Covid 19
7 Dicembre 2022
08:22

Singapore avverte: “Nuove varianti in arrivo dalla Cina, prepariamoci a nuove ondate di Covid”

Secondo il Ministro della Salute di Singapore Ong Ye Kung l’aumento dei contagi in Cina e l’allentamento delle restrizioni potrebbero causare nuove ondate in Asia e favorire la diffusione di nuove varianti.
A cura di Davide Falcioni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

L'imminente inizio delle festività natalizie e la ripresa dei viaggi in aereo potrebbe determinare una ripresa delle infezioni in tutta l'Asia e – potenzialmente – anche in altri continenti.

A lanciare l'allarme è stato nei giorni scorsi il Ministro della Salute di Singapore Ong Ye Kung, secondo cui le riaperture della Cina potrebbero innescare una nuova ondata di contagi: "Con l'arrivo del Natale e del nuovo anno le persone riprenderanno a viaggiare e siamo destinati ad avere più infezioni, ma non è qualcosa di inedito per noi". Il ministro ha aggiunto che nel corso del 2022 il Paese ha fronteggiato tre ondate causate da Omicron e più di recente dalle sottovarianti  BA.4 e BA.5.

Il membro del governo di Singapore ha inoltre avvertito la popolazione di prepararsi a una potenziale nuova variante che colpirà l'emisfero settentrionale nei prossimi mesi, spiegando che l'allentamento delle restrizioni in Cina determinerà una ripresa dei viaggi internazionali e probabilmente un aumento dei casi: "Sembra che Pechino voglia cambiare la sua politica di lotta alla pandemia. Se lo farà ci saranno sicuramente più infezioni e sicuramente emergeranno nuove varianti preoccupanti", ha detto Ong Ye Kung.

Dall'inizio della pandemia Singapore ha registrato 2,1 milioni di contagi e appena 1.706 morti grazie a una strategia di gestione dell'emergenza sanitaria molto severa. L'isola città-stato, che conta poco meno di 5,5 milioni di abitanti, ha infatti adottato la politica Covid Zero fino all'ottobre del 2021 imponendo lunghi lockdown, l'utilizzo obbligatorio delle mascherine e soprattutto una campagna di vaccinazione estremamente efficace e invidiata anche da molti Paesi occidentali. Solo dopo aver immunizzato gran parte della popolazione il governo ha gradualmente rimosso le restrizioni. Oggi, come ha spiegato il ministro della salute, "siamo rimasti con pochissime regole e praticamente la vita è tornata alla normalità.

32443 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni