Una ricerca durata 10 anni e che si è finalmente conclusa nei giorni scorsi, anche se nessuno avrebbe mai voluto un epilogo del genere. Sono stati ritrovati i resti di Paige Johnson, 17enne scomparsa il 23 settembre del 2010 dalla sua casa di Florence, in Kentucky. Familiari e forze dell'ordine non si sono mai arresi e hanno continuato a cercare per tutto questo tempo, poi il 25 marzo scorso la svolta: "L'abbiamo trovata – hanno scritto i genitori su una pagina Facebook dedicata alla ragazza -. I suoi resti sono stati rivenuti nei boschi nella contea di Clermont, Ohio. Siamo ancora sconvolti e i nostri cuori sono infranti, ma siamo grati a tutti quelli che ci hanno aiutato in qualche modo. Le notizie si riversano ovunque. Grazie, grazie, grazie".

È stato un uomo a caccia di cervi a scovare domenica scorsa il corpo carbonizzato di Paige in un bosco di Williamsburg Township, in Ohio, non molto distante dalla sua casa. La polizia ha ricevuto una chiamata che segnalava la presenza di un teschio e dopo essersi precipitati sul luogo per tutti i rilievi del caso, hanno notato anche alcuni oggetti intorno a quel corpo che potevano appartenere alla 17enne. La certezza che quei resti fossero proprio i suoi è arrivata grazie all’impronta dentale. "Volevamo tutti trovare Paige viva – ha detto il capo della polizia di Covington Rob Nader –. Oggi sono triste nel dover annunciare che ogni speranza è svanita. Ho dato la notizia alla famiglia, che può finalmente dare sepoltura alla figlia, ma adesso mi sono messo subito a lavoro per scoprire cosa è successo quella notte". Tuttavia, le indagini continuano per far luce sulla dinamica della morte della ragazza, che al momento è ancora circondata dal mistero. Al momento della scomparsa, nel 2010, le autorità interrogarono il 22enne Jacob Bumpass. All'epoca il ragazzo disse di aver prelevato Paige a casa di sua madre per portala a una festa e di averla lasciata in seguito a un incrocio di Covington, a 15 minuti da casa sua.

Il ragazzo non è mai stato fermato né arrestato, ma ora il ritrovamento del corpo della giovane potrebbe rimettere tutto in discussione anche perché i registri telefonici indicavano che Bumpass era in realtà a Florence quando dichiarò di aver lasciato Paige. "Non eravamo pazzi quando dicevamo che le era successo qualcosa di brutto. Ora vogliamo solo seppellirla e darle l’addio che si meritava. Sua madre è sconvolta, ma allo stesso tempo grata che il suo corpo sia stato ritrovato", ha detto alla stampa un cugino della ragazza.