Era ricoverato dallo scorso 14 agosto, quando era rimasto vittima di un drammatico incidente sulla A29 Palermo-Trapani. In quell’occasione aveva perso i genitori e la sorella di 18 anni. Ora è arrivata la tragica notizia: Mattia Orestano, 15 anni, non ce l’ha fatta. Il giovane aveva riportato gravi ferite e aveva trascorso anche un periodo in coma. Eppure si era risvegliato dal coma, sembrava che potesse recuperare, ma le sue ferite alla lunga hanno purtroppo avuto la meglio. Alcuni organi vitali però erano rimasti compromessi. Il fratello Luca, l'unico sopravvissuto di quel terrificante incidente, ha postato una foto su Facebook salutando Mattia con un messaggio molto toccante: "Ci vedremo un giorno come questo, fratello mio", scrive Luca.

Gli Orestano vivevano a Villagrazia di Carini ed erano originari di Palermo. Stavano tornando da Trapani dove il padre, Roberto, aveva incontrato, dopo diversi anni, un amico e commilitone. I cinque erano rimasti coinvolti nel tamponamento tra la loro vettura, una Mercedes Classe A, e una Lancia Lybra guidata da un 35enne originario di Alcamo. L’urto molto violento aveva fatto precipitare la Mercedes dal cavalcavia fra Fulgatore e Segesta, un volo di oltre 10 metri. Rosa Parrinello di 47 e la figlia Miriam Chiara di 18 sono morte sul colpo. Roberto Orestano, 49enne, poco dopo nonostante i disperati tentativi di rianimazione. Mattia è deceduto all'ospedale Ismett, dopo ha lottato per tutto questo tempo. I suoi funerali si sono svoliti all'interno della chiesa evangelica Gesù Cristo, nella zona dell'ospedale Policlinico.