593 CONDIVISIONI
Coronavirus
21 Giugno 2021
18:24

Variante Delta, in UK aumentano ancora i casi: 10 mila nelle ultime 24 ore, 5 morti

Nelle ultime 24 ore nel Regno Unito i positivi al coronavirus sono stati 10.633 su oltre 1,1 milioni di tamponi eseguiti, secondo i dati aggiornati diffusi dal governo. L’incremento non ha per il momento lo stesso impatto sui decessi, conteggiati oggi a non oltre 5, in calo rispetto a ieri.
A cura di Davide Falcioni
593 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Nel giorno in cui il Regno Unito avrebbe dovuto – secondo i piani iniziali del governo – rimuovere la gran parte delle restrizioni anti Covid e tornare a una "semi-normalità" la variante Delta ha causato un nuovo aumento dei contagi: nelle ultime 24 ore i positivi al coronavirus sono stati 10.633 su oltre 1,1 milioni di tamponi eseguiti, secondo i dati aggiornati diffusi dal governo. L'incremento non ha per il momento lo stesso impatto sui morti, conteggiati oggi a non oltre 5, in calo rispetto a ieri, anche se il totale è alleggerito verosimilmente dai consueti ritardi statistici di parte dei dati riferiti al weekend che in genere vengono recuperati tra il martedì e il mercoledì. Insomma, se l'aumento dei decessi ancora non è stato per fortuna significativo quello dei contagi è sensibile e giustifica ampiamente il rinvio delle riaperture da parte del governo.

Variante delta, Johnson: "Casi in aumento del 30% ogni settimana"

Nel frattempo, sempre nel Regno Unito, prosegue la corsa contro il tempo delle vaccinazioni per frenare la diffusione della variante, con una somma di dosi somministrate nel Paese ormai vicina 75 milioni, ossia quasi il 60% della popolazione adulta pienamente immunizzata e quasi l'82% vaccinata con una sola dose. Il primo ministro Boris Johnson continua a mostrarsi prudente; interpellato oggi dai giornalisti a margine di una visita a un centro di ricerca ha difeso la decisione di rinviare l'ultima tappa delle riaperture post lockdown dal 21 giugno al 19 luglio, dicendosi ottimista di poter rispettare questa scadenza, ma senza escludere del tutto nuove restrizioni nei mesi autunnali se dovesse essercene la necessità. Il premier  avvertito come la variante Delta continui al momento a produrre un incremento settimanale di casi pari al 30%, e con un parallelo aumento graduale anche dei ricoveri in ospedale. Mentre ha insistito a sconsigliare per ora in generale i viaggi all'estero per turismo, rimanendo abbottonato riguardo all'ipotesi avanzata da alcuni media sulla possibilità di estendere da inizio luglio anche solo a un'altra decina di Paesi – incluso Italia, Grecia e isole spagnole – la striminzita ‘lista verde' di destinazioni esentate dall'obbligo di quarantena precauzionale al ritorno.

593 CONDIVISIONI
25958 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni