanto sono l'indicazione che l'immunità non è infinita, ma va rinnovata con dei richiami come la terza dose e poi chissà. Possono sembrare troppi, però la caduta della risposta immunitaria a partire da 5 mesi è parziale e non riguarda tutti". A dirlo in un'intervista a La Stampa l'infettivologo Massimo Galli. "Va sottolineata l'importanza di vaccinarsi e di correre a fare la terza dose, ma da medico devo ammettere che alcuni vaccinati non sono protetti. Eccezioni a parte, si tratta soprattutto di anziani e fragili a cui non a caso è stato proposto subito il richiamo". Capitolo a parte per i guariti: "Ci sono dati robusti che dimostrano come in 14 mesi di osservazione il rischio per loro di reinfettarsi sia inferiore al 3 per mille. Cinque milioni di italiani guariti, più un milione che non sa di esserlo, non possono sopportare l'idea che i loro anticorpi non valgano nulla". Per questo motivo bisognerebbe "affrontare la questione, anche perché tanti non vaccinati sono guariti e, Omicron permettendo, non rappresentano un rischio epidemiologico. Dunque vanno valutati uno per uno legando il loro Green Pass alla presenza di anticorpi".

A cura di Davide Falcioni
17 Dicembre
07:11

Le ultime notizie sul Coronavirus di oggi, venerdì 17 dicembre

In Italia ieri sono stati registrati 26.109 contagi Covid, in aumento rispetto ai 23.195 di mercoledì. I decessi segnalati nell'ultima giornata sono invece 123.  Il totale delle infezioni nel nostro Paese dall'inizio dell'emergenza sanitaria sale così a 5.308.180 mentre i morti totali dall’inizio della pandemia Covid-19 in Italia sono 135.301. Nell'ultima giornata sono stati eseguiti 718.281 test, tra tamponi molecolari e antigenici, con il tasso di positività che si attesta al 3,6% (+0,0%). Gli attualmente positivi salgono a quota 317.930 (+12.277). I guariti totali sono 4.854.949 (+13.704). La regione con più casi giornalieri è la Lombardia.

Questa la situazione regione per regione:

  • Lombardia: +5.034
  • Veneto: +3.383
  • Campania: +1.770
  • Emilia Romagna: +2.007
  • Lazio: +2.652
  • Piemonte: +2.197
  • Sicilia:+1.346
  • Toscana: +1.222
  • Puglia: +596
  • Friuli-Venezia Giulia: +914
  • Marche: +753
  • Liguria: +1.011
  • Calabria: +929
  • Abruzzo: +506
  • P.A Bolzano: +444
  • Sardegna: +294
  • Umbria: +260
  • P.A Trento: +266
  • Basilicata: +128
  • Molise: +10
  • Valle d'Aosta: +52

Nel mondo sono stati diagnosticati 272.943.953 contagi Covid, mentre i morti sono stati almeno 5.336.917. I vaccini somministrati sono 8.589.980.051, in larghissima parte nei paesi ad alto reddito.

A cura di Davide Falcioni
32437 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni