Una battuta di caccia è finita in tragedia in provincia di Foggia. Un cacciatore è infatti morto dopo essere stato colpito da un colpo di fucile al petto da un compagno che l'aveva scambiato per errore per un cinghiale. La vittima è Giovanni Squarcella, falegname 57enne originario di San Giovanni Rotondo. Il killer, 59 anni, è invece indagato a piede libero per omicidio colposo. L'incidente è avvenuto questa mattina, domenica 27 gennaio, a Apricena in località Ponte La Rocca.

Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, i due amici stavano partecipando a una battuta di caccia nelle campagne foggiane, insieme ad un'altra decina di persone, quando è stato colpito un cinghiale. Tuttavia l'animale, dopo essere stato ferito da un primo gruppo di cacciatori, avrebbe tentato la fuga. Un volta individuata la preda, per fermarla il 59enne avrebbe fatto fuoco non accorgendosi però della presenza di Squarcella, che è stato colpito al petto dalla fucilata che non gli ha lasciato scampo. Quando i soccorsi sono arrivati non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso.