Applausi a scena aperta per Tom Dumoulin. L'olandese della Sunweb ha trionfato nella 14a tappa del Giro d'Italia, la Castellana-Oropa di 131 chilometri con traguardo in salita. Un successo prezioso che gli permette di rafforzare il vantaggio in classifica generale, consolidando la maglia rosa. Ai danni degli inseguitori Quintana, Pinot e Nibali che hanno perso terreno scivolando rispettivamente a meno 2'47",  3'25" e 3'40" dal leader dell'edizione numero 100 della corsa in rosa. A decidere la tappa dopo le schermaglie iniziali in pianura, la salita di Oropa, ribattezzata come Montagna Pantani in onore del Pirata che sulle strade della stessa, scrisse una pagina memorabile per il ciclismo nel 1999.

Dopo un tentativo di affondo di Quintana, e Dumoulin a conquistare la scena con un'azione che si concretizza poi nel chilometro finale. L'olandese infatti stacca i diretti concorrenti della classifica generale e trionfa sul traguardo anticipando Zakarin e Landa. In Thibaut Pinot (quinto a 35″) e Vincenzo Nibali rispettivamente quinto a 35" e settimo a 43″. Giornata da incorniciare dunque per il leader che domani sarà impegnato con tutta la carovana nella 15 tappa di 199 chilometri da Valdengo a Bergamo.

Grande soddisfazione per la maglia rosa ai microfoni di Rai Sport subito dopo il traguardo: "E' una vittoria sorprendente, è incredibile quello che ho fatto. Il team ha svolto di nuovo un gran lavoro. Sono il padrone del Giro? No, ci sono ancora tante salite, soprattutto le Alpi, nell'ultima settimana, ma sono super felice. Il vantaggio è importante ma non possiamo rilassarci, bensì restare concentrati giorno dopo giorno per vedere quello che succederà  nell'ultima settimana".

La classifica all'arrivo — 1. Tom Dumoulin (Ola, Sunweb) 3h02'34"; 2. Zakarin (Rus, Katusha) a 3″; 3. Landa (Spa, Sky) a 9″; 4. Quintana (Col) a 14″; 5. Pinot (Fra) a 35″ 6. Yates (Gb) a 41″; 7. Nibali a 43″; 8. Pellizotti; 9. Kruijswijk (Ola) a 46″; 10. Kangert (Est).

Classifica generale — 1. Tom Dumoulin (Ola/Sunweb) 59h31'17"; 2. Quintana (Col) a 2'47"; 3. Pinot (Fra) a 3'25"; 4. Nibali a 3'40"; 5. Zakarin (Rus) a 4'24"; 6. Mollema (Ola) a 4'32"; 7. Kangert (Est) a 4'56"; 8. Pozzovivo a 4'59"; 9. Jungels (Lus) a 5'28"; 10. Amador (C. Rica) a 5'38".