12 Aprile 23:13 Palù (Aifa): “Sì a richiami con un altro vaccino, ma serve cautela”

"Fare richiami con un altro vaccino rispetto a quello della prima dose non è rischioso, ma va fatto comunque con cautela" ha dichiarato Giorgio Palù di Aifa riguardo alla necessità di mischiare vaccini nati da due tecnologie diverse. "I casi di trombosi segnalati dopo la prima somministrazione di AstraZeneca hanno spinto ad alzare la guardia. L'incidenza di tali effetti avversi è molto rara, 1 caso su oltre 100.000 vaccinati. Il timore che un individuo vaccinato possa aver ricevuto uno stimolo che non ha avuto conseguenze porta a temere la seconda iniezione: si crede che possa riattivare quel meccanismo con esiti drammatici fino alla trombosi"

12 Aprile 21:59 In Calabria cinque comuni diventano zona rossa da domani al 26 aprile

Il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, ha emanato una nuova ordinanza che dispone la "zona rossa" per i Comuni di Acri, Altomonte, Crosia e San Giovanni in Fiore e Cutro (Crotone). L'ordinanza ha validità dalle ore 5 del 13 aprile a tutto il 26 aprile.

12 Aprile 21:36 Negli Usa le vaccinazioni ai bambini saranno effettuate negli studi pediatrici

Le vaccinazioni dei bambini statunitensi contro il Covid-19 saranno probabilmente somministrate direttamente dagli studi pediatrici. Lo ha reso noto la Casa Bianca, precisando che l'inoculazione del vaccino ai minori di età compresa tra i 12 e i 15 anni si svolgerà presumibilmente in autunno. "Per quanto riguarda i bambini, esiste un percorso consolidato di vaccinazioni attraverso gli studi pediatrici", ha detto Andy Slavitt, consigliere della Casa Bianca per la pandemia di Covid-19. "Questo è importante sia per gli adolescenti che per i bambini più piccoli", ha aggiunto. Gli studi clinici sul vaccino contro il coronavirus elaborato dalla casa farmaceutica Usa Pfizer in collaborazione con la tedesca BioNTech hanno dimostrato che il preparato ha un'efficacia del 100 per cento tra i minori di di età compresa tra i 12 e i 15 anni.

12 Aprile 21:09 Record di vaccinazioni in Spagna; oltre due milioni di dosi distribuite in una settimana

La Spagna ha fatto il record di vaccini contro il covid somministrati in una settimana: sono state iniettate 2.041.303 dosi, secondo i calcoli dell'agenzia di stampa Efe basati sui nuovi dati del Ministero della Sanità. Adesso, il 16,2% della popolazione (7,6 milioni di persone) ha già ricevuto almeno una dosi, mentre il 6,6% (3,1 milioni) è immunizzato completamente. Il premier spagnolo, Pedro Sánchez, ha detto la settimana scorsa che il Paese può arrivare a 3,5 vaccinazioni a settimana.

12 Aprile 20:59 Fedriga difende le Regioni: “Vecchio piano vaccini individuava categorie essenziali, non noi”

“Non le Regioni, ma il precedente piano vaccinale, individuava delle categorie essenziali. Noi più volte abbiamo detto che serviva chiarezza su quali fossero le categorie essenziali, per non avere delle interpretazioni molto diversificate nel Paese, come poi è stato”: lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, difendendo l’operato delle Regioni in questi primi mesi di campagna vaccinale.

12 Aprile 20:53 Le mini zone rosse nelle regioni arancioni: la mappa aggiornata

Anche se la maggior parte delle regioni sono da oggi in fascia arancione, non mancano le mini zone rosse a livello comunale e provinciale introdotte per circoscrivere eventuali focolai di Covid-19 e fermare la circolazione del virus. Dalla Sicilia alla Toscana, dall’Abruzzo alla Basilicata, Ecco l'elenco aggiornato

12 Aprile 20:49 Vaccinazioni anti Covid, parte il bando per reclutare i medici specializzandi

Al via il bando per medici specializzandi che vogliono effettuare le vaccinazioni anti covid: gli specializzandi, come previsto dal decreto sostegni, sono stati inclusi nel bando del dicembre scorso per ampliare la platea dei vaccinatori e aumentare le capacità di somministrazione di vaccini sul territorio nazionale. "Al fine di ampliare la platea dei vaccinatori e aumentare le capacità di somministrazione di vaccini sul territorio nazionale, la struttura commissariale ha dato attuazione a quanto previsto dal decreto legge n. 41 del 22 marzo 2021 (cosiddetto decreto Sostegni), includendo i medici specializzandi nel bando già esistente del 16 dicembre 2020″ comunica una nota della struttura del commissario per l'emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, ricordando che "il personale reclutato verrà impiegato in deroga alle incompatibilità dei contratti di formazione specialistica per la somministrazione dei vaccini presso i centri vaccinali in accordo con le esigenze rappresentate dalle Regioni"

12 Aprile 20:43 Franceschini: “Sperimentare eventi all’aperto, mondo dello spettacolo resiste più”

"Il mondo dello spettacolo non ce la fa più",  per questo bisogna consentire alle regioni di sperimentare, all'aperto, eventi con più spettatori, con più misure di sicurezza, come già avvenuto in altri paesi europei. Lo ha spiegato ministro della Cultura Franceschini ai tecnici del Cts in vista di una prima riapertura. Il Cts ha chiesto al ministro di ricevere domani un documento di sintesi sul quale si esprimerà in tempi rapidi per consentire al governo di deliberare quanto prima. "Per lo spettacolo la situazione non è più sostenibile", ha ribadito Franceschini, aggiungendo: "Il settore è da considerare essenziale come la scuola".

12 Aprile 20:25 “Con Sardegna in zona bianca abbassata la guardia”, l’amisssione dell’assessore Nieddu

"Durante le settimane in cui la Sardegna è stata zona bianca forse c'è stata l'errata percezione che il virus non circolasse più, avremmo dovuto attuare controlli più stringenti che invece sono mancati, tutto questo ha portato a un'esplosione di contagi proprio nel momento in cui faceva il suo ingresso anche nell'Isola la variante inglese" lo ha spiegato l'assessore regionale della Sanità Mario Nieddu, intervistato su Rai Radio 1 all'interno del programma "Che giorno è".  Comunque, sostiene Nieddu, "non è stato un errore andare in zona bianca così presto perché questo ha dato sollievo all'economia per tre settimane, vero è che abbassando la guardia in questo modo ci siamo giocati la chance di essere la prima Regione in Italia a poter riaprire in sicurezza per la stagione turistica". Secondo l'esponente della Giunta Solinas "è la scuola uno dei vettori del contagio".

12 Aprile 20:10 Ministro Gelmini e presidente della Lombardia Fontana contro De Luca: “Rispetti il piano vaccini”

Ministro Gelmini e presidente della Lombardia Fontana contro De Luca per le critiche al piano vaccini. Il coro di critiche verso il presidente De Luca dopo la frase “in Campania noi non intendiamo procedere per fasce di età ma per categorie economiche”. Il ministro Gelmini: “Confido in una riflessione del presidente De Luca e che continui a seguire il piano del Governo”. Il presidente della Lombardia Fontana: “Credo che seguire l’età sia importante”.

12 Aprile 19:59 In Sicilia altre tre città in zona rossa covid: Niscemi, Ramacca e Zafferana Etnea

Altre tre città in zona rossa covid in Sicilia. Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha dichiarato tre nuove "zone rosse" nell'Isola: si tratta di Niscemi, in provincia di Caltanissetta, di Ramacca e Zafferana Etnea, in provincia di Catania. L'ordinanza sarà in vigore a partire da mercoledì 14 aprile e sino al giorno 28 compreso. Il provvedimento è stato adottato su richiesta delle amministrazioni comunali interessate e sulla base delle relazioni delle Aziende sanitarie provinciali di Caltanissetta e Catania

12 Aprile 19:43 Ibrahimovic ignora la zona rossa e si fa aprire un ristorante di Milano

Il calciatore del Milan Zlatan Ibrahimovic ha violato le norme della zona rossa e si è fatto aprire un ristorante. L’episodio, confermato a Fanpage.it da una fonte anonima e dallo stesso ristoratore, è avvenuto ieri, domenica 11 aprile, a Milano. Lo stesso Ibra era stato scelto come testimonial contro il Covid dalla Regione Lombardia: “Usa la testa e rispetta le regole: distanziamento e mascherine”, le sue parole. Lo chef conferma la presenza di Ibrahimovic ma nega il pranzo.

12 Aprile 19:29 Record di casi Covid in India ma migliaia vanno alla festa indù senza mascherine né distanziamento

Stanno facendo il giro del mondo le immagini dall’India, dove centinaia di migliaia di persone si sono date appuntamento ad Haridwar, nell’Uttarakhand, per i bagni rituali nel fiume sacro per le celebrazioni del festival del Kumbh Mela. I pellegrini si sono presentati senza precauzioni e senza rispettare alcun tipo di distanziamento nonostante la nuova ondata di Coronavirus da record nel Paese asiatico.

12 Aprile 19:14 Perché la seconda dose dei vaccini di Pfizer e Moderna può essere somministrata non oltre 42 giorni

La seconda dose dei vaccini di Pfizer e Moderna può essere somministrata non oltre 42 giorni. Nel caso sia necessario allungare i tempi del richiamo dei due sieri a mRna, non dovrà essere superato un intervallo superiore ai 42 giorni dalla prima dose. Perché? E su quali dati si basa il nuovo parere dell’AIFA? La raccomandazione deriva direttamente dagli studi clinici che hanno portato all’approvazione dei due vaccini. Nell’analisi di efficacia del trial di Pfizer-BioNTech sono infatti stati inclusi anche i volontari che hanno ricevuto la seconda dose a distanza di 19-42 giorni dalla prima, sebbene nella maggior parte dei casi (oltre il 93%) il richiamo sia stato somministrato tra i 19 e i 23 giorni. I dati di efficacia e le finestre di dosaggio consentite.

12 Aprile 19:02 Viaggiano per 30 km per andare a fare surf in zona rossa, multati tre giovani in Toscana

Hanno viaggiato per oltre 30 km per andare a fare surf in piena zona rossa in Toscana, per questo tre giovani livornesi sono stati multati dai carabinieri della stazione di Rosignano Solvay che li hanno sorpresi sul lungomare. A ognuno di loro i carabinieri hanno contestato una sanzione da 533 euro per violazione delle norme anti Covid e perché quando sono stati fermati erano a bordo di un’auto. Due di loro hanno 18 anni, il terzo 17 e sono tutti e tre residenti a Livorno

12 Aprile 18:48 Vaccini, ritardi in Sicilia dopo la psicosi AstraZeneca: si prenota solo il 52% degli over 80

La Sicilia è indietro nella campagna di vaccinazione degli over 80. Ma il governatore Musumeci fa sapere che i ritardi sono collegati al calo di prenotazioni, per via della psicosi AstraZeneca: su una platea di oltre 315mila ultraottantenni in Sicilia hanno ricevuto la prima dose 181.392 persone. Ma gli anziani over 80 che si sono prenotati sono solo il 52% della coorte.

12 Aprile 18:33 De Luca: “Continueremo a vaccinare fragili e over 80 con priorità”

Dopo le polemiche con il commissario Figliuolo sul nuovo piano vaccini , Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania,  precisa in un nota che la regione continuerà a vaccinare fragili e over 80 con priorità prima di  affiancare al piano vaccinale nazionale una linea regionale che contempla le categorie economiche, quella turistica su tutte. "Si precisa che per quello che riguarda la Campania, tale comunicazione è scontata", scrive De Luca. "La campagna di vaccinazione segue le priorità indicate per gli ultra ottantenni e le categorie fragili la categoria degli ultraottantenni in piattaforma sarà completata al 100% entro questa settimana, e per i non deambulanti entro le due settimane successive. Le Asl impegneranno task force specifiche per le categorie fragili.

12 Aprile 18:27 Covid, muore medico del Policlinico di Palermo: il professor Angelo Ferrante aveva 52 anni

Lutto all’Università degli Studi di Palermo per la prematura scomparsa del professor Angelo Ferrante, reumatologo del Policlinico universitario di Palermo ucciso dal covid a 52 anni lo scorso wekeend. Ricoverato inizialmente nello stesso Policlinico, dove per cinque giorni ha diviso la camera di degenza con il collega Francesco Vitale, anche lui affetto da Covid, è stato trasferito successivamente all'Ismett, dove è deceduto sabato scorso, circa 6 mesi dopo l'insorgenza della malattia. Ferrante lascia la moglie e tre figli. "In quei cinque giorni – ricorda il professor Vitale – imparai a conoscere il lato umano di Angelo Ferrante, il suo carattere riservato ma sincero, le sue paure ma anche la sua volontà determinata a voler superare la malattia. Quando il 18 novembre, sono stato dimesso ci siamo abbracciati e promessi che ci saremmo ritrovati fuori, ma ci siamo solo sentiti per messaggi e mai più rivisti. Il destino non gli ha concesso, a quel tempo, l'aiuto di una vaccinazione che avrebbe potuto salvarlo. Ogni giorno nel nostro paese muoiono di Covid tante persone. Quelli che oggi si permettono di rifiutare il vaccino sulla base di opinioni personali non motivate razionalmente, offendono chi ha rischiato la vita o l'ha persa a causa di questo maledetto virus". "Angelo Ferrante – ricordano i colleghi – è stato punto di riferimento importante per gli studenti del Corso di Laurea in Medicina per i quali ha sempre dimostrato oltre che eccelse doti di didatta una disponibilità per cui era considerato un docente-amico. È stato inoltre un ricercatore valente nel settore della Reumatologia dove ha dato un contributo notevole allo sviluppo della disciplina. Notevole infine l’attività assistenziale verso i pazienti, con i quali ha sempre dimostrato e praticato un rapporto empatico che certamente contribuiva ad alleviare le loro sofferenze.”

12 Aprile 18:17 Coronavirus Lombardia, oggi 997 contagi e 62 morti covid

Sono 997 i nuovi contagi da coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Lombardia mentre sono stati purtroppo registrati altri 62 decessi covid, per un totale dall’inizio della pandemia di 31.815 morti. Calano i ricoveri in ospedale (in totale sono 5.763 i ricoverati) e il numero di persone ricoverate in terapia intensiva (811 ricoverati). Ecco il bollettino con i dati di lunedì 12 aprile 2021 sui contagi Covid in Lombardia.

12 Aprile 18:13 In Liguria oggi 306 contagi e 7 decessi covid

In Liguria oggi registrati 306 nuovi contagi da coronavirus e 7 decessi covid. Son i dati del bollettino odierno diffuso da Regione Liguria. Nell'ultima giornata effettuati 2881 tamponi molecolari e 2.867 antigenici rapidi per un tasso di positività del 10.62%. In ospedale ci sono 746 ricoverati, 9 in piu' di ieri. Di questi, 84 sono in terapia intensiva.

12 Aprile 18:10 In Italia aumentano i ricoveri covid ma tasso di positività in discesa

Aumentano i ricoveri covid in Italia ma tasso di positività in discesa secondo i dati del bollettino quotidiano del ministero della Salute sull'andamento del pandemia aggiornato ad oggi lunedì 12 aprile. I post occupati in terapia intensiva sono 8 in più(ieri -3) con 167 ingressi del giorno per un totale di 3.593 pazienti. I ricoveri ordinari aumentano di 78 unità (ieri -316), e salgono a 27.329. Il tasso di positività in vece è in discesa al 5,1% (ieri 6,2%)

12 Aprile 18:02 Coronavirus Italia, oggi 9.789 contagiati e 358 morti covid: il bollettino

In Italia registrati 9.789  nuovi contagiati e 358 morti covid nelle ultime 24 ore. Sono i dati del bollettino di oggi, lunedì 12 aprile, sull'andamento dell'epidemia covid in Italia. Sono 190.635 tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i test erano stati 253.100. Il tasso di positività è del 5,1%, in calo di 1,1 punti rispetto a ieri quando era stato del 6,2%.

12 Aprile 17:55 Merkel: “Per la Germania l’ultima ondata è stata la più dura”, verso prolungamento del lockdown

"Dobbiamo dire che per noi questa terza ondata forse è a più  dura": lo ha detto la cancelleria tedesca Angela Merkel intervenendo all'apertura della Mostra digitale dell'industria alla fiera di Hannover. Per Merkel, infatti, "il numero dei contagi in Germania è ancora troppo alto, le terapie si stanno di nuovo avvicinando alla saturazione". Per spezzare l'onda, secondo Merkel, "l'arma piu' importante che abbiamo è la vaccinazione. I tamponi ci aiutano di costruire un ponte" finché la somministrazione delle dosi non avrà avuto il suo effetto. Intanto si va verso un nuovo prolungamento del lockdown. Nelle scorse ore infatti è arrivato l'ok degli stati federati al prolungamento delle restrizioni per ulteriori 3 settimane.

12 Aprile 17:50 In Calabria 226 nuovi positivi in 24 ore 3 decessi covid

Sono 226 i nuovi positivi al coronavirus in Calabria nelle ultime 24 ore su 1887 teste effettuati nell'ultima giornata. I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 118, Catanzaro 15, Crotone 0, Vibo Valentia 0, Reggio Calabria 93. Nell'ultima giornata registrati anche ulteriori 3 decessi covid. In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 659.556 soggetti. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 51.907, quelle negative 607.649. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute.

12 Aprile 17:45 Bassetti: “A ottobre-novembre nuova ondata, ma con i vaccini sapremo gestirla”

"Inizia una nuova settimana che speriamo ci porti verso una ulteriore riduzione dei contagi e dei ricoveri. A livello nazionale siamo intorno al 5% di tasso di positività dei tamponi e ormai sono più di 10 giorni che il numero dei ricoverati in ospedale continua a scendere sia nei reparti medici che di terapia intensiva. Ci stiamo mettendo alla spalle anche la terza ondata. Ci saranno altre ondate future? Dipenderà da quanti vaccini faremo entro il prossimo autunno, ma è probabile che a ottobre/novembre assisteremo a un nuovo incremento di casi. Ovviamente si spera che saranno pochi e che sapremo gestirli e controllarli senza tornare a chiusure e coprifuoco. Questo si chiama imparare a conviveremo con il virus". Così il direttore di Malattie Infettive dell'Ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti sulla sua pagina Instagram.

12 Aprile 17:40 Focolaio covid all’Eremo San Silvestro a Fabriano: monaci tutti positivi 

Focolaio covid all'Eremo San Silvestro a Fabriano dove tutti i monaci sono risultati positivi al coronavirus. Al momento degli undici monaci contagiati, dieci sono asintomatici mentre uno ha qualche linea di febbre, ma non necessita di ricovero nell'immediato. Tutti i religiosi sono sotto stretta sorveglianza da parte dei sanitari dell'Area Vasta di Fabriano. Si sta ricostruendo la catena dei contatti per capire se sia necessario allertare qualche fedele che ha partecipato alla messa nella cappella dell'Eremo.

12 Aprile 17:36 In Sardegna 307 nuovi contagi e 12 decessi 

Sono oltre trecento i nuovi casi di positività al Covid-19 accertati in Sardegna oggi. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 307 nuovi contagi contro i 369 di ieri. In totale sono stati eseguiti 1.099.640 tamponi. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l'Isola un tasso di positività del 1%. Si registrano anche dodici nuovi decessi covid. Sul fronte ospedali, sono 341 i pazienti ricoverati in reparti non intensivi (+6), 55 (-1) invece quelli in intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.842

12 Aprile 17:25 Alcol venduto dopo le 18: chiusi 5 market e un ristorante a Palermo

Raffica di multe nel corso del fine settimana a Palermo  durante i controlli anti covid. Gli agenti del Nucleo controllo attività economiche e produttive della polizia hanno sequestrato sei locali delle vie del centro città, elevando sanzioni per 18.898 euro. Le sei attività, un market e un ristorante mettevano in vendita bevande alcoliche oltre le 18 a numerosi clienti che consumavano su posto. In un locale le bevande venivano servite anche all’interno del locale. I locali sono stati sequestrati e chiusi per 5 giorni, con apposizione di sigilli per inottemperanza alle disposizioni nazionali e alle ordinanze sindacali previste per il contenimento del virus. I gestori sono stati sanzionati per non essersi attenuti alle misure di contenimento previste dall’ordinanza sindacale e dai provvedimenti nazionali, per un totale di 800 euro ciascuno.

12 Aprile 17:21 Coronavirus Campania, oggi 1.386 contagi e 43 morti covid

Sono 1.386 i nuovi casi di coronavirus in Campania nelle ultime 24 ore su 9.473 tamponi molecolari analizzati. Sono 43 invece i nuovi decessi covid, poco più di 1.800 i guariti. Stabile il numero di ricoveri in ospedale: 136 le persone ricoverate nei reparti di terapia intensiva in Campania, cui si aggiungono altri 1.594 ricoverati nei reparti di degenza ordinaria. Questo il dato emerso dalbollettino dell'emergenza Covid pubblicato dall'Unità di Crisi della Regione Campania nel pomeriggio di oggi.

12 Aprile 17:17 Dipendente e bimbo positivi, chiusi asilo e scuola dell’infanzia a Palermo

Immagine di archivio
in foto: Immagine di archivio

È stato chiuso l'asilo nido comunale "Maricò", a Palermo, dopo la segnalazione di positività al Covid-19 di uno dei dipendenti. La scuola dell'infanzia Whitaker, invece, è stata chiusa per la positività di un bambino. L'amministrazione comunale ha chiesto la sanificazione prevista dai protocolli anti-Covid e ha inoltrato la comunicazione al Dipartimento di prevenzione dell'Azienda sanitaria di Palermo per la valutazione della ripresa dell'attività. Chiusi oggi anche gli uffici dell'assessorato alla Scuola, in via Notarbartolo, per effettuare la sanificazione dopo la segnalazione di un caso Covid tra il personale.

12 Aprile 17:13 In Piemonte 636 nuovi positivi al coronavirus e13 morti covid nelle ultime 24 ore

In Piemonte si registrano oggi 636 nuovi positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore e ulteriori 13 morti covid. Sono i dati del bollettino di crisi della Regione Piemonte per oggi, lunedì 12 aprile. Con 13.583 tamponi diagnostici processati (7.716 antigenici), il tasso di positività è del 4,7%. In calo di 3 ricoverati in terapia intensiva (in totale 317), aumento di 27 negli altri reparti (3.633) Le persone in isolamento domiciliare sono 23.711, gli attualmente positivi 27.661.

12 Aprile 17:05 “Nel nuovo contratto con l’Ue prezzo del vaccino Pfizer molto più alto”, la rivelazione del premier bulgaro

Nel nuovo contratto con l'Ue il prezzo del vaccino Pfizer è molto più alto, a rivelarlo è il premer bulgaro Boyko Borissov anticipando la trattativa che è ancora in corso. al momento si parla di un prezzo di 19,5 euro a dose. "Era a 12 euro, poi è aumentato a 15,5, ora per il 2022-2023 vengono firmati contratti a 19,5 euro", ha detto Borissov. Un funzionario dell'Ue coinvolto nei colloqui ha confermato a Reuters il prezzo citato da Borissov, spiegando però che i negoziati per una fornitura fino a 1,8 miliardi di dosi non sono ancora conclusi.

12 Aprile 16:57 In Puglia 815 nuovi positivi e 39 decessi covid

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi in Puglia, sono stati registrati 6.220 test per l'infezione da Covid-19 e sono stati registrati 815 casi positivi: 297 in provincia di Bari, 59 in provincia di Brindisi, 33 nella provincia BAT, 172 in provincia di Foggia, 224 in provincia di Lecce, 26 in provincia di Taranto, 3 casi di residenti fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati anche ulteriori 39 decessi covid : 26 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 1 in provincia BAT, 5 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto. I casi attualmente positivi sono 51.576.

12 Aprile 16:50 Oms: “Pandemia a un punto critico, grande crescita contagi in Asia e Medio Oriente”

La pandemia è a un "punto critico", le infezioni crescono in maniera esponenziale. Alcune nazioni in Asia e nel Medio Oriente "hanno assistito a grandi aumenti dei contagi da Covid-19 nonostante oltre 780 milioni di dosi del vaccino siano state inoculate in tutto il mondo". Lo ha dichiarato in conferenza stampa il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Non cadiamo in errore, i vaccini sono uno strumento potente e vitale ma non l'unico", ha aggiunto Ghebreyesus, "lo vediamo giorno dopo giorno e continueremo a ribadirlo". "Il distanziamento sociale funziona. Le maschere funzionano. Lavarsi le mani funziona. La ventilazione funziona", ha proseguito il direttore generale dell'Oms, "la sorveglianza, i test, il tracciamento dei contatti, l'isolamento, la quarantena e le cure compassionevoli funzionano, sono tutte cose che funzionano nel fermare il Covid-19 e salvare vite".

12 Aprile 16:45 Coronavirus Emilia Romagna, 1.151 nuovi casi e 31 morti covid in 24 ore 

Sono 1.151 i nuovi casi di Coronavirus in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore a fonte di 12.899 tamponi eseguiti nell'ultima giornata. In provincia di Modena il numero maggiore (213), seguita da Bologna con 203 casi più 24 del circondario imolese. Secondo il bollettino di oggi, lunedì 12 aprile, si contano anche altri 31 morti covid. Tornano a crescere i ricoveri: +2 in terapia intensiva (332), +46 negli altri reparti Covid (2.756). I guariti sono 1.306 in piu' rispetto a ieri, i casi attivi 66.433 (-186), il 95,4% in isolamento a casa.

12 Aprile 16:40 Figliuolo contro i Governatori: “Vaccinazioni covid siano uniformi in tutta Italia, solo per fasce di età”

La campagna di vaccinazione anti covid "deve proseguire in modo uniforme a livello nazionale, senza deroghe ai principi che lo regolano, facendo riferimento all'ordinanza che indica le categorie prioritarie". Così il Commissario per l'emergenza Francesco Paolo Figliuolo replica al presidente della Campania Vincenzo De Luca e agli altri governatori che avevano posti dubbi sull'efficacia di proseguire solo per fasce di età. "L'obiettivo – aggiunge il Commissario – è quello di mettere al sicuro le persone fragili e le classi di età più anziane, che sono le più vulnerabili all'infezione. Più celermente si concluderà questa fase, prima si potrà procedere a vaccinare le categorie produttive".

12 Aprile 16:35 In Friuli Venezia Giulia  82 casi e 11 decessi covid in 24 ore

Oggi in Friuli Venezia Giulia su un totale di 1.605 test sono state riscontrate 82 positività al Covid-19: 60 da 1.244 tamponi molecolari, con una percentuale di positività del 4,82%; 22 da 361 test rapidi antigenici (6,09%). I decessi registrati sono 8, a cui si sommano 3 pregressi; i ricoveri nelle terapie sono 81 (+6) e quelli negli altri reparti 523 (+4). Lo comunica in una nota il vicegovernatore del Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone in isolamento sono 10.383. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 101.491 persone

12 Aprile 16:31 Coronavirus Lazio, 1057 nuovi casi e 37 morti covid in 24 ore

Nel Lazio sono stati diagnosticati oggi, lunedì 12 aprile, 1057 casi di coronavirus e 37 morti covid, 18 in più rispetto a ieri, mentre le persone guarite sono 1012. Lo comunica la Regione Lazio nel consueto bollettino. Il bollettino dello Spallanzani registra 211 casi positivi e 41 in terapia intensiva.

12 Aprile 16:14 Per Pregliasco con le riaperture delle attività lunedì prossimo rischiamo una nuova ondata

Ospite di “Un Giorno da Pecora” Fabrizio Pregliasco, virologo e docente dell’Università Statale di Milano, dice di essere pessimista per le riaperture delle attività: “Un rischio, temo un nuovo ‘liberi tutti’, una ulteriore onda è possibile che possa ripresentarsi”. I luoghi più a rischio contagio Covid? I ristoranti secondo il virologo. Anche in Inghilterra (dove oggi dopo un lungo lockdown anti-Covid riaprono bar, ristoranti e negozi) – ha spiegato Pregliasco – stanno riaprendo ma con grande attenzione”. Quindi, appunto, parlando delle possibili riaperture tra pochi giorni: “Sono un po’ pessimista per lunedì prossimo, pessimista rispetto all’acquisizione di condizioni che giustifichino queste aperture”, ha spiegato.

12 Aprile 16:03 Presidi: “No allo stop del vaccino covid ai prof, non è un privilegio, categoria esposta”

"Non siamo d'accordo", con lo stop dei vaccini al personale della scuola, "dissentiamo fermamente: il personale della scuola ha ricevuto la prima dose per oltre il 70%, manca un quarto e trattandosi di una categoria professionalmente esposta non tanto e non solo al contagio tra i suoi componenti ma anche perché può veicolare il virus, bisogna fare in modo di eliminare questo rischio. Non è un privilegio per la categoria,  lo stesso principio vale per il personale sanitario. Ci faremo sentire" lo dice all'ANSA il presidente dell'Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli.

12 Aprile 15:51 De Luca: “I vaccinati con tessera potranno andare al ristorante senza limitazioni in Campania”

“Riapriremo i ristoranti di sera. E chi ha la tessera di avvenuta vaccinazione può andare al ristorante senza limitazione” lo ha affermato il governatore della Campania Vincenzo De luca. "Decidiamo la prossima settimana anche gli orari di apertura, soprattutto per i ristoranti per il servizio serale perché è evidente che il grosso dell'attività avviene di sera e non a pranzo. Anche lì dobbiamo definire un orario: 11,30 di sera o mezzanotte finisce l'attività di ristorazione ma l'importante è che dopo tutti vadano a casa perché se abbiamo migliaia di persone in mezzo alla strada nei fine settimana noi nel giro di due settimane torniamo in zona rossa. Su questo dobbiamo essere tutti responsabili" ha spiegato De Luca ,aggiungendo: "Faremo un'ordinanza per dire che chi ha la tessera di avvenuta vaccinazione può andare al ristorante senza limitazione. Questo passaggio richiede però ancora qualche settimana".

12 Aprile 15:42 Nelle Marche oggi registrati 111 nuovi contagi da coronavirus

Nelle Marche oggi registrati 111 nuovi contagi da coronavirus su 1.810 tamponi  analizzati nell'ultima giornata. Sono i dati con del bollettino di oggi, 12 aprile comunicati dal Servizio Sanità della Regione Marche. Tra i nuovi contagi 955 nel percorso nuove diagnosi (di cui 413 nello screening con percorso Antigenico) e 855 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 11,6%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 111, così ripartiti: 12 in provincia di Macerata, 55 in provincia di Ancona, 10 in provincia di Pesaro-Urbino, 7 in provincia di Fermo, 18 in provincia di Ascoli Piceno e 9 fuori regione. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 413 test e sono stati riscontrati 19 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare).

12 Aprile 15:31 Covid, Manifestazione “IoApro” a Roma: tensione con la polizia

Tensione tra manifestanti e polizia a Roma  alla manifestazione di protesta "Io Apro" contro le chiusure disposte per l'emergenza covid. La piazza che chiede le riaperture delle attività commerciali è divisa: l'estrema destra in prima fila cerca lo scontro, mentre in tanti chiedono di non arrivare allo scontro. Un coro grida "Libertà, libertà". Si sono visti Petardi, bombe carta e anche qualche manganellata. Alla protesta non solo ristoratori, ma anche titolari di palestre e di attività chiuse per via dell'emergenza Covid. Gli organizzatori hanno scelto piazza San Silvestro come luogo di concentramento per poi sfilare verso Montecitorio. Le strade del centro della capitale sono però blindate dalle forze dell'ordine

12 Aprile 15:16 De Luca: “Se Campania esce da zona rossa ristoranti aperti, avanti su isole Covid free”

"Credo che venerdì prossimo il Comitato tecnico-scientifico collocherà in zona arancione anche la Campania, quindi usciamo fuori da questa cosa demenziale della zona rossa per la Campania". Lo anticipa il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, dopo un incontro con i commercianti di Benevento, che chiedevano rassicurazioni sulle riaperture. "Dobbiamo avere un limite che è quello della movida notturna, non possiamo scherzare. A mezzanotte tutti a casa. Decidiamo la prossima settimana anche gli orari di apertura soprattutto per i ristoranti per il servizio serale, perché è evidente che il grosso dell'attività avviene di sera non a pranzo". In questo caso De Luca prevede come orario di chiusura le 23.  "Andiamo avanti su isole Covid free, la Campania lavorerà per avere le isole Covid free. Lavoriamo per perseguire questo obiettivo perché si ritiene prioritario il rilancio del comparto turistico in Campania: o questa operazione si fa oggi o perdiamo un altro anno di turismo che significa decine di migliaia di stagionali senza pane. La Campania andrà quindi avanti e non chiederà l'autorizzazione a nessuno, né a Roma, né a Bruxelles, né alle Nazioni Unite" ha aggiunto il governatore della Campania Vincenzo De Luca a Benevento.

12 Aprile 15:00 Ospedali in Campania, vaccino Covid è andato anche a guardiani, cuochi di mensa elettricisti e idraulici

Il vaccino contro Covid-19 in Campania negli ospedali è stato somministrato anche a addetti a pulizie, guardiania, mensa, lavaggio, manutenzione degli impianti. Lo rende noto la Regione, spiegando quali categoria siano contenute nella voce “altro” del bollettino vaccinale quotidiano. La precisazione dopo che nei giorni scorsi una iniziativa della commissione parlamentare Antimafia ha chiesto di chiarire possibili anomalie negli elenchi dei vaccinati per la categoria "altri".  Così oggi l'Unità di crisi regionale ha chiarito che  nella voce "Personale esterno alle strutture sanitarie" vengono compresi non solo i medici, gli infermieri, gli autisti di ambulanze, i portantini eccetera ma sono compresi anche tutti i lavoratori delle ditte esterne fornitrici di servizi alle strutture sanitarie.

12 Aprile 14:48 Perché l’alto numero di morti per Covid è legato agli attualmente positivi e non all’indice Rt

Oltre all’indice di trasmissibilità e all’incidenza settimanale recentemente introdotta, per stabilire le chiusure delle varie regioni si dovrebbe tenere conto anche degli attualmente positivi. “All’estero lo fanno e i decessi sono meno” ha spiegato Roberto Battiston, professore ordinario dell’Università di Trento e presidente dell’Agenzia spaziale italiana dal 2014 al 2018. “Esattamente, in termini scientifici si definisce prevalenza” evidenzia Battiston, indicando che in Europa, le decisioni prese da altri Paesi come la Francia, la Germania e la Spagna, si basano su questo valore. “Ecco perché sono più severi nelle chiusure rispetto al nostro Paese”. Ed ecco perché contano meno morti. “Sì. Questo numero dovrebbe essere tenuto in considerazione insieme all’Rt, perché è da questo che si generano nuovi morti”.

12 Aprile 14:36 Ue: “Sui ritardi del vaccino AstraZeneca deve chiarire molto”

La Commissione Europea e AstraZeneca "si sono incontrate e la Commissione attende ancora che la compagnia chiarisca una serie di questioni pendenti". Lo riferisce il portavoce della Commissione per la Salute, Stefan de Keersmaecker, durante il briefing con la stampa a Bruxelles. Nell'Ue, ricorda de Keersmaecker, "ci sono problemi con la produzione e le consegne di vaccini anti-Covid da parte di AstraZeneca. È la ragione per cui abbiamo inviato una lettera il 19 marzo per avviare il meccanismo di risoluzione delle dispute con la compagnia". "Continuiamo ad essere in contatto con la società per assicurare che vengano consegnate puntualmente sufficienti quantità di dosi. È su questo che il nostro lavoro si focalizza ora. La nostra strategia è una strategia congiunta, anche per quanto concerne l'attuazione dei contratti", ha concluso de Keersmaecker.

12 Aprile 14:30 Gli obiettivi del piano vaccinale: quante dosi al giorno deve somministrare ogni Regione

Il commissario per l’emergenza Coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo, ha fissato gli obiettivi che ogni singola Regione deve ottenere in merito alle somministrazioni dei vaccini anti-Covid nella settimana che va dal 16 al 22 aprile. Vediamo qual è il target per ogni territorio per raggiungere le 2,2 milioni di dosi inoculate, con una media di 315mila al giorno.

12 Aprile 14:06 Vaccino Sputnik V in India, Media: “Autorizzato l’uso d’emergeza”

L'India ha autorizzato l'uso d'emergenza del vaccino anti-Covid russo Sputnik V, mentre il numero dei contagi continua a salire. I laboratori indiani che hanno fatto un accordo con Mosca per la produzione del siero hanno ottenuto il via libera dell'ente regolatore di New Delhi, ha riferito Bloomberg, citando fonti interne.

12 Aprile 13:47 Basilicata, 80 nuove diagnosi di Coronavirus e 5 morti

In Basilicata nelle ultime 24 ore sono stati registrati 80 contagi Covid. I morti sono 5, i guariti 53, c'è un posto in più occupato in terapia intensiva, due liberi nei reparti ordinari. Aggiungendo i dati di ieri, emerge che negli ultimi due giorni sono risultati positivi al coronavirus 333 persone nella Regione e di questi 314 appartengono a residenti in regione. Nelle ultime 48 ore sono stati registrati altri sette decessi con il totale delle vittime lucane salito quindi a 471. Sono 190 le persone ricoverate negli ospedali lucani, delle quali solo 13 in terapia intensiva, sei all'ospedale San Carlo di Potenza e sette al Madonna delle Grazie di Matera. Il numero dei lucani attualmente positivi è di 4.907 (4.717 in isolamento domiciliare). In totale i guariti lucani sono 15.147.

12 Aprile 13:38 Salvini: “Produrre vaccini in Italia e usare altri farmaci come lo Sputnik se funzionano”

"Le chiusure da sole non bastano, ormai è evidente, dobbiamo moltiplicare gli sforzi per i vaccini, cominciando a produrli anche in Italia, e prepararci ad usare anche altri farmaci se funzionano, come lo Sputnik", così Matteo Salvini fa il punto sulla gestione dell'emergenza coronavirus e sull'andamento della campagna vaccinale. Il leader della Lega spinge affinché nel governo si cominci a parlare di riaperture e dell'allentamento delle misure restrittive "nelle città in cui la situazione sanitaria sia sotto controllo e in miglioramento da giorni".

12 Aprile 13:28 Quali sono le Regioni che potrebbero diventare zona gialla

La zona gialla per il momento è sospesa, per decreto almeno fino al 30 aprile, ma nelle prossime settimane potrebbe essere reintrodotta. In questo momento le Regioni che sembrano poter passare alla fascia di restrizioni minore sono però poche: in pole position, stando ai dati di oggi, ci sono Veneto, Lazio, la provincia autonoma di Bolzano e Molise. Qui l'elenco delle Regioni che avrebbero i numeri per la zona gialla.

12 Aprile 13:16 Covid Veneto, 587 contagi e 11 morti in 24 ore: tornano a salire i ricoveri

Il Veneto registra 587 nuovi contagi nelle ultime 24 ore, uno dei dati più bassi delle ultime settimane. Si tratta di un numero che però, come ogni lunedì, risente dei ritardi nel caricamento nel week end. I morti sono 11. Lo riferisce il bollettino della Regione. L'incidenza dei positivi sui tamponi fatti è del 4,99%. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale così a 395.794, quello delle vittime a 10.952. Tornano a salire i ricoveri negli ospedali: complessivamente sono 2.122 (+26) i pazienti con Covid nei nosocomi del Veneto. "Siamo sempre sopra il massimo che era stato registrato a marzo, con 2.068 – ha commentato Luca Zaia – significa che noi ogni giorno abbiamo 70-80 persone che entrano in ospedale". I pazienti ricoverati nei reparti non critici sono 1.821 (+26), quelli nelle terapie intensive 301 (-1).

12 Aprile 13:03 Oltre 4,2 milioni di vaccini Covid verranno consegnati alle Regioni tra il 15 e il 22 aprile

Sono oltre 4,2 milioni i vaccini anrti-Covid che verranno complessivamente consegnati tra il 15 e il 22 di aprile alle strutture sanitarie delle Regioni. In particolare è prevista la distribuzione di oltre tre milioni di Pfizer suddivisi in due mandate di 1,5 milioni, circa mezzo milione di Vaxzevria, oltre 400 mila di Moderna, e di più di 180 mila di Johnson & Johnson. Per la settimana 16-22 aprile si stimano circa 315.000 somministrazioni giornaliere negli oltre 2.200 punti vaccinali in tutta Italia attivi. È quanto comunica la struttura Commissariale per l'Emergenza Covid del generale Francesco Figliuolo.

12 Aprile 12:52 Vaccini Covid, il presidente campano De Luca: “Non procederemo per fasce d’età”

"La Campania è stata una regione tra le più rigorose d'Italia, ma una cosa è il rigore altro è la stupidità. Ho appena finito di parlare con il commissario Figliuolo al quale ho detto che una volta completati gli ultra-ottantenni e i fragili noi non intendiamo procedere per fasce di età. Dedicheremo la struttura pubblica a curare i fragili e le persone anziane ma lavoreremo anche sui settori economici perché se decidiamo di andare avanti solo per fasce di età, quando avremo finito le fasce di età l'economia italiana sarà morta". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca facendo riferimento all'ultima ordinanza del commissario Figliuolo sui vaccini anti-Covid.

12 Aprile 12:42 Polemica sulle isole Covid free, le Regioni bocciano la proposta del governo

È polemica sulla questione delle isole Covid-free. Il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, risponde alla proposta del ministro del Turismo di creare appunto delle isole Covid free chiedendo di non creare discriminazioni tra territori. Duro il presidente dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini: “Non possono esserci località turistiche privilegiate a discapito di altre, piuttosto si lavori al passaporto vaccinale con regole uguali per tutti a livello europeo”.

12 Aprile 12:37 La variante sudafricana del Covid può aggirare il vaccino Pfizer

Mettendo a confronto i dati di 400 cittadini israeliani vaccinati (totalmente o parzialmente) contro il coronavirus che sono stati comunque infettati con quelli di 400 persone non vaccinate e contagiate, un team di ricerca dell’Università di Tel Aviv ha dimostrato che nei primi la variante sudafricana aveva una prevalenza otto volte superiore. Ciò suggerisce che questo ceppo ha una maggiore capacità di aggirare le difese immunitarie del vaccino, nello specifico quello di Pfizer-BioNTech. Non è stata comunicata la gravità dell’infezione sviluppata dai vaccinati, ma al momento è noto che i vaccini anti Covid proteggono al 100% dalla morte e dal ricovero in ospedale.

12 Aprile 12:28 Salvini: “È un dovere riaprire subito dove la situazione è sotto controllo”

La data del due giugno "va bene per la riapertura generale. Io penso che, come dice lo stesso Draghi, già dai prossimi giorni dove la situazione sanitaria è sotto controllo non sia un diritto ma sia un dovere riaprire attività economiche, sociali, sportive, culturali". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, a margine di una visita a Mind, nell'ex area dove si svolse Expo 2015. "Che si possa riaprire tutto a giugno – dice Salvini – è un obiettivo e un auspicio comune. Però siamo ad aprile, laddove la situazione è sotto controllo non puoi chiedere mesi di chiusure e di sacrifici, quando altri Paesi europei sono già aperti da tempo".

12 Aprile 12:16 In centinaia in coda in Basilicata, da oggi vaccino AstraZeneca a over 60 senza prenotazione

Il centro vaccinale di Potenza
in foto: Il centro vaccinale di Potenza

Oggi, domani e dopodomani coloro che hanno dai 79 ai 60 anni potranno recarsi in una delle due tensostrutture allestite poco lontano dall’ospedale San Carlo di Potenza e dal Madonna delle Grazie di Matera per farsi somministrare, senza alcuna prenotazione, il vaccino Vaxzevria di AstraZeneca. Centinaia di persone sono già in coda.

12 Aprile 12:04 In Alto Adige 31 nuovi contagi Covid e nessun decesso

In Alto Adige sono 31 i nuovi casi di Covid-19 su 1.185 tamponi processati ieri. Per il secondo giorno consecutivo nelle ultime 24 ore non sono stati registrati decessi collegati al coronavirus che in provincia di Bolzano ha causato la morte di 1.150 persone. Le nuove positività sono 29 su 294 tamponi molecolari esaminati e 11 su 891 test antigenici eseguiti. Su 207.316 persone sottoposte a tampone molecolare, 46.229 sono complessivamente risultate positive. Le persone positive al test antigenico sono 24.925. Resta stabile la situazione negli ospedali con 79 pazienti Covid ricoverati nei normali reparti, 22 in terapia intensiva, 45 nelle strutture private convenzionate e 46 in isolamento nelle due strutture appositamente allestite.

12 Aprile 11:52 Coronavirus Marche, 130 nuovi contagi

Nelle Marche sono stati testati 1.810 tamponi nell'ultima giornata: 955 nel percorso nuove diagnosi (di cui 413 nello screening con percorso Antigenico) e 855 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 11,6%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 111 (12 in provincia di Macerata, 55 in provincia di Ancona, 10 in provincia di Pesaro-Urbino, 7 in provincia di Fermo, 18 in provincia di Ascoli Piceno e 9 fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (22 casi rilevati), contatti in setting domestico (25 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (26 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (4 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/socialità (1 caso rilevato), contatti rilevati in setting assistenziale (2 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (1 caso rilevato), screening percorso sanitario (2 casi rilevati). Per altri 28 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 413 test e sono stati riscontrati 19 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 5%.

12 Aprile 11:39 Un microchip sottopelle rivela il Covid prima dei sintomi

Un microchip sottopelle che rivela il coronavirus prima di sviluppare i sintomi di Covid. Lo ha messo a punto un team di scienziati del Pentagono impegnati nella ricerca di soluzioni in grado di prevenire e porre fine alle pandemie. Il microchip, contenuto in un gel simile a un tessuto, è stato mostrato in un video da Bill Hepburn, colonnello in pensione e specialista in Malattie infettive dell’esercito a capo del team di ricerca che lo ha messo a punto. “È un sensore che si mette sotto la pelle e che ci dice quali sono le reazioni chimiche in corso – ha detto Hepburn a 60 Minutes – . Funziona come una spia di controllo di un motore e quel segnale significa che domani avrai i sintomi”.

12 Aprile 11:29 Toscana, 715 nuovi contagi da Covid-19

Si registrano 715 diagnosi da Coronavirus nelle ultime 24 ore in Toscana, su un totale di 8891 tamponi molecolari e 1863 test rapidi. Ieri la Regione aveva registrato 1.222 contagi Covid.

12 Aprile 11:18 Il test salivare che rileva il coronavirus prima del tampone nasale

Ricercatori del California Institute of Technology (CALTECH) hanno sviluppato un nuovo tampone salivare sperimentale in grado di rilevare il coronavirus in anticipo rispetto ai tamponi nasali rapidi. Il dispositivo diagnostico è stato finanziato dalla Bill & Melinda Gates Foundation. Qui spieghiamo come funziona.

12 Aprile 11:10 In Molise 28 nuovi contagi Covid

Sono 28 le nuove diagnosi di Coronavirus registrate nelle ultime 24 ore in Molise, dieci in meno rispetto a ieri. Non si registrano vittime mentre i guariti sono 45. Per quanto riguarda i ricoveri, c'è un posto in più occupato in terapia intensiva e due in meno nei reparti ordinari.

12 Aprile 11:02 Zona gialla e riaperture, cosa ha detto Speranza

Il ministro della Salute Speranza conferma che da maggio in Italia potrebbe essere ripristinata la zona gialla, con la conseguente riapertura di bar, ristoranti e anche di musei, cinema e teatri. In settimana il governo potrebbe riunirsi per avviare il confronto sul tema e in caso di ulteriore miglioramento della situazione epidemiologica sembra possibile un’anticipazione delle riaperture già ad aprile. Dal punto di vista legislativo, l’ultimo decreto Covid prevede la cancellazione delle zone gialle (e bianche) fino al 30 aprile ma resta la possibilità di allentare le restrizioni attraverso una nuova deliberazione del Consiglio dei ministri.

12 Aprile 10:48 Riaperture pub e negozi nel Regno Unito, file a Oxford Street. Premier: “Passo in avanti verso libertà”

Riaprono oggi nel Regno Unito pub, ristoranti, negozi non essenziali, piscine e palestre.Da stamane ci sono lunghe file davanti ai negozi ed esercizi commerciali in diverse città in attesa della riapertura dopo il lockdown deciso a dicembre per contrastare la pandemia da covid-19. A Oxford Street a Londra, una delle vie dello shopping più frequentate al mondo e lasciata deserta dalla pandemia, si sono formate lunghe file davanti ai negozi in attesa che aprano i battenti. Il primo ministro britannico Boris Johnson ha salutato l'allentamento delle restrizioni come "un importante passo in avanti verso la nostra libertà" e "un grande sollievo per gli imprenditori che sono stati chiusi per molto tempo".

12 Aprile 10:20 Galli: “Seconda dose con vaccino diverso da AstraZeneca? Prospettiva orripilante e senza senso”

Decidere di somministrare un vaccino anti-Covid diverso a chi attende il richiamo dopo avere fatto la prima dose di AstraZeneca “dal punto di vista tecnico è una prospettiva abbastanza orripilante e non ha senso". A dirlo Massimo Galli, primario infettivologo all’ospedale Sacco di Milano, in un’intervista rilasciata al Il Mattino. "Chi non vuole fare la seconda dose del vaccino si tenga la sola prima dose e faccia l’esame anticorpale per vedere se c’è una risposta. Certo non è possibile fare dell’assurdo bricolage con i vaccini", così Galli. Secondo l'infettivologo, sostituire la seconda dose con qualche cosa di altro disponibile sul mercato è certamente peggio che fare una dose sola: "AstraZeneca è stato progettato per una sola dose poi, con una decisione che stanno ancora pagando, hanno cambiato idea decidendo per le due dosi. C’è un loro lavoro su ‘Lancet’ che testimonia come la protezione con AstraZeneca sia più che efficace già dopo il conferimento di un’unica dose”. Per Galli il vaccino dell'azienda anglo-svedese è sicuro ed efficace: “Dico solo che il tasso di decessi è inferiore a quello che abbiamo quando facciamo una Tac o un esame radiologico con il liquido di contrasto, dove il rischio di morte è già bassissimo”.

12 Aprile 10:10 Quante dose di vaccini Covid arriveranno questa settimana in Italia

Questa settimana dovrebbero essere consegnate più di due milioni di dosi di vaccino anti-Covid in Italia. Buona parte di queste arriverà da Johnson&Johnson, unico vaccino monodose che questa settimana arriverà per la prima volta nel nostro Paese. Un milione di dosi saranno consegnate da Pfizer, mentre AstraZeneca continua a consegnare meno rispetto ai flaconi previsti.

12 Aprile 09:55 Contagi Covid in calo nell’ultima settimana, ma aumentano le vittime

Nell’ultima settimana i contagi da Covid-19 in Italia sono nettamente scesi: circa il 25% in meno rispetto ai sette giorni precedenti. Scendono anche le persone ricoverate e l’occupazione dei posti letto in terapia intensiva. Ma cresce ancora il dato sui decessi settimanali. Qui tutti i dati sui contagi dell'ultima settimana.

12 Aprile 09:41 Cena di compleanno fatale per un imprenditore sardo: lui muore per Covid, 43 contagiati

Aveva deciso di festeggiare il suo 81esimo compleanno in un ristorante di Capoterra approfittando dell'ultimo giorno in zona bianca della Sardegna, ma purtroppo quella festa è stata per lui fatale. Ha contratto il Covid e dopo due settimane di malattia è morto Carlo Monni, noto imprenditore di Pula. Secondo la ricostruzione, l'uomo aveva da poco ricevuto la prima dose del vaccino e questo l'aveva convinto a organizzare una cena in un ristorante per festeggiare il suo compleanno. A pochi giorni da quella serata l’Ats ha stabilito che le persone contagiate dal virus sono state 43, alcune delle quali sono state ricoverate e sono finite in rianimazione.

12 Aprile 09:28 Tornano a scuola da oggi 6,6 milioni di studenti

A partire da oggi la scuola si ripopola sempre di più. Sono 6,6 milioni gli alunni che torneranno in classe, il 77% degli 8,5 milioni di iscritti negli istituti statali e paritari, e cioè quasi otto su dieci. Quasi un milione in più rispetto alla settimana scorsa secondo i calcoli di Tuttoscuola: ben 400mila solo in Lombardia che torna zona arancione. L’unica regione in controtendenza la Sardegna, in zona rossa, dove 63mila alunni di seconda e terza media e delle superiori lasceranno le aule e si collegheranno da casa. In tutto saranno quasi 2 milioni quelli in Dad.

12 Aprile 09:13 Vaccini Covid, Giorgetti: “C’è una guerra geopolitica”

Per quanto riguarda i vaccini, "parliamoci chiaro, qualcuno ha parlato di guerra geopolitica. È esattamente quello che è avvenuto". A parlare così ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti. "Abbiamo capito che su alcune cose l'Italia e l'Europa si devono dare una sveglia. Un altro fallimento per l'Europa, che faticosamente arranca", ha detto Giorgetti chiedendo "un polo vaccinale anche in Italia con soldi pubblici, invitando i privati".

12 Aprile 09:03 Gran Bretagna entra nella fase di immunità di gregge: da oggi riaperture

La Gran Bretagna, con 40 milioni di dosi di vaccino anti-Covid somministrate, entra nella fase di immunità di gregge, secondo uno studio dell'Imperial College di Londra con il quale peraltro non tutti gli esperti concordano. Oggi dopo tre mesi di chiusura riaprono negozi non essenziali, parrucchieri, palestre e anche ristoranti e pub, per ora solo con servizio all'aperto.

12 Aprile 08:52 Record di contagi Covid, l’India supera i casi del Brasile

L'India ha riportato un record di 168.912 contagi da Coronavirus. I dati dell'amministrazione sanitaria superano quelli del Brasile: l'India così diventa il secondo Paese più colpito a livello globale dal coronavirus. L'India ha raggiunto 13,53 milioni di contagi Covid, superando i 13,45 milioni di casi del Brasile. Gli Stati Uniti guidano la classifica dei contagi con 31,2 milioni di casi. L'India ha registrato anche 904 decessi, il numero più alto dal 18 ottobre. Ieri sono stati effettuati 1.180.136 test: i casi attivi sono 1.201.009, 92.922 più di ieri. La maggior parte delle nuove infezioni riguarda il Maharashtra: 63.294. L'83 per cento si concentra in dieci Stati/Territori; gli altri nove sono: Uttar Pradesh, Nuova Delhi, Chhattisgarh, Karnataka, Kerala, Tamil Nadu, Madhya Pradesh, Gujarat, e Rajasthan. Sono presenti anche le varianti inglese, sudafricana e brasiliana. A Delhi, ad esempio, circolano in modo particolare le varianti inglese e sudafricana. L'amministrazione locale ha dato il via a un'altra indagine sierologica a campione per indagare sulla trasmissione del contagio e la risposta immunitaria. Nella capitale, tra l'altro, c'e' un focolaio nella Corte suprema, dove circa il 50 per cento del personale è risultato positivo. A causa del peggioramento della situazione il governo centrale ha vietato l'esportazione di Remdesivir.

12 Aprile 08:44 Turismo e green pass, qual è il piano del Governo per riaprire a giugno

Il ministro del Turismo individua il 2 giugno, Festa della Repubblica, come la data entro la quale dovrà riaprire quasi tutto. Garavaglia spiega che si deve iniziare a programmare le riaperture a partire da aprile dove possibile, ma sul settore turistico chiede uno sforzo maggiore: anticipare il green pass europeo per garantire la circolazione. Non possiamo “perdere di competitività” rispetto agli altri. Qui spieghiamo il piano del governo per riaprire tutta l’Italia entro il 2 giugno.

12 Aprile 08:38 Piano vaccinale anti-Covid, le novità illustrate dal ministro Speranza

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, annuncia alcune novità del piano vaccinale anti-Covid: le seconde dosi di Pfizer e Moderna potranno essere somministrate a 42 giorni dalla prima e per gli over 60 ci sarà la possibilità di presentarsi agli hub vaccinali per ricevere AstraZeneca a fine giornata anche senza prenotazione, per evitare così lo spreco di dosi. Per gli over 80 Speranza si dice convinto che possano essere tutti vaccinati “entro aprile”. Ma anche sui soggetti over-60 l’immunizzazione completa può essere ottenuta presto: “Credo che entro il trimestre – quindi entro fine giugno – si possano mettere in sicurezza tutti gli over 60, che sono altri 18 milioni circa”.

12 Aprile 08:29 La vaccinazione anti Covid potrebbe diventare annuale?

Dovremo fare un vaccino ogni anno contro le varianti? Risponde a questa domanda l’immunologo dell’Accademia dei Lincei, Guido Forni, secondo cui potremmo pensare a un richiamo per gli anziani ogni autunno. “È una prospettiva possibile anche se al momento non si può configurare. Dipenderà dall’evoluzione della pandemia nei prossimi mesi. Non è da escludere che la vaccinazione contro il Sars-CoV-2 debba essere estesa oltre il 2021 e che si renda necessario un richiamo annuale come protezione contro nuove varianti del ceppo virale. In questo caso, in presenza di mutazioni pericolose per l’uomo, dovremmo stimolare nuovamente l’immunità di cui oltretutto al momento non conosciamo la durata. Tante ricerche sono in corso”, ha detto al Corriere. Quale evoluzione può avere la pandemia? Primo scenario secondo l’immunologo che il virus diventa endemico, cioè resta presente nella popolazione senza dar luogo all’epidemia trovando una forma di convivenza con l’uomo tale da non metterlo in pericolo. Il secondo scenario mostra un virus serpeggiante nella popolazione che di tanto in tanto è causa di ristretti focolai, come avviene per il morbillo. Il terzo scenario è che scompare come è arrivato.

12 Aprile 08:19 Appello dell’Ordine dei Medici: “Accettate qualsiasi vaccino”

L’unica arma per difendersi dal Covid-19 è il vaccino. Arriva un forte appello da parte di Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici: "Sollecito tutti ad avere fiducia nella scienza e ad affidarsi ai medici per la scelta del vaccino": "Nel caso di AstraZeneca – spiega – la raccomandazione di utilizzo per gli over 60 è legata ad un orientamento di grande prudenza". L'arma del vaccino "funziona ed è l'unica vera via per uscire dall'emergenza". "Grazie alla vaccinazione di tutti i medici – dice ancora – la mortalità nella nostra categoria si è abbattuta del 95%. Ogni mese registravamo tra 40 e 60 decessi. A marzo ne sono stati 10, nei 10 giorni di aprile soltanto 1".  In particolare su AstraZeneca, il presidente Fnomceo evidenzia il fatto che "tra le migliaia di insegnanti pugliesi cui è stato somministrato il vaccino anglo-svedese non si siano registrati casi di effetti collaterali gravi. In un contesto in cui la mortalità per Covid è altissima, il primo vaccino che vi propongono, qualsiasi esso sia – ribadisce Anelli – è la via migliore per tutelare la vostra salute. I dati sulla sorveglianza sanitaria hanno addirittura dimostrato che il vaccino AstraZeneca ha una funzione protettiva maggiore di altri per gli ultrasessantenni".

12 Aprile 08:12 Coronavirus Germania, oltre 3 milioni di contagi dall’inizio della pandemia

Ha superato quota 3 milioni il numero di casi di contagio da Covid-19 registrati in Germania secondo i dati del Robert Koch (Rki) e dell'università americana Johns Hopkins (Jhu). Nelle ultime 24 ore i contagi sono stati 13.245, col tasso di incidenza nazionale che negli ultimi 7 giorni si è attestato a 136,4 ogni 100.000 persone. Finora la Germania ha riportato quasi 78.500 decessi da coronavirus, mentre 2,68 milioni di persone sono guarite.

12 Aprile 08:02 Quali Regioni cambiano colore oggi

Da oggi gran parte dell’Italia torna in zona arancione e allenta le misure anti-Covid per quanto riguarda scuole, negozi e spostamenti. In zona rossa ci sono solo quattro Regioni mentre nel resto del Paese sono in vigore le regole della fascia arancione. Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana dalla zona rossa passano a quella arancione. La Sardegna invece, unica Regione ad essere mai andata in zona bianca passa alla zona rossa. Ancora in zona rossa anche Campania, Puglia, Valle d’Aosta. Qui l'elenco dei colori delle Regioni e come cambiano le regole.

12 Aprile 07:31 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, martedì 12 aprile

Nell’ultimo bollettino sul Coronavirus diffuso dal ministero della Salute si contano 15.746 positivi al Covid-19 e 331 vittime. In totale i casi da inizio epidemia sono 3.769.814, i morti 114.254. Sono 253.100 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nell’ultima giornata. Il dettaglio dei nuovi contagi Regione per Regione:

Lombardia: +2302
Veneto: +871
Campania: +1854
Emilia Romagna: +1170
Piemonte: +1372
Lazio: +1675
Toscana: +1222
Puglia: +1359
Sicilia: +1120
Friuli Venezia Giulia: +208
Liguria: +335
Marche: +406
P.A. Bolzano: +74
Abruzzo: +259
Umbria: +135
Calabria: +593
Sardegna: +369
P.A. Trento: +93
Basilicata: +249
Molise: +38
Valle d'Aosta: +42

Da oggi quasi tutt'Italia in zona arancione, con solo 4 regioni in rosso. Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana da rosso diventano arancioni. Riaprono i negozi, parrucchieri e centri estetici. Otto studenti su 10 tornano a scuola in presenza. Il governo potrebbe decidere di anticipare alcune riaperture dopo aver valutato la situazione epidemiologica. Il ministro Speranza conferma il lavoro sul green pass e spiega: “Possiamo programmare settimane in cui mi auguro ci possano essere meno limitazioni ma dobbiamo farlo con grande cautela perché bruciare le tappe può produrre effetti. La vicenda Sardegna dimostra esattamente questo. La variante inglese è molto veloce”. Settimana decisiva per i vaccini: attese le prime dosi di Johnson & Johnson. Nel mondo oltre 135 milioni di contagi, in Germania superati i 3 milioni di positivi al Covid da inizio pandemia.