988 CONDIVISIONI
1 Luglio 2022
12:03

Uccide fidanzato conficcandogli un coltello nel petto: “L’ho lanciato, non volevo ucciderlo”

L’uomo ucciso dalla fidanzata con un grosso coltello da cucina al culmine di una lite nella loro abitazione in Inghilterra.
A cura di Antonio Palma
988 CONDIVISIONI

Aveva confidato agli amici che il rapporto con la fidanzata era ormai giunto al capolinea e che avrebbe voluto lasciarla, pochi giorni dopo la stessa donna lo ha ucciso con un grosso coltello da cucina al culmine di una lite nella loro abitazione di Chilthorne Domer, nel Somerset, in Inghilterra. Così è morto tragicamente Matthew Wormleighton, 45enne inglese ritrovato senza vita nel maggio dello scorso anno.

Secondo il procedimento giudiziario in corso, a ucciderlo è stato la 31enne Hayley Keating che si è scagliata su di lui con una lunga lama che si è conficcata nel petto per circa dieci centimetri, rivelandosi fatale. Come stabilito dal medico legale, sul corpo della vittima non vi erano altre lesioni ma una sola ferita al petto.

Keating, chiamando immediatamente i servizi di emergenza medica, aveva subito confessato di essere stata lei ad accoltellare il fidanzato ma sostiene di non aver voluto ucciderlo ma di aver scagliato solo la lama contro di lui che si sarebbe poi conficcata nel petto.

"Dice di aver lanciato il coltello nella sua direzione ma non sa come si sia ferito e non riesce a ricordare cosa sia successo" ha spiegato il suo legale. Al momento dell'incidente, Keating era "arrabbiata e sconvolta" perché il signor Wormleighton stava "cercando di lasciarla", ha aggiunto la difesa.

La 31enne, che è madre di due figli, afferma che il signor Wormleighton era stato violento nei suoi confronti sia in passato che nella notte in questione, cosa che l'ha spaventata, inducendola a prendere il coltello che poi avrebbe scagliato contro di lui. Affermazioni ancora tutte da verificare e smentite dal racconto di amici.

Secondo l’inchiesta, molto probabilmente i due avevano fatto uso di alcol e droghe la sera del delitto e questo potrebbe aver influenzato la loro capacità di mantenere l'autocontrollo.

988 CONDIVISIONI
Civitanova Marche, uccide un uomo a colpi di stampella per presunte molestie alla fidanzata
Civitanova Marche, uccide un uomo a colpi di stampella per presunte molestie alla fidanzata
Gaza, ancora raid israeliani contro Jihad islamica: 13 morti e 114 feriti. Suonano sirene a Tel Aviv
Gaza, ancora raid israeliani contro Jihad islamica: 13 morti e 114 feriti. Suonano sirene a Tel Aviv
Cos'è successo nel 147esimo giorno di guerra in Ucraina
Cos'è successo nel 147esimo giorno di guerra in Ucraina
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni