Un turista è rimasto bloccato per almeno mezz'ora su un ponte di vetro, alto oltre 100 metri, in un resort nella provincia di Jilin, nel nord-est della Cina, che aveva subito dei danni in seguito a una tempesta. Le foto pubblicate sui social media mostrano l'uomo aggrappato al guard rail della struttura situata vicino alla città di Longjing. Come confermato dalle autorità locali, diverse parti in vetro del ponte sono state spazzate via da raffiche di vento che hanno raggiunto i 150 km orari sul monte Piyan. Grazie all'intervento dei vigili del fuoco, della polizia e del personale forestale e del turismo, il turista è riuscito a trascinarsi e a mettersi in salvo. In seguito è stato trasportato in ospedale per le cure del caso. Il resort è stato chiuso. Il governo della città di Longjing effettuerà un controllo completo di tutte le attrazioni turistiche. Nel frattempo è stata aperta un'indagine sul caso.

L'incidente ha sollevato molte polemiche online, totalizzando oltre 4 milioni di visualizzazioni sul social network simile a Twitter, Sina Weibo. Il dibattito è intorno alla sicurezza dei ponti di vetro, una delle attrazioni più in voga fra i turisti amanti del brivido, il cui numero è in costante aumento in tutta la Cina.  "Questo è esattamente il motivo per cui non salirei mai su un ponte come quello", ha scritto un netizen di nome "Wadetian". "Quanto spesso eseguono la controlli?", ha chiesto un altro utente. "Negli ultimi anni ne sono stati costruiti tantissimi e sono molto popolari tra i turisti. Ma come possiamo garantirne la sicurezza?" ha chiesto un netizen di nome Li, medico nella provincia del Sichuan, nel sud-ovest della Cina.

Secondo la rivista Earth pubblicata dal Museo Geologico della Cina, al solo 2016 in tutta la Cina sono stati costruiti almeno 60 ponti in vetro. Sono comuni soprattutto nelle province montuose come Jiangxi, Hunan e Yunnan Alcuni governi locali hanno già messo in atto delle linee guida per prevenire potenziali pericoli. La provincia di Hebei nel 2018 ha pubblicato un manuale relativo alle linee guida specifiche in merito a materiali, posizione, design, costruzione e utilizzo di ponti e passerelle di vetro.  Ad esempio, tali strutture non dovrebbero essere costruiti in aree ad alta attività sismica, devono restare chiuse durante il maltempo e i disastri naturali, e il numero di persone deve essere limitato a non più di tre per metro quadro.